Ciao Ivana

Ci sono perdite che ti colpiscono più di altre, anche senza un particolare perché. Con Ivana, la blogger Semprevento, l’amicizia non era mai decollata, anche se io per lei avevo una simpatia a pelle, e decisamente una grande stima: una toscanaccia sincera, tosta e fragilissima, piena di vita ma forse con una malinconia di fondo che non sempre riusciva a celare.

Questo l’ultimo commento che lasciò sul mio blog anni or sono:

…se volevi farmi piangere , ci sei riuscita…
Su segnalazione di Luisa sono venuta a vedere ….
Su questo post dovrebbe scrivere la sua storia, mia figlia.
Nessuno meglio di lei conosce l’alone del buio.
E una vita parallela alla cecità , quella totale.
Discriminata sin dall’ asilo ….”diversa a scuola”…
Pochi professori propensi all’aiuto …
il sostegno , grazie a Dio era quello di una mia cara amica,
insegnante capace e preparata.
Le cicatrici ci sono e sono molte.
Le ferite continuano ma con meno intensità.
E’ cresciuta in lei la volontà di essere accettata
per come vede…e per quello che non vede.
Qualcuno fugge…quelli intelligenti restano.

Il suicidio è una conseguenza che va messa sul piatto della bilancia.
C’è , esiste e vince se non si aiuta i nostri ragazzi a raggiungere una consapevolezza
della propria situazione.
la parola “diversa ” non mi piace.
il diversamente abile….una scusa, solo una scusa che già fa la differenza tra me e te.
Altro non posso scrivere. ci sono cose che vanno vissute per esser capite a fondo.
La sofferenza gratuita è disumana e la rabbia in me abbonda tanto…in qualsiasi
situazione si manchi di rispetto ad un essere umano..

Concordo con Barbara…
Occorre così tanto amore per la vita da poterla vivere anche senza luce…
Ho fatto anch’io il percorso al buio, a Firenze in occasione di una giornata particolare
organizzata dall’ Istituto Nicolosi (Fi). Esperienza che mi ha turbata molto…
uscendo poi, lo stesso sospiro liberatorio e mia figlia invece sorrideva…ne abbiamo parlato… a lungo…aveva 18 anni e tanto entusiasmo nel dividere con me quello che riuscivo solo ad immaginare.
Il resto è la nostra storia, quella di tutti i giorni, divisa tra noncuranza della gente e problemi di ogni tipo. Il mondo è fatto su misura per i vedenti…tutti gli altri sono solo un peso se non riusciamo ad abbattere il minimo scalino che per chi non vede o ha un visus molto limitato, diventa un enorme montagna.

Il video è un pezzo di vita vero…
la mamma di Sara.

Ieri mi ha fatto piangere lei. PIù giovane di me, a quanto ho capito – ma non so molto, forse è andata diversamente – non un incidente, non una lunga malattia, semplicemente un malore, praticamente un attimo (due o tre giorni credo), e chi le era vicino ha dovuto immediatamente farsi una ragione del fatto che non ci sarebbe stata più.

La cosa sconcertante è stata l’immagine che qui riporto, a quanto ho potuto ricostruire, postata il giorno prima del malore: forse siamo molto di più di quello che pensiamo e che sappiamo. Forse.

21 thoughts on “Ciao Ivana

    • Più che nel mito dell’immortalità mi sembra che viviamo nella non coscienza della mortalità. Ci farebbe bene ogni tanto pensarci per rimettere al proprio posto qualche priorità.

      "Mi piace"

  1. me lo sono ricordata quel blog andandolo a rivedere tramite il link ma non sapevo nulla della persona che potesse esserci dietro. perché forse anzi sicuramente, anche dietro ogni cosa riconducibile ad una persona c’è molto molto di più di quel che pensiamo e sappiamo.
    rip

    "Mi piace"

  2. Ivana …. la cara Ivana amante del vento e del mare ( Arthur … la chiamava “ventolino” ) se ne è dunque andata via ??? 😳 Ahimè, ahinoi … è vero che, come dice Mauro, noi viviamo il mito dell’ immortalità e niente è più fallace di questo, ma è vero anche che ce ne andiamo via con una fretta inaudita … e a noi, per quel poco che ci resta da vivere, non rimane che il rimpianto !
    Riposa in pace, Ivana …. e siano tuoi compagni gli Angeli benedetti del Mare ! 😦

    "Mi piace"

  3. Mi dispiace davvero tanto, il mio pensiero va a Sara, la sua ragione di vita, un ragazza davvero splendida che le assomiglia tanto, era da tanto che non pubblicava più niente sul blog purtroppo, una gran persona Ivana, riservata, sincera e con un gran cuore.

    Piace a 1 persona

  4. Ivana…sì, la ricordo come una grande donna, sempre cortese, attenta, sensibile, con un velo di malinconia che non aveva timore di nascondere. L’ho sempre ammirata per l’umanità e l’eleganza dei suoi post.
    Mi dispiace apprendere della sua dipartita.
    Buon viaggio celeste.Che riposi in pace. ❤

    "Mi piace"

  5. Apprendo solo ora la triste notizia.
    Avevo visto un post “strano” su facebook, ma ero passato oltre.
    Qualche anno fa ci scambiavamo qualche pensiero reciproco. Ricordo che pubblicava poesie sul suo blog.
    A volte è troppo poco il tempo che ci viene concesso per stare tra i nostri cari…

    "Mi piace"

    • Magari esiste un’eternità di fronte alla quale i dieci o cento anni della nostra vita terrena sono comunque un lampo, più o meno di uguale intensità.

      "Mi piace"

  6. Io non l’ho conosciuta purtroppo ma ne sento parlare come di una cara persona. Mi dispiace molto cara Diemme. Siamo davvero tutti come il vento che passa e all’improvviso si ferma. Ho sempre nel cuore Arthur. Ora mi ricorderò anche di Ivana con la preghiera. Un abbraccio a te. Isabella

    "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.