Quando il prezzo è la vita degli altri

Da fb, ignoro l’autore:

“Giusto per capire chi ci governa.

Il Governo italiano HA RIFIUTATO (per non offendere i suoi padroni islamici) L’AIUTO DELLO STATO D’ISRAELE. (Ma ISRAID, in ogni caso, è arrivata lo stesso a prestare soccorso… ma senza mezzi pesanti).
Alle 6 del mattino del 24 agosto c’erano già due C130 pronti a partire dall’aereoporto Ben Gurion!!! L’Italia ha RIFIUTATO L’AIUTO d’Israele, dicendo che si arrangeranno.
Israele, per ovvie ragioni, ha fra i migliori esperti mondiali in search & rescue. Rifiutati.
Israele aveva offerto, l’altro ieri, di fare arrivare entro il primo pomeriggio italiano due C130 con equipe di soccorso specializzate completamente autosufficienti, ospedali da campo, cucine, macchinario pesante, infrarosso a penetrazione portatile per la ricerca sotto le macerie, cani specializzati in terremoti usati dalle forze di soccorso israeliane ad Haiti, India, Turchia, il tutto completamente autosufficiente.
Questo aiuto è stato RIFIUTATO dall’Italia…per non irritare i cammellai petrolieri, Bergoglio, la Mogherini e i suoi amici e kompagni in Europa boicottatori d’Israele: non potevano certo permettersi di mostrare immagini di soccorritori che salvano vite mentre indossano vesti con una stella di Davide e distruggere la volgata secondo cui Israele “massacra bambini innocenti”…
****** “Alle 6 del mattino (24 agosto) gli Hercules erano carichi, con i motori accesi e pronti a partire al Ben Gurion. Potevano essere ad Ancona o a Rieti prima di mezzogiorno. Alle tre del pomeriggio i soccorritori israeliani potevano essere dove occorreva con tutta l’attrezzatura ultramoderna. Prima di sera, in tempo per il TG1 scoppiava la rivoluzione quando la gente cominciava a fare raffronti con i pompieri e i carabinieri che scavavano a mani nude”. ******

Ho appena letto e per giustizia aggiungo che è stato rifiutato l’aiuto anche di altri paesi, per motivi meramente logistici. Chiunque sappia qualcosa e voglia intervenire qui per ragguagliarci è il benvenuto.

Annunci

20 thoughts on “Quando il prezzo è la vita degli altri

  1. Sono interessata anche io a chiarimenti, ma da fonti certe. Sono stanca delle 1000 frottole buttate su Internet per solo far polemica.
    Se quanto hai letto e riportato è vero, siamo alla follia. Ma vorrei essere sicura prima di arrabbiarmi e scamdalizzarmi

    Mi piace

    • Premesso che non credo mai a ciò che scrivono i giornali e appuro sempre la fonte, certo è che per ragion di stato si sono fatte anche le guerre.

      Mi piace

    • e sacrificate persone anche al di là delle guerre, magari nascondendo notizie relative a inquinamenti, infezioni, etc., che sia stato per coprire la catastrofe o non seminare il panico.

      Liked by 1 persona

    • DM, ci sono cose che non sapremo mai, coperte dal segreto di Stato e che potrebbero compromettere la salute e la vita delle persone. non solo qui in Italia, ma in tutto il mondo. In confronto alle potenze governative siamo delle formiche inermi. portiamo i nostri fardelli sulla schiena e ci ricostruiamo da soli mentre i grandi cercano di manovrarci come meglio credono. Forse sarebbe meglio neanche immischiarsi in affari del genere. Molta gente ha perso la vita per addentrarsi nei segreti nascosti chiamati “affari di Stato”.

      Liked by 1 persona

    • Credo che sia come dici tu, anche se non sono troppo d’accordo sul subirlo e basta, per non finire come quelli da te citati, che hanno perso la vita per aver tentato di scoprire e denunciare.

      Liked by 1 persona

  2. Fatico a credere e vorrei avere delle fonti certe che confermino ciò. Mi disgusta, poi, che per ogni cosa venga fuori il discorso dei Papi, di ogni tempo e nome, con la scusa che il Vaticano sta sul territorio italiano e quindi non si può offendere Sua Santità. Ma per favore! Conoscendo Bergoglio, sarebbe stato ben felice di sapere che Israele mandasse aiuti. E anche con questa storia che gli ebrei sono invisi al mondo intero, ancora adesso, mi sembra si esageri.
    Insomma, odio e pregiudizi esistono a causa dell’ignoranza. Ma che sia così diffusa e che un governo dimostri di possederne in quantità tale, stento a crederlo, onestamente.
    Tutto può essere, ad ogni modo.

    Mi piace

    • Sì, anche a me dà fastidio che esca sempre il nome del Papa e si metta in mezzo il Vaticano a ogni piè sospinto (e io non sono neanche cattolica!), e che in generale, non solo verso il Vaticano, si sfruttino notizie, magari anche vere, distorcendone la prospettiva per portare l’acqua al proprio mulino ma, ahimé, la strumentalizzazione è un sistema ampiamente usato da chi non vuole conoscere i fatti, ma solo alimentare un’ideologia.

      Continuo a non avere notizia, se non quella che l’ambasciata d’Israele stessa ha negato che ci sia stata alcuna questione di alcun tipo con il governo italiano. Per il fatto degli ebrei invisi a prescindere, devo purtroppo dirti che, sebbene anche a me sembra si esageri, spesso invece devo ricredermi e constatare quando il pregiudizio e l’avversione siano diffusamente e stoltamente radicati, e ogni volta sono io la prima a cadere dalle nuvole e a stupirmi che così possa essere, ma così è.

      Liked by 1 persona

  3. le leggi sulle costruzioni antisismiche sono degli anni 80… MAI APPLICATE né dallo stato per i suoi edifici (scuole, tribunali ecc…) né fatte applicare ai privati …. alias: uno stato che viola le proprie leggi . E ci meravigliamo ancora ? La scuola “sistemata” e crollata era stata costruita da una coop (!!) ma scommettiamo che non ci saranno colpevoli ? Una stato cialtrone antidemocratico sistema in albergo i clandestini e nelle tende le SUE vittime: seve altro ? Facciamo scommesse su chi saranno affidati i lavori di ricostruzione ?

    Mi piace

    • Il crollo di quella scuola è stato un fatto terribile (e meno male che in questo caso era vuota, ricordate invece Campomarino?): purtroppo la mancanza di scrupoli unita a quella di controlli mietono più vittime delle catastrofi naturali.

      Per quanto riguarda la ricostruzione, purtroppo c’è gente che sta gioendo al pensiero dei soldi che gireranno… 😥

      Mi piace

  4. Mi risulta che anche una colonna di soccorsi partita dal Veneto sia stata fermata, immagino che anche per altri aiuti possa essersi trattato di motivazioni analoghe, cioè il sovraffollamento di soccorsi con problemi di logistica, particolarmente nella viabilità.
    In situazioni del genere, di fronte a catastrofi come quella di questo terremoto, certe distinzioni sono sempre passate in secondo piano, non voglio nemmeno pensare altrimenti, perchè sarebbe una cosa abominevole e non vorrei che questa notizia fosse una strumentalizzazione al contrario.
    Però, come detto dagli altri commentatori, servirebbero conferme attendibili.
    Ciao a te Diemme ed a tutti e buon weekend (per quanto possibile)!

    Mi piace

    • Penso anch’io che la notizia del blocco sia magari vera, ma dettata da motivi logistici ed estesa anche ad altre offerte provenienti da altri, e che quindi la dietrologia sia assolutamente fuori luogo.

      Buon week end a te!

      Mi piace

  5. Giusto per confermare il punto di vista da me sopra espresso, ho appena parlato con un assessore di un comune poco a sud di Amatrice (dove l’anno scorso siamo stati ospitati per l’adunata degli alpini a L’Aquila), che mi conferma che è un continuo viavai di mezzi vari di soccorso ed intervento, tanto che han dovuto bloccare le strade per il traffico dei privati. C’è quindi un problema di accesso alle zone terremotate e quindi un limite alle offerte di intervento. Naturalmente, per quanto riguarderà il mio comune, al posto di lasciar che le offerte (non quelle di generi di prima necessità, dei quali ora c’è abbondanza) si disperdano in tanti rivoli, ci organizzeremo per concentrarle e indirizzarle nelle sicure mani di chi conosciamo sul posto, anche nel nome dell’amicizia spontanea e sincera con la quale siamo stati accolti e festeggiati da quella buona gente!

    Liked by 1 persona

    • Diciamo che, per quanto riguarda gli scavi tra le macerie, Israele aveva messo a disposizione delle apparecchiature a raggi infrarossi che pare nessun altro abbia, e che nella ricerca tra le macerie poteva fare la differenza.

      Resta il fatto che non c’è stato alcun incidente diplomatico, né rifiuti dovuti a pregiudizi, e una necessità organizzativa è stata strumentalizzata probabilmente per gettare discredito sull’attuale governo, il che mi pare davvero disonesto.

      Ora speriamo che tutti gli aiuti inviati siano bene indirizzati, e che questa gente, al di là dei morti per i quali nulla si può più fare, possa tornare presto a una vita normale, accettabile e dignitosa, e soprattutto che sia loro fornito un alloggio prima dell’inverno, che questa mi pare al momento la cosa più urgente.

      Mi piace

  6. Spero di non aver sentito male ma avevo capito che Israele, come la Russia (che qualche fonte anonima aveva detto essere stata respinta) fanno parte delle nazioni che hanno promosso aiuti… spero di non sbagliare, se si è detto alla tele che si sono proposti è quasi logico che siano state accettate.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...