Il peso e i consigli dei grandi saggi

Oggi sull’autobus c’era una che, giuro, l’avrei sbattuta al muro. Mai vista e conosciuta, né era nata una conversazione a fronte di qualcosa, mi ha attaccato una tirata di consigli moooolto illuminanti (ironico ovviamente) su come dimagrire.

Perché vedete, dimagrire è facile: tutti i grandi obesi, quelli che da una vita tentano di normalizzare la propria situazione e che alla fine sono andati magari pure sotto i ferri del chirurgo a rischiare la vita e a procurarsi una menomazione pur di dimagrire, hanno avuto la sfortuna di non incontrare lei, che li avrebbe illuminati sulla semplicità del ritrovare il peso forma. La ricetta è facilissima, basta mangiare di meno e muoversi di più, e per fare questo basta un po’ di volontà (il basta un po’ di volontà detto con un grande, grande saggio sorriso).

Già a questo punto uno l’avrebbe azzannata (aggiungendo, con un altrettanto grande sorriso, che evitare di essere azzanati è facilissimo, basta farsi un pacchetto di affari propri, e che con un po’ di buona volontà riuscirci è facile!).

Mi è tornata in mente una mia ex amica (di cui ho avuto modo di parlarvi più volte in queste pagine) che, nel momento del grande stress, in cui il mio fisico iniziò a lievitare senza controllo, di fronte al mio sfogo sulla situazione mi rispose: “E infatti te lo volevo dire che ti eri ingrassata tanto ma non sapevo come fare!”: perché sapete, ovviamente una persona che passa in tre o quattro mesi da 60 a 90 chili NON SE NE ACCORGE, come mai potrebbe!

Seguono gli altri consigli di questi grandi saggi che “lo dicono per il tuo bene” a cui volevo sottolineare qualche concetto:

  1. Una persona grossa LO SA DI ESSERE GROSSA, non c’è alcun bisogno che qualcuno glielo faccia notare.
  2. La persona grossa SA CHE E’ ANCHE UNA QUESTIONE DI SALUTE, non ha bisogno del grillo parlante che le dica “Non è solo per l’estetica, è per la salute!” (sempre con l’aria saggissima di chi conosce la vita). La persona grassa sa dei dolori alla schiena, dello stress delle articolazioni, dell’affaticamento cardiaco e respiratorio molto ma molto più di questi grandi scopritori dell’acqua calda.
  3. La persona grossa SA CHE IL FINOCCHIO CRUDO INGRASSA MENO DEL MARITOZZO CON LA PANNA E DELLA CARBONARA, non ha nessun bisogno di consigli di come pranzare con due carote e, per ultimo, di “andare da un buon nutrizionista” (sempre ammesso che esistano, e che siano così diffusi come pretendono di essere).

Vorrei dire, a queste persone, che invece di elargire buoni consigli elargissero porzioni di verdura già pulita e cucinata. Che poi, ‘sti deficienti, sono gli stessi che quando stai fuori con loro insistono che tu la dieta la interrompa “per una volta”, assaggiando “solo un pezzetto che vuoi che ti faccia”.

Inoltre, insieme all’indirizzo del nutrizionista, ti diano pure quello del cuoco che ti prepari i pasti prescritti (che non ho conosciuto un solo nutrizionista capace di dare una dieta compatibile con la vita che uno conduce), e ovviamente s’informino sul conto corrente su cui LORO effettueranno il bonifico per saldarne i servigi.

Insomma, volete aiutare una persona in carne? Invitatela a fare una passeggiata, preparate un pranzo light quando l’invitate a pranzo, fornite il vostro ascolto affinché uno, quando è sottoterra, si attacchi al telefono piuttosto che aprire il frigo, e così via, perché, cari saggi, il problema delle persone in ciccia non è che mangiano molto, ma il perché mangiano molto, non è che si muovono poco, ma il perché si muovono poco, non è che cercano la soluzione nel frigo, ma il perché cercano la soluzione nel frigo (intendendo, per frigo, dispensa, ristorante, fast food e qualunque altro luogo fornitore di alimenti).

Se non siete in grado di dare questo aiuto, TACETE che è meglio!

Annunci

36 thoughts on “Il peso e i consigli dei grandi saggi

  1. Sante parole. Mi sentirei di aggiungere che un rispettoso silenzio andrebbe bene anche quando la persona ingrassata si mette a dieta, la rispetta e non dimagrisce. Perché tra incazzatura, tempo perso e frustrazione nel non vedere risultati, una ne ha già a sufficienza e commentare “guarda, con questa sono dimagriti tutti” non aiuta.

    Liked by 1 persona

    • Carissima, la battaglia contro la stupidità umana è una battaglia persa, cui io ho rinunciato da tempo, il fatto è che neanche di rinunciare ti permettono!

      Mi piace

    • Non si tratta solo di capire le cause dei disturbi alimentari, la “exputatio sententiarum” è una malattia che affligge grossa parte dell’umanità e si estende a tutti i campi: queste sono persone che, per come le percepisco io, non essendo in grado di vivere la la propria vita si danno un gran da fare per dirigere (insomma, “je piacerebbe”!) quella degli altri.

      Mi ricordo che ci scherzavo con una mia amica che, con enormi sacrifici, era riuscita a comprarsi un monolocale – da ristrutturare – in una zona molto popolare e lontanissima dai suoi genitori e, quando ebbe un figlio e iniziarono le difficoltà logistiche, aveva uno stuolo di persone a giudicarla perché non ci aveva pensato prima a comprare una casa più grande (sposina, avrebbe dovuto prevedere che avrebbe avuto bambini!) e più vicina alla madre (coi bambini, doveva immaginarlo che l’aiuto della mamma le sarebbe stato necessario!): ecco, io non le reggo queste zecche, sono veramente una calamità che una persona già impegnata a risolvere i propri problemi non si dovrebbe trovare costretta ad affrontare.

      Mi piace

    • in questi casi forse l’unica cosa che si può fare è far notare la mancanza di tatto. Magari questo li porterebbe a riflettere e a evitare simili commenti o giudizi solo per occupare il tempo

      Mi piace

    • Io penso che tutti ci abbiamo provato a far riflettere gli sputasentenze, ma non è facile. Se la persona è una persona intelligente, semplicemente al di fuori delle dinamiche, sicuramente capirà, ma se è una di quelle tanto zen, risponderà semplicemente che lo dice per il tuo bene, e non mollerà la presa.

      Liked by 1 persona

  2. WOW. Che post furibondo. Ma hai ragione. Quello che fa male è l’arroganza di certi saputelli (barra e) che non hanno la minima idea cosa sopportano i sovrappeso nella loro (nostra) lotta contro il male (fat). Ma toglimi una curiosità D. Se ben ricordo qualche tempo fa eri passatta al vegetarismo (bleah). Nemmeno cosi si riesce a staccarsi dal grasso che ci circonda? Ahimeeee…. non c’è più speranza (x me).
    P.S. E daiiii. che ci vuole per dimagrire? Basta mangiare meno ed un po più di movimento. 😀

    Liked by 1 persona

    • Eh, su questa cosa ho un nervo scoperto, io sono una calamìta per consigli idioti, devo proprio dare l’impressione di non saper campare!

      Sapessi per la casa – che è il mio cruccio – quanti consigli mi danno, da farmi passare per sempre la voglia di sfogarmi con chicchessia: tanto, che parlo a fare?

      Liked by 1 persona

  3. Ma se tu, invece di dare ascolto a tutte ‘ste str… e minch… adottassi la soluzione più naturale del mondo?
    Tanta, tanta, ma tanta ATTIVITA’ SESSUALE.
    Come disse il saggio: de sopra, de sotto, de fianco, de retro…
    E alla fine ‘na bbella carbonara, che te recuperi sì e no il 10% delle energie spese! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    Liked by 1 persona

  4. Io ce l’avrei mandata in diretta! Ma chi gli ha chiesto consigli????? E poi dai, non è solo un modo di dire, ma guardale bene quei stecchini che mangiano sempre scondito, che sono a dieta da quando sono nate e che non fanno che rimirarsi allo specchio e andare in crisi per un chilo in più…..sono sempre arrabbiate, immusonite e sclerotiche! Uno deve stare bene con se stesso ed essere in salute questo è l’importante, poi il resto è relativo 😉

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...