Un messaggio dai piccioncini?

A FERAL PIGEON ('Columba livia') in Madrid (Spain).

Deve essere la nemesi, la vendetta dei due piccioncini! Oppure un messaggio subliminale di Xavier, che forse in fondo al cuore vorrebbe venirmi a far visita, veniva sempre in questi giorni in prossimità del mio compleanno!

Insomma, stamane io e mia figlia eravamo teneramente abbracciate a farci un sonnellino extra, quando abbiamo sentito un gran rumore, troppo per qualsiasi giustificazione “razionale” volessimo dare, colpo di vento, rumore esterno od altro: sembrava proprio che qualcuno fosse entrato in casa nostra, ed armeggiasse.

Io avrei francamente adottato la politica dello struzzo e continuato a dare la colpa al vento, ma mia figlia si è alzata, si è diretta dove sentiva il rumore, e ne è uscita urlando: “Oh mio Dio, oh mio Dio!”.

Insomma, morale della favola, un piccione era entrato dalla finestra aperta della cucina, si era diretto al bagno, e aveva iniziato a fare i suoi bisogni prima sul pc di mia figlia (fortunatamente chiuso!), poi appollaiato sulla cassetta dell’acqua (si chiama sifone?).

Insomma, d’istinto ho chiuso la porta del bagno (non per discrezione ovviamente, solo per non farlo svolazzare per casa!), mentre decidevo sul da farsi.

La finestra del bagno era chiusa, strachiusa a vari strati, ma capivo che non potevo far altro che entrare ed aprirla completamente per mandare via il volatile.

Mentre compivo le varie operazioni, avevo paura che mi svolazzasse attorno (che ci volete fare, sono una cittadina io!), ma alla fine ci sono riuscita: lui ha finito i suoi bisogni nella cassetta, e poi finalmente si è involato. Richiuso la finestra, ripulito qua e là con ammoniaca, ora sembra tutto essere tornato alla normalità anche se… non vi burlate di me, tra quello che tremo e lo schifo che mi ha rovinato la colazione, ancora non mi sono del tutto ripresa!

Annunci

47 thoughts on “Un messaggio dai piccioncini?

    • Recentemente ho pubblicato un post definendoli “I due piccioncini” con tanto di foto dei piccioni, e lui il primo maggio è sempre stato qui, da quando ci conosciamo! 😥

      Magari è morto ed è venuto sotto forma di piccione a farmi gli auguri! La cacca? O semplicemente non è potuto sfuggire alla sua nuova natura di piccione, o si ricorda che nella tradizione umana la cacca è portafortuna, e ha voluto farmi gli auguri così, con un “ti auguro tanta fortuna!” 😆

      Mi piace

  1. Non solo i piccioni ti fanno senso, a il balenio di un ricordo , un lapsus freudiano per qualcosa che almeno un pochino, ti fa ancora soffrire. Pensa al pipistrello che in una notte d’estate si è messo a svolazzare sul mio capo in camera da letto…terrore puro!

    Liked by 1 persona

    • Un pochino mi fa ancora soffrire? Mi fa soffrire ancora ferocemente, incessantemente, senza sosta, con picchi più acuti nelle ricorrenze, cone ora.

      Se un piatto o un bicchiere cadono a terra senti un rumore fragoroso.

      Lo stesso succede se una finestra sbatte, se si rompe la gamba di un tavolo o se un quadro si stacca dalla parete.

      …ma il cuore, quando si spezza, lo fa in assoluto silenzio…

      Data la sua importanza, ti verrebbe da pensare che faccia uno dei rumori più forti del mondo, o persino che produca una sorta di suono cerimonioso, come l’eco di un cembalo o il rintocco di una campana.

      Invece è silenzioso, e tu arrivi a desiderare un suono che ti distragga dal dolore.

      Se rumore c’è, è interno. Un urlo che nessuno all’infuori di te può sentire. Un boato così forte che le orecchie rintronano e la testa fa male. Si dimena nel petto come un grande squalo bianco intrappolato nel mare; ruggisce come la mamma orsa a cui è stato rapito il cucciolo. Ecco cosa sembra e che rumore fa. È un’enorme bestia intrappolata che si agita, presa dal panico; e grida come un prigioniero davanti ai propri sentimenti.

      L’amore è così… nessuno ne è indenne. È selvaggio, infiammato come una ferita aperta esposta all’acqua salata del mare, però quando si spezza il cuore non fa rumore.

      Ti ritrovi a urlare dentro e nessuno ti sente.

      (Cecelia Ahern – Se tu mi vedessi ora)

      Liked by 1 persona

  2. Forse il piccioncino aveva disturbi intestinali. Mai visto ( si fa per dire…) piccioni fare tanti bisognini così sparpagliati… Che sfortuna hai avuto. Buona domenica lo stesso mia cara Diemme. Isabella

    Mi piace

  3. Oddio che schifo!!! Sei stata molto coraggiosa, io non sarei riuscita ad infilarmi in bagno per aprire la finestra. Qualche anno fa, il giorno di Pasqua, si era intrufolato in salotto un piccione che doveva essere piccolo d’età e probabilmente si è spaventato più lui ai miei urli… Ho chiamato in soccorso mio marito che l’ha “ingabbiato” con un cestino per la carta (quelli forati che stanno di solito sotto la scrivania) e poi l’ha liberato. Io ho passato un’ora a strofinare tutto con la candeggina e ho anche il cotto toscano per terra, un pavimento molto delicato, quindi ho rischiato di rovinarlo. E tutti a dirmi “è Pasqua”, e io “sì ma quello era un piccione cittadino schifoso non una colomba bianca”!
    Quanto al confronto piccione-Xavier … sorvolo! 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Capita anche a me di dare una valenza simbolica a certi eventi e, appunto, come nel tuo caso, all’incontro con animali, tanto che, al vederli, fantastico su vicende umane mie e di altri, con le quali intravvedo un collegamento… che però non c’è.
    Ma così ci piace pensare, perché le nostre speranze del tutto non si perdano..

    Liked by 1 persona

    • Infatti, è così.. Il piccioncino, prima di diventare il piccioncino, il primo maggio era sempre a casa mia… e chiaramente, alla bisogna, usava educatamente il bagno! 😆

      Mi piace

  5. MAI DIRE MAI ( e nessuno/nessuna lo sa meglio di te … ), spalanca a @Ginny la porta di casa e soprattutto il tuo cuore, non essere rancorosa & vendicativa, questo atteggiamento non porta a nulla di positivo, e, per concludere, ricordati i tuoi ( e miei ) antenati Romani che dominarono il mondo intero : PARCERE VICTIS, SED DEBELLARE SUPERBOS, e il nostro caro @Ginevro ( alias @Xavier … alias @…. a nò, non lo posso dire ! ), senza alcuna superbia ( eh, lui NON l’ ha mai avuta ) e col capo cosparso di cenere, tornerà fra le tue braccia, alla faccia della bella ( e bbona ) @Rosa di Maggio, più amico e meno farfallone che prìa !!!
    Un abbraccio …. e a bientot, amica mia ex figlia delle Erinni ! 😀

    Mi piace

  6. Almeno il piccione è andato nel posto giusto, quasi più giusto di dove si trovasse il pc di Sissi. Anche se poi il rispetto delle buone regole è finito tutto là visto, magari per lo spavento, l’ha fatta un po’ dappertutto dove gli è capitato.
    Meno male che si trattava di superfici ripulibili, perché l’episodio me ne ha fatto ricordare uno dei tempi di scuola, quando si andava a far i disegni all’esterno per ritrarre qualche soggetto che ritenevamo interessante. Allora, un mio compagno di classe si era impegnato nel disegnare la chiesa, alla conclusione della sua fatica, la ciliegina sulla torta (si fa per dire) gliel’ha confezionata un piccione che era passato da quelle parti centrando col suo “missile telecomandato” proprio il foglio da disegno di Marino. Ciao cara e buona settimana!

    Mi piace

    • Ah, il pc di Sissi non era lì causa disordine, era lì perché lei oramai ha promosso la lavatrice sua scrivania personale… meno male che era chiuso, che andare a ripulire tra un tasto e l’altro sarebbe stato decisamente più difficoltoso! 😆

      Mi piace

  7. Un piccione disciplinato, che va a fare i suoi bisogni al bagno. Magari avercene! Da me sono piccioni maleducati e mi scagazzano tutto il balcone… li odio. Sgrunt!

    Mi piace

    • Quella è l’ultima cosa che mi puoi dire: io non desidero certo il male di una persona buona e che a me ha solo fatto del bene. Non è che stai usando il tuo metro di misura? Il fenomeno delle proiezioni è molto più diffuso di quanto si pensi…

      Mi piace

  8. No … lo ribadisco ( e proprio per il bene che ti voglio … ) che, lo scrivere Tu “voglio che siano felici” @Gin e la bbella ( e bbona ) @Rosa di Maggio, mi suona falso, inconcludente e scrupolosamente inesatto, poichè Tu, mia cara @Diemme, è te che vuoi veder felice … ed è fra le tue braccia che aneli che @Gin ritorni più affettuoso e meno farfallone che prìa !!! 😀
    Ecco, madam … che sei stata tradita da quello che chiamano LAPSUS FREUDIANO … ma tirem innanze ( e de retro, per così dire ) : se ti piace pensarla così … mi sta bene così, ed amo ora pensarti mentre ti struggi al sol pensiero che il tuo amico NON sia felix con la bella ( e bbona ) @Rosa di Maggio !
    A bientot … @Diemme, Tu sì che sei una AMICA ALTRUISTA, pronta a sacrificarti or per questo/questa, or per quello/quella ! :mrgreen:

    Mi piace

    • Pensala come vuoi. Tu Xavier non lo conosci, e non è un farfallone (anche perché un farfallone non avrebbe mai preso in considerazione una come la Pdf), e non è al ritorno di uno Xavier solitario quello cui aspiro: poi tu, pensala come vuoi, tanto mi pare d’aver capito che in questo periodo ti comporti da scheggia impazzita.

      Mi piace

  9. Come una scheggia impazzita ???
    Io mi comporterei come una SCHEGGIA IMPAZZITA ???
    Ebbene si … sono una scheggia !
    Ma una SCHEGGIA DI SAGGEZZA non blogghiera, non di quelle che nulla dicono e nulla tolgono che impazzano nel web e similia !!! :mrgreen:
    Ps: ti prego … NON ti struggere troppo al solo pensiero che @Xavier NON sia felice con la bella ( e bbona ) @Rosa di Maggio, mia cara PRONUBA !!!

    Mi piace

    • Sei così tanto saggio da non capire quando è ora di darci un taglio neanche se ti si dice chiaro e tondo e ti si fanno gli schizzetti alla lavagna, e allora sarò più chiara: falla finita. Io so che per te è un momento particolare, e in questo momento una persona amica avrebbe il dovere di portare più pazienza, ma purtroppo è un momento particolare anche per me, e faccio a tutti la comunicazione ufficiale che non sono di fil di ferro, non sono di tungsteno, non sono bionica.

      Non avere la presunzione di leggere i miei pensieri che tanto non ci azzecchi, e le tue insistenze e presunzioni di conoscenza alla fine diventano pesanti.

      Liked by 1 persona

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...