Chi siete?

1020 followers, 1020 persone che mi seguono silenziosamente, mentre qui siamo sempre i soliti quattro gatti a parlare, e a me pare sempre di essere in un piccolo salotto di una casa familiare a parlare con quattro amici consolidati e fidati, senza muri con orecchie e invece no, sono in pubblico, più di mille persone mi seguono, e vorrei tanto conoscere queste persone, sapere cos’è che ha suscitato il loro interesse, quale articolo ha fatto loro vibrare una corda, etc. etc. etc.

So che molti leggono un blog come se leggessero un giornale, o forse un romanzo, senza percepire la possibilità d’interagire che invece c’è, e sapeste quanto piacere fa al blogger!

Ora mi rivolgo a questi lurker, potreste farmi un piccolo regalo e, per una volta, magari solo una volta, manifestarvi e dirmi chi siete? Il nick intendo, mica voglio violare la vostra privacy!

Se poi ci aggiungeste una riga, mi diceste perché mi seguite, che cosa avete trovato che ha suscitato il vostro interesse, fareste di me una donna felice!

Un riconoscente grazie a chi raccoglierà l’appello!  ❤

Annunci

31 thoughts on “Chi siete?

  1. Ti dico solo che, appena tornata dalle ferie mi metto a fare pulizie….nel blog intendo, non mi interessano e non mi sono mai interessati i numeri e quindi con chi non ho alcun dialogo o non c’è proprio interesse li cancello….poi se loro vogliono continuare ad essere iscritti facciano pure, questo non si può impedire, ciao ci risentiamo a fine mese 😉

    Liked by 1 persona

    • Io non sono così categorica, non c’è niente di male a leggere e basta, noi abbiamo scelto di scrivere, loro di leggere, solo che dopo che sanno tutto di te, ti viene pure voglia di sapere non ti dico chi siano, perché hanno il giusto diritto al loro anonimato, ma almeno sentirli un po’ più vicini, toccare con mano la loro presenza. Io sono abbonata a tanti blog, e a mia volta ne commento pochi. Molti danno notizie, uno legge la notizia e gli fa pure piacere leggerla, ma non è che si abbia sempre da aggiungere qualcosa, però insomma, a lungo andare l’articolo su cui hai la tua da dire capita, il like per l’articolo apprezzato mi pare un giusto piccolo riconoscimento a chi ha scritto. C’è chi ha scritto che non ama i like, io invece li ritengo carezze, espressioni di apprezzamento: se poi sono like falsi di gente in cerca di seguito, peggio per loro.

      Liked by 1 persona

    • Il problema è che quando sono tanti il tempo purtroppo è poco, una selezione si deve fare per forza ed è logico mantenere quelli con cui almeno c’è un minimo di dialogo non credi?

      Mi piace

    • Sicuro, anch’io mi regolo così. Nella casella di posta mi si accumulano migliaia di notifiche, alla fine quelle dei blog amici piano piano cerco di leggerle, quelle delle persone che non conosco alla fine le cancello in blocco, anche se l’iscrizione al blog significa pur sempre che m’interessa quello che scrivono e che, potendo, seguirei decisamente di più.

      Mi piace

  2. Sì, ci sono sempre. Silenziosamente. Mi piace seguirti per il modo con cui esponi gli argomenti più svariati, dai personali ai politici. Non intervengo perché il mio stile (letterario) è datato come me. Non è da blog. Forse anche per la mia arcaica cultura di cui, nonostante i miei sforzi di aggiornamento, poco o tanto sono imbevuta. Se avessi avuto tempo, eppur son da lunga pezza pensionata, avrei potuto scrivere del mio approccio con patente ed automobile nell’ epoca giurassica fine anni ’50. Ma l’ attimo è fuggito ed io non me ne dolgo. Però ci sono e faccio la … “guerra” con te.

    Liked by 2 people

    • Ma grazie, che piacere queste tue parole! In realtà tu non sei proprio una lurker, qualche volta sei anche intervenuta, però quanto mi fa piacere vedere che ci sei ancora! Se poi volessi raccontarci davvero il tuo approccio con la patente a noi fa sempre piacere, i vecchi post rimangono sempre aperti e anzi, i commenti su quelli sono un’occasione per andarli a rileggere! 🙂

      Mi piace

  3. Il bello di Twitter è che puoi defolloware chi non gradisce ma con WordPress non si può… almeno io non so come fare! Io ho meno della metà di follower qui e faccio le tue stesse considerazioni a volte “pensando ad alta voce”. Il fatto curioso è che, nonostante il mio blog principale sia quasi in stato d’abbandono, la gente continua a iscriversi. Mah, misteri del web.

    Liked by 1 persona

  4. A volte non si riesce a commentare tutto. Ma leggere e mettere un “mi piace”, è un segno per dire “ti ho letta/o” ed ho gradito. Io vi leggo tutti quando posso. Soprattutto la sera. Non salto nessuno, anche quando non mi piace l’argomento. O non è scritto bene. Almeno per me funziona così.
    Infatti, che ricambino o meno (ed il 90% non lo fa), non me ne frega un emerito cazzo. E scusa per la parola “emerito”!! 😂😂😂

    Liked by 4 people

    • Io purtroppo di tempo ne ho poco e oramai ho difficoltà pure a seguire le persone che mi seguono regolarmente e con le quali ho contatti anche extrablog, sia pure solo telefonici, però davvero, se uno segue una volta o l’altra a me verrebbe naturale manifestarmi, sia pure solo con un like o un “sono d’accordo”.

      Grazie comunque per essere qui e buon we! 🙂

      Liked by 1 persona

    • Sephir hai ragione, ma ci son volte che vien da chiedersi come mai ricevi magari 7 / 8 notifiche tutte in una volta su altrettanti articoli. Com’è possibile che tale persona abbia letto tutti in un lasso di tempo così breve? Al massimo può aver letto i titoli 😉

      Liked by 1 persona

    • Ma certo che c’è gente che entra e mette una sequela infinita di like senza leggere nulla. La maggior parte, ho notato, sono di solito “stranieri”, vogliono solo farsi seguire e prendere dei like. (Parlo della mia esperienza). Se entro nello specifico, tra noi, io leggo tutti, quando posso. E lascio il mio like come segno che son passato e che ho letto.

      Mi piace

    • Magari prima li legge tutti poi ripassa per i like… scherzo, so benissimo che certa gente lascia i like solo per attirare lettori, senza un minimo di partecipazione vera all’articolo letto (o non letto…), ma credo comunque che sia una strategia che non paga.

      Mi piace

  5. Toc toc … Davvero per caso strano, che entrato stanotte.
    Esattamente un anno da oggi che manco. Io sono ancora a Budapest 😦 ….
    Vivo fra il alti e bassi. E molto dura accettare che la mia mamma, la mia roccia non c’è più
    Ma non potevo mancare per lasciarti un salutino.
    Spero la prossima volta ormai da Italia
    So che non sarà facile il ritorno fra i “vivi” … E spero che il “scrivere” mi aiuterà, come lo e sempre fatta.
    Buon dì tutto cara Dieme e amiche….<3

    Liked by 2 people

  6. Ho ricominciato a scrivere da poco sul mio blog, sono una naufraga della vecchia piattaforma splinder e quando ha chiuso i battenti mi sono trasferita qui, dei vecchi Blogger ne seguo pochi e tornando a curiosare da queste parti ho trovato te, mi sono fermata a leggerti e ho deciso di seguirti

    Liked by 1 persona

  7. Sapessi quante volte mi è venuto in mente di scrivere un post così… infatti gira che ti rigira son sempre le stesse persone quelle che poi interagiscono. Brava! Hai fatto bene! Vediamo in quanti si presenteranno all’appello! Buon Sabato

    Liked by 1 persona

    • Io non è che controlli, anche perché se controllassi li vedrei chi sono i follower, potrei andare sui loro blog, tempo permettendo, ma rimarrebbe sempre la curiosità di capire che cosa li attira di questo blog, e soprattutto se lo seguono davvero o l’abbonamento è stato un clic casuale.

      Liked by 1 persona

  8. problema comune, alla fine non ci si fa più caso. Comunque io ogni tanto li cancello, così, senza un vero motivo, ma dopo 5 anni di assoluto silenzio, i liked non li considero, almeno non vado a intasare più la loro pagina lettore coi miei (inutili) post.

    Liked by 1 persona

    • Beh, quella dovrebbe essere una loro scelta, se scelgono di avere i tuoi post nel lettore si vede che fa loro piacere. Secondo me interagire per un lettore non è un dovere, non tutti hanno qualcosa da dire, o vogliono dirla, e il “patto” tra blogger e lettore è che il blogger scrive e il lettore legge, anche perché per scrivere un commento un minimo di concentrazione ci vuole, e non si è sempre in condizioni. A me i like fanno piacere, sono un silenzioso segno di presenza, un comunicare che una persona c’è, che ti ha letto, che ti apprezza.

      Mi piace

  9. Eccomi! Ti seguo da poco, così come ho cominciato da poco a scrivere un blog. È un momento molto doloroso della mia vita e mi arricchisce molto leggere cose poetiche semplici e dirette come quelle che scrivi tu, che parlano di sentimenti legati al quotidiano, ai problemi della vita reale e alle difficoltà nelle relazioni. Grazie!!

    Liked by 1 persona

    • Grazie a te, cara Carla. Come hai visto ho sottoscritto l’abbonamento al tuo di blog e sto iniziando a leggerti, credo di aver capito a quale momento doloroso ti rifersci, io ne ho passati così tanti da avere il cuore atrofizzato (e anche su quell’argomento ne troverai tanti di post in questo blog!).

      Riguardo a quello che scrivo va un po’ a periodi, a volte si scrive di grandi ideali, a volte di quotidianità: certo che l’essere parzialmente uscita dall’anonimato un po’ mi blocca, trasforma le testimonianza di vita in spiattellamento dei fatti propri (e, indirettamente, di chi ci sta accanto) e, anche se uno non ha niente da nascondere, un minimo di cautela e di protezione della privacy propria e dei propri cari è d’obbligo. Peccato, perché poter parlare col cuore in mano era divertente, e anche decisamente terapeutico!

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...