Di feste e di famiglia

torta-per-nozze-doro

Festa in famiglia, e vado, certo che vado, non esiste di trovare sempre il tempo per il dovere e cancellare sempre quello per il piacere.

Sì, mi fa piacere. Se non mi facesse piacere non andrei, non conosco questo tipo di convenzioni sociali, ma solo la gioia di condividere la gioia, vado solo dalle persone cui voglio bene, e del cui bene sono sinceramente partecipe.

E quindi mi commuovo.

Sì, mi commuovo, per tanti motivi.

Intanto perché per arrivare alle nozze d’oro ce ne vuole, e ce ne vuole talmente tanto che è quasi un’impresa trovare i biglietti d’auguri. Che poi, i biglietti d’auguri per le nozze d’oro non si trovano, ma quelli per il pensionamento sì, e che strana cosa, sono eventi altrettanto rari! 😆

Mi sono commossa alla cerimonia. Mi sono commossa perché le stesse persone le vedi al loro matrimonio, giovani e un po’ impacciate, e le rivedi alle nozze d’argento, che percorrono la stessa navata, con al seguito i figli, e poi ancora alle nozze d’oro, con dietro ancora i figli, ma stavolta ancora dietro i nipoti, e allora pensi pure che la vita è bella, e che costruire è possibile, e che di strada insieme se ne fa tanta.

Alla festa rivedo persone che non vedo da tanto tempo, bambini e bambini che magari avevo visto solo alla nascita e che ora sono splendidi fanciulli e fanciulle in fiore, e mentre la musica impazza e tutti in pista a ballare balli di gruppi; i genitori sorridono e ballano con i figli in braccio e pensi a ognuno di loro, conosci praticamente la vita di tutti, sai quello che hanno passato, i prezzi che hanno pagato alla vita, e sono lì a ridere e a scherzare, sono lì a testimoniare amore, gioia, voglia di vivere, e la felicità mi entra nella pelle, il cuore si allarga, canto anch’io a squarciagola, e penso che la vita è bella, che la gente è bella (quantomeno i miei parenti 😉 ).

Poi una persona mi vuole fare un complimento e mi dice in soldoni che sono proprio una bella persona, “dicono che sei tanto strana, e invece a conoscerti sei proprio normale!”: beh, come si suol dire, un complimento un po’ sui generis!

In altre occasioni mi sarebbe persino scappato un beeeeeep, almeno nel pensiero, ma poi la prendo a ridere, rispondo con un sorriso mentre penso “Non lasciarti ingannare, che fuori dalle righe lo sono un bel pochetto, ma qui ne vedo una marea di gente pensante, quindi sono in buona compagnia!”.

Scherzi a parte, bella, bellissima festa, davvero piena d’amore.

E di portate.

Al ritorno mi chiedono quanto io abbia mangiato, e rispondo che, qualunque quantità loro pensino, almeno il doppio.

Crollo a letto, senza cena, con addosso il profumo della bella giornata.

Annunci

11 thoughts on “Di feste e di famiglia

  1. Ma che bello! Auguri agli sposi d’oro!
    La vita è fatta anche, e per fortuna, di questi momenti gioiosi ed è giusto partecipare e farlo con serenità e sincera partecipazione, proprio come hai fatto tu.

    Mi piace

  2. Cara Diemme queste sono le belle cose che regala la vita, non a tutti si sa, ma chi è fortunato in tal senso ha ragione a festeggiare. Viva queste date importanti e la commozione ci sta tutta. un abbraccio. Isabella

    Mi piace

  3. E’ vero…proprio perché si considerava fondamentale il legame duraturo con l’altro e si lottava e ci si sacrificava molto per questo… Anche se comunque non era da tutti raggiungere certi obiettivi! 🙂

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...