Independence day

Caccia Alieno (dal web)

Strano, tutto tanto strano, ogni giorno una restrizione in più, surreale è il termine adatto sì, ma anche inquietante, sembra di vivere una di quelle situazioni che in genere vediamo solo nei film, uno ci si trova dentro, all’improvviso, e non ha scampo.

Si stanno verificando situazioni tristi, gente che sta morendo senza poter essere raggiunta dai familiari, e il dramma è che è pure giusto così: oddio, forse giusto no, ma necessario (ricordate l’enigmatico inizio di “2022: I sopravvissuti“?).

Non usciamo da casa, si raccomandano di non svuotare i supermercati perché i generi alimentari non mancheranno, ma a questo punto beato chi ci crede, qui tutto cambia nottetempo, la mattina ti alzi e c’è una restrizione in più, oggi mi hanno riferito di un barista che bestemmiava perché non poteva aprire.

Speriamo serva.

Speriamo davvero che serva.

All’improvviso mi è ritornato in mente quel film che mi piacque molto, per quanto io non ami particolarmente i film sulle invasioni aliene, quel film che parla di tutta l’umanità finalmente unita per sconfiggere un nemico comune. In realtà non è tanto fantascienza, il virus è un alieno, è un nemico comune, e uno che ci deve far stringere forte gli uni agli altri – metaforicamente – per sconfiggerlo.

C’è bisogno dello sforzo di tutti, ognuno il suo, chi è medico o infermiere ed è in prima linea, ma anche chi provvede al rispetto delle semplici regole che ci sono state indicate, quel lavarsi le mani, stare a un tot di distanza, quelle regole che andrebbero rispettate sempre, ma da cui oggi dipende la vita di tante persone.

Consapevolezza, responsabilità, sinergia tra stati e popoli, quella sarà la strategia vincente. Il vaccino? Tutti devono condividere i risultati delle ricerche, non bisogna nasconderli per arrivare prima: ricordate Sabin? Rinunciò allo sfruttamento commerciale del vaccino antipolio affinché potesse essere disponibile prima, disse che era il suo regalo a tutti i bambini del mondo, e quanti bambini di allora oggi sono sani e liberi grazie a lui? Chi avrebbe pagato il prezzo se lui non fosse stato l’anima generosa che è stata? L’autore della scoperta avrà solo messo un punto al duro lavoro di altri? E’ da quando esiste il mondo che l’uomo va avanti aggiungendo qualcosa a quanto costruito da chi è venuto prima di lui, “nos esse quasi nanos gigantum humeris insidientes“, siamo come nani che siedono sulle spalle di giganti, per questo possiamo vedere più lontano.

Vi immaginate se ogni essere umano avesse dovuto costruire ex novo tutto il suo sapere? Saremmo ancora all’età della pietra!

E allora, umanità unita, cha arrivi quanto prima per noi tutti il nostro Independence Day!

.

13 thoughts on “Independence day

  1. Il discorso fila, ma il vaccino è un’altra cosa, non solo per motivi economici.
    Il vaccino contro l’aids, nonostante 40 anni di ricerche, non si è ancora trovato.
    Sabin ha rinunciato ai diritti sulla scoperta, ma la scoperta era a punto.
    Un abbraccio
    Giancarlo

    "Mi piace"

  2. Hanno fatto bene a far chiudere tutto, anzi secondo me dovevano chiudere di più! Qui da me si vedevano episodi di una incoscienza pura nonostante le limitazioni quindi meglio così.
    Bisogna stare a casa e attenersi alle indicazioni che hanno dato altrimenti non se ne uscirà!

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo tanta gente si crede immortale. Poi, se va vicina alla morte e porta a casa la pelle, può darsi che impara la lezione, se invece ci lascia le penne magari neanche quello, ma tanto non gli servirà più. Il problema è che certi comportamenti incoscienti, come mettersi alla guida fatti o ubriachi, non danneggiano solo chi li mette in atto, ma spesso mietono vittime innocenti.

      "Mi piace"

  3. Buonasera.
    La surrealità e gli scenari che si presentano ai nostri occhi in questi giorni bui della storia italiana credo difficilmente ce li dimenticheremo. Il covid-19 come è arrivato se ne andrà con i vaccini che già stanno sperimentando, con la buona volontà di tutti noi dove ognuno deve fare la propria parte per salvaguardare la propria salute e quella degli altri (anche se poco altruista l’italiano però uno sforzo lo deve pur compiere). Ma rimarranno sempre questi giorni nella nostra memoria, tra restrizioni e super restrizioni, governi ombra che sputano guerre batteriologiche, processi politici, economia e sanità a rischio crollo. Qualcosa rimarrà….

    Piace a 1 persona

  4. DM, cosa dire? Questa situazione ha colpito tutti in un modo o nell’altro e volendo fare un po’ di sarcasmo è forse il male più democratico che ci sia mai stato sulla terra. Chiudono le piccole imprese (che fanno fatica ad andare avanti) ma chiudono anche le grandi che, a quanto pare, hanno ridotto al minimo anche la produzione. E’ dura, le restrizioni sono tante perché c’è gente che non rispetta neanche quel minimo di libertà concesso. Sabato scorso di notte molti miei compaesani hanno avuto la geniale idea di scendere nelle case al mare ed ora ci rimangono per forza in quanto non si può più tornare indietro. E per colpa di queste persone io non posso vedere il mio ragazzo e mio fratello non può venire a trovare i miei genitori. Per cui la situazione è questa e non dobbiamo approfittare delle poche libertà concesse.

    "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.