Paragoni intollerabili

Che da oltre un anno siamo in pandemia lo sapete. Che i governi brancolano nel buio lo sapete pure, e che per quel poco che ci vedono gli interessi economici hanno la meglio sul buon senso è pure sotto gli occhi di tutti (non per niente aprono le discoteche e chiudono le scuole).

Gli sforzi di tutto il mondo – sia dal punto di vista della ricerca scientifica sia da quello economico per il suo sostegno – si sono concentrati sulla ricerca di un vaccino, che alla fine è stato prodotto e sembrava la panacea di tutti i mali (e pure questo lo sapete).

A questo punto, mentre il mondo intero, o almeno quella parte di mondo che se lo può permettere, procede alla campagna vaccinale di tutta la popolazione, combattendo con logistica e disponibilità dei vaccini, sorgono gli immancabili novax.

Ora, con tutto il mio desiderio di rispettare le posizioni di tutti, il rispetto dei novax sta diventando per me un’impresa troppo ardua.

Ovviamente ce ne sono di preparati che motivano la propria posizione (molto pochi per la verità), ma perlopiù fanno cadere le braccia per le loro argomentazioni e tremare per la loro perniciosità.

Nella stragrande maggioranza (e quindi sempre fatte salve le dovute eccezioni) sono complottisti aderenti ai vari gruppi “noncielodicono”, certi di avere la verità in tasca, che se ne escono con argomentazioni di una banalità sconvolgente nel migliore dei casi, degni della stregoneria e assolutamente infondati da un punto di vista medico – quando non direttamente controproducenti e deleteri – nel peggiore.

“L’ha detto un medico” poi mi fa saltare sulla sedia e ribollire il sangue, tanto per cominciare perché “l’ha detto un medico” la maggior parte delle volte significa “L’ha detto uno che si spaccia per medico”, in secondo luogo perché le pecore nere ci sono dappertutto, e metti che veramente sia un medico, o  “eccentrico” o che semplicemente abbia deciso di mettere a frutto il suo titolo nella maniera più redditizia (e meno etica) possibile, questo comunque non fa testo: l’esperienza di noi tutti ci insegna che su internet, di qualsiasi cosa vogliamo trovare “una voce autorevole” che ce la confermi, di sicuro la troviamo, compresa la dimostrazione che la terra è piatta (lessi di una studentessa che ci fece una tesi di laurea, con tanto di prove e dimostrazioni).

Ora, una cosa devo dire a favore dei novax: i vaccini possono effettivamente nuocere e, benché i benefici siano di gran lunga superiori ai rischi, se pure gli effetti collaterali si presentano in un caso ogni milione o ogni dieci milioni, la persona che viene colpita da quegli effetti collaterali non si ammala per un milionesimo o un decimilionesimo, ma a 360 gradi, ed è per questo che ogni volta che ho fatto un vaccino (e li faccio tutti) o che l’ho fatto fare a mia figlia sono stata tranquilla al 99,999%, ma mai al 100%.

Tralasciando ogni altra considerazione (altrimenti questo post diventa chilometrico e i più rinuncerebbero a leggerlo) quello che mi sta veramente facendo infuriare in questi ultimi giorni sono gli accostamenti delle restrizioni a cui la popolazione non vaccinata potrebbe venire temporaneamente sottoposta alle persecuzioni naziste e all’Olocausto. A parte che si dovrebbero vergognare di banalizzare un tragedia immane per il proprio tornaconto, a parte che l’Olocausto è un progetto di sterminio e non un programma di tutela della salute pubblica e nessuno ha chiesto ai perseguitati di starsene comodamente a casa propria a mangiare popcorn davanti al televisore facendosi recapitare la spesa a casa, le argomentazioni portate a sostegno di questa tesi sono agghiaccianti. L’immagine che ho postato chiaramente ricalca l’ignobile “Arbeit macht frei” (il lavoro rende liberi), posto dai nazisti all’ingresso di numerosi lager.

Non è l’unico accostamento di quella che viene definita “dittatura sanitaria” alla scellerata dittatura nazista, oltre ai numerosi insulti a chi invece si è fatto vaccinare (definiti tra le altre cose pecore senza cervello destinate a morire) e, francamente, ne ho piene le tasche.

Con tutti i limiti di una campagna vaccinale portata avanti in maniera troppo spesso letalmente scriteriata (vedi gli open day per la somministrazione dell’AstraZeneca a quelle fasce per cui era sconsigliata), il vaccino rimane un’arma potente nei confronti delle malattie e una delle più grandi conquiste della scienza moderna.

 

 
Arbeit macht frei

32 thoughts on “Paragoni intollerabili

  1. Ciao Diemme, non conoscendo il tuo nome. Dopo un periodo di assenza dal blog perché ho preferito dedicarmi a Sane e buone letture e, sono ritornata con alcuni posts…Adesso mi siedo al PC perché mi è venuta un’ispirazione sull’amore ❤️

    "Mi piace"

  2. Io la penso esattamente come te, i rischi nel vaccino ci sono, come ci sono per ogni tipo di vaccino, ma io, vista la situazione, lo metterei davvero obbligatorio per tutto, per andare al ristorante, al bar nei mezzi pubblici, e in qualsiasi altro posto, senza parlare poi chi lavora a contatto con il pubblico, a scuola negli ospedali e via dicendo.

    "Mi piace"

  3. Penso che …… appunto, penso che sia meglio non dica nulla.
    Sono arrivato alla conclusione che ogni volta che sento una corbelleria , è più logico lasciar perdere. mi canto il famoso ritornello…
    “ma che ce frega , ma che ce ‘mporta, si ner vaccino ce metti l’acqua”….
    Un sorriso
    Giancarlo

    "Mi piace"

  4. In questo Paese, esagerare ed eccedere nelle cose e nelle forme è d’uopo, fa parte del DNA dell’italico stivale. No vax o si vax, rimane da parlare del libero arbitrio che si è perso di vista dentro agli scontri di Milano, di Roma, Firenze, Parigi. Scontri che non hanno portato a nessun risultato positivo ma hanno avvalorato ancora di piu’ le teorie governative di questi giorni. Il libero arbitrio, chi è cosciente di ciò che significa allora saprà applicarlo alla scelta: mi vaccino o non mi vaccino? Green Pass si o Green Pass no?

    "Mi piace"

    • Green Pass sì, la salute pubblica è importante. Oggi, con i vaccini, un uguale numero di contagiati conta poche unità di decessi, e continuano a dire che non serve!

      "Mi piace"

  5. a parte il fatto che ognuno ha le sue idee o decide di seguire le idee che vuole, paragonare un piano sanitario ad uno di sterminio di una razza e’ indice dell’ignoranza di chi segue e predica certe idee… 🙄

    "Mi piace"

    • da donna di scienza credo che questo sia il tempo del cercare una cura e un vaccino efficace, di reggiungere l’immunità di comunità “community immunity” usando il termine inglese che secondo me rende meglio l’idea della comunità più che del gregge, prima che il corona virus diventi una piaga, il vero sterminio di massa del nuovo millennio come fu la poliomielite che impiegò un secolo a passare. e mi auspico che l’uomo sia un grado di distinguere la cattiva amministrazione della politica vaccinale dall’assoluta responsabilità personale e sociale di proteggere se stessi e gli altri dalla malattia, sofferenza e morte. perché la morte per coronavirus è iniqua, crudele e terribile. Ma ai posteri l’ardua sentenza.

      "Mi piace"

  6. Si è deriso fino all’altro ieri chi osasse parlare di NWO (Nuovo ordine mondiale), salvo poi vederlo prendere forma, accettato da tutti i governi, da tutti i politici nazionali ed esteri, persino avvallato dal Papa in una delle sue tante uscite in piazza S.Pietro. Ora è il tempo del “Grande Reset” tutti giù a ridere e sbeffeggiare a chi osa farne cenno. La storia recente, ossia il nostro passato prossimo dovrebbe ricordarci ed insegnarci che tutto questo è già stato, anche se non a livello mondiale come ora, ma dato che l’essere umano è dotato di scarsissima memoria è costretto suo malgrado a ripetere ciclicamente sempre i medesimi errori. L’unica esortazione che mi sento di fare è quello di documentarsi, farsi mille domande e poi cercare di dargli qualche risposta. A chiusa non posso esimermi dallo sperare nel rispetto delle reciproche libertà e peculiarità, W la la libertà e la democrazia.

    "Mi piace"

  7. Mi dispiace a parlare di me in un blog che sono soltanto ospite ma la devo fare.
    Per spiegarmi. Per sfogarmi.
    Non sono uno che ama le medicine, anzi, per prendere un banale paracetamolo mi ci vuole tempo… decisione… coraggio. Anche perché considero che prima di aiutare il corpo lo devo lasciar combattere un po da solo. E se non c’è la fa…. li do una spintarella (paracetamolo, aspirina,etc). Idem per i vaccini. Un po sono un no vax anche io. Nel senso che se posso cavarmelo in modo naturale …. ben venga.
    Ma con il Covid è un’altra storia.
    Qui non si tratta di me, di quello che il mio corpo può (o non può) fare. Qui si tratta di vite umane intorno a me. Della capacita di eradicare un male che – soltanto uniti – possiamo sradicare. Ed ho deciso di essere un “pro vax”. Perché lo fatto?
    Beh, sono stati proprio tutti quei sforzi “no vaxiani” a convincermi la via presa.
    Perché mi rifiuto a credere che il governo italiano (in accordo con le malefiche case farmaceutiche) vuole sterminare gli italiani. O quello americano ai americani, Il governo russo ai russi stessi, Cinese, tedesco o inglese, dai. Mi sembra un idiozia senza nessun motivo. Perché mai i ricchi (Bill Gates, Rockeffeller o Elon Musk) di questa Terra vorrebbero sterminare la popolazione di questa pianeta (New Mondial Order). E’ un nonsenso. La loro ricchezza si basa su la popolazione del pianeta. Se non esistessimo…. non sarebbero ricchi, no? Non sarebbe un Ordine Mondiale. Che diamine. Ricordo un mio amico che si augurava che morissero tutti e rimanesse lui…. a vendere giornali. Questa convinzione nel avere un ictus (come effetto collaterale) se fai il vaccino e talmente diffusa senza un minimo di serietà nel fare i calcoli. Ok, ci saranno successi. Quanti? 10, 20, 30? Ad una somma di 30 milioni di vaccinati? Ma che scherziamo? Se facciamo tuffi in acqua in 30 milioni e sarebbero più infortunati di quel vaccino d’oggi.
    Poi…. se come non ci fosse abbastanza…. si affaccia il piu sfigato tra i medici a dar retta ai non vax.
    E qui…. apriti cielo. “Ecco la dimostrazione che avevamo ragione”. Senza calcolare che per ogni medico (di solito non virologo) che parla contro i vaccini…. ci sono altri 10.000 che sostengono il contrario. Ma quelli non valgono. Quelli “sono asserviti al potere” Esempio, il famigerato Luc Montaignier, il nuovo cavallo di battaglia dei no vax. Che poi, è vero ad essere stato plurilaureato e premiato Nobel in passato. Ma poi cacciato dal istituto francese per via delle sue dichiarazioni dove il cancro (qualsiasi) può essere curato con…. acqua e papaya.
    Concludendo.
    Nei anni 20 c’era la moda dei vampiri. Con tanti di avvistamenti e testimoni.
    Oggi ridiamo.
    Poi, nei anni 50 la moda del Ufo. Che non finivano mai di violare i nostri cieli terrestri.
    Si vede che si sono stufati e se ne sono andati, perché non li vediamo più.
    Oggi viviamo con la paura di congiure mondiali pronte a sterminarci per vari motivi (ancora indefiniti, ma non ha nessuna importanza, no?).
    Un domani, i nostri figli ci rideranno alle spalle…. e non senza motivo.
    Scusate il tempo perso.

    "Mi piace"

    • Massimo rispetto verso l’altrui pensiero, anche se ovviamente come scritto nel mio precedente intervento non condivido. A chiusa ci tengo comunque a ribadire il legame tra l’ieri e l’oggi, il medesimo concetto di domanda che Lei si è posto se lo sono posti anche quei poveracci chiusi nei vagoni bestiame diretti verso lo sterminio, è storia che le moltitudini di ebrei rinchiusi nei treni per farsi coraggio avevano un unico comune pensiero che recitavano a loro stessi per farsi e darsi coraggio “Ma figurati se si prendono la briga di trasportarci tutti nei campi per poi farci morire, perché mai? Noi serviamo loro come forza lavoro gratuita per lo sforzo bellico” notare persino l’accettazione dello stato di schiavitù pur di non ammettere la loro vera sorte a cui erano condannati contro ogni forma di etica morale, e umana, quindi questo è già stato (anche se a livello ridotto tra poche nazioni) mentre ora è a livello mondiale. Comunque ci tengo a ribadire il massimo rispetto verso l’altrui pensiero. W la libertà e la democrazia.

      "Mi piace"

    • “Mi faccio sempre mille problemi per non fare del male a nessuno, ma ho notato che gli altri tutti questi problemi non se li fanno.
      Trovo osceno paragonare il Green Pass alla stella gialla.
      Non si può paragonare il Green Pass a “QUELLO CHE FU FATTO A NOI”:
      Non viene fucilato ai bordi delle fosse comuni chi non ha il Green Pass,
      non vengono caricati sui carri bestiame,
      non li chiudono in campi di sterminio,
      non li infilano urlanti nelle camere a gas,
      non gli strappano i denti d’oro dalla bocca,
      non li bruciamo nei forni,
      non li usano come cavie umane per gli esperimenti scientifici,
      non li rapiscono dalle loro case da bambini per convertirli a forza,
      non li accusano di macellare bambini per la loro “festa del sacrificio”,
      non li accusano di avvelenare i pozzi, di spargere la peste,
      non li processano per “attentato alla purezza della razza”.
      Non li accusano di avere un ucciso D-O
      Queste cose sono state fatte agli ebrei,
      e non a chi non ha il Green Pass.”

      fonte: https://www.facebook.com/alberto.d.capua/posts/10225528174021648

      "Mi piace"

    • Sono perfettamente d’accordo con te, a parte il fatto che credo agli alieni. Non so se si siano mai avvicinati a noi, non so se vivono tra noi, non so se siamo noi, ma data l’immensità dell’universo e la miriade di mondi e galassie esistenti, altre forme di vita devono esistere per forza, se non altro per un mero fatto statistico.

      "Mi piace"

  8. Sul discorso dei alieni sono anche io pro esistenza. Ma lasciami esporti l’opinione di uno dei più grandi autori del science-fiction della storia.
    “Non credo nei avvistamenti o incontri del terzo grado. Si, loro esistono, impossibile che siamo gli unici in questo universo. Ma se esistono, sono talmente immense le distanze che si interpongono tra noi e loro, che non potrebbero arrivare mai. L’universo è mostruosamente vasto.”
    Isaac Asimov
    Civiltà extraterrestre
    Libro pubblicato nel 1963

    "Mi piace"

  9. Ci tengo a ribadire, perché evidentemente poco compreso e di conseguenza mal interpretato, che non intendevo fare nessun riferimento tra l’eri e l’oggi circa il trattamento e la tragica fine di tutta quella povera gente nei campi di concentramento, è talmente ovvia la differenza che non mi sono proprio sognato di voler fare dei paragoni in questo senso.

    Detto questo però, tengo a ribadire che il mio voleva essere una sorta di allarme, viste alcune indiscutibili similitudini che si stanno venendo a creare tra la gente e nell’opinione pubblica (grazie ai media), esempio il green pass che limita e discrimina la circolazione e la libertà di alcune tipologie di persone, ossia, dal negozio per soli ariani vietato agli ebrei, siamo arrivati a negare l’ingresso in certi locali ai non vaccinati, la similitudine c’è ed è molto simile, troppo simile.

    Altro fatto gravissimo è il comportamento di una certa folta categoria di persone che sui social ed anche sui media si è espressa circa l’auspicabile negazione delle cure ospedaliere ai non vaccinati, oppure all’obbligo ai non vaccinati di pagarsi di tasca propria le eventuali spese ospedaliere, oltre a ribadire il diritto di scelta e di cura (scritta espressamente e chiaramente nella nostra costituzione), in contrapposizione ho espresso a queste persone e a questo modo di pensare che sta prendendo troppo piede che per equità di trattamento a questo punto si dovrebbe negare le cure ospedaliere o renderle a pagamento a chiunque sia la causa del proprio male che lo porta in ospedale, mi riferisco a chi finisce in ospedale per overdose, chi per guida sotto effetti dell’alcool o di sostanze strane, fosse anche solo per distrazione, a chi finisce con il fegato a pezzi per abuso di alcool, chi per essere diventati troppo grassi o troppo magri per una cattiva alimentazione, chi arriva con problemi ai polmoni per il fumo ecc.ecc.

    Fermo restando che è appurato che un non vaccinato sano non attacca nulla a nessuno, mentre è altrettanto innegabilmente appurato che nonostante le vaccinazioni e proprio grazie ad esse il vaccinato può riprendere la malattia e tramettere comunque tutte le varianti dovute alle vaccinazioni stesse, visto che una delle prime lezioni che si studiano a medicina recita che non si dovrebbe mai e ribadisco il mai vaccinare durante la pandemia, perché il virus si rinforza e fa nascere le varianti.

    A chiusa mi vien da dire che quello che manca veramente, ed è quello che mi spaventa più di tutto perché foriero di chissà quali ingiustizie, è una buona dose di spirito di eguaglianza, di pazienza, di tolleranza e senso di condivisione.

    Massimo rispetto verso l’altrui pensiero.

    "Mi piace"

    • Anche io ho pensato come DM che il paragone con i deportati è (non poco, ma molto) forzato. Ma confido nel suo secondo commento dove chiarisce che non voleva arrivare a tal punto. Anche perché i paragoni non stanno. La limitazione dei No Vax o quelli senza Green Pass è differente.
      Se i “non ariani” non potevano entrare in certi negozi era una scelta pura razziale. Qui invece, la scelta è puramente personale. “Io non mi voglio vaccinare”.
      Mettiamo le cose in chiaro. Il vaccino è stato creato per debellare questa pandemia. Vorrei ricordare che 14 – 16 mesi fa eravamo con i cuori in mano per questo vaccino. E ci chiedevamo spiegazioni perché esso non compare prima (e vorrebbero 2 anni per uscire). Ora, da quello che dice intero mondo scientifico, il vaccino non cancella la possibilità che una persona si può ancora ammalare…. ma con effetti meno gravi di uno che non è stato vaccinato. Ed è gia un passo avanti.
      Per quanto riguarda la libertà di andare nel negozio….. ipotizziamo che siamo in una piscina. Ed a un certo punto vediamo due addetti alla piscina che sbattono fuori uno che ha delle pustole sul corpo ed e suscettibile di qualche malattia contagiosa.
      Cosa faresti? Prenderesti la difesa al povero uomo che vuole anche lui, come te, rinfrescarsi nella piscina?

      "Mi piace"

  10. Gent.mo Sig. Valentino, quello che vedo è che è estremamente difficile comprendersi e comprendere, ovviamente il mio scrivere voleva solamente toccare ed evidenziare l’argomento delle discriminazioni, Lei ha fatto l’esempio dell’uomo con le pustole che vuole entrare in piscina, io mi chiedo nella realtà cosa accade veramente in queste circostanze, ma mi chiedo chi è che sia veramente in grado di distinguere una malattia infettiva da casi di acne o similari (non infettivi), io direi nessuno così di primo acchito, e non credo proprio o per lo meno voglio sperare che nessuno al mondo non ne consentirebbe l’ingresso, ovviamente dopo aver chiesto le dovute spiegazioni chiarificatrici.
    Invece ora è come se in quella piscina si mettesse un cartello “Divieto di ingresso ai pustolosi” così a prescindere , spero che ne comprenda la differenza, ovviamente questo è semplicemente un esempio.

    Circa il suo dire “Mettiamo le cose in chiaro. Il vaccino è stato creato per debellare questa pandemia” vorrei ricordarle che questo non si può nemmeno chiamare “Vaccino” in quanto non era ancora stato isolato il virus, poi che comunque si tratta di un pseudo vaccino a RNA ossia che condiziona e modifica il DNA, questo è un rischio estremamente grave, inoltre resta sempre l’inspiegabile la somministrazione durante la pandemia che crea senza ombra di dubbio le varianti che sono quelle che oggi stiamo combattendo.

    Tornando al nostro precedente interloquire, tutto il mio dire è stato volto unicamente a voler far prestare molta attenzione, perché la storia avrebbe dovuto insegnarci che il passo di vietare certe libertà personali è estremamente veloce e pericoloso, e quello che sta accadendo oggi tra la gente lo dimostra ampiamente.

    Oggi si vietano certe libertà ai non vaccinati, domani si passa a divieti per altre motivazioni, magari religiose o politiche, ci vuole estremamente poco e il passo è estremamente breve e veloce, toccare le libertà individuali è estremamente pericoloso specialmente se messo in essere da persone, movimenti o partiti sbagliati.

    Detto questo, e visto che lungi da me l’interesse e la volontà di farle cambiare idea, ritengo meglio chiuderla qui, con il massimo rispetto la saluto.

    "Mi piace"

  11. Caro AlanFord50. Non diamo colpa ai vaccini (RNA o altro) per le varianti del virus. Se (per esempio) Delta arriva dalla India, esso è soltanto conseguenza ad una situazione drammatica di un paese che al livello di sanità era disastrosa. Praticamente zero. Se ben ricordo io, nel estate scorsa la gente malata, andava al ospedale …. soltanto se aveva la bombola di ossigeno con loro. Riesci ad immaginare? Sarebbe stato strano non la variante…. ma non aver sviluppato una di esse in tempo.
    Il vaccino (non sono un medico ma ho letto comunque) non è altro che i stessi composti che creano la corona del virus stesso. Quindi un immagine del virus. Cosi, che il corpo lo recepisce come nemico e lo combatte (o impara a farlo). E’ questo che ho letto io, nella mia ignoranza.
    Per quanto riguarda la libertà e le costrizioni…. eh beh. Siamo costretti lo stesso in mille volte (usare la cintura, guidare con la patente, camminare vestiti, non fumare in vicinanza dei bambini o donne incinte, non prendere prodotti narcotici, etc etc)…. eppure non sentiamo nessun costrizione o attacco alle nostre libertà. Perché non mi da fastidio essere obbligato ad avere sempre un documento d’identità con me ma il Green Pass e una costrizione?
    Mi scusi per lo sfogo.

    Piace a 1 persona

    • Valentino, concordo con te totalmente. Sul resto caliamo un velo pietoso, un blogamico ebbe a dire “pensare che l’mRNA possa incdere sul DNA è come pensare che dal dado da brodo possa ricostituirsi la mucca”.

      Non so se l’esempio è calzante, ma certo che con quest’ultima della truffa dei Green Pass fasulli tante persone hanno dimostrato tutto il proprio genio.

      Piace a 1 persona

  12. Cellule umane possono convertire Rna in Dna: vacilla il “dogma della biologia”, ormai il web è pieno di studi in materia.

    Io chiaramente non sono in grado di stabilire chi ha ragione e chi no, ma di fronte ad una parte della scienza che afferma che la cosa è ormai possibile, ovviamente mi scatta la lampadina d’allarme, visto che l’idea di diventare una sorta di OGM per me è intollerabile, se poi andiamo ad analizzare quanto è successo in questi due anni di pandemia da parte della politica, della scienza e della medicina, la prudenza (unita alla logica) prevale e non credendo ne nella politica, ne in una parte della scienza ne in una parte della medicina (tra loro asserviti), mi vedo assolutamente costretto ad essere contro questo tipo di vaccino, anche perché non c’è una possibilità di tornare indietro e ritrovarsi come prima, si tratta di modificazioni genetiche irreversibili.

    Ovviamente quanto da me scritto vale unicamente per me, lungi da me l’intenzione di fare proseliti e/o sostenitori del mio punto di vista, ribadisco e spero nel massimo rispetto reciproco verso l’altrui pensiero.

    "Mi piace"

  13. Per fortuna ognuno ha le proprie fonti di informazione;

    https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/pericolo-da-proteina-spike-la-proteina-spike-e-la-chiave/

    Alla fine del lungo e complesso articolo c’è un video con il seguente titolo” NUOVO STUDIO: I “VACCINI” MRNA POTREBBERO RIPROGRAMMARE IN MODO PERMANENTE IL SISTEMA IMMUNITARIO
    LA VACCINAZIONE È UN’ARMA BIOLOGICA.

    Ora il filmato è in lingua inglese e non l’ho visto in quanto non conosco la lingua, ma già dal titolo si evince che esiste una visione diversa del problema, una sorta di spaccatura nella scienza, tra gli scienziati, e noi siamo perfettamente nel mezzo, ora io non dico che si debba credere al “Corriere.it” media asservito ai grandi poteri nazionali ed internazionali, oppure a ww.nogeoingegneria.com e similari, io sono nessuno per poter stabilire dove sta la verità, magari hanno in fondo ragione entrambe oppure nessuno dei due, quello che io asserisco è che nessuno di noi è in grado di farlo, quindi la prudenza legata ad un minimo di interessamento e documentazione è necessario per non fare la fine della cavie da laboratorio.

    Ammetto anche e comunque rispetto chi non se ne vuole proprio interessare, per paura e/o per fiducia e/o per mille altre motivazioni, quindi mi sta bene (e ne rispetto la decisione) che ci sia una parte della popolazione che preferisce nascondere la testa nella sabbia, per non vedere, per non sapere e per non dover decidere, Tutto qui, sempre con il massimo rispetto verso l’altrui pensiero.

    "Mi piace"

    • Vedrò il filmato in inglese, ma intanto di getto ti dico una cosa: quanti titoli altisonanti nascondono un articolo che dice tutt’altro? Oramai nella stragrande maggioranza dei casi dietro un titolo ad effetto “acchiappalike” c’è un contenuto che dice poco e niente, se non proprio il contrario.

      In secondo luogo contro il il Covid non c’è solo il vaccino a mRNA, c’è pure il classico a vettore adenovirale, quindi tutte queste “supposizioni” sui danni a lungo termine dall’mRNA non impediscono a nessuno di vaccinarsi con AstraZeneca o Johnson (il mio ex è un complottista, e si è fatto il Johnson).

      Piace a 1 persona

  14. P.S. Gent.ma Diemme, mi rendo conto che in questo post e la particolare tematica in esso contenuto, mi sono trovato ad essere un tantino almeno nell’apparenza spigoloso, sicuramente di vedute contrarie, ma ci tengo a ribadire che lungi da me la volontà di creare zizzania, divisioni o il mettere una qualsiasi forma di disagio o allarmismo nelle persone che ti seguono, a chiusa, e detto ciò, credo che l’argomentazione trattata sia decisamente stata percorsa nel suo intero, e ognuno ha espresso liberamente e rispettosamente i propri punti di vista. Saluti AF50.

    "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: