Noi e i rifiuti

Non preoccuparti, non succede nulla ..
È solo un altro sacchetto, un altro sorbetto, un bicchiere di plastica, una lattina, un pannolino, una bottiglia, un involucro, una carta …
(E così con voi milioni di altre persone)

 

La situazione di Roma sembra che stia tornando alla normalità. Cioè, nulla di eccellente, ma almeno non la situazione critica di prima. Sappiamo che il Comune è in difficoltà con gli impianti di smaltimento, e su quello non possiamo aiutare, ma non potremmo impegnarci a produrre meno rifiuti? Basterebbe, che so io, schiacciare le bottiglie e piegare i cartoni prima d’inserirli nei cassonetti, e già dimezzeremmo a dir poco lo spazio.

E poi, quanta, quanta incivilta, cui prodest?

Francamente, io per la raccolta differenziata un po’ fatico, se non altro perché la plastica la lavo tutta, butto tutto assolutamente pulito, con particolare cura per le confezioni dei detersivi (e mi arrabbierei davvero tanto se dovissi scoprire che viene tutto unito dagli operatori dell’AMA e buttato nell’indifferenziata!).

Siamo nel regno dell’usa e getta, ma getta dove? Ci sono dei casi in cui considerazioni di tipo igienico lo richiedono, ma in altri casi è solo un violentare il pianeta: sapete che c’è gente che a casa propria usa piatti e bicchieri di carta?

Io personalmente compro anche i detersivi alla spina, cercando di riciclare sempre gli stessi contenitori: insomma, faccio quello che posso, ciononostante i rifiuti che produco sono sempre tanti: come migliorare ancora?

E voi, come vi regolate?

14 thoughts on “Noi e i rifiuti

  1. Anche io piego, lavo e differenzio. È un tema che ho molto a cuore.
    Cerco in ogni modo di ridurre la massa dei rifiuti che produco io.
    Meno sprechi, più riutilizzo.
    Semplicemente la verdura: sfusa o al mercato in sacchetti di carta
    Ho eliminato tutte le malefiche vaschette di polistirolo.
    Insomma ci provo!
    Poi per lavoro vedo aziende che a fatica rispettano la legge e un po’ mi demoralizzo.
    Vedo più sensibilità a livello personale. Sempre più disponibilità a spendere un pochino di più ma a prendere ciò che è più sostenibile.
    La soluzione verrà dalle donne credo

    "Mi piace"

    • Caput Monnezzae lo è stata sempre, con la Raggi sembrava che la questione si fosse risolta, ma così non è. I cumuli alla fine li hanno tolti, ma molto velocemente si stanno riformando: non si può andare avanti così, a manovella, ogni giorno a telefonare all’AMA per segnalare il singolo cassonetto!

      "Mi piace"

  2. Si fa il possibile, cerco di lavare tutto anch’io e di ottimizzare gli spazi, anche per abituarmi al porta a porta che dovrebbe partire a inizio anno, è una scocciatura lo so, ma se lo facessero tutti ci sarebbero molto meno rifiuti e il problema si ridurrebbe!

    "Mi piace"

    • Io non vedo la differenza, se non un maggiore controllo sulle persone che non si potranno più permettere di derogare. Praticamente per colpa degli incivili sarà penalizzato chi la raccolta la fa già ben differenziata, con grande impegno.

      "Mi piace"

  3. Roma Caput Mundi un tempo ed or monnezza
    la nostra amata urbe …. che tristezza ! 😳
    Dei residenti s’ alzan gli anatemi, ingrati
    verso la Raggi e tutti i suoi integrati :
    “Che Dio la maledica – urlan tutti –
    che lei possa annegar in mezzo ai flutti” !
    Poi tuttavia, ognun si dà da fare
    a gettar le schifezze e a farne altare !
    E allor sai che gli dico a ‘sti zozzoni ???
    “Lei nun c’ entra, o brutti pecoroni ! 👿
    e invece dei lamenti e imprecazioni,
    rispettate la capienza dei cassoni :
    non buttate colà la zozzeria,
    ma se son colmi … portatevela via !!! 🙂

    Piace a 1 persona

    • I sette colli ormai sono settanta
      ma non di verdi prati come prima:
      qui di monnezza ce n’è talmente tanta,
      che forma colli di zella fino in cima

      La Raggi non risolve con gli impianti,
      i giochi a rimpiattino sono tanti,
      tra Comune, Regione e ora il Governo,
      ma nel frattempo per noi romani è inferno.

      Quelli dell’AMA saranno lavativi
      o di forze di lavoro sono privi?
      La colpa è di Pinuccia Montanari
      o di chi prima fregò i nostri denari?

      Io non lo so, ma certo è che ormai l’Urbe,
      per colpa di persone inette o furbe
      è diventata lei stessa Malagrotta,
      una discarica abusive e malridotta.

      "Mi piace"

  4. Cesare, di ritorno dalla campagna bellica in Africa, durante la quale ha avito ragione ( definitivamente ) del suo rivale Pompeo : “A Marcantò … ma nun dovremmo esse’ arivati a Roma ??? Chi so’ ‘sti negroni” ?!?
    Marcantonio : “Nooono Duce, so propjo li Romani quelli che cjè vengheno incontro … solo che, pe’ la monnezza che ha invaso Roma, sembreno africani” !

    "Mi piace"

  5. Difficilmente compriamo piatti e bicchieri di plastica. Considera che io per quando vado al mare uso le “coppe del nonno”, i bicchieri del gelato che si prestano bene per essere riutilizzati quando non puoi portare dietro il vetro. I tovaglioli di carta li utilizziamo solo in casi strettamente necessari e al posto degli asciuga tutto (i maxi rotoloni), abbiamo sfilze e sfilze di strofinacci in cotone.
    Purtroppo i fazzoletti del naso li uso di carta. Mi fa un po’ schifo lavare quelli degli altri, mentre il mio lo laverei volentieri.
    Anche noi usiamo i detersivi alla spina (sgrassatore, prodotti per i colorati, lavapavimenti), ma di solito ci adeguiamo alle offerte. Se un detersivo costa meno di quello alla spina si compra direttamente al supermercato. E’ uno sbaglio, ma devi fare i conti con il portafogli.
    Da un po’ di tempo mi gira l’idea di usare gli assorbenti in stoffa. Ok, la cosa fa schifo, ma se ci pensi sono centinaia di assorbenti sottratti alla raccolta indifferenziata. Basta lavarli, magari con i guanti, ed il gioco è fatto. Li producono in colore nero, per camuffare le macchie e sono di diverso tipo. Se non dovessi approcciarmi agli assorbenti, sicuramente comprerò i pannolini lavabili una volta avuto dei figli. Convengono sia da un punto di vista economico (ho fatto un calcolo, in tre anni circa si arriva a spendere anche più di 2000 euro in pannolini, contro i 500 di quelli riutilizzabili) che ambientale.

    "Mi piace"

  6. Siamo abbastanza osservanti devo dire, rifiuti puliti, piegati e usiamo soprattutto il vetro bianco che si ricicla facilmente, e non compro l’ammorbidiente che è tra i più usati al mondo….quindi tante bottigliette di plastica (e finta plastica) in meno, non usiamo piatti e bicchieri di carta e quant’altro….insomma speriamo di stare nel giusto…

    "Mi piace"

  7. Non e’ tanto corretto lasciare i rifiuti della differenziata ovunque, si dovrebbe smaltire forse magari come lo era il sistema precedente. Perche’ selezionare e perdere del tempo solo perche’ la richiesta tecnologica te lo impone? Per questo c’e di tutto in giro! Mi sembra ovvio che le lamentele siano aumentate.

    "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.