Una donna inchiavabile

agnese-landini-firenze-400

Che a una persona piaccia avere un partner gradevole a fianco ci può stare, ma certe definizioni che danno gli uomini di donne che non rispondono ai loro canoni di bellezza sono veramente riprovevoli.

A parte il fatto che ho sempre pensato che tanti uomini non abbiano lo specchio, tante sono le pretese che hanno riguardo alla partner desiderata rispetto a quello che loro sono (e, soprattutto, che NON sono) e tanto sono caustici i loro giudizi relativamente a donne che siano qualcosa meno che modelle, c’è proprio una volgarità di fondo nel modo in cui si pongono, che rende loro infrequentabili e impresentabili piuttosto che la donna non bella.

Perché poi dichiarano addirittura che si vergognerebbero a farsi vedere in giro con una donna cosiddetta brutta, fosse pure solo una collega o una vicina di casa, e questa la ritengo una loro personale vergogna, superiore a qualsiasi bruttezza fisica.

Queste riflessioni, che mi è capitato spesso di fare, mi sono tornate in mente qualche tempo fa, quando su fb si discuteva delle donne meno magre, e c’era la foto di una ragazza che, tra le altre cose, al massimo poteva indossare una taglia 46 ed era anche piuttosto carina.

A un certo punto uno, a me sconosciuto (ero sulla bacheca di terzi), ma del quale sarei proprio curiosa di conoscere l’aspetto, commenta qualcosa – non ricordo le parole esatte – che suonava più o meno così: “Non fate gli ipocriti, voi una così avreste lo stomaco di scoparvela?”.

Vi giuro mi è ribollito il sangue, avrei voluto averlo tra le mani per almeno sputargli addosso, e gli auguro di tutto cuore una vita di solitudine, dopo essere stato schifato da ogni donna, anche dall’ultima delle cozze, e che non gli resti altro che dedicarsi al fai da te.

Ma torniamo ad Agnese Renzi, che tra le altre cose mi è simpatica assai, e di cui ho scelto una delle foto più graziose, in cui esprime, secondo me, tanta dolcezza.

Giorni fa, dopo l’elezione di Trump, una persona la paragonava alla first lady americana, intendendo come siamo ridotti male rispetto agli USA.

Non conosco la signora Trump e non voglio cadere nella trappola opposta di dare giudizi negativi solo a causa del suo aspetto innaturale e plasticato, ma io mi tengo stretta la mia Agnese. La ritengo una persona garbata, che interpreta degnamente il suo ruolo di rappresentanza accanto al marito. L’abbiamo vista sobriamente elegante, discreta e dignitosa, e secondo me il suo dovere lo fa tutto.

Ci vogliamo fare due risate per la sua presunta somiglianza con Luxuria? Facciamocele pure, ma che la cosa si fermi lì, che ci sia un limite tra una sana goliardia e una volgarità concettuale e d’animo.

Io fossi un uomo “normale” (intendo non un miliardario eccentrico cui serva una bambola di rappresentanza), vorrei al fianco mille volte una persona come donna Agnese piuttosto che un’insipidissima bellona.

Annunci

46 thoughts on “Una donna inchiavabile

  1. Hai ragione, io da casa ho eliminato tutti gli specchi e devo dire che da allora mi sento un po’ più libero di esprimere il mio io goliardico. 😀
    Ma, a dire il vero, per la maggior parte delle donne il problema non sta quasi mai nella forma estetica …

    Mi piace

    • Pensati! Ho risposto al commento elencando tutta una serie di cose e wordpress mi ha risposto con un errore “Il commento ha superato la lunghezza massima consentita. Prego riscrivere il commento in forma abbreviata.” 😀

      Mi piace

    • 🙂 Carissima La il@, a mio avviso, hai un po’ ragione e un po’ no. Siamo, donne e uomini, un po’ tutti affetti profondamente da pippe mentali. A volte soffriamo per la goliardia, a volte soffriamo per la schiettezza, a volte persino perché siamo troppo desiderati o troppo poco o troppo niente. Il trucco subdolo è che non c’è persona perfetta, che sia veramente tranquilla di esserlo, e sappia anche accettare completamente quello che riceve. E, fortunatamente, anche chi magari non ha nella bellezza il suo punto di forza, riesce comunque a dare un senso alla propria vita.
      E, sempre a mio parere, funziona tutto così indipendentemente dal genere a cui apparteniamo. E questo è un vero peccato perché le donne avrebbero molte marce in più. 🙂

      Mi piace

  2. Mi sa che da un po di tempo PJ stia facendo il furbetto…..dice ma non dice e ogni scusa è buona 😛
    A parte gli scherzi, ed ognuno ha il pensiero al riguardo…..ma vogliamo anche considerare che la signora in questione si deve sorbire tutto il giorno il pallone gonfiato del marito ????? A parte questo ognuno è com’è, non si può essere tutte strafighe o avere i soldi di Trump, quindi è assolutamente inutile fare paragoni, qualcuno direbbe “quello che conta è la sostanza, bisogna essere belli dentro” ma sappiamo benissimo tutti che è pura utopia e la realtà è un’altra, quindi cerchiamo di accettarci come siamo e a chi non andiamo bene, tanti saluti! 😛

    Liked by 1 persona

    • Ah, lui è così, che poi pure stavolta me l’ero bevuta che wordpress gli si era mangiato il commento, meno male che ho realizzato che stava scherzando prima di scrivere qualcosa, altrimenti altro che monopattino!

      Per quanto riguarda un prtner, è chiaro che ti deve pure attirare e che la bellezza interiore non basta, ma qui non si parlava neanche di rapporto sentimentale: uno ha scritto “Con una come quella non vorrei essere visto manco al cesso!”. Praticamente, un lord.

      Liked by 1 persona

    • Cara Silvia, notoriamente io sono scambiato più per un cherubino che per un furbetto. Tuttavia il dire e non dire lascia lo spazio al completamento autonomo dei lettori e non c’è nulla di meglio del lasciare ad ogni persona la libertà di pensare come riempire i vuoti. 🙂

      Mi piace

  3. Ciao Dm, sicuramente i gusti non si discutono. Sicuramente un uomo nella propria testa può pensare e giudicare come crede, tuttavia SICURAMENTE, un uomo non dovrebbe mai dire lasciarsi andare a commenti negativi riguardo la fisicità delle donne. Sicuramente chi fa questo ha qualche serio problemino di auto-accettazione. A questi uomini-gnè-gnè-bambini chiedo semplicemente di mettersi per un nano-secondo nei panni della Sig. Agnese. Ciao Carissima, buon weekend 🙂

    Mi piace

    • Niko, chiaramente se una persona è brutta, è brutta, è inutile che ci giriamo intorno, ma commenti davvero pesanti, come il “culona inchiavabile” di berlusconiana memoria o altre chicche del genere, davvero non fanno onore a chi le dice e a chi le pensa.

      Anche perché la Merkel il culo lo fa a noi, mentre certe che ha bazzicato lui, una volta che lui le ha mollate, forse giusto sulla Salaria potrebbero mettere in atto i propri talenti.

      Liked by 1 persona

    • Al di là di questo, essere brutti, oggettivamente o soggettivamente brutti, non è una colpa e non deve rappresentare motivo di derisione. Mi ricordo una volta che lessi, e da allora feci mio questo consiglio, “Chi corteggia si espone, e non va umiliato, fosse pure una mucca con cinque figli a carico”. Mai rifiutata una persona dicendole che era brutta, mai, anche perché il motivo non è mai stato solo quello: la mancanza di avvenenza può essere riscattata da mille altre qualità, ma se non ci sono neanche quelle…

      Mi piace

  4. È lecitissimo avere i propri gusti ma deve rimanere sempre il rispetto… poi che la massa preferisca sempre quella sottopeso che non porta nemmeno la 40, è un discorso a parte perché credo che in generale si possa andare oltre le apparenze… anche se nella realtà dei fatti non è mai così, ma confrontarsi con le modelle è come minimo inutile… sarebbe come confrontare il nostro portafoglio con quello di Trump stesso 😂

    Mi piace

    • Agnese Landini è una donna normale. Sentire definire una donna “cesso” dà veramente fastidio. Io quel termine lo userei semmai per i modi di una persona che fosse volgare nei sentimenti più ancora che nei modi, per definirla adatta ai rifiuti umani, ma riguardo all’aspetto mai.

      Che poi, le vorrei vedere tante strafighe come sarebbero se invece che passare le giornate fra palestra e beauty farm le passassero al lavoro e sugli autobus.

      Liked by 1 persona

  5. Se c’ è una cosa da ammirare, dalle parti di @Renzi, è sua moglie @Agnese, una donna umile, schiva, non invasiva, non amante di apparire e di pavoneggiarsi in virtù della carica istituzionale del marito ! Chi la definisce “brutta”, credo che abbia problemi di testa, e penso che sia bene per lui curarsi adeguatamente !

    Liked by 1 persona

  6. DM, cosa mi hai fatto venire in mente. Un mio amico, ai tempi dell’adolescenza, ripudiava le “grasse”. Ma non la taglia 46, che potevano pure piacergli, dico proprio quelle che, per forza di cose, superavano abbondantemente la 50. Potevano avere pure un viso da angelo, ma lui diceva sempre “Come faccio ad uscire con una come quelle, io che ho un fisico scolpito?”
    Per carità, lui era un figo da paura, con un corpo che potevi sbavarci sopra tanto era michelangiolesco. Poteva starci la sua opinione (nel rispetto della libertà di opinione) nel dire che un fisico scolpito si abbina ad un fisico da modella, se non fosse per il fatto che lui, le grasse, se le chiavava. Eccome se se le chiavava. Aveva un’inconscia attrazione per le forme morbide, per i glutei soffici, per il ventre paffuto che alla fine storieggiava sempre con qualcuna che di certo non aveva la taglia 42. Solo che, a portarle in giro, lui si vergognava.
    Si vergognava pure di portare in giro quelle che avevano il bel fisico, per il semplice fatto che non vestivano come lui diceva o non avevano quell’aspetto angiolesco che lui amava tanto.
    A soffrire dietro uno stronzo del genere sono state parecchie ragazze, sia grasse che magre. Lui aveva la capacità di sedurre, di ammaliare e ottenuto ciò che voleva mollava come se fossero rifiuti tossici.
    Si mise seriamente con una ragazza la cui linea era simile ad una botte. Cambiò atteggiamento, divenne serio e rispettoso, peccato però che la tipa era asfissiante, tanto che il suo atteggiamento nei confronti di lui era simile ad un sequestro di persona. Non aveva vergogna a mostrarla in giro, peraltro lei non spiccava neanche per bellezza (secondo i canoni estetici da lui decantati), ma si lasciarono dopo parecchi anni di fidanzamento, credo perchè lui era stufo della vita da certosino.
    Lo rividi qualche anno dopo in un locale. Aveva la fede al dito ed era accompagnato da una ragazza che, credimi, io in confronto peserei quanto la sua gamba. Non dirmi che sto offendendo qualcuno, il mio rancore è perchè rientro nella sfera di cuori infranti da lui lasciati. La moglie non spicca neanche per bellezza, nè reale nè plastificata, tanto che un esperto di top model la definirebbe popolana. Avrà sicuramente altre doti che io non possiedo, ma la cosa mi ha fatto sorridere. Per anni aveva offeso, leso la dignità di tante ragazze che non erano degne della sua attenzione. Le ha insultate (personalmente a me disse che desiderava il mio corpo solo se avessi usato un cuscino per coprirmi la faccia) e alla fine è diventato il marito di una persona comune, che non ha nulla in più o in meno delle ragazze da lui offese.
    Attualmente io credo di essere bella, come è bella qualsiasi donna che si senta bella, a prescindere se la società l’accetti. Ancor di più mi sento bella quando il mio ragazzo mi rimprovera il troppo trucco utilizzato per nascondere le imperfezioni perchè, a conto suo, quando sono naturale sono più bella. E mi sento bella quando mi specchio nei suoi occhi, senza filtri, o quando sente che ho messo su una taglia 44 e a lui non dispiace. Sono bella quando mi porta in giro con fierezza, presentandomi a tizio o a caio come la SUA ragazza, e quando dice che con la roba semplice che posso comprarmi sto bene. Ecco. Io mi sento bella, anche senza un cuscino addosso.

    Liked by 1 persona

    • Vedi Aida, ci sono persone molto complessate, ma molto molto, direi a livello patologico. Non pensano alla donna che hanno accanto, al rapporto che creano con loro, non pensano non solo alle qualità della persona e neanche all’attrazione che esercitano su di loro, che magari è pure notevole: no, loro devono apparire, evidentemente si sentono nullità, falliti, sfigati, e devono mostrare una donna che aggradi gli altri, che gli altri gli invidino, che sbavino, che possano solo dire “Hai visto con che sventola va tizio?”.

      Questi sono dei gran poveracci e alla fine le donne, belle o brutte che siano, se hanno un minimo di spessore li scartano: e, a loro volta, se non vogliono restare soli cn gli scarti si ritrovano.

      Liked by 1 persona

    • Se è vero ciò che dici, parlando con linguaggio volgare, stare con uno scarto significa accontentarsi. A livello fisico, proprio a parole, se la “grassa” non li attira, come fanno ad essere attizzati da una moglie che non rispecchia i loro canoni, tanto vantati negli anni? Cioè, nel caso descritto da me, se la grassa non era all’altezza di essere esibita, come fa ad attizzarlo tutte le sere? A sto punto si sdoppia la personalità: l’una di giorno e l’una di notte. Di giorno vuoi la modella, di notte la cicciottella.
      A parte ciò, credo che la moglie del tizio da me descritto non sia uno scarto, anzi. Credo che sia stata molto intelligente nel saper accogliere una croce del genere, se ha saputo metterlo sulle righe facendosi accettare per ciò che è. L’ammiro, non è da tutti rimanere se stessi accanto ad un partner, e se c’è riuscita è stata davvero molto brava.

      Mi piace

    • Mah… intelligente a prendersi un individuo del genere non la definirei proprio. Può darsi che lei sia una psicologa e sia stata attratta dal caso clinico, o una crocerossina con la vocazione del riscatto delle anime perse, oppure non so proprio cosa pensare!

      Liked by 1 persona

    • Chiunque sia stata lui non si vede più in giro, è strainnamorato di lei tanto da averla sposata (non c’erano gravidanze indesiderate, nè suoceri con fucili dietro la schiena). Può darsi che lei fu uno dei mille cuori spezzati ma ha avuto la capacità di legarlo a se.

      Mi piace

  7. Per la cronaca. Forse il tipo disse che avrei dovuto usare un cuscino perchè, nel momento in cui avanzò la proposta di portarmi a letto, gli dissi che non meritava il fiore della mia purezza, che avrei voluto lasciarlo a qualcuno che avesse avuto il coraggio di guardarmi in faccia nel momento intimo.
    L’insulto è meritato secondo te?

    Mi piace

    • Aida, io so solo che ti sei data una gran salvata: noi ci rispecchiamo negli occhi dei nostri uomini, e meritiamo un uomo che veda in noi la donna più bella del mondo, l’unica con la quale vogliono stare. Degli altri non ci interessa.

      Liked by 1 persona

  8. Non ho problemi a dire che quando gli uomini diventano stronzi, e uno dei modi per dimostrasi tali è quello di guardare e valutare le donne guidati dalla succursale del cervello posta entro la patta dei pantaloni, io non voglio sentirmi compreso, perchè ritengo ci sia un livello oltre il quale non si deve scendere!
    Con ciò comprendo e ritengo normale che i giudizi e le opinioni siano del tutto soggettive, però il modo di esprimerle non può mai venir meno al rispetto che ad ognuno deve esser dovuto, ovviamente in senso vicendevole, perchè credo capiti pure alle donne di esser “complimentose”.
    In quanto alla signora che ha fatto da spunto per questo tuo post, signora che a me piace e non ritengo il suo più famoso marito meriti, a me sinceramente è capitato di compensare in senso positivo valutazioni negative di altre donne.
    Le denigrazioni maschili hanno la grave pecca di esser sessiste, ma quelle femminili, considerando e criticando tutt’altri aspetti, spesso non sono meno indulgenti nei riguardi di altre donne.
    Comunque, per dire la mia opinione al riguardo della bellezza femminile, quella che per me è più determinata dalla gradevolezza delle fisionomie, che dall’attrattività fisica, che per me è un pò difficile non ci sia, penso che la bellezza vera sia quella che non stanca mai.
    E questa, non può esser quella esteriore, la quale, come minimo il tempo fa sfiorire, ma un insieme fortemente condizionato dalla componente interiore quali ad esempio: bontà, dolcezza, intelligenza.
    Insomma il giudizio, come non può esser tratto dall’organo di cui sopra, nemmeno può esser solo quello degli occhi, ma una somma che solo nel tempo e con la conoscenza si può raggiungere.
    Ciao e buon inizio di settimana cara Diemme a te ed ai frequentatori di questo tuo spazio!

    Liked by 1 persona

    • Caro Sergio, se io fossi pure la donna più bella del mondo, senza il minimo complesso al mondo, non mi metterei mai con un uomo, fosse pure lui a sua volta Mr. Universo, che si esprimesse con tale violenta volgarità nei confronti di una donna. Questi uomini dimostrano una tale pochezza che davvero dà fastidio fisico frequentarli e avere con loro un qualsivoglia tipo di interazione, per distaccata e formale che sia.

      Liked by 1 persona

  9. ..eh, che dire.. la “goliardia” non rende lecito tutto.. ne parlo in prima persona, una inchiavabile per i lineamenti poco aggraziati o per – mio malgrado – la magrezza (sìsì, non son prese di mira solo le taglie forti! 😉 ) Rientra tutto in un discorso più ampio fatto prima ancora che di valori di rispetto della persona, che sia uomo o donna. Giocare sulle debolezze è scorretto e non privo di effetti..

    Mi piace

    • Assolutamente non privo di effetti. Ci sono persone, specie se giovani o molto giovani, che ci si tolgono la vita per i continui sfottò, tutta la vita, battendo sempre sul medesimo tasto.

      Liked by 1 persona

  10. Anche a me piace la signora Landini per il suo modo discreto, elegante e non invasivo di porsi. Non mi pongo il problema se è bella o meno bella, personalmente la considero gradevole, di una bellezza normale, forse è poco fotogenica, non so. Il problema invece ce l’ha chi esprime giudizi pesanti e volgari legati principalmente all’aspetto fisico. Alcuni uomini sanno essere impietosi verso le donne, noi siamo più delicate ma, diciamolo, anche noi abbiamo occhi per guardare! 😉

    Liked by 2 people

  11. Se posso, osando un po’ anche di goliardia, dall’alto delle mie quasi 70 primavere (o autunni?) direi quasi quasi che gli uomini dai 16 agli …anta soffrono sovente di ermafroditismo: nella patta hanno il pisello, e in fronte… la patatina come pensiero fisso. Poi quelli che usano anche i neuroni di cui madre natura ci ha forniti, invece di lasciarli ad oziare, si rendono conto che la vera bellezza femminile non è nell’aspetto esteriore, ma DENTRO: quando l’età sta avanzando ci si rende conto che certe cosiddette strafighe sono niente di più che bambole gonfiabili (e magari pure siliconate!) mentre altre donne, veramente belle dentro, sono veramente complementari. maschiodamonta/femminadascoparesolamente no; uomo/donna si.. e chissenefrega della taglia, in entrambi i sessi, se il cervello è funzionante.

    Liked by 1 persona

    • Salve Franco, benvenuto!

      Il tuo commento mi ha fatto tornare in mente un episodio, che probabilmente ho anche già raccontato tra queste pagine. Qualche anno fa andavo sempre a pranzo, nell’intervallo dal lavoro, insieme a tre colleghi maschi in un ristorantino del centro vicino all’ufficio.

      Lì incontravamo a volte una show girl abbastanza nota, e i miei colleghi a tavola m’ignoravano completamente non avendo occhi solo che per quella, che guardavano con la bava alla bocca commentandola centimetro per centimetro (e, nonostante la mia presenza, forse parlavano anche dei loro…). Un giorno uno dei miei colleghi, per qualche motivo, andò da solo. Era già seduto quando entrò questa e non c’era alcun tavolo disponibile. Allora lui, molto “cavallerescamente”, le offrì di sedersi al suo tavolo. Ne uscì con gli occhi di fuori, venendo da me a dire: “Diemme, mai più: solo te, sempre te, nessun altri che te! Una noia mortale, un barattolo vuoto, la conversazione non reggeva su nulla, l’unico discorso che faceva lei è quanto fosse belle e quanto impegno le costasse – tra palestra ed estetica – mantenersi così bella. Praticamente non vedeva l’ora che quel supplizio finisse e che potesse alzarsi e tornarsene in ufficio: e so’ soddisfazioni!

      Mi piace

  12. CLAP CLAP CLAAAAAP …. Standing ovation alla new entry @Franco : davvero chi sia un Uomo veramente Uomo, non può pensarla diversamente da @Franco !!!
    Ps. Quanto all’ episodio narrato da @Diemme, devo dire che, per quel collega che rimpianse lei dopo esser stato stramato dalla conversazione con la nota show girl, fu facile “ariacchijappasse la sora @Dijemme” … visto che lei, ortre a essere ‘na specije de reggina de la conversazzijone, è puro così bbbona da appagà l’ occhijo e la fantasija ! 😀

    Mi piace

    • Veramente lui fa parte dei corteggiatori rifiutati, quindi non mi riacchiappò manco per niente (peccato per certi versi, perché era un’ottima persona, leale, di buon cuore e gran cultura). Se invece intendi riacchiapparmi da un punto di vista conviviale, certo che sì, ma quello era inevitabile!

      Liked by 1 persona

  13. Io la butto la: a me sinceramente non me ne frega niente delle first lady, sono quello che vogliono apparire, di come sono realmente nessuno lo sa…mi incazzo quando uno dice “una così te la scoperesti'”…io vorrei vedere loro!
    Questa è la vera discriminazione…

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...