E m’accompagno da me

***

Chi mi segue da tempo sa che ci sono stati nella mia vita momenti – diciamo piuttosto periodi – duri, e alcuni mi hanno davvero segnato. “Datemi un punto d’appoggio e vi solleverò il mondo”: forse questo punto d’appoggio m’è mancato sempre, per questo certe volte crollo, la mancanza di terra sotto i piedi è uno degli stati d’animo con cui ho più dimestichezza.

Scoramento, mancanza di motivazione e di forze, la sensazione di essere risucchiata in un vortice e l’appello alle ultime forze per evitare questo risucchio.

Un urlo strozzato nel cuore, e spesso ricorro alla musica: in passato, sdraiata in penombra sul divano, solo musica classica mentre ora, con l’avvento della nuova tecnologia di youtube, cerco anche musiche sedicenti armonizzanti, sedicenti energizzanti, sedicenti zen, sedicenti liberatrici dei chakra. Poi, se il meteo m’assiste, cerco di stare al sole, di camminare, di fare.

Il mio ex marito diceva che non si può curare un tumore con un’aspirina, ma io continuo a prendere aspirine (metaforicamente parlando), cerco di non indulgere in pensieri tristi, di alzare la testa – nonostante il suo peso – e andare avanti.

E m’accompagno da me.

Annunci

35 thoughts on “E m’accompagno da me

  1. Come ti capisco … cara !
    Avere pensieri positivi non è facile quando sia la ragione a guidare la riflessione, e tutto il pessimismo di questo vivere nostro come naufraghi viene fuori in tutta la sua agghiacciante realtà !
    Pensa che io stanotte, com ho già scritto da Aquila … ho avuto un incubo ( mi sognai brunetta ministro … ), e questa mattina non mi è stato facile ripetermi che era stato solo un brutto sogno, e quindi tornare alla realtà, alla luce del fatto che ministro, o addirittura presidente del consiglio, potrebbero esserlo il salvini o il di maio ! 😳
    Ma torniamo alla realtà del TANTO PE CANTA’ …. la meravigliosa canzone di Ettore Petrolini !
    Mi ricordo che Manfredi la cantò in una trasmissione TV … e la cantò con tanta sobrietà e misura da farmi pensare che nemmeno Petrolini, che pure ne era l’ impareggiabile autore, l’ avrebbe saputa rendere così mirabilmente bene ! 🙂
    Ancora oggi … sentire l’ eccellente Manfredi cantare questa poetica canzone mi emoziona e, pur con tutto il pessimismo che la realtà mi trasmette, mi spinge a sperare, a sorridere … a vivere !

    Liked by 2 people

  2. Splendida la malinconia che non s’ arrende alla completa amarezza ( prendete quel sospirare “e quanno er cjelo se scolora … de me nessuna se innamora” ), ma si muta invece in un tenero, appena sospirato ottimismo, in una speranzella non retorica di una vita in cui, per quanto brutta, si può trovare pur sempre ‘na chitara, a salute … e ‘n par de scarpe nove !
    Direi che questa bellissima canzone fà il paio con l’ altra che, tanti anno dopo, scrisse il grande e indimenticabile Rino Gaetano !
    🙂
    °°°

    Liked by 2 people

  3. Cara Diemme,
    molto si potrebbe dire sul peso che grava sulle nostre teste e molto si potrebbe discutere su come le nostre vite dovrebbero seguire regole, dinamiche e obiettivi tutte differenti rispetto a quelle in cui finiamo intrappolati. Ci sarebbe così tanto da sviscerare e condividere che ci vorrebbero intere giornate passate in un prolungato pic nic sulle rive di un fiume o a riflettere seduti comodamente in poltrona ridimensionando a piccolissimi sorsi una bottiglia di amaro.
    Siamo tutti un po’ vittime del nostro tempo. Lo abbiamo trascurato in gioventù e oggi ci presenta il conto. Abbiamo lasciato che il mondo viaggiasse a mille all’ora. Noi stessi anche solo scrivendo qui sfruttiamo le meraviglie del mondo di oggi che azzerano i divari di spazio e di tempo. Ma proprio quest’ultimo è diventato così sottile, che ormai abbiamo paura che ci si spezzi tra le mani. Dobbiamo non indugiare nei pensieri tristi e dobbiamo cominciare a lavorare indefessamente per plasmare a nostra immagine e somiglianza quel po’ di nostro futuro che ci rimane.
    Perché il destino di tutti noi è soprattutto, inevitabilmente, nelle nostre mani.

    Liked by 1 persona

    • Mi ammiri? E perché mai? E no, forse hai ragione, forse non sono demoralizzata, sono solo tanto stanca! Penso che sto sbagliando molte cose, un po’ forse so anche quali, ma non riesco a fermarmi un attimo a rimettere i pezzettine del puzzle al loro posto, e fatico a intravedere un’immagine di senso compiuto in questo caos.

      Liked by 1 persona

    • Anche le persone più forti hanno bisogno di un appoggio, di qualcuno a cui poter chiedere una mano non tanto per se stessi, quanto per avere un po’ più di spazio e fare altro. Sembra assurdo, ma ho notato che nel mondo ci sono categorie di persone sempre dinamiche, che non si fermano mai, che in un solo giorno fanno cento e più cose. E persone che invece non riescono neanche a concludere una cosa di sensato ed hanno anche il coraggio di lamentarsi di continuo….

      Mi piace

    • Ho notato un’altra cosa: se per caso esprimo il mio malessere, padre e figlia fanno a gara a stare comunque più male loro, e quindi mi devo sorbettare pure le loro lamentele, che caricate su un equilibrio già precario mi fanno davvero sentire affondare. Mi conviene starmi zitta e non innescare questa gara a chi sta più male, da cui esco comunque perdente e sempre con l’incarico di essere io a dovermi occupare di tutto.

      Liked by 1 persona

    • Posso capire la gelosia inconscia di tua figlia. Ma non quella di Attila che mi sembra più adolescente e capriccioso di Sissi. Insomma, un uomo grande e grosso che si lamenta sempre che razza di persona è????
      Ti conviene fare le valigie e partire per un paio di giorni.

      Mi piace

    • Credimi, andarmene sola come un cane a sbattermi la testa da qualche parte e poi ritornare e ritrovare la stessa situazione o peggio non mi cambierebbe la vita di una virgola.

      Liked by 1 persona

    • Non so, ma ho come la vaga sensazione che il comportamento di padre e figlia servano più che altro per fartela pagare. Di cosa non saprei. Come se tu avessi sbagliato qualcosa (anche se so che non è vero, e lo credo fermamente).

      Liked by 1 persona

    • Secondo me invece è solo paura delle responsabilità, perché l’essere adulti ha un costo: è un “Smazzatela tu la vita al posto mio, così io fatico di meno e ho meno rogne”.

      Liked by 1 persona

  4. Si prendono decisioni, si fanno scelte, poi con il passare degli anni ci si chiede se siano state quelle giuste, se non sarebbe stato meglio fare altrimenti, ma è normale e come sarebbe andata non ci è dato saperlo, quindi nulla ci può dire che non sarebbe andata molto peggio…
    A volte non è male essere accompagnati da se stessi, in fondo su di noi ci possiamo contare 😉

    Mi piace

    • Diceva una mia insegnante di filosofia, che una scelta comporta sempre il fatto che sia una libera scelta, altrimenti scelta non si può definire. Se nella vita sei sempre a un bivio, vado in bocca al leone o alla tigre, oppure salto il dirupo ol fossato coi coccodrilli, beh, la scelta è relativa…

      Mi piace

  5. Non vorrei apparire uno “psicanalista d’ accatto” … ma ci conosciamo da anni ormai, cara amica, e un pochino di te lo so ! Ed è questo aspetto del tuo carattere che potrebbe spiegare il tuo stato d’ animo attuale !
    Tu non disdegni la fatica, fisica o intellettuale che sia … nè ti accasciano le avversità della vita, ma soffri terribilmente a dover apparire ( per tua scelta, o per assecondare i famigliari e/o gli amici/le amiche a cui piace moooolto vederti così ) “sempre” dura e pura, indipendente e battagliera, forte e inossidabile : talvolta, questo dover apparire una donna gagliarda in ogni momento esistenziale ingenera in te una forma di spossatezza, e ti piacerebbe assai, almeno qualche volta, abbandonarti e poggiare la testa sulle spalle di un uomo “forte”, che ti voglia bene senza secondi fini, un qualcuno/qualcuna che ti dica autorevolmente “basta, Diemme … hai fatto fin troppo, ora lascia che continuino gli altri/le altre … Tu lasciati andare !” ! Ecco che allora, forse, quei tuoi istanti di smarrimento, quel tuo combattere strenuamente per sistemare le cose e dover poi ricominciare da capo ( come Sisifo, condannato per l’ eternità a fare la sua scalata senza mai riuscirci … ), troverebbero requiem e Tu, rinvigorita dall’ abbandono, torneresti a combattere meglio di prima !
    E’ così Diemme cara ???

    Mi piace

  6. BUONA DOMENICA … Diemme ! 😀
    Sai … io mi trovo nel paese di mia moglie, ed oggi è una giornata splendida come capita non di rado in Ciociaria, con le sue montagne cariche di alberi e fitte di vegetazione, fra cui l’ ibisco, il croco, il mirtillo e la ginestra ! Il cielo ??? D’ un azzurro abbagliante da primavera inoltrata … spazio in cui fra non molto cominceranno a garrire le rondini ! Non incombesse sui nostri cuori l’ incubo di un probabile governo affidato allo spocchioso di maio o al rozzo xenofobo salvini … verrebbe voglia di gridare : “MIODDIO … CHE SPLENDIDA GIORNATA, E COME E’ BELLA QUESTA VITA” !!!!
    Ed allora, riprendendo il ragionamento del mio precedente commento in cui ho tentato di leggerti dentro per darmi una spiegazione logica sul tuo stato d’ animo, sai che ti dico ???
    Che noi siamo carne da cannone, carne caduca destinata a concimare la terra, carne sognante di sogni inesistenti … muta voce nell’ immenso silenzio dell’ universo, ma anche cuori grandissimi a cui basta una giornata dolce, ridente e bella come questa per gettare alle ortiche i di maio, i salvini, i berlusca, i brunetta … e similari, orridi soggetti, PER CONTINUARE A SOGNARE … E CHISSENEFREGA SE, DEI NOSTRI SOGNI, NON RIMARRA’ NULLA ALLE PRIME LUCI DELL’ ALBA !!!
    😀
    °°°

    Mi piace

    • Ahahah, ma lo sai che Virginiuccia mia sta facendo riasfaltare, tra le altre, proprio la mia via? Così almeno quello di pericolo lo scongiuriamo! E poi non c’è più la Pdf, al telefono con lei ben due volte presi una buca a piedi, e soprattutto l’ultima m’addobbai proprio per bene! A pensarci, forse sarebbe stato più giusto chiamarla PelodiSfiga! 😆

      Mi piace

  7. Sta facendo riasfaltare ??? 😳
    Naaaaa … sta facendo riempire i buci, e con questa pioggerellina che è tornata a romperci i coglioni, quella catramella buttata qua e là alla sanfasòn … procurerà danni maggiori sul martoriato complesso stradale di Roma !!! 😦

    Mi piace

    • Io mi sono persa, Caterina, mi sono persa e non so più come ritrovarmi, non so cosa sia successo (o forse sì), non so quando, non so quando ho perso l’ultima briciola di entusiasmo (o forse sì). Vivo come un’automa, la mattina mi alzo, mi preparo – magari prima faccio qualcosa – e poi vado al lavoro, torno e crollo a dormire, il sabato vado da mia madre (e qui si aprirebbe un lungo discorso, perché pure questa cosa mi risucchia più energie di quanto immagini, e non fisicamente). La domenica pulizie di casa, peraltro inutili perché abito con degli sporcatori seriali e compulsivi. Per me il pensiero di chiudere gli occhi e non svegliarmi più mi sembra solo, finalmente, riposo.

      Mi piace

    • Ti capisco!!
      Per me è stato già superato …almeno il grosso.
      I problemi gli ho avuti dai altri famigliari.
      I figli ormai sono tutti grandi.
      Adesso sono libera di riprendere in mano le mie redini…un po usurate😊 cercando di mettermi in carreggiata con il consorte
      I figli vivono tutti lontano,due in America..uno a Roma…noi in Puglia.
      Ogni tanto facciamo un bel giro per…trovarli,Anche due nipotini.
      Sono del 47…70…suonati,A detta degli altri ben portati…nonostante sia stata parrecchio dura,ma…solo perché sono una che cerca di risorgere sempre dalle ceneri. ..poi li raccolgo e…Con tutto il mio amico orgoglio li spargo fra le mie piante aspettando con pazienza che diano i loro frutti…belli succosi.
      Passerà vedrai,Non arrenderti…a te stesso.
      Un abbraccio…di coraggio.

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.