Di stanchezza

Caro cavaliere, e che ti devo dire? Sono stanca, tanto stanca. Arthur non c’è più, Giuseppe non c’è più, mio padre non c’è più, Otello non c’è più… tutti quelli che sono stati i pilastri della mia vita non ci sono più, Xavier sono oramai cinque anni che non dà notizie.

Mia madre pilastro della mia vita non lo è mai stato, ma se ne sta andando pure lei, e così malamente, che se devo pensare che quello sarà il quadro della mia vecchiaia, altro che sconforto!

Sono stanca cavalie’, sono stanca.

Così ho appena risposto al Cavaliere Errante, e queste mie parole spiegano anche la mia assenza da queste pagine.

In realtà c’è stato il lockdown a cambiare un po’ le cose, perché prima ero talmente intrappolata nel sistema, talmente “automatizzata” nelle mie azioni, che neanche avevo il tempo di guardare dentro me stessa e permettermi di essere stanca.

Il lockdown, con conseguente smartworking, mi ha regalato circa quattro ore al giorno di vita. Mi ha regalato sonno, riposo, eliminato l’ansia del correre, correre, correre ma… questo tempo ha aperto altri spazi, mi sta impedendo di fare lo struzzo, lascia spiragli aperti anche a sogni e a desideri.

Ho sognato un uomo qualche giorno fa, una persona che conosco (tra le altre cose libera). Ancora ho addosso il calore di quell’abbraccio.

L’ho risognato una notte successiva, eravamo su un velivolo, un piccolo divanetto ai posti di guida, e sorvolavamo il mare, paesaggi bellissimi…

E’ questo che la sfiancante routine aveva soffocato? Il bisogno di un amore?

Ne parlavo con Cytind, e diceva che potrebbe non essere un buon segno, desiderare un compagno quando proprio non si ha altro da fare e no, direi che la questione va contestualizzata diversamente, la stanchezza, la routine, siamo in un ingranaggio che ci stritola, ci fa soffocare i nostri bisogni primari, dormiamo male, senza sogni o con sogni agitati, mangiamo male, senza capire così, senza accorgersi del sapore e senza neanche cercarlo, e viviamo senza amore, che al solo pensiero ci sembra solo un dovere in più.

E sì, sono stanca, vorrei volere, vorrei volare, vorrei voler volare, magari su quel piccolo velivolo, stretta a chi mi ama, sorvolando distese d’acqua limpida, spiagge forse deserte ma anche no, cosa importa, nel cielo limpido, che cosa fanno gli altri laggiù…

 

32 thoughts on “Di stanchezza

  1. Tante volte bisogna aver qualcuno al fianco, così i problemi i pensieri sembrano meno pesanti. Io fossi in te proverei a uscire con quell’uomo. Magari…
    Tentar non nuoce 😊

    "Mi piace"

    • Diciamo che sarebbe una di quelle situazioni inappropriate (tipo troppo giovane o troppo vecchio o troppo gay o troppo capo o troppo sottoposto… insomma, meglio di no): i sogni son desideri a grandi linee, ma generalmente non nei dettagli, è tutto un simbolismo che va intepretato.

      "Mi piace"

    • Si, ma anche investire in un affetto che poi ti lacererà, pensare a qualcuno che tanto poi se ne andrà, spezzandoti il cuore. Io francamente non ce la faccio più a perdere le persone che amo, forse la solitudine è l’unica soluzione.

      Qualcuno una volta disse “Non si può non respirare per paura di inghiottire i microbi”, ma un amore può essere più anidride carbonica che ossigeno.

      "Mi piace"

  2. DM che ti devo dire? Nonostante oggi si parli di indipendenza femminile, di “un compagno è necessario ma non indispensabile” forse nel nostro inconscio sappiamo che non è così. E non si tratta solo di una questione sessuale (parli di pilastri, uomini che hanno fatto parte della tua vita con ruoli differenti), quanto della possibilità di confrontarsi.
    Non so, magari mi sto sbagliando, però credo che forse il confronto può davvero renderci libere, più di quanto possa esserlo un buon lavoro, una carriera e la capacità di fare ciò che vogliamo. Un abbraccio.

    "Mi piace"

    • Io credo nella storia che Dio ha mandato le anime sulla terra divise in due, affinché si potessero ritrovare, e credo anche in altri legami cosmici da ritrovare su questa terra. Hai detto bene, non c’entra niente la sfera sessuale, come hai ribadite erano persone che avevano anche posizioni differenti nella mia vita, e anche quando l’altro giorno ho sognato quell’uomo ho sognato un abbraccio pieno di calore umano, non un amplesso.

      Stiamo parlando di anime, e le anime non sono schegge solitarie e impazzite, ma fanno parte di un tutt’uno cosmico: ecco, questo la società attuale ce lo sta facendo perdere.

      Piace a 2 people

  3. è ovvio che per me è facile, dall’esterno non essendo troppo coinvolto emotivamente vedere in quello che hai scritto qualcosa di diverso da quello che hai scritto… perdonami il gioco di parole…. ma tutte quelle persone che hai citato come pilastri non ci sono più solo in parte… tutto quello che potevano darti, tutto quello che da loro hai ricevuto l’hai dentro di te e li rimarrà fino a quando ci sarai anche tu… ovviamente mancheranno delle cose ma altre saranno invece per assurdo, in qualche modo sempre disponibili, sempre alla tua portata ogni volta che ne avrai bisogno ed ogni volta che ne avrai bisogno con quelle cose accanto a te ci saranno anche loro, sotto un altra forma, ma sempre vicini. Se quello che hai scritto tra le righe non fosse invece un modo per farti prendere una posizione nuova verso te stessa?? tutto ciò che hai scritto è sicuramente basato su fondi di verità, loro sono stati i tuoi pilastri ma tu sei la tua strada. Forse ti stai dicendo, senza riuscire a leggerlo bene, che c’è tanto di te nella tua storia nella tua vita… più di quanto pensi… i pilastri sono fondamentali ma la base su cui poggiano lo è altrettanto, senza di te loro non sarebbero stati i tuoi pilastri… accontentanti di te… stimati un pò di più… e su di te, con i tuoi pilastri, potrai costruire un altra parte di percorso… magari condividendola con qualcuno che oggi sembra non esser presente… ma non dimenticarti mai ti te stessa…

    Piace a 1 persona

    • Sì, certo, è quello che dico a mia figlia che ha tanta paura di perdermi, che io ci sarò sempre, perché sono parte di lei, ci sarò per il dna, la memoria genetica e per tutto quello che le avrò trasmesso in vita, io sono intrinsecamente legata a lei, ma poi è un riconsolarsi con l’ajetto, come si dice a Roma, perché quand perdi una madre perdi una madre, punto, e il ricordo e l’eredità morale la ricordano e testimoniano, ma non sostituiscono.

      Non mi dimentico di me stessa, mi sono solo rotta l’anima…

      Piace a 1 persona

  4. Stanca si, ma sempre vigile…..
    La vecchiaia coglie impreparati i giovani. quelli che credono di restare sempre e solo giovani.
    per chi si rende conto che la vita passa, nonostante alti e bassi, non torna indietro, ma passa, inutile sapere quanto e come procederemo, è più importante capire che ogni giorno si prende un pezzo della nostra esistenza, e quel giorno va vissuto.
    un abbraccio
    Giancarlo

    "Mi piace"

    • Lo so, io ricordo sempre la buona Rita Levi Montalcini che diceva che bisogna aggiungere vita ai giorni, non giorni alla vita, ma io a stento riesco a fare la seconda…

      "Mi piace"

  5. Mai dire mai …. in vita, tutto può succedere !
    Certo, sembrerebbe che, varcati i cinquanta …. l’ amore, quello vero (romantico e passionale al contempo ), non sia più possibile, ma faccio il caso del mitico, leggendario scalatore Walter Bonatti, e della bellissima attrice Rossana Podestà : a cinquant’anni suonati per entrambi, si incontrarono e si innamorarono perdutamente come se avessero avuto 16 anni ! 😀

    Piace a 1 persona

  6. Embè …. hai suonato i sessanta ??? 😳
    Vatti a rileggere la storia di Walter Bonatti ( che in Francia fu, ed è, un autentico mito … ) e di Rossana Podestà : si incontrarono a Roma ( lei, era divorziata e madre di due figli ), e non si lasciarono più, rimanendo insieme fino alla morte di lui, avvenuta per tumore al pancreas ad 81 anni !
    Diè …. parliamoci chiaro : non è che io voglia spingerti ad accoppiarti costi quel che costi, ma è semplicemente che voglio dirti …. MAI DIRE MAI ! 😀

    "Mi piace"

  7. Si pensa forse che, col trascorrere degli anni, si abbia paura della solitudine … specie quando anche i figli abbiano spiccato il volo altrove e, nella loro casa genitoriale, non metteranno più piede ???
    Se si crede ciò …. secondo me si sbaglia !
    Poichè, col trascorrere del tempo, la solitudine diventa la nostra migliore compagna, colei che non ci tradirà mai … e che, tenendoci per mano, ci accompagnerà fino alla morte !
    Qualcuno …. della solitudine ( Mon solitude ) ha fatto struggente poesia …. e mi fà piacere ricordare costui qui, dove, grazie alla ‘stanca’ Diemme, la Memoria è di casa !
    🙂
    °°°

    "Mi piace"

  8. probabilmente come forse ha già scritto qualcuno in un commento, l’esserti riappropriata dei tuoi tempi e dei tuoi spazi anche mentali ha fatto emergere un “non detto”, bisogni e desideri che non avrebbero avuto spazio nella frenesia di prima… è piuttosto umano…però il fatto che tu sia destinata a perdere tutti coloro che ami secondo me è solo il risultato di essere stata sfortunata nella vita.,ma può succedere, la vita non è sempre gentile tanto che a volte e ad alcuni l’esistenza la fa guadagnare…un abbraccio caloroso

    "Mi piace"

    • Mia madre è venuta a mancare qualche giorno fa, e non ti dico dopo quanta sofferenza: io la guardavo impotente e mi dicevo: “ma tu guarda, si fatica a campare e si fatica pure a morire”. Per me oggi è un momento di grande riflessione e di assestamento, mi sento addosso uno scombussolamento emotivo che non ti dico.

      Grazie di esserci, non sai quanto piacere mi fai ogni volta che passi!

      "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.