La strada è luuuuuuuunga: terzo check

Mi sa che questo post era programmato per aprile, ma insomma, ho deciso di non ammorbarvi più di tanto con striscioni riguardanti ogni grammo e ogni millimentro perso, ma oggi che sono di buzzo buono voglio darvi un piccolo aggiornamento su come sta procedendo. Credo siano circa quattro mesi se non cinque che sto a dieta, e la perdita di peso al momento è di quattro chili circa, quindi pochissimi, ma io reputo questo traguardo un grande successo perché:

  1. La mia intenzione non era stare a dieta, ma trovare un nuovo equilibrio di vita e un nuovo rapporto con il cibo.
  2. Questi chili li ho buttati via praticamente senza fare un solo giorno di dieta, il che vale a dire che risultati auspicati al punto 1. li sto raggiungendo.

Oggi devo dire che:

  1. Mangio a pasto.
  2. Lascio quello che non mi va (e questo, credetemi, chi ha problemi di peso può confermarlo, è il successo più grande).
  3. Non ho più dipendenza da cibo (la mattina non prendo il cornetto semplicemente perché non mi va, non sfogo la rabbia e la delusione nel cibo, etc. etc. etc.)

Queste piccole considerazioni le pubblico unicamente ad uso e consumo di chi ha il mio stesso problema, sperando di aiutarli a non ricorrere a soluzioni estreme come la chirurgia baratrica, di cui ancora non si conoscono gli effetti a lungo termine (e comunque, per come la penso io, quelli a breve termine bastano e avanzano per provare altre strade con maggiore determinazione).

Alla prossima, sperando almeno in un altro -4!

Annunci

22 thoughts on “La strada è luuuuuuuunga: terzo check

    • Devo dire che ho ripreso, seppure il più limitatamente possibile, a consumare carne: a volte mangiando sempre fuori non c’è quasi scelta, o mangi pasta o mangi un secondo, e non è che trovi il secondo di tofu, fagioli, frittata etc. Poi c’è anche un altro motivo, ma ne riparleremo semmai in un altro momento.

      Mi piace

    • Io invece sto pensando di abbandonare la carne più possibile… devo decidermi a cambiare alimentazione, il mio corpo sta cambiando e devo assecondarlo o rischio di gonfiarmi come un pallone!
      Il problema del mangiare fuori lo capisco… adattarsi è il minore dei mali

      Mi piace

    • La carne è decisamente un alimento poco salutare, ma essere sovrappeso e campare di pane e pasta non è neanche una botta di salute: bisogna trovare un giusto mezzo, o meglio, i mezzi per organizzarsi.

      Mi piace

    • temo di dover togliere la carne perché mi rendo conto che dopo averla mangiata, non sto “bene”… a volte “dopo” ho proprio senso di nausea 😦

      Mi piace

  1. Il termine dieta, infatti, non è appropriato in fondo è una parola neutra (dieta a base di pesce, dieta senza latticini … solo per fare un esempio). Chi ha problemi di peso – e io li ho da sempre anche se non importanti – deve trovare un corretto regime alimentare, un equilibrio tra carboidrati, proteine e vitamine, eliminando ovviamente ciò che fa davvero male alla salute, al sistema cardiocircolatorio in particolare, come ad esempio i grassi di origine animale. Poi ogni tanto uno strappo ci sta e poi è importante che il calo di peso sia regolare e non concentrato in un periodo breve. Tutto questo per dirti: BRAVA! Continua così perché se la strada è lunga, è quella giusta.

    Liked by 1 persona

    • In questi giorni sono andata in ufficio in macchina (parcheggiata a 30/40 minuti di strada a piedi dall’ufficio, questa è Roma!), e mi sono percorsa tutta la strada a passo veloce, andata e ritorno. L’ho fatto solo per qualche giorno, ma i risultati si sono visti subito, a tutti i livelli, umore compreso (che poi, strada facendo, faccio pure qualche acquistetto qua e là, è una strada piena di bancarelle 😉 ).

      Liked by 1 persona

  2. L’attività fisica aiuta certamente a ottenere migliori risultati. Io in vacanza in Croazia ho mangiato molto più che a casa e alimenti decisamente nemici dell’ipercolesterolemia, ma ho camminato tantissimo e nuotato con il risultato di tornare a casa con mezzo chilo in meno, mentre ero convinta di averne messi su almeno tre. 🙂

    Mi piace

    • C’è anche il fatto che lo stress fa ingrassare. Io mi ricordo che andai al parco nazionale d’Abruzzo, pensione completa, dal primo al dolce sia a pranzo che a cena, camminammo pochissimo perché era brutto tempo e mantenni lo stesso identico peso.

      Qui lo stesso Attila ammette che sono tutt’altro che mangiona, e Xavier ebbe a dire che se lui mangiasse come me dimagrirebbe; il problema è che lo stress mi si mangia viva, e in effetti riuscii a dimagrire in maniera consistente solo curando, farmacologicamente, l’ormone dello stress, cosa che ora non voglio fare perché sono contraria ai medicinali in genere e poi non potrei più donare il sangue.

      Liked by 1 persona

  3. Non a tutti lo stress ha questo effetto: mio marito, alto e magro, quando è stressato dimagrisce. Lui mangia il triplo rispetto a me – non esagero! – eppure si mantiene in linea. È questione di metabolismo: il mio è lento mentre il suo è superveloce. Ora sto provando un integratore a base di un fungo giapponese che dovrebbe anche abbassare il colesterolo LDL che, pur in presenza di un buon abbassamento di quello totale, rimane sempre troppo alto. Ti saprò dire se funziona pure per calare di peso, come dovrebbe.

    Mi piace

    • No no, non mollo. Anche oggi a pranzo mezzo primo, verdura scondita e frutta, e stamattina la solita passeggiata (pur se interrotta da una sosta al bar 😉 ).

      Vado avanti e vi faccio sapere! 🙂

      Liked by 1 persona

    • Speriamo bene… sono tornata dalle vacanze e ne temo gli esiti, ma non per colpa mia (racconto lungo, magari un giorno ci torno su 😉 ).

      E tu come stai? Come va con la bimba? Ora faccio un salto sul tuo blog per vedere se ci hai raccontato qualcosa!

      Mi piace

    • Ti capisco…io temo le ferie sia quando iniziano che quando finiscono….😦
      Diana sta bene e cresce in fretta😊
      Io tra lei e il lavoro ho poco tempo da dedicare a me…I bei tempi in cui riuscivo a scrivere e leggere molto sono ormai lontani.. 😊
      Un abbraccio e aspetto il racconto!😊

      Mi piace

    • Sono venuta sul tuo blog, ho letto i tuoi interessanti articoli sulle persone affette da epilessia, ma non racconti niente di Diana!

      Tra le altre cose nonostante la sottoscrizione non ricevevo notifiche, ora l’ho tolta e poi la rimetterò per vedere se la situazione si sblocca, ma raccontaci un po’ della bimba!

      Mi piace

    • Hai ragione…mi sono fermata nei racconti perché in questo periodo ho poco tempo e volevo soffermarmici di più. ..la mia “lotta contro il mondo “per imporre il mio “diritto “alla gravidanza…😊
      Mentre gli articoli sul tema epilessia sono mensili e quindi più a termine😉

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...