La strada è luuuuuuuunga: secondo check

Cari amici,

per dirla col linguaggio dei tossici, da due mesi sono “pulita”, la mia testa è diventata davvero quella di un normopeso e filo dritta, ma, ahimé, i risultati non si vedono.

Probabilmente l’alimentazione è corretta, ma per rimanere stabile, è quella che andrà bene a regime, ma non in questa fase: però, ancora ahimé, non credo al momento di poter fare di più.

L’unica piccola regola ulteriore che ho potuto introdurre è stata l’eliminazione dell’acqua gassata, e chiaramente con la bella stagione se ho qualche minuto a disposizione rinuncio all’autobus e mi muovo a piedi ma – e ci scappa il terzo ahimé – evidentemente non basta.

La strada lenta poteva pure starmi bene, ma qui stiamo a un blocco totale del traffico, e ora la sfida è non avvilirsi e non perdere la speranza.

Continuare a ragionare e vivere da normopeso.

Continuare a non cercare la risposta nel frigo (e affini).

Cercare di introdurre cinque minuti al giorno di ginnastica a casa.

Stop.

Appuntamento tra un mese, al prossimo check!

Annunci

42 thoughts on “La strada è luuuuuuuunga: secondo check

  1. 🙂 i periodi di “stop” ci sono sempre..il nostro corpo deve abituarsi 🙂 goditi anche le pause, forse è un segnale del tuo corpo che ti dice che devi fermarti e ricaricarti 🙂

    Mi piace

    • Poco più di tre chili in due mesi sono davvero pochi, non era ancora il momento di fermarsi! Sto pensando di non pesarmi più, oppure farlo solo una volta alla settimana, o addirittura una volta al mese in occasione del check con voi. Intanto sto imparando ad organizzarmi, e ora sono definitivamente passata all’acqua liscia, vedremo un po’ come andrà. Grazie del sostegno! 🙂

      Mi piace

    • Scusa la mia ignoranza, perché stop all’acqua gassata?
      Mi interessa perché anch’io da un mese sto cercando di stare a dieta (invano!), compilare un diario alimentare quotidiano, fare tutti i giorni piccoli esercizi a casa dettati da un’app molto carina, ma….niente! Son disperata.

      Mi piace

    • guarda te lo dico da una che ci è passata, tante volte mi incavolavo di brutto perche non scendeva la bilancia e io facevo il massimo x far spostare quel numero..ho fatto un lavoro grande che va al di la della perdita di peso, ho imparato a non essere cosi rigida con me, a vivere serenamente e senza frustrazione i periodi “bassi” e a fare pace con il mio traguardo, cioe la perdita di peso..è un lavoro lento questo è sicuro pero ho scoperto un’altra persona, piu serena e piu libera..ti auguro di cuore di raggiungere assieme al tuo traguardo anche queste consapevolezze 🙂

      Mi piace

    • Ci sto provando… in effetti la strada è quella! Bevo per dimenticare (che ho fame), ma se invece dell’acqua bevessi qualche alcolico (come suggerito dal buon Pj 😉 ) forse dimenticherei meglio 😆

      Liked by 1 persona

  2. Non demordere! Il passo più importante l’hai già fatto nel momento in cui hai preso la decisione di volerti più bene, quindi datti tempo. Il tuo corpo deve abituarsi al tuo nuovo modo di essere, la stagione calda farà il resto… a patto di non fare troppe trasgressioni. 😉

    Mi piace

    • Il fatto è che a strada è davvero lunga, e al momento stiamo davvero al ritmo, facendo la media, di 50 gr al giorno! Considera che mangio sì normalmente, ma ogni tanto pranzo con solo due mele, vado a letto solo con un’insalata… e insomma, qualcosa di più me l’aspettavo!

      Liked by 1 persona

    • Forse il problema è proprio quello! Potresti provare a fare 5-6 mini pasti giornalieri. Comincia con una colazione sobria (basta un thè non troppo dolce con 2 fette biscottate – magari integrali) e arricchisci la giornata con quei 2-3 mini pasti spezza languore (bastano un paio di biscottini o un frutto) così darai modo al tuo pancino di lavorare e aggredire i grassi. Non è digiunando che si ottengono i risultati, ma lasciando che il corpo faccia il suo lavoro, senza però affaticarsi con pietanze luculliane. Provare non costa nulla, poi mi dirai, sempre se ne avrai voglia 😉
      Buona giornata.
      Fabio
      P.s.- non sono un dietologo o nutrizionista, sono soltanto un operatore del benessere che ha provato quel sistema sulla sua pelle, e direi con ottimi risultati. Ovviamente si tratta di un consiglio da prendere con le pinze, e dato che non tutti siamo uguali, tu devi cercare di trovare il metodo migliore per il tuo fabbisogno e la tua salute.

      Mi piace

    • Io già mi regolo così, colazione, pranzo e cena più due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio. I pasti non sono leggerissimi, il mio scopo è proprio trovare un regime alimentare da tenere a vita, non fare una dieta, e in effetti questo per la vita va bene, perché non ingrasso, ma non mi aiuta a perdere il peso accumulato!

      Speriamo di dimagrire quest’estate, occasioni per camminare dovrebbero esserci. Il mio problema è anche che mangio tanti precotti, ma tutto non si può avere!

      Liked by 1 persona

  3. E’ tempo che ho capito che in frigo non ci sono risposte a niente. E così il mio frigo ora è vuoto. La birreria dietro l’angolo sotto casa, invece, ho scoperto recentemente è veramente un pozzo di risposte. 🙂 Alcune sono pure fritte.

    Liked by 1 persona

  4. Il fisico inizialmente reagisce ad un cambio di regime alimentare calando in modo eccessivo. Segue un periodo di adattamento in cui non si perde peso, perché il corpo si sta abituando a mantenere l’eccessiva perdita precedente. Seguirà un nuovo calo ma molto più lento, sono quei kg che non riprenderai più in seguito! Se così non fosse, i chili persi fino ad ora li riprenderesti immediatamente al primo cenno di modifica al regime alimentare. Resisti, e verrai premiata!

    Mi piace

    • Il fatto che io il calo repentino non l’ho avuto. O meglio, tre chili in tre giorni, e quelli sono rimasti, a parte una giornata di grazia in cui la bilancia m’ha preso in giro segnando assolutamente in maniera transitoria un ulteriore chilo e mezzo di calo. Ma tanto indietro non ci torno, anche perché tornare indietro significa ricominciare a fare lo yoyo e peggiorare la situazione. Oramai si mangia sano, da essere umano, ora e per sempre!

      Mi piace

    • Crudele che sei… anzi no, in fondo ci hai solo pensato, mica te lo sei pappato alla facciaccia mia. Diciamo che pure io posso tranquillamente pensare ai tiramisù e alle sbriciolate, nonché ai fritti di tutti i tipi 😉

      Mi piace

    • Io personalmente quando mi sono messa VERAMENTE con la testa orientata a perdere peso, l’ho perso tutto, il problema successivamente è stato sempre la perdita di motivazione, e frequento da tempo immemore una persona con problemi di peso che le ha provate tutte, risolvendosi a sottoporsi alla chirurgia bariatrica.

      Io credo, riferendomi alla mia esperienza e a quella di questa mia amica, che i grandi nemici della perdita di peso siano due: la perdita di motivazione e i sabotatori, e su questi due devi agire. Io credo che mettere a fuoco il perché mangiamo più del dovuto, cosa provoca la fame, sia il primo passo per affrontare il primo problema (anche se non necessariamente per risolverlo). Per esempio a me è l’ira che scatena l’appetito, io sono di fatto un’iraconda, e il cibo serve a sopprimere l’istinto omicida: per me trovare un nuovo modo di affrontare cose e persone è prioritario, è più importante mettere i paletti e, all’occorrenza, imparare a sdrammatizzare che costringersi a mesi di petto di pollo ai ferri e verdura bollita. In secondo luogo bisogna essere fermissimi contro quelli che, pur giudicandoti per il tuo peso e insistendo che devi dimagrire “per il tuo bene”; “per la salute”, sono i primi a offrirti cibo ipercalorico e a insistere perché “un pezzetto che vuoi che ti faccia?” “Proprio oggi devi stare a dieta” “per una volta”, etc. etc. (oppure ti mettono in condizioni che proprio non c’è altro).

      Io credo che dovresti esaminare onestamente il motivo dei fallimenti delle varie prove non andate a buon fine, e agire su quelle cause. Io il peso l’ho preso per mobbing lavorativo e oggi, probabilmente, col senno del poi, reagirei a furia di carte bollate, incurante di perdere il poso, perché non bisogna mai offrire il fianco a chi ci vuole fare del male!

      Mi piace

    • Bravissima, hai centrato la situazione… Io sono convinta che se mi offrissero un po’ più di stabilità nella vita riuscirei a buttare giù questi 15 kg probabilmente accumulati per noia e depressione nei confronti della situazione generale della mia esistenza! Grazie dei consigli ❣️

      Mi piace

    • Il problema è che la stabilità te la devi prenderla, ti devi mettere al centro del mondo e pensare a te stessa, perché se aspetti che lo facciano gli altri la china te la discendi tutta e no, noi no, noi no!

      Liked by 1 persona

    • Io quando vivevo a Roma mettevo peso regolarmente ogni mese, senza fare niente nello specifico per provocare questo aumento. Anzi, facevo quello che potevo per invertire la tendenza: camminare invece di prendere l’autobus, mangiare bene, evitare gli alcolici e i dolci, andare in palestra quando riuscivo a uscire dal lavoro a orari accettabili… ma niente.
      Poi sono venuta in Svezia. All’inizio ero preoccupata perché quando mi sono trasferita non avevo un lavoro e temevo che l’assenza di movimento avrebbe peggiorato la situazione, inoltre qui i cibi sono tendenzialmente più grassi e tutto viene dolcificato se possibile, anche l’acqua! Non mi sono pesata per circa 10 mesi perché non avevo la bilancia e visto che tutto era già molto difficile non volevo che scoprire che ero ingrassata ancora, non ero mentalmente in grado di accettarlo. Ma non ero preoccupata perché i vestiti ancora mi stavano, anzi nella mia testa mi sembravano stare addirittura meglio.
      Nel frattempo ho trovato lavoro e ho cominciato a mangiare fuori a (quasi) tutti i pranzi… ahiahiahiii…
      A natale (il periodo peggiore!!) il mio compagno compra una bilancia. Mi peso. Scopro che ho perso quasi 10 kg da quando siamo partiti da Roma. Nessuno se ne accorge (nemmeno io!?) immagino perché li ho persi molto lentamente e in maniera perfettamente distribuita. E questo perché, esattamente come a Roma, non facevo niente nello specifico per perdere peso, se non piccoli accorgimenti.
      La differenza tra qui e lì? Qui ho un lavoro stabile, vivo in una città a misura d’uomo dove si viene incentivati a muoversi a piedi e a fare attività all’aria aperta e soprattutto la mia vita è sufficientemente piena da non lasciarmi, come unico tipo di svago, la cena fuori con gli amici. Finalmente ho il tempo i soldi e la serenità per fare tante tante altre cose. Un caso? Io non credo.

      Mi piace

    • Io pure ogni volta che sono stata tranquilla sono dimagrita naturalmente, e a volte sono stata in vacanza a pensione completa con scorpacciate indegne a colazione pranzo e cena e non ho preso un grammo, solo che la tranquillità non si compra al supermercato.

      Ieri per esempio una lite con mia figlia di quelle furibonde, ci siamo sentite male entrambe, e io stamane ero gonfia come un pallone.

      A tutto questo aggiungiamo tutto quello che hai detto tu, Roma non è a misura d’uuomo, non si è incentivati ad attività all’aria aperta etc. etc. etc.

      Io continuo a sperare e a mangiare in modo forse ancora non ottimale, ma decisamente diverso da prima!

      Mi piace

  5. Abbi fiducia e vedrai che i chili persi non li riprenderai più. I tuoi risultati saranno duraturi nel tempo. Continua così ma cerca di pensare di più a tutto il resto e meno alla bilancia. Vedrai che andrà bene! Laura

    Mi piace

    • E’ così che si fa, prima la verdurina, magari una bella insalata, poi i tortellini al ragù, un po’ di lasagna, la coda alla vaccinara, un contorno di patate al forno, dolce, caffè e ammazzacaffè! 😆

      Mi piace

    • Mi sa che hai ragione, ma sai che io per due volte ho provato a fare i test per le intolleranze e non me le hanno fatto? Continuavano a farmi quelle a polvere e pollini (so benissimo di essere allergica alla polvere!!!), e alla fine mi sono stancata di farmi scarnicchiare: comunque mi sa che se eliminassi il latte non farei un soldo di danno 🙄

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...