Telefonare è maleducazione?

Parlavamo con una persona relativamente al telefonare, e lei mi diceva che preferisce mandare messaggi perché telefonare è maleducazione. Ma come? Una volta telefonare era un modo per dimostrare attenzione, affetto, e proprio educazione! I genitori – ma non solo loro – rimproveravano “Non fai mai una telefonata!” e persino Baglioni cantava “E questi figli che non chiamano mai”. E dagli amici, non siete forse mai stati rimproverati perché non vi facevate sentire? Una mia conoscente mi diceva “Sei l’unica che chiama disinteressatamente, semplicemente per sapere come sto”.

Certo, prima non esistevano Messenger, Whatsapp e altre diavolerie, ma insomma, addirittura passare da segno di affetto e cortesia a forma di maleducazione ce ne corre!

Mia madre è sempre stata controcorrente, lei il telefono lo odia da sempre, lo ritiene “una persona maleducata che abita in casa con te e ti disturba nei momenti più inopportuni” (oddio, forse ora che è anziana e sola un po’ idea l’ha cambiata…), e bisogna pure dire che i call center (e a me pure Attila) ce l’hanno fatto odiare, perché un conto è interrompere quello che stai facendo (ammesso e non concesso che tu stia facendo qualcosa) per sentire una persona amica con cui fare due chiacchiere piacevoli – o comunque ricevere una qualche comunicazione d’interesse, un conto è essere bombardati da numeri sconosciuti, potenzialmente anche truffatori: che poi, quelli di questi call center, prima erano soprattutto insistenti, ora stanno via via diventando sempre più maleducati e sbattono il telefono in faccia non appena cominci a far presente che non sei interessato.

Tornando a bomba, questa persona – giovane – mi diceva che preferiva mandare un messaggio ma, come diceva giustamente il mio capo, i messaggi non valgono come comunicazioni, perché non puoi mai sapere se sono arrivati e se sono stati letti, e infatti io mi regolo che per messaggio mando solo le comunicazioni poco urgenti, per esempio gli auguri, e certo non farei come una mia amica che mi scrisse un sms chiedendomi di far scorrere l’acqua che arrivava assetata, sms letto circa due giorni dopo se non di più.

Ultimamente un amico, che mi avrebbe fatto molto piacere sentire, ha avuto la pessima idea (pessima per me, perché si dice che sia invece indice di buona educazione) di far precedere la telefonata da un sms, sms visto da me solo alcune ore dopo, quando oramai il momento magico per poter telefonare era passato.

Ancora, una vecchia blogamica mi inviò un messaggio per avvisarmi che sarebbe venuta a Roma, e lo mandò a un telefono dismesso che consulto ogni morte di Papa, per cui quando lo lessi lei era già venuta e andata senza aver ricevuti cenni di vita da parte mia: insomma, pensatela come volete, per me il messaggio è inaffidabile, e se avete urgenza di comunicare qualcosa, per quanto mi riguarda chiamatemi, e fatelo pure squillare tanto ‘sto telefono!

Annunci

19 thoughts on “Telefonare è maleducazione?

    • Intanto questa cosa che uno è quasi obbligato ad avere whatsapp a me manda ai matti: io non ce l’ho e tengo duro nonostante le insistenze, non ne sento il benché minimo bisogno. La confidenza per la telefonata può essere utile in alcune circostanze, tipo sapere che si può chiamare pure alle 5 di mattina o a mezzanotte, ma per il resto, insomma, avere bisogno di una confidenza speciale pure per fare una telefonata mi sembra eccessivo! Se una mia collega sta male magari chiamo per sentire come sta anche se non è la mia migliore amica, se uno è stato appena operato non lo chiamo perché ritengo non sia in grado di parlare, semmai cerco di rintracciare un familiare. Non si chiama prima di una cert’ora e dopo una cert’altra, questo sì, ma insomma! A me è capitato tante volte di dire o di sentirmi dire “Scusami, è un momentaccio, posso richiamarti più tardi?”. D’altra parte è vero che uno non sa ma in che momento trova l’interlocutore dall’altra parte, ma è pure vero che l’altro sempre non rispondere (mia madre è solita dire “se è fijo de bona madre ritelefona”), o per l’appunto rispondere giusto il tempo di sentire chi è e poi chiudere spiegando che non è un buon momento, mi pare che più o meno si sia sempre fatto così! Oggi poi che c’è l’identificativo del chiamante per cui puoi sapere chi ha chiamato anche se non rispondi, mi pare proprio che il problema non esista (o quasi).

      Mi piace

  1. C’è del vero
    C’è del pretestuoso
    C’è un mondo che gira intorno ai modi di comunicare.
    Grande assente, talvolta è COSA SI VUOLE COMUNICARE.
    Il telefono in effetti può raggiungere in momento inopportuno, il messaggio può non giungere o non essere letto in tempo.
    L’unica alternativa è recarsi dall’interlocutore, ma succede , come capitò al sottoscritto, di ricevere un amico giunto apposta per dire che non avrebbe potuto venire…
    Mah… cose d’altri tempi.
    Un abbraccio
    Giancarlo

    Mi piace

  2. Io mi regolo a seconda della persona e della situazione. Può sembrare complicato, ma mi destreggio bene. Non trovo che la telefonata sia un gesto maleducato, semmai talvolta inopportuno per l’orario. I giovani amano particolarmente il messaggio vocale, ammetto che in caso di fretta o di impossibilità momentanea di scrivere, mi sia trovata a farlo, ma mi sono ritrovata anche a dire: ma perché non vi (o ci) telefonate (telefoniamo) direttamente?!?!?!?!

    Mi piace

  3. Hai dimenticato di scrivere in qualche punto del post una frase del tipo: “Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente occasionale. ” 😉
    Comunque sia la gente preferisce i messaggi perchè li scrive quando vuole, li ignora quando vuole e, nel bene e nel male, sta attenta a quello che dice. Funziona così bene questa cosa che io che ho due cellulari, quando rifletto, invece di pensare tra me e me, preferisco mandarmi dei messaggi all’altro cellulare. 😀

    Mi piace

  4. Ciao DM, che dire… l’anno scorso una mia compagna di classe si è sposata e le ho inviato gli auguri tramite un sms il giorno dopo. Lei mi rispose prontamente e io ne approfittai per chiederle se aveva del tempo che l’avrei chiamata per sapere come era stata la festa. Il messaggio lo legge dopo tre giorni… Inutile dire che avrei preferito farle la telefonata fin da subito, se non fosse che pensavo che… va beh, dai, appena sposati!

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.