La differenza

**

Gli anni incalzano, sto sentendo una compilation di De André e i pensieri che mi passano per la mente sono tanti.

Primo fra tutti, visto che sto ascoltando delle canzoni di denuncia sociale, è che io non ho portato avanti battaglie sociali, non ho avuto un impegno politico, mi sento che sto passando su questa terra senza fare una benché piccola differenza.

Forse un piccolo sasso nello stagno l’ho buttato, io ho dovuto lottare per frequentare la scuola che volevo, per sposare l’uomo che volevo, per divorziare dall’uomo che non volevo. Al lavoro sono stata una persona sicuramente capace e che ha dato tutta se stessa, ma senza adeguarsi mai alla corrente, senza salire sul carro del vincitore e soprattutto, e di questo me ne vanto, senza mai voltare le spalle a chi era caduto in disgrazia.

Una persona che era stata importante e poi a un certo punto non lo era stata più, mi è stato riferito che ebbe a dire che senza di me non ce l’avrebbe fatta. Non so che cosa intendesse, ma è stata una frase che mi ha toccato il cuore e per un momento mi ha fatto sentire che la mia vita aveva un senso.

Ho messo al mondo un figlio quando in troppi intorno m’incitavano a non farlo, ho lasciato che si iscrivesse a medicina anche quando con le mie sole forze temevo di non farcela, e ce l’ho fatta, ce l’abbiamo fatta.

Eppure non mi pare di aver fatto molto, in fondo ho curato il mio piccolo orto, e forse qualche volta ho portato un po’ d’acqua a quelli accanto, ma non più di tanto. E pure nel mio di orto, non ho coltivato tutto quello che avrei potuto, e mi sembra che alla fine la mia vita abbia prodotto quattro patate e qualche zucchina, ignara di tutta la bellezza delle tante piante di tutto il mondo.

Forse sono severa con me stessa, ma ho questa sensazione costante di essere la montagna che ha partorito il topolino, tanta potenzialità e poca attuazione.

Anche tutto il volontariato che ho fatto non mi toglie questo disagio di avere tutto sommato fatto poco, di avere lasciato che la mia vita fosse fatta di tanti giorni tutti uguali, di non avere dato spazio a sfide e occasioni.

Ma è normale?

 

22 thoughts on “La differenza

  1. Sei troppo severa con te stessa, tu hai fatto tanto! Non serve fare cose eclatanti ma sono le piccole cose ad avere importanza, sento in continuazione tanta gente lamentarsi per tutte sciocchezze, tu non l’hai mai fatto ma sei sempre andata avanti da sola per portare tua figlia ad ottenere quello che voleva e a raggiungere i suoi obiettivi, ti sei presa cura di tua madre, e anche degli amici e questo tutto da sola senza l’aiuto di nessuno, anzi diciamo con qualcuno che ti ha sempre ostacolato. Tutto questo ti pare poco? Beh non lo è, non lo è affatto e se ti senti così insoddisfatta credo che sia dovuto al fatto che la persona che hai sempre lasciato indietro in tutto questo sei sempre stata solo tu. Un abbraccio.

    "Mi piace"

    • Sì, questo è vero, e ti ringrazio per le tue parole, però tutto quello che ho fatto l’ho fatto per tirare avanti la baracca, ho certamente aiutato anche chi mi stava intorno, ma a livello sociale che ho fatto? Come battaglia per l’umanità, come impegno per lasciare un mondo migliore che cosa ho fatto? Ho aiutato qualche anziano a portare i pacchi della spesa? Gli ho fatto la spesa e neanche ho rivoluto mai i soldi? Sicuramente, ma mi sembra sempre un po’ pochino. Al mondo c’è tanta gente che ha bisogno, e io sono stata troppo impegnata a sopravvivere per vederli, e questo per me è un grande dolore. Certo, non ho tutte le colpe, i truffatori ti fanno passare la voglia di impegnarti in aiuti a distanza perché la paura che gli aiuti vengano dirottati o mal gestiti è tanta (me ne hanno raccontate sui terremotati da far rizzare i capelli in testa, e ricordate la missione Arcobaleno come finì? Davvero da far passare la voglia), senza contare di quando porgi la mano e te la mordono. Non so che dirti, ma sento comunque un senso di vuoto, rimango dell’idea che siamo stati creati per dare, e che ognuno di noi potrebbe fare di più. Ricambio il tuo abbraccio, è sempre un piacere leggerti.

      "Mi piace"

  2. Per dirla con De Andrè,
    “Anche se vi sentite assolti,
    Siete lo stesso
    Coinvolti”
    Tutti, chi più , chi meno, abbiamo fatto qualcosa, abbiamo aiutato qualcuno, abbiamo imparato, lottato, vinto, perso….
    È importante l’intenzione, la metà non sempre riusciamo a toccarla.
    Un abbraccio
    Giancarlo

    "Mi piace"

    • Secondo me invece contano i fatti, non le intenzioni. Sai come si dice, la via per l’inferno è lastricata di buone intenzioni, e invece bisogna agire, come dire, lasciare su questa terra un albero in più rispetto a quelli che c’erano quando siamo venuti al mondo.

      Piace a 1 persona

  3. Sono fasi della vita. Ora valuti in questo modo, ma sicuramente basterebbe poco per cambiare prospettiva e farti giudicare le cose in modo diverso. È giusto fare queste riflessioni ed è bene interrogarsi su quale punto siamo arrivati e dove possiamo ancora arrivare. Perchè mica la storia finisce qui!

    "Mi piace"

    • Caro Romolo, il buon maestro Manzi diceva che non è mai troppo tardi, e forse è vero, però è pure vero che alla mia età uno alla propria vita un indirizzo glielo ha bell’e dato. Poi, certo, mai dire mai.

      Piace a 1 persona

    • Sindrome dell’impostore senz’altro, per quando possa essere capace mi sento sempre inadeguata, però poi sul fronte opposto c’è l’effetto Dunning-Kruger, e vedi che certa gente invece che si sente pronta ad andare avanti, sgomita e magari riesce, è molto più inadeguata. Come si dice, “poco se mi giudico, tanto se mi confronto”.

      Sì, ho lottato, e tante battaglie le ho pure vinte, ma erano battaglie mie, vorrei tanto lasciare a questo mondo qualcosa che migliori la vita al prossimo.

      Piace a 1 persona

  4. Ti capisco benissimo, a volte anch’io ho quella sensazione e spt in fase di bilanci (che di solito per me è settembre) vado sempre in negtivo, ma credo sempre sia questione di come vedi il famoso bicchiere se mezzo pieno o mezzo vuoto

    "Mi piace"

    • Magari il bicchiere, a livello personale, è pure mezzo pieno, io sono una che si è sempre ricoperta con le proprie piume e che è rinata dalla proprie ceneri, ma a livello più ampio non mi sento di essere una che ha fatto la differenza, non mi sento la Rosa Parks che si è rifiutata di alzarsi (o forse sì, ma bisogna vedere a che livelli). Io non sono una che chiude gli occhi davanti alle ingiustizie, ma neanche quella che sguaina la spada. Vorrei fare di più.

      "Mi piace"

  5. Pensavo a questo tuo post l’altro giorno e forse da madre e da disabile mi sento anche io così. A livello sociale ti sembra di aver fatto poco ma se ci pensi bene forse non è proprio così. Tu hai portato avanti battaglie personali che sono però di esempio e speranza a chi queste battaglie le sta combattendo e magari ti legge qui sul blog… certo non è propriamente un impegno sociale ma ha un grande valore e che dire di tua figlia? È un medico e se i figli sono come frecce che scocchiamo verso il futuro potrebbe essere lei ad impegnarsi nel sociale con il suo lavoro o magari seguendo il tuo esempio… Non è poi così poco quello che hai fatto, hai curato il tuo orticello concimando anche quelli vicini….un saluto

    "Mi piace"

    • Ti ringrazio per le tue parole e probabilmente hai ragione. Tu pensa, una persona mi ha scritto di non avere abortito pensando alle mie parole, e il Talmud dice che chi salva una persona salva il mondo intero! Un’altra blogamica mi ha detto che era sul punto di tradire il marito, poi pure ha pensato alle mie parole e non l’ha fatto, probabilmente salvando il matrimonio, o fosse pure semplicemente acquisendone maggiore coscienza. Un’altra mia amica mi ha detto che le mie parole (semplici parole, le avevo detto “se tu ti presenti come zerbino, perché la gente non dovrebbe pulircisi i piedi?”) le hanno come squarciato un velo, e da quel momento ha cominciato a comportarsi in modo diverso e ha trovato una persona che l’ha amata davvero. Insomma, piccoli miracoli che penso ognuno di noi compia ogni giorno e di cui neanche ci accorgiamo. Io ti ho detto cose che mi hanno riferito, probabilmente ce ne saranno tante altre che non so. Quello che mi cruccia è che, purtroppo, queste cose sono vere anche nell’altro senso, magari senza accorgercene e certamente senza volerlo abbiamo provocato anche lacrime e dolore 😥

      "Mi piace"

    • Vedi che anche altri ti hanno confermato ciò che ho scritto…e per lacrime e dolori beh non siamo perfetti possiamo sbagliare e se ne abbiamo l’occasione magari chiedere scusa…

      "Mi piace"

  6. Mi pongo anch’io queste domande…Io per esempio non ho mai fatto volontariato ed ogni volta che c’è l’occasione di un elemosina ho sempre il dubbio di fare qualcosa di sbagliato (saranno soldi per lui? Starò favorendo un giro di sfruttamento illegale?)ed idem le donazioni di save de children e simili…io non ho ancora trovato una risposta, non so se avrei potuto fare di più, almeno da normodotata, di sicuro non avrei fatto la differenza, per quello ci vuole una vocazione che non ho. E di sicuro quando ho avuto l’occasione di fare di più ero troppo impegnata nelle mie piccole cose, ero impegnata a “vivere” e sbrogliare i miei piccoli problemi di ogni giorno. Triste a dirlo e mi fa sentire piccola piccola ed egoista ma temo sia la verità.

    "Mi piace"

    • Io di volontariato ne ho fatto tanto, ma non credo con questo di aver fatto una qualche differenza. Per quanto riguarda invece l’elemosina anch’io in linea di massima sono contraria.

      "Mi piace"

    • E sai pensandoci non ho mai neppure pensato con attenzione alla disabilità… l’ho solo trattata con rispetto ma l’ho sempre guardata da lontano e forse anche con indifferenza…😒

      "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.