Donne, così funziona?

donna emancipata - we can do it

Un mio conoscente giorni fa raccontava del nuovo mondo che si era trovato davanti dopo la separazione. Lui aveva iniziato a corteggiare una donna, e dopo averla invitata a cena un paio di volte, si apprestava ad invitarla la terza quando lei gli risponde con piglio deciso: “Che cosa vogliamo fare, dobbiamo continuare così? Facciamo una cosa, vengo a casa tua!”.

Lui un po’ spiazzato rispose che andava bene, che sarebbe passato a prenderla, ma lei replicò  che non ce n’era alcun bisogno, che sarebbe venuta coi suoi mezzi.

“Ah,” pensò lui tra sé e sé “è così che funziona adesso?”, e prontamente cambiò registro e si adeguò allegramente ai nuovi standard.

Care donne, vi posso dire che ci avete rovinato i nostri uomini? Io quando trovo uomini così fuggo, disgustata dalla poca classe, poca eleganza, poca cavalleria, poca disponibilità, alla fin fine, per dirla chiara, poco buon gusto.

Una signora un po’ più avanti di me con gli anni, divorziata e anche lei alle prese con questo nuovo mondo, era totalmente disgustata. Una volta commentò, con toni molto spicci (tipici dei romani!): “Je la devi da’, je la devi  portà a domicilio o magari je devi pure mette a disposizione casa, e “dopo”  je se smove pure l’appetito e je devi cucina’ du’ braciolette!”.

Donne moderne ed emancipate, ma non avrete sbagliato tutto?

Advertisements

50 thoughts on “Donne, così funziona?

  1. O YES …. donne care, come asserisce con mucho gusto la mea Amiga @Djemmosvkj ( Alias, la saggia @Diemme ) AVETE SBAJATO TUTTO ! 😯
    Ergo, mo circolano ommini vizzjati ( da voyo ) chedè mejo perde’ che acquistà ! 👿
    Ma non yo, NON ego che cavalco invitto e romantico come l’ ultimo Cavaliere del Sogno ( sogno che è, non ostante vojo, inestinguibile ) rimasto a fiorire nei vostri giardini segreti & notturni e, se mi si perdona la parvenza di boria ( che non fà parte tuttavia del mio DNA ), L’ ULTIMO DEGLI UOMINI con la U maiuscola !!! :mrgreen:

    Mi piace

    • Tu sei ancora sposato, non so se fai parte della categoria dei fedeli, ma lo spero, e dunque fuori dalle muliebri lusinghe dei tempi moderni.

      Comunque tali lusinghe sono come il canto delle sirene, perché certe donne nulla vogliono (e pure questo è da vedere) e nulla danno, magari appagano i sensi ma non l’animo e il bisogno di sostegno e conforto che ogni essere umano ha, non ti permettono di costruire nulla.

      Un tizio mi ha raccontato che, avendo fatto flop (i.e. cilecca) al primo incontro, la donzella lo schernì e s’involò per sempre: alla faccia della profondità e consistenza dei sentimenti! Una volta erano certi uomini che usavano il motto “O me la dai o scendi!”, ora anche le donne si sono adeguata al “O me lo dai o scendi”, e mi spiego come ci sia così tanta solitudine che poi si cerca di compensare in altro modo.

      Mi piace

  2. Eh eh eh eh …. Tu insisti, eh ??? 😯
    Je parlèe vous du SOGNE, and obviously ‘ A FEDERTA’ nun cjèntra ‘na bbell’ amata cippa cor factum that EGO AMMOLJATUM ESSE, aut pe’ dilla a la @Sampjetrino de Ficulle, LA SIGNIFCATIONE CHE LO DOMINEDDIO, CHE CE PROTEGGE DA LO ALTO DE LI COELI, VOLETTE FACERE ACCUMPAGNATI ET/AUT FELICITER SPOSATI, PREVIO JURAMENTUM APPO LO SANCTO ALTARE DE SE MEDESMO, LO JORNO DE LE NOZZE “PRIA”, NE LO TALAMO BENEDICTO, DE LA CONSUMATIONE DE LE FOEMINAE MEDESIMAE ! 😛

    Mi piace

  3. Uhmmm… “care donne AVETE rovinato i NOSTRI uomini”
    Non è una contraddizione?
    Noi sei donna (e madre)? E se erano gli uomini vostri, non è che ve li siete rovinati voi?
    Da quel che leggo nei commenti, le donne che vogliono l’uomo cavaliere non mancano, e da quel che leggo nel post non mancano neppure gli uomini che vogliono comportarsi come cavalieri, quindi nessun problema. E le donne che vogliono il diritto di saltare le tappe e che non sanno che farsene del Cavalier servente, perché non dovrebbero dirlo?

    Liked by 2 people

    • Intendevo “donne emancipate che tagliate corto sul corteggiamento” 😉

      Per il resto, se è vero che non mancano donne che vogliono il cavaliere, ti assicuro che invece, sull’altro fronte, i cavalieri mancano, anche quando non stiamo parlando di uomini rozzi, materialisti e donnaioli, ma di persone perbene che semplicemente, per dirla con le parole di un mio amico rimasto vedono dopo decenni di vita matrimoniale, non sanno più come si fa (a corteggiare), i vecchi standard non sono più validi, e coi nuovi non si trovano a proprio agio.

      Mi piace

    • Infatti… Che c’entriamo noi donne emancipate con gli uomini che sono venuti su insieme a donne non emancipate? Mica siamo noi ad averli rovinati… Anzi. Siamo arrivate dopo, a disastro avvenuto :mrgreen: Alla fine i tempi cambiano, e per legge di natura, chi non si adegua ai cambiamenti è destinato a perire.

      Liked by 1 persona

  4. e meno male che va così 😀 diciamo una cosa, fin che si tratta di 16enni inesperti, è una cosa, ma se si è superati i 30 e si è fatta qualche esperienza, in fondo perché non superare a pié pari i vari convenevoli e ipocrisie… tanto poi, se un rapporto deve funzionare, funzionerà comunque 🙂

    Liked by 2 people

    • Forse non mi sono spiegata bene: non si parla tanto di andare al sodo (ci sono persone che sono andate a letto insieme dopo un’ora, e hanno un rapporto solido e che regge al tempo e alle crisi), quanto al non essere interessati al resto: che, per carità, è pure lecito, rimaniamo sempre al fatto che due adulti consenzienti sono padroni di fare quello che vogliono quando vogliono e come vogliono, solo che quando ti vedi intorno il consumismo applicato ai rapporti, e quando il non esserci portata finisce con l’isolarti (anche qui mi sto spiegando male ma il discorso è complesso), qualche domanda te la fai.

      NB: ci sono persone che hanno saltato tutti i convenevoli, ma continuano a corteggiarsi pure dopo dieci anni, e per cui l’altro è comunque una persona speciale, non “una che gliela dà” o “uno che glielo dà”.

      Dimenticavo: non si tratta necessariamente di ipocrisia, c’è pure chi ha bisogno del suo tempo per stabilire un rapporto d’intimità con una persona ed essere pronto/a per un passo in più.

      Liked by 1 persona

    • @diemme: Su questo sono d’accordo. Rispettarsi e corteggiarsi costantemente è sano e giusto, ma deve essere reciproco. Invece capita che l’uomo che vuole sentirsi cavaliere non accetti pari comportamenti da parte della donna, e ad esempio offrire una cena da parte di una lei può pure diventare un’esperienza spiacevole! (soprattutto per i commenti di camerieri e esterni alla coppia!)

      Liked by 2 people

  5. …quando leggo la parole cavalleria applicata al maschio mi sanguinano gli occhi! Uguale quando leggo la parola Ruolo.Se una persona ha bisogno di tempo per l’intimità va rispettata, uguale però per l’esatto contrario!
    E poi cosa ci sarebbe di male ad essere interessati solo al sesso? L’importante è essere chiari secondo me.
    A mio avviso sarebbe giusto corteggiarsi reciprocamente, non vedo perché debba farlo solo l’uomo, bah.

    Liked by 1 persona

    • E infatti ho ben specificato che ognuno della propria vita fa quello che vuole, e figurati se m’importa di cosa fanno nel letto adulti consenzienti!

      Per quanto riguarda il ruolo, spiacente di averti fatto sanguinare gli occhi, non è che hai dato un’interpretazione un po’ rigida delle mie parole?

      Mi piace

  6. potete pensare come volete , io sono all’antica corteggio apro le porte, mando fiori e m’accoppio esclusivamente dopo accurata conoscenza , credo che solo le scimmie si trovino, trombino e si salutino… 🙂

    Liked by 2 people

    • Il fatto di aprire la porta mi ha fatto ricordare quella battuta sull’uomo che apre la portiera, che e più o meno recita così: “Se un uomo apre la portiera a una donna, una delle due è nuova” ;).

      Scherzi a parte, concedere una conoscenza intima a uno sconosciuto non è nelle mie corde, ma è vero pure che non siamo tutti uguali e che in adeguate circostanze non si debba rendere conto a nessuno. Ho però le mie idee in merito a tanta frigidità e atante disfunzioni erettili…

      Mi piace

  7. Cara Diemme, credo di aver ben compreso ciò che hai inteso proporre alla discussione, sopratutto ben immedesimandomi sulla situazione che hai preso come spunto per questo confrontarsi.
    Precisando che mi ritengo uno che ha sempre inteso metterci, in ogni caso la gentilezza, ma nello specifico la galanteria nei rapporti col mondo femminile, anche talvolta a costo di registrare reazioni poco incoraggianti, credo che la propria situazione personale, qualora dovesse cambiare, non dovrebbe trasformare i modi di relazionarsi, diventati ormai innati, a prescindere dai fini.
    E’ ovvio che, considerando i cambiamenti avvenuti nei modi di rapportarsi fra uomo e donna, qualora l’intento sia di perseguire un fine di cambiamento importante nella vita, diventa criterio determinante quello di tener conto di chi condivide e contraccambia i nostri criteri relazionali.
    Cosa che è sempre meglio capire prima di superare punti di difficile ritorno, o ripensamento.
    Credo che, come non sono spariti uomini di “vecchio stampo”, nemmeno lo siano le donne che apprezzano ancora tutto questo.

    Liked by 2 people

    • Hai colto il punto: se la nostra natura è in un certo modo, ci dovremmo forse violentare per essere “moderni”? Dovremmo recitare un ruolo che non ci appartiene per non essere considerati retrogradi? (*) Eppure, sai quanti lo fanno? Sai quante persone fanno cose che non vorrebbero e che non amano fare solo perché “Così fan tutti” e “Oramai funziona così!”?

      Credo, anzi, so per certo, che tanti sferzanti giudizi di ipocrisia e anacronismo condizionino le persone meno sicure di sé facendole andare contro la propria natura pur di non eessere sole, rifiutate, giudicate.

      (*) Toh, guarda a che ci costringono, a recitare il ruolo di chi rifiuta i ruoli, e questa sì che è un’immane ipocrisia!

      Mi piace

  8. ahahaah, sorrido per la signora romana 🙂 (adoro il dialetto romano, pensa che sono appena tornata da Roma e soprattutto sentivo parlare inglese! ma i romani siete fuggiti già dalla città causa Nerone???)
    Il corteggiamento, quello fine e delicato, non certo quello stucchevole e fortemente finalizzato al solo sesso, è una esperienza bellissima per entrambe le parti e sbagliano le ragazze di oggi ad essere così disinibite e irruenti, non sanno che si perdono!
    Tu dici che l’uomo può essere spiazzato da certi atteggiamenti delle ragazze/donne di oggi. Sì, ma considera anche che si “adeguano allegramente”- Non ricordo dove l’ho scritto, se a te o in qualche altro blog: ancora penso a una discussione avuta con un mio cugino (maschio) di 20 anni più giovane di me che una sera, parlando di argomenti simili, mi disse testualmente: cara cuginetta aggiornati, oggi con una ragazza si esce la prima e la seconda volta, se alla terza non si concretizza, non ci sarà una quarta volta.
    Rimasi spiazzata! Non sono solo le donne a essere cambiate…

    Mi piace

    • Oh, s’ che si adeguano, non si alzano per cederti il posto perché “Avete voluto il femminismo? Ora ve lo tenete!”, ti vedono carica di pacchi, o alle prese con un passeggino di fronte a una rampa di scale, e col cavolo si offrono di aiutarti (e poi a che serve andare in palestra a sollevare tanti pesi se poi devono essere così zotici nella quotidianità?).

      Sì, me l’hanno detto che funziona così con gli inviti a cena, e io siccome lo so gli faccio pure risparmiare i soldi delle prime due cene, e tutta la farsa di quello che non è certo corteggiamento ma solo approccio finalizzato: uno che ti molla perché non ci sei stata al terzo appuntamento, non è certo interessato a te, ma solo alla ricerca di qualcuna da utilizzare all’uopo e sì, si adeguano rapidamente, anzi, non gli sembra vero che ora la vita sia così facile!

      Liked by 1 persona

  9. @Sergio … vecchia pellaccia montanara, come si sta in pensione ?!?
    Per me è stato bellissimo, e per te ???
    Rimpiangi la scrivania, oppure il fatto che Tu non te ne sia andato prima del tempo per goderti in anticipo una splendida visione di come sarà il paradiso …. lontano a tutti i rompicoglioni che ti ammorbarono l’ aria in ufficio, oltre al tenerti al guinzaglio come uno schiavetto negro !
    “Eccomi sig. Capufficio … sì ci vado io a incollarmi le spettanze cartacee e ripristinare la stampante ” … “Come ??? Oh Sig. Ragioniere, oggi non si son viste le donne delle pulizie ??? Non si preoccupi, ora prendo scopa e straccio per lavare per terra e provvedo io” …. e via dicendo, ricordi ??? 👿
    Ora tutto è finito, e l’ intero tuo tempo, fatti salvi gli spezzoni che dedicherai alla famiglia … è tutto tuo !
    Un abbraccio a te, caro amico, e a tua moglie … unitamente ai vostro bei 4 figli !!! 😀

    Mi piace

  10. Disinformato ??? Ma guarda che del fatto che Sergio abbia moglie e 4 figli … io sono informatissimo, così come del fatto che ha lavorato ( per 40 anni ) c/o la Proloco del suo paesello, zelante e serviziovole con tutti e con tutte !
    Quel che non so, invece, è se rimpianga il suo ufficio, oppure il fatto che non se ne sia andato in pensione mooooolto prima dei 65 anni, onde godersi in pieno la sua libertà ! 😀

    Mi piace

  11. Miss. @Diemme, Ella che è così addentro alle segrete cose di … ehm … quella pellaccia del Rag. @Sergio … ehm, no … che dico ?!? 😯 …. del Sig. Rag. @Sergio, può informarmene anche me ?!?
    Ove invece ritenga che ciò andrebbe ad inficiare la privacy del nostro amigo mucho hermoso y segreto, beh allora la finisco qui, e mi associo al Sig. @Aquilanonvedente NER MAGGNJA’, ACCANTO A DU’ COTOLETTE A LA BBRACE, PURO ‘NA LASAGGNJETTA ! :mrgreen:

    Mi piace

    • Infatti Bruno, è una questione di privacy, ma fidati sulla parola, lavora più di prima!

      Per la lasagnetta invece nessuna violazione della privacy, quando ti pare, a quel ristorantino al centro… 😉

      Mi piace

  12. DM. Questo è il lato negativo dell’emancipazione. Premesso che rispetto ogni libera scelta c’è da dire che quelle piccole accortezze che mi riserva il mio ragazzo è che sono tipiche di quei ruoli tanto sdoganati dal femminismo moderno mi fanno piacere. Ad esempio quando capita di entrare in un negozio per acquistare qualcosa è lui che paga, ed ovviamente in macchina do la mia parte. Il fatto che sia lui a compiere tale gesto mi fa sentire bene. Non lo vedo come prevaricazione del genere maschile, quanto una regola di bon ton che prevede che non sia bello far pagare una donna anche se l’oggetto in questione servirà a lei. Comunque non so se ti sia arrivata la mia risposta al tuo commento sul mio post di ieri. Volevo ringraziarti e dirti che si, ho risposto e attendo loro repliche. La cosa che mi spaventa è un’eventuale denuncia alla polizia postale ma non ci sono gli estremi di nessun reato e tutt’al più potrei difendermi con la tentata calunnia.

    Mi piace

    • Beh, se un reato tu avessi commesso, sarebbe eventualmente fiscale, ma non mi pare che tu abbia venduto nulla, quindi, alla fin fine… perché mai dovrebbe spaventarti una denuncia alla polizia postale? E poi denuncia di cosa?

      Ritornando a bomba, sono d’accordo con te, anche se prima c’erano dei ruoli ben definiti proprio da un punto di vista sociale mentre ora è piuttosto un gioco di ruoli, e un bel gioco direi. Voglio poi informarmi meglio anche sul mondo animale, mi pare che anche lì ci sia un preciso protocollo di corteggiamento, giusto per dimostrare quanto questo sia naturale 😉

      Poi la gente la pensi come vuole, io mi sentirei ridicola se aprissi la portiera a un uomo per farlo scendere dalla macchina, mentre il contrario mi sembra galanteria, tanto per dirne una. Una cosa però vorrei dire. Io sono (stata…) una donna generalmente molto corteggiata, e devo dire che anche in questo campo il troppo storpia, asfissia, e si finisce per cadere nel ridicolo.

      Una volta uscii con un uomo che a tavola, non appena mi alzavo, si alzava anche lui, e quando tornavo faceva il giro del tavolo e mi metteva la sedia sotto il sedere: beh, gliel’avrei data in testa quella sedia!

      Liked by 1 persona

    • Il troppo storpia ma i ruoli non fanno male. Certo, non bisogna pretendere ad esempio di spillare soldi all’uomo (come nel caso di farsi comprare vestiti e roba varia) ma se il gelato lo offre lui lo accetto volentieri. Oggi siamo troppo imbambolati dal fatto che la galanteria viene scambiata come prevaricazione, da cui ne segue il discorso della donna oggetto, dell’uomo violento, ecc ecc… Possibile che di ogni situazione se ne debba fare un fascio?
      Anche se avessi venduto qualcosa quelli erano appunti miei, i loro, quelli che posseggo io ed hanno redatto loro, non li ho toccati.

      Mi piace

  13. Io sono d’accordo con te abbiamo sbagliato tutto….
    Io credo che nella storia le donne abbiano creduto che per emanciparsi dovevano sempre più assomigliare agli uomini e prendere il loro ruolo….
    Ma non è vero, dovevano pretendere e conquistare rispetto dalla società nel loro ruolo di donne, non diventare come uomini. ….😊 un abbraccio. …🌷

    Mi piace

    • E’ esattamente così, e pare così difficile spiegarlo… o capirlo! Noi abbiamo delle potenzialità infinite, delle caratteristiche che ci rendono uniche e splendide, e non abbiamo trovato niente di meglio da fare che scimmiottare gli uomini e diventare delle loro brutte copie!

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...