Correggere

Quando vedo un errore madornale sui post altrui, l’istinto sarebbe di avvisare l’autore, ma mi chiedo come la prenderebbe, tanti sono “ipersensibili” e sicuramente se ne avrebbero a male; non so davvero come comportarmi, a non avvisarli mi sembra di far loro un torto lasciando il loro errore esposto, ma l’esperienza mi invita alla prudenza.

Quando però gli errori li vedo nei miei, magari a distanza di mesi e anni, inorridisco, e vorrei tanto che qualcuno m’avesse avvisato, per eliminare la vergogna as soon as possible ed evitare (avere evitato!) una lunga esposizione al pubblico ludibrio.

Tutto questo per dirvi che, se mi avvisate dei vari refusi, errori di digitazione, notizie imprecise e cantonate varie, ve ne sono grata, che faccio parte della categoria che lo apprezza: non perché sia una sapiente, piuttosto perfezionista, per quanto possibile, e pure con un tocco di amor proprio che magari non guasta.

Advertisements

45 thoughts on “Correggere

  1. Mai correggere un ignorante !
    Perchè, se lo facessimo … poi, visto il numero illimitato di ignoranti, non avremmo più il tempo di correggere noi ! 😀

    Mi piace

    • Però è sempre imbarazzante… ripeto, a meno che qualcuno non te l’abbia chiesto esplicitamente e tu non abbia modo di scriverlo magari in privato, diventa sempre un problema trovare il modo per dirlo, dopo aver deciso se dirlo…

      Mi piace

  2. Io in genere non riesco a trattenermi… anche in una conversazione, a fronte di un congiuntivo sbagliato, mi viene spontaneo correggere all’istante. Sono una nevrotica dei congiuntivi! Ma tranquilla, tu non ne sbagli mai… non ti leggerei 🙂

    Mi piace

    • Sbaglio, sbaglio, scrivo troppo di corsa, coi pensieri che mi si accavallano e le dita pure, ma soprattutto le acca, di cui tra l’altro conosco benissimo l’uso senza dubbi di sorta, quando si scrive velocemente è prova provata che vanno dove vogliono!

      Mi piace

    • Io, quando mi fanno notare che ho pubblicato un bufala (che non do mai però come notizia certa, io per principio e profonda convinzione non do come certe neanche le notizie dei siti cosiddetti affidabili) mi sbrigo a rimuoverla ed eventualmente ringrazio, però di gente che mi ha aggredito o addirittura schifato per averla corretta ce n’è quanta ne vuoi. Certo, dipende pure come uno corregge l’altro. Pare che uno dei modi più diplomatici sia riutilizzare il termine però nella forma corretta, ma non sempre chi legge/ascolta capisce l’antifona. Anche per il fatto delle bufale, c’è modo e modo per avvisare l’altro che ha condiviso una notizia già sbugiardata, perché è chiaro che se vai col tono saccente a dire che l’autore non pubblica altro che boiate non si può neanche pretendere che l’altro la prenda bene!

      Liked by 1 persona

  3. Sono d’accordo. Però lo sai, ho letto che gli ingegneri della Apple fanno errori grammaticali voluti nei loro Report per poterli identificare immediatamente se scopiazzati… 😁 Non sono una perfezionista, e nemmeno una presuntuosa. Se trovi errori anche da me ti prego di farmeli notare!!!

    Mi piace

    • Io lo faccio con gli indirizzi… ogni volta che comunico il mio indirizzo cambio un particolare, così individuo subito il bastardo – o l’organizzazione bastarda – che spamma i miei dati. E comunque, quelli della Apple con me cascherebbero male, perché io mica copincollo a occhi chiusi! 😆

      Liked by 1 persona

  4. Una svista può capitare, perchè prendersela se chi ci legge ce lo fà notare? Ben vengano quelli che lo fanno, io son d’accordo con te, anche perchè, si accorge dell’errore chi legge davvero, e con attenzione quello che hai scritto! 😉

    Liked by 1 persona

  5. Ehi.. io credo invece che questo “passarci sopra” faccia parte di un buon allenamento alla tolleranza, degli altrui e – in rapporto – dei propri limiti, difetti, errori.. serve a farci abbassare un po’ le ali, quando ci dimentichiamo di essere umani, di non essere migliori degli altri. O almeno è quello che succede a me ogni volta che devo perdonarmi digitazioni errate o a singhiozzo sulla tastiera. Me ne vergogno perchè sembra che sia un’incapace, ma poi mi rendo conto di tutte le volte in cui, nonostante questo, vengo accettata per come sono. E allora sorrido. 🙂 E capisco di dover fare altrettanto. 🙂

    Mi piace

    • Io invece vorrei avere un correttore di bozze che vigili su di me, mi scoccia proprio tanto pubblicare strafalcioni, ma evidentemente non tanto da indurmi a rileggere quello che scrivo, è più forte di me, le mani corrono sulla tastiera come ossesse, ho il sacro fuoco che si placa solo quando clicco su invio, e il 99% delle volte non rileggo neanche dopo… praticamente condannata all’ignominia!

      Liked by 1 persona

  6. Non correggo mai nessuno perché per me l’importanza è il valore di quello che si scrive…..e qui si scrive sempre di fretta, nei pochi momenti liberi, ed è normale che si facciano errori…..la cosa non mi scandalizza perché non gli do alcun peso.

    Mi piace

    • Forse non è chiaro lo spirito: io pure do importanza a quello che uno scrive e capisco che l’errore sia dovuto alla fretta, per me non c’è problema, il fatto è che non tutti lo capiscono e il poveretto (o la poveretta) magari fa una figura barbina con persone poco abituate a scrivere che non sanno quanto sia facile il refuso (e l’acca eccedente o mancante!) soprattutto quando si scrive di fretta: io lo direi per sua tutela, non per fare la maestrina con la penna rossa, ci mancherebbe!

      Mi piace

  7. forse dipende anche da chi ti corregge. se uno che non ha mai commentato prima se ne esce con “ehi hai messo troppe virgole!”, mi viene da mandarlo a quel paese. se lo fa uno che commenta spesso, con cui si è instaurato un minimo legame, beh è diverso. in quel caso anzi, mi offenderei se non mi venisse detto, perché la vedrei come un tenere al mio miglioramento, in qualche modo.

    Mi piace

    • Io sono piena di gratitudine per chi mi corregge e m’impedisce di lasciare lo strafalcione in bella vista.

      Non si tratta neanche di avere umiltà, l’errore di digitazione è umano, e anche di scrittura a mano: i testi anche di ottimi scrittori sono corretti e ricorretti da correttori di bozze, e le case editrice serie fanno almeno tre giri di correzioni da correttori diverso (perché lo stesso alla fine gli errori non li vede più, come non li vede lo scrittore stesso, che conosce a memoria il suo testo e lo scorre velocemente praticamente ripassandoselo soprattutto nella memoria).

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...