Pensieri d’amore

1) L’amore vuole tutto. E ha ragione.

2) “In realtà, se una cosa ci appartiene realmente, niente e nessuno potrà togliercela. Diversamente, niente e nessuno potrà farla restare”. (tratto da Risvegliare l’eroe dentro di noi – Dodici archetipi per trovare noi stessi – di Carol S. Pearson)

3) “L’amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull’orlo di un precipizio.” (Stendhal)

4) Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso. Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba di un tavolo o se un quadro si stacca dalla parete. Ma il cuore, quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio. Data la sua importanza, ti verrebbe da pensare che faccia uno dei rumori più forti del mondo, o persino che produca una sorta di suono cerimonioso, come l’eco di un cembalo o il rintocco di una campana. Invece è silenzioso, e tu arrivi a desiderare un suono che ti distragga dal dolore. Se rumore c’è, è interno. Un urlo che nessuno all’infuori di te può sentire. Un boato così forte che le orecchie rintronano e la testa fa male. Si dimena nel petto come un grande squalo bianco intrappolato nel mare; ruggisce come la mamma orsa a cui è stato rapito il cucciolo. Ecco cosa sembra e che rumore fa. È un’enorme bestia intrappolata che si agita, presa dal panico; e grida come un prigioniero davanti ai propri sentimenti. L’amore è così…nessuno ne è indenne. È selvaggio, infiammato come una ferita aperta esposta all’acqua salata del mare, però quando si spezza il cuore non fa rumore. Ti ritrovi a urlare dentro e nessuno ti sente. (“Se tu mi vedessi ora” – Cecelia Ahern)

5) La parola esagerazione non esiste nel vocabolario dell’amore. (Luciano De Crescenzo)

6) Ci sono uomini che nascono dalla circostanze. E circostanze che nascono dagli uomini.

7) Ti svelerò un filtro d’amore potentissimo, senza unguenti, senza erbe e senza formule magiche: se vuoi essere amato, ama. (Ecatone)

8 ) “Passiamo la vita a chiederci se siamo sulla strada giusta, se accanto a noi c’è la persona che avevamo sognato oppure se stiamo veramente realizzando ciò che siamo. E dimentichiamo che ogni ragionamento che facciamo sull’amore lo allontana, lo disintegra, lo annienta.”. Quando l’amore arriva non c’è da fare altro che lasciarci travolgere dalla sua straordinaria energia, farsi guidare ciecamente verso i benefici che solo lei sa donarci. Eppure insistiamo a imbrigliarlo, giudicarlo, volerlo spiegare. Senza sapere che il peggior nemico dell’amore è proprio il pensiero. E che ogni tentativo di usare la presunta saggezza della ragione per controllare la sua forza è inutile, se non dannoso. L’amore viene per stupirci, vuole trovarci pronto alla sorpresa come bambini “con occhi innocenti, liberi, senza aspettative”. Solo così sapremo godere di tutta la sua magia, della sua forza “terapeutica come nessun altro farmaco”. (Da “Ama e non pensare”, Raffaele Morelli, 2^ di copertina).

9) “Non sai farti amare? L’amore vero è incondizionato. Troverai la persona che ti ama semplicemente perché sei tu. E dovrai pretenderlo. Non si può trasformare se stessi in qualcosa che è altro da noi per adeguarci a chissà quale concetto di “degno di essere amato”. E’ contronatura e alienante. Il diritto a essere amati incondizionatamente è proprio il motivo per cui il Signore ci dà, prima di tutto, una madre. E poi un sacco di altre cose.” (DM a Engelsblick, 2/2/2008 )

10) Ah, che fatica mi costa, amarti come ti amo! (Federico García Lorca)

11 ) In natura non ci sono né ricompense né punizioni: ci sono conseguenze. (Robert Green Ingersoll)

12) È la nostra propria mediocrità che ci fa innamorare e che ci fa rinunciare. Il vero amore non conosce il significato della rinuncia, non è nemmeno preoccupato di questo problema; non rinuncia l’amore stesso, la rinuncia è per la gente sconfitta, e come un sentimento di sconfitta si adatta solo agli sconfitti. (Eugene Ionesco)

13) L’amore nun vo’ penzieri: e io t’ho fatto penza’.

14) Ormai non l’amo più, è vero, ma forse l’amo ancora. È così breve l’amore e così lungo l’oblio. (Pablo Neruda )

15) Non assomigli più a nessuna da quando ti amo. (Pablo Neruda )

16) In ogni specie di amore femminile è presente anche qualcosa dell’amore materno. (Friedrich W. Nietzsche)

17) Una cosa buona non ci piace quando non ne siamo all’altezza. (Friedrich W. Nietzsche)

18) Quando amiamo una persona, diceva Neruda, non assomiglia più a nessun altra. Ma, aggiungo io, quando l’amore è finito, torna a confondersi tra la folla. Magari con un abito appena appena più chiaro. (DM a Raccontidelcuore)

19) Ogni volta che si ama è quella l’unica volta che si abbia veramente amato. La differenza dell’oggetto dell’amore non altera la sincerità della passione, ma l’intensifica (Oscar Wilde, “Il ritratto di Dorian Gray”)

20) “Un giorno l’Amore disse all’Amicizia:
perchè esisti tu, se ci sono già io?
E l’Amicizia le rispose:
per portare un sorriso dove tu hai lasciato una lacrima.”

21) Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell’eternità (K.Gibran)

22) Per quanto raro sia il vero amore, è ancora meno raro della vera amicizia (François de La Rochefoucauid)

23) Oblio: una spugna che non si trova mai quando se ne ha bisogno (Pierre Véron)

24) Non vi é felicità più grande, che vedere la felicità negli occhi dell’amato (anonimo)

25) Non si ama perché si vuole essere amati. Si ama perché si ama. Cammin facendo, si vorrebbe essere ripagati (Louis Thomas)

26) Non è l’amore che bisognava dipingere cieco, ma l’amor proprio (Voltaire)

27) Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato, ama il tuo peccato e sarai innocente (Anonimo)

28) Com’è soave l’amore quand’è sincero da entrambe le parti, è un airone bianco sulla neve, l’occhio non lo separa (Anonimo giapponese)

29) Dicono che l’amore sia cieco. Credetemi, niente ha la vista più acuta del vero amore. Niente. L’amore ha la vista più acuta del mondo. La dipendenza è cieca, l’attaccamento è cieco… non chiamate amore quelle cose (Anonimo)

30) Gli uomini che meglio riescono a stare con le donne sono gli stessi che sanno starci benissimo senza (Charles Baudelaire)

31) Ho mai amato qualcuno così? Oh sì, certo che sì! C’è stato mai un uomo con il quale mi sentissi al sicuro, che non temessi di perdere? Sì, c’è stato, ma questa sicurezza era un’illusione. Ho perso le persone che amavo nei modi più stupidi, più biechi. Sono andati da persone di ben minor valore, e ben minore amore nei loro confronti, e in quelli della loro famiglia: ma arriva sempre, nella mia vita, un momento in cui l’uomo che ho accanto vuole “darmi una lezione”, “farmi vedere chi è lui”. E infatti me lo fa vedere: mi fa vedere che è uno che butta all’aria quello che è stato costruito, un distruttore, un uomo completamente privo di buon senso, di realismo, equilibrio, gratitudine. E quando poi si pentono, quando ritornano, capendo che non hanno fatto un grande affare ad andarsene, trovano le macerie. Neanche perché uno voglia vendicarsi, semplicemente il discorso è: “Ti amavo perché eri il mio uomo, e ora non lo sei. Ti amavo perché volevi farmi felice, e ora so che sei pronto a maciullarmi. Ti amavo perché mi sentivo in un porto sicuro, ma ora non mi fido. Non ho bisogno di te: stavo con te perché ti amavo, non perché ne avessi bisogno. Sapevo già che potevo vivere senza di te, e tu me l’hai ribadito. Mi hai lasciato per Tizietta? Ora devi fare solo una cosa: tenertela. Eri il sole, e ora sei un’ombra. Eri l’eden, e ora non assomigli neanche al giardinetto sotto casa. Hai capito che ami solo me? Non puoi vivere senza? Francamente, cazzi tuoi.” (DM sul blog di Alex, 24/04/2008).

32) I sensi scottati del passato, hanno la memoria lunga quanto la guarigione…(Emmanuele Bonnes)

33) L’amore deve migliorare due persone, non peggiorarle… (Valentine)

34) “Completarsi” di Markinho

Tu insegnami a cucinare
Io ti insegnerò a ridere

Tu insegnami a cantare
Io ti insegnerò a giocare

Tu insegnami a parlare
Io ti insegnerò ad ascoltare

Tu insegnami a essere tenace
Io ti insegnerò a lasciarti andare

Tu insegnami a camminare nella vita
Io ti insegnerò a rincorrere i sogni

Così
Insieme
Impareremo l’Amore

35) Un codardo non è capace di dichiarare il proprio amore.
Questa è una prerogativa del coraggioso.” (Mahatma Gandhi)

36) Io ti amo… (Stefano Benni)

Io ti amo
e se non ti basta
ruberò le stelle al cielo
per farne ghirlanda
e il cielo vuoto
non si lamenterà di ciò che ha perso
che la tua bellezza sola
riempirà l’universo
Io ti amo
e se non ti basta
vuoterò il mare
e tutte le perle verrò a portare
davanti a te
e il mare non piangerà
di questo sgarbo
che onde a mille, e sirene
non hanno l’incanto
di un tuo solo sguardo
Io ti amo
e se non ti basta
solleverò i vulcani
e il loro fuoco metterò
nelle tue mani, e sarà ghiaccio
per il bruciare delle mie passioni
Io ti amo
e se non ti basta
anche le nuvole catturerò
e te le porterò domate
e su te piover dovranno
quando d’estate
per il caldo non dormi
E se non ti basta
perché il tempo si fermi
fermerò i pianeti in volo
e se non ti basta
vaffanculo.

37) Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo)

38)

Si ricordi, caro signore,
l’amore,
come la vita,
e’ un reato.
Non se lo dimentichi.
Ciascuno porta in petto la sua mezza libbra di colpa.

Paolo Maurensig

39)

© arthur

© arthur

LA PANCHINA

S’io potessi parlare,
e dirvi ciò che ho visto,
quanti modi d’amare,
qual nobile qual tristo:

amori appena nati,
vissuti oppur sognati,
amori disperati,
urlati o sussurrati.

Lagrime solitarie,
soffocate in silenzio,
risate spensierate,
regalate al vento.

Promesse mantenute,
imbarazzi d’addio,
tante generazioni,
qua sotto sempre io.

A volte vorrei dire
“Non credeteci troppo!”
ma poi mi viene in mente
chi supera ogni intoppo,

per ritrovarsi qui,
coi capelli d’argento,
a regalare ancora
le sue risate al vento.

(Dm, 18/06/2009, in un commento da Arthur)

40)

Signore, l’amore è paziente, donami la pienezza che sa affrontare un giorno dopo l’altro.

Signore, l’amore è benigno, aiutami a voler sempre il suo bene prima del mio.

Signore, l’amore non è invidioso, insegnami a gioire di ogni suo successo.

Signore, l’amore non si vanta, rammentami di non rinfacciagli ciò che faccio per lui.

Signore, l’amore non si gonfia, concedimi il coraggio di dire “ho sbagliato”.

Signore, l’amore non manca di rispetto, fa che io possa vedere nel suo volto il tuo.

Signore, l’amore non cerca l’interesse, soffia nella nostra via il vento della gratuità.

Signore, l’amore non si adira, allontana i gesti e le parole che feriscono.

Signore, l’amore non tiene conto del male ricevuto, riconciliaci nel perdono che dimenti i torti.

Signore, l’amore non gode dell’ingiustizia, apri il nostro cuore ai bisogni di chi sta accanto.

Signore, l’amore si compiace della verità, guida i nostri passi verso di te che sei via, verità, vita.

Signore, l’amore tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.

Aiutaci a coprire d’amore i giorni che vivremo insieme.

Aiutaci a credere che l’amore sposta le montagne.

Aiutacia sperare nell’amore, oltre ogni speranza.

(Dal blog di Martine, “Preghiera dei fidanzati“)

41)
Ti amo.
Perché permetti ai miei pensieri di accoglierti.
Come se in fondo fosse uguale.

Ti amo.
Perché c’è sempre qualcosa di bello.
E gioiosamente lampeggia come un’insegna al neon.

Ti amo.
Perché fai costruire ogni mio slancio di piacere.

Ti amo.
Perché voglio chiedere.
Che è meglio.

Ti amo.
Perché vuoi vedere la forza del mio amore attraversare questa strada.
Aspettando che venga da te.

Ti amo.
Perché mi ritrovo a scrivere cazzate di primo mattino per merito tuo.

GB (da un commento di Gregory Bateson da “I tacchi a Spillo”)

73 commenti

73 thoughts on “Pensieri d’amore

  1. bhè..diemme…questa pagina la leggerò più e più volte…come poteva non esserlo del resto visto che hai a che fare con 1 cercatrice di favole!!!;-P
    bella veramente..come tutto il blog e le cose che scrivi!!!

    Mi piace

    • Anche a me piace tanto quel verso, mi sono ripassate davanti agli occhi tante coppie di vecchietti affettuosi, soprattutto sereni, spensierati, dopo una vita magari dura, grama, passata a tirare faticosamente avanti, ma sempre uniti, sempre sostenendosi l’uno con l’altro.

      Una volta scrissi un post che si intitolava “Noi non l’avremo” e, chissà com’è, non ho mai voglia di rileggerlo…

      Mi piace

  2. Cara Diemme, ti leggo per la prima volta. Scopro per caso questa pagina e, nonostante sia impossibile antologizzare i pensieri sull’amore, mi è piaciuta molto la tua scelta!

    Fa sorridere la poesia di Benni, e mi fa pensare: a volta siamo così presi dalle “pene” dell’amore che non ci ricordiamo delle sue gioie. E invece dovremmo imparare a sorridere, e anche a mandarci a quel paese… L’amore è libero di parlare, l’amore è libero di amare.

    (E vuole tutto, e ha ragione. Sì).

    Un sorriso,

    Mi piace

    • E certo che ha ragione, e questa ragione ci deve dare la forza di non permettere nessuno di mancarci di rispetto, neanche a noi stessi. Non ci dobbiamo accontentare di briciole.

      Ha ragione, sì.

      Liked by 1 persona

  3. Sai però. A volte capita di accontentarsi anche delle briciole, per paura poi di chiedere troppo, e di non poter avere più neanche le briciole.

    Non si tratta di non avere i denti del coraggio, ma di avere forse un pane troppo duro. E le dentiere, al giorno d’oggi, costano troppo.

    (Ma questa è un’altra storia, pardon).

    Mi piace

    • Se vuoi puoi raccontarcela, sicuramente tutti ti capiremo, e incontrerai molti di noi che hanno fatto la stessa esperienza ma… spero proprio che oggi come oggi non condividano più questa scelta.

      Difficilmente l’alternativa alle briciole è niente: a volte lo è momentaneamente (ma solo finché non avremo dimenticato completamente il bastardo), a volte l’orizzonte si rischiara improvvisamente, altre immediatamente.

      Non dimentico mai che, arrivata a una dolorosa separazione, nel momento in cui mi sembrava che tutto mi fosse crollato addosso, incontrai l’uomo con cui divisi anni e anni della mia vita non più di tre ore dopo. Alle cinque del pomeriggio avevo firmato la separazione, disperatamente in gramaglie e mi vedevo già senza un futuro all’orizzonte, alle otto avevo accanto a me un fusto castano con gli occhi verdi, capace, volitivo, passionale, innamorato e, ad abundantiam, facoltoso.

      A volte è successo il contrario, ma la vita è una ruota, se conoscessimo il futuro non sarebbe divertente (ammesso e non concesso che, così, ci stiamo divertendo).

      Aspettami che vado a cercare una poesia di una mia amica che in tutta la vita si era accontentata delle briciole, e che ora ha a fianco un uomo che il mondo intero le invidia, e completamente dedito a lei, innamorato più che mai.

      Torno…

      Mi piace

    • Trovata: l’ho riletta e, conoscendo la sua storia, queste sue parole mi emozionano sempre.

      Anch’io in questo momento sto lottando contro la tentazione di accontentarmi di briciole, e purtroppo questa decisione si è intrecciata con altri probelmi più gravi, di lavoro, di salute e di famiglia. Ma credo in quello che faccio.

      Ecco il link, se vuoi fammi sapere se ti è piaciuta, e se vuoi parlare con noi, siamo qui.

      https://donnaemadre.wordpress.com/2007/12/21/quanto-ce-piace-de-chiacchiera/#comment-885

      Mi piace

    • Queste sono briciole:

      Lettera d’amore: “Mia adorata, ti amo piu’ di quanto le parole possano dire. Per te scalerei le vette più alte del mondo, attraverserei i deserti più desolati e le lande più fredde del Polo Nord. Ti amo”. P.S. Ci vediamo domenica, se non piove.

      🙂

      Liked by 1 persona

  4. Il pane duro di cui parlo è l’amore come lo hai sempre sognato, nella persona in cui non l’avresti mai sognato. Nella tua stessa persona, come te.

    Ma siccome l’amore è libero di amare, io amo lo stesso, anche al costo di amare solo le briciole, perché per il momento non posso avere di più.

    La mia storia non è una storia qualunque, ma è la storia di un qualunque amore che vuole vivere e che non può vivere senza che ci sia lo scandalo, il giudizio e l’ipocrisia della gente. E’ vero che l’amore basta a se stesso, ma prima o poi bisogna tornare nella realtà, e la realtà è una società che ghettizza chi semplicemente, solamente, vuole amarsi come tutti gli altri.

    Io non voglio il ghetto, voglio la libertà. Se l’amore è libertà.
    Sono gelosa delle mie briciole, per il momento. Spero che cresca presto in me il coraggio di addentare questo meraviglioso “pane”, fin quando ci sarà, prima che mi venga rubato dall’ignoranza invidiosa del mondo.

    Scusate se insisto sulle metafore. E’ un modo diverso per raccontare un amore diverso.

    Grazie per la splendida poesia. E speriamo allora che non piova. 😉

    Mi piace

    • La tua risposta mi ha messo in curiosità: se non è amore per una persona sposata, o ci sono componenti razziali oppure si tratta di un amore cosiddetto “diverso”; sarei più portata a pensare a un amore omosessuale, anche perché le tue parole mi ricordano tanto quelle di una mia amica che aveva questo tipo di problema, di non poter vivere l’amore con la sua donna alla luce del sole. Magari non ci ho preso, ma voglio comunque postare qui questa canzone, che conoscevo e da tempo mi riservavo di pubblicare, con questo video che ho visto solo oggi e che trovo semplicemente stupendo.

      Mi piace

    • 🙂

      All’epoca in cui ero molto amica di quella ragazza gay, e lei mi confidava a cuore aperto e accoratamente i suoi problemi, mi sono sempre chiesta come mi sarei comportata al suo posto. In un primo momento ero portata a dire “Io lo direi tranquillamente” ma poi, quando si è parlato di questi argomenti con altre persone, sono venuti fuori tanti e tanti di quei pregiudizi che capisco come invece non sia così facile.

      In bocca al lupo!

      Mi piace

  5. Ciao Diemme che bello questo sito…sono capitata qui da poco…cercando una delle frasi che hai citato sopra della ahern. E sono entrata qui….è bello molto anche quella poesia che dice che ti darei tutto….ma se non ti basta, vaffanculo. Già vaffanculo. Tante volte….è una liberazione. volevo sapere se era tua….o di chi fosse…! Ma è molto bella anche quella della panchina….molto romantica….mi fa pensare a quegli amori che superano il tempo….e poi si ritrovano lì…al punto di partenza…..e si aspettano…e si amano…passano i giorni ma loro si amano…perchè il tempo nulla può contro il loro amore, contro UN VERO GRANDE amore. Volevo dirti questo, insomma. Non mi aspetto una risposta. Magari come me sei una che…..frequenti poco il pc….però volevo solo farti sapere che passare di qui….è stata una bella cosa….! 🙂 Poi oggi nevica….quindi doppio regalo…per me. 🙂

    Mi piace

    • Ciao Gloria, benvenuta qui!

      Mi fa piacere che ti trovi bene qui, l’idea in effetti è questa, un salotto dove poter conversare con gli amici, magari in maniera animata quando non si è d’accordo, ma sempre nel rispetto dell’altro e nell’ottica della crescita, del confronto e della condivisione.

      La poesia del “Se non ti basta…” no, non è mia, sapevo pure di chi era ma in questo momento non mi viene in mente; invece quella sulla panchina l’ho scritta io, ispirata dalla foto di quella panchina che è quella da cui mi chiamò per la prima volta una persona conosciuta proprio tra queste pagine e che per molto tempo ne fu sostenitore e assiduo collaboratore: e poi, ahimé, panta rei, ma quella panchina rimane a simbolo delle persone che nella vita s’incontrano, fisicamente o virtualmente, e per un periodo lungo o breve qualcosa di bello si riescono a dire.

      Spero di rileggerti presto!

      Mi piace

  6. Ciao Diemme…anche io ho una panchina così. Una panchina che ha visto l’inizio e la fine di un amore….ma che al tempo stesso…ne vede tanti e tanti passare….una panchina che se potesse parlare racconterebbe di quelle chiaccherate con l’amica del cuore….di quel momento di estasi….di quelle parole non dette pensate e taciute…di quell’amore….di quei due ragazzi….di quel gruppo di amici…..di quelle persone che sono passate di lì…in un giorno per caso…oppure vanno lì quasi ogni giorno sperando di incontrare qualcuno….che forse troppo distratto, troppo occupato o troppo lontano tarda ad arrivare e che forse….non arriverà mai….oppure sta già arrivando….e vorrebbe dirci “aspettami”. insomma si mi ha fatto pensare….cmq sono entrambe molto belle. Talmente belle che avrei voluto postarle sulle mie note di face….ma…non mi piace postare qualcosa di altri autori se non so IL NOME dell’altro autore (NON PRENDO MERITI CHE NON HO). 🙂 Però sono entrambe molto belle…. 🙂 Io esco da una storia durata anni…finita proprio a capodanno poco prima che ci si sposasse…dopo che si erano finiti tutti i lavori della casa…dopo che si erano fatte tutte le presentazioni ufficiali per un motivo che ancora oggi non mi spiego ha detto solo “noi siamo stati solo amici, non siamo mai stati insieme, i non ti ho mai detto che ti amo”. E la cosa se ci penso fa un pò ridere….perchè questa storia….questo matrimonio….la sistemazione della casa…..il suo ti amo….sono tutte parole che mi ha detto e mi ha ridetto per anni…persino il giorno prima di capodanno….ma a capodanno (dopo che si è fatto scudo di amici conoscenti e colleghi di lavoro) ha stravolto questa verità….all’improvviso non esisteva più nulla: il suo amore, la nostra storia. più nulla. Noi siamo stati solo amici, così ha detto. Non siamo mai stati insieme, così ha detto. E pensare a quella chiesa prenotata….pensare a quella proposta di matrimonio….alle presentazioni ufficiali….e poi a questo cambio di idee così radicale…così repentino…così UN FULMINE A CIEL SERENO….mi fa solo tanto male. un male che non trova pace…..venendo io già da un vecchio dolore….. anni fa dovevo sposarmi con il MIO AMORE DI UNA VITA…..che un mese prima del matrimonio ha avuto un brutto incidente all’estero e dall’estero non è più tornato. quante lacrime….quanti pensieri oscuri hanno ottenebrato le miei giornate…e questo amico era lì, presente, ogni giorno. ha visto le miei lacrime e il mio dolore. E’ stato lui a convincermi che non dovevo chiudermi in me stessa…che dovevo rinnamorarmi ancora….è stato lui il primo a dirmi che non mi vedeva più come un’amica….che si era innamorato…che voleva una storia. Ci ho messo anni….per ricominciare….anni dove lui è rimasto presente accanto a me….mi disse che mi amava che avrebbe voluto essere lui quell’uomo capace di riaccendere il mio sorriso….ma era presto…e ha aspettato. e sono passati anni….altri anni….intanto io mi chiudevo in me stessa….sovrana del mio dolore….e lui si innamorava ogni giorno di più…..dopo 6 anni…finalmente ho deciso di rimettermi in gioco…nel frattempo anche io mi ero innamorata di questo amico…questo amico meraviglioso che per 6 anni non mi ha chiesto nulla….mi ha semplicemtne aspettato. Così quando mi ha chiesto di iniziare questa storia….con tutti i miei dubbi e le miei paure ho detto si. Una meravigliosa favola. Anni assieme….e poi….”perchè non ci sposiamo?” mi chiede. perchè sprecare ancora del tempo?- mi dice! ci amiamo…..abbiamo la possibilità di costruire un futuro insieme…perchè aspettare? io cerco di allentare la presa….ma in effetti ha ragione…ci amiamo perchè aspettare? così iniziamo tutti i preparativi.Fino al giorno di natale mi dice che mi ama che non vede l’ora finalmente di stare insieme…..e poi a capodanno….mi dice che questa storia non è mai esistita. che noi siamo sempre rimasti solo amici. e a me crolla addosso tutto il mondo. Ed è stato il mio grande dolore….che mi ha portato qui….tra queste pagine…cercando quella dolci parole….che potessero colmare il grande vuoto che ho nel cuore….e la delusione…la rabbia….l’umiliazione (per un uomo che non solo mi ha ferito….ma è andato a raccontare tutti i fatti nostri in giro….distorcendo persino la verità). Non so se passerà….nè quando passerà….ma so soltanto che SE IL SOLE ARRIVA DOPO OGNI BUFERA io ASPETTO SEMPLICEMENTE CHE ARRIVI. E PRIMA O POI….SPERO…MI AUGURO…CHE ARRIVERà. Non volevo raccontari queste mie noie….per annoiarti o dispiacerti, anzi. Volevo solo farti sapere cosa mi ha portato qui….e trovare queste parole….che anche se non sono state scritte per me sono un pò come sale sulle mie ferite….e mi fanno bene. Mi fanno vedere che non sono io quella sbagliata..quella che ancora crede nell’amore con l’A maiuscola…..mi fanno ricredere sui pensieri negativi di questi giorni….e pensare che no, non sono io in errore. Che l’Amore esiste. Io Ho solo trovato quello sbagliato. Forse non mi innamorerò più…..ma che importa? un grande amore l’ho già avuto anche se ORMAI è UNA STELLA NEL CIELO INFINITO. Questo ragazzo ultimo anche l’ho amato molto…..dopo tanti anni…è stato come innamorasi di UN RAGGIO DI SOLE…e con quello che avevo passato….CI HO MESSO UN Pò A LASCIARMI ANDARE….MA POI HO DONATO TUTTO IL CUORE E TUTTA L’ANIMA…..per sentirmi poi dire che questo vale niente. 😦 Che il cuore e l’anima….sono niente. Mi ero scoraggiata tanto. In una notte è cambiato tutto…il sogno è diventato un incubo…e l’incubo non mi fa più sognare. Ma passerà. Ed è tutto questo che mi ha portato qui. Quindi…..volevo semplicemtne dirti….GRAZIE. E se ti ho annoiato….o disturbato….o qualsiasi altra cosa….non me ne volere. L’unica cosa che riesco ancora a fare è parlare con il cuore….A DETTA SUA VALE NIENTE….allora per questo neinte non me ne volere. Ma grazie. 🙂

    Mi piace

    • Cara Gloria, capisco il tuo sgomento, e sono contenta che tu abbia trovato qui qualcosa per cui ti possa sentire compresa e consolata.

      La tecnica di dire “Non ci siamo mai amati”, che purtroppo non è una novità, soprattutto in campo maschile, mi ha sempre lasciata perplessa: ma dico, non si può dire “Non ti amo più”, “Non me la sento”, “Mi aspettavo che sarebbe stato diverso”, piuttosto che dire “Non siamo mai stati insieme, non ti ho mai amato, io e te siamo sempre stati due estranei”? Eppure è così che funziona, mi raccontò una signora che dopo venti anni di convivenza e tre figli il compagno l’aveva lasciata dicendo che tra di loro non c’era mai stato niente.

      Ci sono persone che hanno bisogno di alibi: con tutto il dolore che tu hai nel cuore, credimi, è gente che è meglio perderla che trovarla.

      Passerà, cara Gloria, passerà. Io ti posso solo augurare che passi senza lasciare tracce, e senza toglierti l’entusiasmo di vivere una nuova storia.

      Mi piace

    • Cara Gloria, capisco il tuo sgomento, e sono contenta che tu abbia trovato qui qualcosa per cui ti possa sentire compresa e consolata.

      La tecnica di dire “Non ci siamo mai amati”, che purtroppo non è una novità, soprattutto in campo maschile, mi ha sempre lasciata perplessa: ma dico, non si può dire “Non ti amo più”, “Non me la sento”, “Mi aspettavo che sarebbe stato diverso”, piuttosto che dire “Non siamo mai stati insieme, non ti ho mai amato, io e te siamo sempre stati due estranei”? Eppure è così che funziona, mi raccontò una signora che dopo venti anni di convivenza e tre figli il compagno l’aveva lasciata dicendo che tra di loro non c’era mai stato niente.

      Ci sono persone che hanno bisogno di alibi: con tutto il dolore che tu hai nel cuore, credimi, è gente che è meglio perderla che trovarla.

      Passerà, cara Gloria, passerà. Io ti posso solo augurare che passi senza lasciare tracce, e senza toglierti l’entusiasmo di vivere una nuova storia.

      Mi piace

  7. Pingback: San Valentino… « Diemme

  8. In amore chi arde non ardisce e chi ardisce non arde (Niccolò Tommaseo)
    La felicità non è nelle cose, è in noi (R. Wagner)
    Non c’è deserto peggiore che una vita senza amici (B.Gracian):

    ecco tre pilastri della mia personale filosofia di vita!

    Mi piace

    • @lilipi: la prima affermazione non riesco a penetrarla… direi il contrario, che chi arde ardisce!

      Per la secondo, d’accordissimo, la felicità non è nelle cose, ma in come noi le viviamo: non avere quello che si ama, ma amare quello che si ha 😀

      Cosa dire della terza? Gli amici sono sì uno dei pilastri della vita!

      Mi piace

  9. Pingback: Fanno dei giri immensi e poi… | Diemme

  10. lamore vero ti fa vivere per sempre.pero per diventare amore vero devono unirsi due anime gemele.io credo che ogni esere umano ha una anima gemela anche se e dal altra parte del mondo prima o poi la trovera.e chuesto lamore vero. ha detto:

    Lamore vero ti fa vivere per sempre.ma per diventare amore vero.devono unirsi due anime gemele.io credo che ogni ese umao ha una anima gemela anche se e dal altra parte del mondo prima o poi la trovera.e cuesto lamore vero

    Mi piace

    • Ciao cara, benvenuta, ma non vogliamo farti piangere!

      Spero che tra queste pagine troverai qualcosa anche per sorridere, siamo una tremenda combriccola 😉

      Mi piace

  11. ciao…sinceramente non sto passando un bel momento a livello sentimentale… e sfogliare le pagine di questo blog mi sta aiutando e facendo soffrire.. non per colpa vostra ovviamente…

    che bello.. sono felice di avervi trovato..

    un abbraccio
    Chiara

    Mi piace

    • Se ti serve una spalla, cara Chiara, siamo qui, vaccinate a tutte le batoste sentimentali di questo mondo (e ancora di più), e ancora in piedi, e con tanta voglia di vivere e amare ancora.

      Mi piace

  12. Non credo di potercela fare in questo momento… non credo di poter amare ancora..sono troppo delusa, ferita, amareggiata, distrutta, spiazzata…. è come se mi avessero strappato il cuore a mani nude..

    Mi piace

    • Io ne avevo 29 quando dissi tra le lacrime inconsolabili che non avrei avuto più nessuno, non mi pareva una cosa possibile. E invece non solo ci sono state altre storie, decisamente più di una, ma ci è scappata pure una figlia che è la gioia della mia vita, e che – per quanto ingiusto possa essere – mi ha affrancato dal bisogno d’amore.

      Quello che tu stai provando è il normale lutto di un post-amore, ma ricordati una cosa: l’amore deve essere reciproco, altrimenti è un suicidio. L’amore dà forza, energia, non umilia, non abbandona, non spompa. Lo so che certe lacrime le potrebbe asciugere solo proprio chi ce le sta facendo piangere, ma anche questo, come tutto, passerà. Ci vuole tempo per metabolizzarlo, e non è ipotizzabile quanto, ma ciò che è certo è che passerà, e un giorno, all’improvviso, girando l’angolo, troverai un nuovo sorriso (se non altro il tuo).

      Mi piace

  13. grazie… grazie davvero….
    spero sia così anche per me… non so se sarò in grado di “darmi” ad un’altra persona come ho già fatto…
    gli ho dato tutta me stessa e ora non mi è rimasto niente….

    Mi piace

    • Lo spirito umano è eccezionale per le sue capacità di resilienza, di come è capace di risorgere dalle ceneri e di donarsi nuova vita. Se oggi tu stai male, asseconda questo dolore, ne hai diritto, ne hai bisogno. Le perdite vanno metabolizzate, ma non chiuderti in te stessa, la cosa più sbagliata in questi momenti è stare all’angoletto a piangere. Va bene una passeggiata nel parco quando il tempo lo consente, un cinema, da sola o con un’amica, qualsiasi cosa non ti blocchi a casa prigioniera dei pensieri.

      Vedrai, i primi tempi dovrai sforzarti, ma poi piano lui diventerà un’immagine sempre più sbiadita, di cui neanche ti ricorderai. Ma non avevi mai avuto batoste prima d’ora?

      Mi piace

  14. non così…era la prima storia “seria”…..2 anni…
    ieri un film diceva: “sai come si fa a non farti spezzare il cuore? basta non usarlo”…

    Mi piace

  15. è finita molto male… ha mostrato un lato di sé che non conoscevo… e che mi ha fatto soffrire molto… è successo a gennaio… riesco a dire solo questo ora…. perdonami

    Mi piace

    • L’effetto mostro… e pure questo capita spesso.

      Io mi ricordo un tipo, che peraltro conoscevo da anni, e con cui avevo iniziato una storia dopo cinque anni di amicizia. Avevamo amici comuni che lo conoscevano dalla tenera età di sei anni, e testimoniavano il suo temperamento paziente. Ammalatosi quando io, dopo molte sue insistenze, mi ero quasi trasferita da lui (e meno male per il “quasi”!), passavo ogni mio momento libero all’ospedale da lui, il sabato e la domenica ci stave le intere giornate.

      Un giorno, all’improvviso, cambio umore, e poi scoppiò, mi cacciò via in malomodo, intimandomi di prendere tutte le mie cose da casa sua e sparire. La scenata, improvvisa, sembrava non avere nessun fondamento (e, infatti, non ne aveva se non nella sua testa bacata).

      Io ero spaventatissima di questo suo raptus, e non mi fidai mai più di andare a vivere con lui, MAI.

      Probabilmente feci la cosa più saggia…

      Mi piace

    • Allora è proprio vero che sono fatti con lo stampino! Beh, se la mia esperienza può esserti utile, detto da una che ci è stata ancora anni e ci si è giocata la vita, corri in Chiesa ad accendere un cero a Sant’Antonio ringraziandolo che il tizio ti ha lasciato, e promettigli che gliene accenderai ancora tanti se ti aiuterà a non farlo tornare mai più. Gli psicopatici rovinano la vita, succhiano l’anima, e davvero fanno passare la voglia di crederci ancora!

      Mi piace

  16. mi sono spaccata il cervello per chiedermi cosa mai gli avessi fatto… se gli avevo dato mai modo di dubitare di me, di farlo soffrire, di non farlo sentire amato… poi ho capito e mi ha fatto terribilmente capire che io ero “una sua proprietà”… avrei dovuto vivere fuori dal mondo… controllata ogni secondo, seguita, spiata, .. in attesa che io compissi un fantomatico “passo falso”…

    Mi piace

    • Se ti può consolare, anche vivere fuori dal mondo, controllata ogni secondo, seguita, spiata, non basta. La loro è follia. Ne parlo qui.

      Quella scenata era stata scatenata dal fatto che, secondo lui, ammiccavo a un visitatore del paziente accanto a lui, persona della cui presenza non mi ero neanche accorta! Ha continuato così, fino a lasciarmi definitivamente, qualche anno dopo, con l’accusa di averlo tradito (e non era vero, non ho mai tradito né lui né nessun altro). Un periodo mi seguì persino, e mise il telefono sotto controllo: ovviamente non scoprì nulla, ma da quello dedusse che ero una gran furba che si sapeva nascondere bene.

      Fuggi, fuggi lontano, e ringrazia la tua buona stella se se n’è andato lui! Uno psicopatico fa più danni di un mascalzone.

      Mi piace

    • E anche alle donne… vecchi, bambini…

      Non mi ha mai accusato però di avere ammiccato a cani, gatti, tombini: beh, in fondo un po’ di fiducia ce l’aveva!

      Ciccia, fuggi!!!!

      Mi piace

    • Il mio è morto da sette anni, ed erano già altri otto da quando il mio no è stato definitivo.

      Anch’io rimpiango l’uomo di cui mi sono innamorata, ma non ho mai rimpianto l’altro lui, al quale sono solo pentita di avere lasciato troppo spazio: i brandelli in cui mi ha ridotto, non è mai più stato possibile rimetterli insieme. Almeno, non finora.

      Se non puoi dimenticarlo, convivi col suo ricordo, ma lontana da Mr Hide. E’ possibile guardare avanti anche con un ricordo in più nel cuore, quello stanne certa.

      Mi piace

  17. Sono sempre state scritte valanghe di parole sull’amore, ma la vera citazione, la vera trama, il vero racconto è solo quello che scriviamo noi nell’anima e nel cuore; è la nostra esperienza personale che lo definisce veramente.

    Mi piace

    • Beh, tra i vari pensieri ce ne sono anche due miei… scritti nell’anima e nel cuore, soprattutto quella della risposta ad Alex, il numero 31, e poi trascritti qui.

      Benvenuta, mi fa piacere che il tuo ingresso sul mio blog sia stato proprio su questo post 🙂

      Mi piace

  18. Guarda, io non sono una romanticona, o forse non lo voglio ammettere, ma questa pagina mi ha fatto emozionare e ….pensare direi….scrivi molto bene e trasmetti altrettante sensazioni.
    ‘Notte, un bacio

    Mi piace

    • Beh, i pensieri d’amore sono quasi tutti non miei, a parte forse la poesia della panchina, che quella è sì farina del mio sacco, e forse una delle mie poesie meglio riuscite, almeno a giudicare dai ritorni 😉

      Benvenuta a bordo, cara Emma! 🙂

      Liked by 1 persona

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...