Due volte nella polvere, due volte sull’altar: quale la mia impronta?

A mano a mano che la vita trascorsa diventa più lunga di quella da trascorrere, o quella da trascorrere più breve di quella trascorsa che dir si voglia, si pensa sempre più spesso a cosa avremo lasciato in questo mondo quando non ci saremo più. Ovviamente chi ha figli lascia i figli, certo, ma che messaggio avremo trasmesso anche a loro? Che differenza avremo fatto in questo mondo?

Io a volte mi sento una persona riuscita, una che ha vinto tutte le propre battaglie, e un’altra volta esattamente il contrario, e mi prende non vi dico che scoramento. A parte il figliare, che qualsiasi animale è capace di farlo, che lascio io a questo mondo? Ho fatto la differenza in qualcosa? Ho cambiato in meglio la vita di qualcuno?

E voi, ve le fate mai queste domande?

Io vedo tenta gente o impegnata nel sociale, o che porta avanti una battaglia, una missione, una passione, e li invidio, mi sento cosi zoppa, così priva di quella luce che accende la vita, e ti fa svegliare la mattina con la voglia di fare.

Tante volte mi dico che ho lottato e ottenuto, mi sono messa in condizione di non dipendere mai da nessuno, sono sempre stata “scevra da servo encomio e da codardo oltraggio”, una persona libera, e non è poco, ma a parte il mio piccolo mondo, al prossimo che cosa ho dato?

Qualcuno, come il cavaliere, ricorderà quel ragazzo che, leggendo i miei scritti, si era riappassionato alla scuola, riscritto al liceo e diplomato, poi c’è stata quella donna che decise di tenere il bimbo che aspettava perché, in qualche modo, l’avevo convinta (e sarà magari quel bambino, quel “+1” che farà la differenza?), ma insomma, episodi che debbo andarmi a cercare col lanternino.

Ah, ho pure risolto la vita di Xavier, trovandole l’anima gemella! (#risoamaro).

E voi come vivete e vostri bilanci? E chi di voi mi conosce, che può dirmi dei miei? Sono normali questi stati d’animo, queste sensazioni di appagamento e scoramento che fanno a pugni tra di loro?

Ma qual è il senso della vita?

PS: questo post è privo di categorie, a parte quella di default, perché con questo accidente di nuovo editor non sono stata capace di inserirle 👿

PPS: riuscita a rieditare l’articolo con l’editor classico, inseriti categorie e tag 😉

 

25 thoughts on “Due volte nella polvere, due volte sull’altar: quale la mia impronta?

  1. Io ora come ora sto lavorando sulla centratura.
    Mi è capitato di scoprire per caso di aver contribuito alle scelte di persone che conoscevo appena, ma che mi ammiravano da lontano (mentre io mi sono spesso sentita un nulla), ma anche che qualcuno a cui voglio molto bene mi ritenga la sua musa, una guida spirituale, e che la cosa fosse totalmente reciproca.

    "Mi piace"

    • Sicuramente anche a me è successo, sarà successo, succede un po’ a tutti credo, tutti influiamo nella vita delle persone che incrociamo, persino in silenzio, ma vorrei la coscienza di avere fatto qualcosa di importante, non per gloria e fama per carità, solo per dare un senso al mio essere venuta al mondo.

      Piace a 1 persona

  2. Quale sia il senso della vita …. io non lo so, Diemme ! 😦
    Ma spero, con tutto il cuore, che la vita, come pure la morte, abbiano un senso, una ragione che, da vivi, ci sfugge : soltanto così posso conservare la speranza di rivedere mia Figlia ! 🙂

    "Mi piace"

    • Credo sia così per tutti: per chi è Fede, per chi certezza, per chi solo speranza, ma abbiamo un disperato bisogno di sapere che riabbracceremo le persone care che abbiamo perso. Molto più probabilmente non sarà un riabbracciarsi fisico, ma un riunire la nostra essenza con la loro. ❤

      "Mi piace"

  3. Il tuo stato d’animo è assolutamente normale e anche per me è un continuo passare da uno stato ad un altro. Non ha un senso la vita, la tua di sicuro ha fatto ed ha lasciato traccia, vero che a figliare son buoni tutti, la tua però sta studiando da medico, magari salverà vite o anche solo le migliorerà, e tutto questo vero che è merito suo, ma se tu non l’avessi figliata, tutto questo non ci sarebbe. Sicché, un po’ di merito prenditelo e dai un senso alla tua vita anche per questo 🙂

    "Mi piace"

    • Mia figlia ha già studiato da medico e già è medico, forse ho del merito, ma sicuramente il Padreterno mi ha aiutato. Sì forse salverà vite, io me lo auguro, ma io questa sensazione di.. come dirti, di non avere sfruttato appieno le possibilità della vita, di non avere vissuto alla massima espressione, ce l’ho sempre. Pensa che sono solita dire “Se davvero il Signore, quando saremo davanti a lui, ci chiederà cosa abbiamo fatto dei talenti che ci ha donato, mi darà l’ergastolo”.

      "Mi piace"

    • Ma alla fine, nessuno è veramente libero di esprimere le proprie potenzialità… corri tutti i giorni tra casa e lavoro, rimane davvero ben poco altro cui riuscire a dedicarsi

      "Mi piace"

  4. Pingback: Il senso della vita, secondo me | Julian Vlad

  5. Cara Diemme, i tuoi interrogativi sono molto stimolanti e ho iniziato a risponderti scrivendo una bozza su un foglio Word, già immaginando che mi sarebbe venuta una cosa un po’ lunga. Non mi sbagliavo 🙂
    Onde evitare di prendermi uno spazio spropositato in questa pagina di commenti, ne ho scritto un post, così, all’impronta, che se ti va di leggere puoi trovare qui: https://julianvlad.blog/2021/03/29/il-senso-della-vita-secondo-me/
    Buona serata!

    "Mi piace"

    • Volentieri, quando vuoi 🙂
      Scusa se leggo e rispondo dopo più di 10 giorni, ma quell’antipatico di “campanello” di WordPress non funziona più in maniera precisa e puntuale come una volta. E lo chiamano upgrade, grrr. Capisco che sia un servizio gratuito, ma io sono del mestiere e se proponessi un “upgrade” che invece di aggiungere efficienza me la diminuisce, qualcosa mi dice che non resterei sul mercato molto a lungo. Vabbè. Accontentiamoci 🙂

      "Mi piace"

  6. Non so quale sia il senso della vita, ma penso che raggiungere i propri obiettivi senza fare del male o spintonare nessuno, aver aiutato amici o i propri familiari e parenti nel momento del bisogno, “esserci” per gli amici e aver sempre agito nel bene, sia un buon senso.

    Piace a 1 persona

  7. Il senso della vita? Come definirlo! ognuno da la sua versione.
    I bilanci è “normale” farli se hai sentimenti, emozioni, anima….
    Sono abbastanza positiva verso me stessa, ma a volte i dubbi arrivano.
    Non so cosa lascerò, se lascerò, l’importante è vedere adesso se le mie impronte vengono trovate.

    "Mi piace"

    • Ti ringrazio per il bel complimento ma credimi, è un mondo in cui l’intelligenza è difficile da gestire: quando sei fuori dalla fascia media, che sia in più o in meno (il famoso Delta+ e Delta-), vieni considerato nello stesso modo, e rimani inascoltato, anche davanti all’evidenza dei fatti. Nei rapporti di coppia poi, ma anche nel mondo del lavoro, si viene vissuti come un pericolo, e tutti stanno col fucile puntato, pronti a denigrarti, a cercare con il lanternino ogni piccolo fallo, ogni piccola crepa.

      Io da tempo ho mandato tutti al diavolo e mi sono chiusa con il mio bozzolo. Le mie capacità sono qualcosa che avrei voluto donare al prossimo, ma questo prossimo non me l’ha consentito.

      "Mi piace"

  8. quale è il senso della vita, la vita ha un senso? sono domande senza risposta oppure la risposta c’è ed è quello che pensiamo noi della questione: abbiamo rimpianti? frustrazioni? sì forse ma le scelte o le situazioni che hanno provocato frustrazione o rimpianto dipendevano veramente da noi?
    ad un certo momento o in più momenti della vita fare dei bilanci di quanto fatto o avuto è normale credo, ma la chiave di lettura di tutto secondo me è l’accettazione di ciò che è stato e che sarà. poteva essere meglio, potevamo essere meglio? forse si ma le scelte fatte giuste o sbagliate erano quelle di quel momento… io per quanto forse prematuramente faccio bilanci della mia vita in continuazione e dopo attenta analisi sono arrivata a questa conclusione. è giusto fare bilanci della propria vita, consapevoli che la vita ripaga anche solo il semplice respiro che accompagna ogni secondo della nostra vita. il risultato di ogni bilancio è che siamo e siamo stati, anche senza scopo, perché l’unico scopo è stato esserci. 🤗

    "Mi piace"

    • Non saprei dirti. A me sembra solo di avere sprecato tanto tempo e tante opportunità. Certo, se mi guardo intorno non ne esco sconfitta, sai come si dice? Niente se mi giudico, tanto se mi confronto, ma è ben magra consolazione.

      "Mi piace"

    • eh sì capisco:sai di avere fatto molto ma non sai se avresti potuto fare meglio e di più. per quanto può valere, l’impressione che mi dai da ciò che scrivi o fai e’di avere fatto ed ottenuto molto nella vita e con le tue sole forze, cosa che attribuisce ancora più valore a ciò che hai fatto.

      "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.