Archivio tag | intolleranza razziale

Grazie

Io, l’ho guardato fino in fondo. Perché se è giusto dire “O è Natale sempre o non è Natale mai”, o l’amore per il prossimo, la fratellanza, si testimonia quotidianamente, o il Natale non ha senso, a maggior ragione è giusto per la Memoria, perché la testimonianza di quale abbrutimento possa raggiungere l’essere umano non si può fermare al 27 gennaio, perché ogni giorno dobbiamo ricordarci come si debba e ci si possa opporre alla disumanità, come si possa essere diversi anche nelle situazioni può ostili e più drammatiche, ma di come sia opportuno vigilare affinché, alle situazioni ostili e drammatiche, non ci si arrivi.

Grazie dunque a quelli che, durante la guerra, si opposero al progetto di sterminio, rischiando, e spesso dando, la propria vita in difesa di ogni essere umano. Grazie non solo ai grandi uomini passati alla storia, ma a ogni famiglia, ogni cittadino che ha coperto, nascosto, sfamato i propri fratelli perseguitati.

Grazie a chi anche oggi, quotidianamente, si oppone al pregiudizio, a chi non permette che qualcuno venga discriminato, straniero, omosessuale, povero  o diverso per un qualsiasi altro motivo. Sarà pure compito dello Stato, come recita la nostra mai applicata Costituzione, rimuovere gli ostacoli etc. etc., ma è anche compito di ognuno di noi vigilare acciocché nessuno rimanga solo o isolato, discriminato, additato sulla base di una qualsivoglia diversità o un qualsivoglia pregiudizio.

Grazie alle menti pensanti che, in tutte le epoche della storia, hanno sempre contribuito a riscattare le popolazioni dall’oscurantismo in cui, ciclicamente e regolarmente, ricadono.

Annunci

Se questo è un uomo

Foto di repertorio, riferita ad altro episodio in cui morì una bambina in un rogo

L’articolo originale, che qui riporto, lo trovate a questo link.

Io non credo ci sia da aggiungere altro. Se qualcuno pensa che il nazismo è qualcosa di riferito al passato e che non si ripeterà più, ho il terrore che si sbagli. La bestia umana non è ancora sconfitta.

Acciacca lo zingaro“, gioco in Rete

Sul profilo Facebook di Forza Nuova

Da qualche giorno, sul profilo Facebook del gruppo di estrema destra Forza Nuova Roma Sud è comparso il gioco a premi “Acciacca lo zingaro”. “Possono partecipare tutti: basta avere un qualsiasi mezzo di locomozione che cammini, più è grosso e più va veloce sarà facilitato nella raccolta dei punti”. “Ma si può partecipare anche con la bicicletta, dovrete passarci sopra piu’ volte” si legge ancora in un crescendo di violenza.

L’iniziativa sembra ispirarsi al rogo nel quale sono morti quattro bambini rom. Molti, del resto, sono i commenti degli utenti su questa terribile vicenda: “Ma magari morono tutti sti zingari de mer..”. “‘Er problema – scrivono – è che tutto il campo rom non ha preso fuoco. Quattro so troppo pochi. Ma bruciamo tutti i campi con loro dentro”. “Sono morti bruciati quattro bambini rom – scrive un secondo – Adesso Roma è inquinata dal loro fumo. Addirittura lutto cittadino. Bravo Alemanno. Maledetti bastardi. Zingari di mer… Alemanno raus”. “Più sono piccoli e più entrano dentro le bare -è il commento di un terzo – Aricordate che diventano grandi e si riproducono. Il problema va risolto alla radice“. Mentre non si sprecano le critiche a chi promette case ai rom o sostiene iniziative di solidarietà.