Archivio tag | valori morali

Sposati e sii sottomessa: riflessioni

 Con buona pace dei detrattori, finalmente ho finito di leggerlo, ed è stata una lettura avvincente.

Il titolo, confermo, non c’entra poi molto col contenuto, almeno dal mio punto di vista. Mi sembrano semplicemente riflessioni sulla propria famiglia, la società in cui è inserita, e riflessioni sulla vita di amiche e amici, che hanno fatto o esitano a fare una scelta definitiva come dovrebbe essere il matrimonio, o avere figli.

E’ un diario di vita quotidiana di una moglie e madre di quattro figli, che vive la sua famiglia, si confronta con gli altri, vive le penalizzazioni lavorative sulla sua pelle.

Il tutto supportato dai suoi principi di fede, che non sono i miei, ma coi quali concordo oserei dire per un buon 80%.

Cose in cui credo, potrei dire “cose che so”, ma mi ha fatto piacere leggerle, perché nel mondo moderno una persona che la pensi come me rischia di passare per visionaria.

Io sono “all’antica”, prendo tutto maledettamente sul serio, antepongo la mia famiglia (che al momento è composta da me e mia figlia) a ogni e qualsiasi altra cosa, non m’interessa il mio piacere personale e il mio “diritto a vivere”, perché non esiste altro piacere che stare con mia figlia e occuparmi di lei, non esiste altro diritto alla vita di quello che mi è stato permesso di portare avanti a dispetto di tutto e tutti.

Per tutto questo vengo giudicata, tutti a ricordarmi “i miei diritti”, e meno male che i doveri me li ricordo da sola.

Che poi, paradossalmente, a volte penso che sono felice proprio per questo, perché il piacere non l’ho mai inseguito e non mi sono mai tirata indietro davanti alle mie responsabilità: perché prendersi le proprie responsabilità è appagante, fa sentire bene, è il non prendersele quello che crea quei vuoti interiori coi quali diventa impossibile convivere.

Io non sono mai stata disperata. Triste, infelice, distrutta dalla stanchezza, ma mai disperata. E’ il vantaggio di chi ha la fede, o semplicemente fiducia nella vita.

“Fa’ quello in cui credi, e lascia il resto nelle mani di Dio”.

“Fa’ quello che ritieni giusto, e non avere paura”: tutti un giorno moriremo, ma chi ha coraggio muore una volta sola, mentre il vile muore ogni giorno, tante volte al giorno, ed è uno stillicidio.

Grazie Costanza!