Di mamme, concetti antropologici e arcobaleni

DDL Cirinnà - schema esemplificativo

Il presidente emerito della Corte Costituzionale Cesare Mirabelli ha ricordato che, per l’art. 29 della Costituzione, la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, e “questa linea è stata confermata dai pronunciamenti della Corte Costituzionale e nella Convenzione dei diritti dell’uomo”, che chiede che le unioni omosessuali siano disciplinate, ma “non omologandole al matrimonio, perché non c’è consenso sufficiente su questo punto”. (fonte: http://www.interris.it/2016/01/29/84160/posizione-in-primo-piano/schiaffog/family-pride.html).

La prossima settimana il ddl Cirinnà sarà votato al Senato.

Direi che il confronto, almeno a livello di popolo e popolino ma non solo, ha tirato fuori il peggio di ognuno. Intanto la discussione ha presentato spesso queste caratteristiche, tipiche delle scontro tra opposte fazioni:

  1. gettare letame sull’altro fronte
  2. mischiare argomenti che non c’entrano niente (per il ddl v. immagine)
  3. portare a sostegno della propria tesi argomenti nonché illazioni che non c’entrano niente con la questione
  4. Per ogni tesi tirare fuori l’immancabile “scientificamente dimostrato”

La mia posizione la conoscete, sono d’accordo con la regolamentazione delle unioni omosessuali, con nessuna comparazione o omologazione al matrimonio, che è un’altra cosa anche per la nostra Costituzione di stato laico, con buona pace degli arcobaleno.

Per l’adozione tradizionale, che peraltro non è in discussione in questo momento, ritengo che stiamo parlando di aria fritta, in quanto oggi la domanda di adozione riesce a essere soddisfatta per una famiglia su dieci, e le coppie etero sarebbero sempre favorite rispetto a quelle omosessuali quindi, salvo corsie preferenziali di qualche eletto, è una discussione sul sesso degli angeli. Io lotterei piuttosto, se davvero lo scopo è togliere i bambini da istituti, strada etc., per una semplificazione delle pratiche di adozione.

Per quanto riguarda invece la stepchild adoption, ritengo giusto che, nel momento in cui venga meno l’ultimo genitore biologico, venga considerato, nella pratica dell’adozione, il rapporto privilegiato del minore con la persona che ha convissuto con il genitore affidatario e che, presumibilmente, ha contribuito alla sua crescita. Altre forme darebbero probabilmente la stura a pratiche discutibili, creazioni in laboratorio di bambini dall’incerta origine, uteri in affitto (anche questo non in discussione in questo momento), etc. etc.

Sono schifata dalla radicalizzazione dei concetti, sull’uno e sull’altro fronte, dalla estremizzazione delle casistiche per portare l’acqua al proprio mulino, dal confronto portato con esempi “per assurdo” (ma quanto ce piace de chiacchiera’!).

Spero comunque che, quelle forze politiche che dicono di agire nell’interesse della famiglia, ci agiscano sul serio e che in Italia veda luce davvero il sostegno alla famiglia e alla maternità, forte in altri paesi (ne ho lette tante in questi giorni!) e inesistente in Italia dove, non a caso, la natalità è in caduta libera: io stessa avrei messo al mondo una decina di figli, e invece ho dovuto rinunciare a vivere per crescerne una!

Ah, naturalmente, per me la mamma è sempre la mamma, non un “concetto antropologico”, e strappare un figlio alla propria madre (considerata solo un’incubatrice senz’anima, ti pago e zitta!), impedirgli da subito ogni contatto con la stessa, negandogli con ciò anche l’allattamento (che è uno dei momenti più felici del bambino, oltre che protettivo per il suo sviluppo fisico), sia un crimine. Per crimine intendo crimine, la prima negazione di un amore reale per il bambino, che sottolinea ulteriormente l’egoismo, il narcisismo e il delirio di onnipotenza dei “committenti”.

Nota: pubblico, tanto per cambiare, senza rileggere. Ci tornerò su appena possibile.

Annunci

21 thoughts on “Di mamme, concetti antropologici e arcobaleni

  1. Ahò … qui annate tutte de corsa come leprotte, e cjàripromettete che ripasserete doppo ( ma doppo de chè ??? 😯 ) eventualmente pe’ coregge quarche fregnjaccja, o pe’ aggjugnje ar marfatto nun se sa cosa !
    Io ‘nvece, così come quanno m’ aritrovavo a fa’ l’ assedjo a la città fatale de Jerusalaim, ‘sto “sardo & gajardo” sur torjone co’ lo spadone ‘n mano … e quinni dico la mja sur poste de la sora @Djemme, la quale produce mijaja de poste, e ‘ggni vorta ce dice che cjà fretta, pora cocca !
    Quello che conta, è l’ interesse dei bambini, i quali – come ha ribadito di recente un alto Magistrato italiano che commentava una sentenza dell’ Alta Corte degli Stati Uniti ( all’ adozione, da parte di coppie omosessuali, di neonati ) – DEVONO ESSERE CIRCONDATI DA AFFETTO E SERENITA’ … e, in conseguenza a ciò, la loro futura felicità e realizzazione NON dipendono dal piacere di sesso ( etero o omo-sessuale ) provato dalla coppia che li mise al mondo !

    Mi piace

  2. Con rispetto per tutti direi che nella discussione sull’argomento la padrona assoluta è l’ignoranza del problema. Come se io mi mettessi a discutere di fisica nucleare con un addetto ai lavori. Nessuna meraviglia che gli abusivi violino allegramente la costituzione… lo fanno sistematicamente da quando occupano abusivamente la sedia.. inascoltato ovviamente l’allarme lanciato ieri dall’associazione pediatri ( che “magari” qualcosa capiscono del problema) mentre parlamentari analfabeti o quasi pontificano di “civiltà” . In tutto questo marasma a farne le spese saranno i minori ma sembra che non freghi a nessuno.

    Liked by 3 people

    • Sì, dei bambini non frega niente a nessuno, ma neanche delle donne che eventualmente li metterebbero al mondo: qui importa solo soddisfare i propri bisogni da una parte e apparire illuminati e progressisti dall’altra.

      Liked by 1 persona

  3. Detesto anch’io l’uso che si sta facendo dei concetti. Detesto l’uso politico che si sta compiendo di questioni umane. Detesto la falsità e l’ipocrisia. Il tuo articolo invece lo trovo davvero interessante.

    Liked by 1 persona

    • Grazie anche a te! Non mi aspettavo tanti ritorni per un articolo scritto in fretta e furia mentre infilavo scarpe e maglione (e ritoccavo lo smalto toppando il colore e uscendo con unghie bicolore! 😉 ).

      Mi piace

  4. Mi ha davvero schifato la mole di schifezze e improperi che si sono scambiati nei vari post la gente al riguardo, e me ne sono sempre tenuta fuori, il mio pensiero è uno solo al riguardo, i membri di una coppia di vita (comunque essa sia) devono avere gli stessi diritti sia in caso di vita che in caso i morte di uno dei due, e soprattutto nei casi di malattia e di assistenza. Concordo poi sul fatto che i bambini debbano sempre venire al primo posto, ed è quindi assurdo solo il pensiero di toglierlo ad una delle persone con cui ha vissuto perché l’altro è deceduto!

    Mi piace

  5. ….Per quanto riguarda invece la stepchild adoption, ritengo giusto che, nel momento in cui venga meno l’ultimo genitore biologico, venga considerato, nella pratica dell’adozione, il rapporto privilegiato del minore con la persona che ha convissuto con il genitore affidatario e che, presumibilmente, ha contribuito alla sua crescita. Altre forme darebbero probabilmente la stura a pratiche discutibili, creazioni in laboratorio di bambini dall’incerta origine, uteri in affitto (anche questo non in discussione in questo momento), etc. etc….proprio oggi una conoscente di mio marito che convive da 18 anni con un’altra donna ha posto questo problema a mio marito. Lei è gravemente malata, la figlia che ha 19 anni ed è “solo” figlia sua (avuta da una violenza e accettata con immenso amore, e qui la dice lunga) è stata cresciuta anche dalla compagna che la vorrebbe adottare…
    Approvo ciò che hai scritto in toto.

    Liked by 2 people

    • Ecco, hai portato un caso semplice semplice in cui non si dovrebbe presentare nessun problema, considerando poi che la figlia è pure maggiorenne e in grado di esprimersi sull’adozione!

      Liked by 1 persona

  6. Infatti … una coppia omosessuale NON mette al mondo alcun bambino, a meno che un uomo e una donna si scoprano omosessuale dopo che lei sia rimasta incinta !
    Ma non è questo il punto oggetto della sentenza dell’ Alta Corte degli Stati Uniti, in cui è stato ribadito ( e come ho già detto, l’ alto Magistrato Italiano l’ ha trovato giusta ) che L’ INTERESSE PRIMARIO DEL BAMBINO NON E’ IL PIACERE SESSUALE RICAVATO DALL’ AMPLESSO
    ( OMO O ETERO ) DELLA COPPIA, BENSI’ – AFFINCHE’ IL MINORE CRESCA CORRETTAMENTE E DIVENGA UN ADULTO NEL PIENO DELLE SUE POTENZIALITA’ – L’ AFFETTO CON CUI VIENE CIRCONDATO, AMATO E RISPETTATO !!!

    Mi piace

    • Vedi Bruno, i cosiddetti arcobaleno – ma forse soprattutto i sostenitori etero degli stessi – mi infastidiscono non poco fanno una serie di illazioni da una parte, e un’altra serie di scoperte dell’acqua calda dall’altra.
      Non si sa se siano più fastidiosi quando dicono – a sostegno del matrimonio gay – che l’omosessualità è presente in natura (ma va?), che è meglio per un bambino essere amato e accudito da una coppia omosessuale piuttosto che l’abbandono (ma va?), che l’omossualità non è una malattia (ma va?), che non è sinonimo di pedofilia (ma va?), che hanno diritto a vivere alla luce del sole e hanno diritto ad amarsi (ma va?) o quando vogliono dimostrare che le famiglie tradizionali siano un covo di violenza falsità e perversione (ma va…ffanculo!). So che alcune persone hanno una serie di pregiudizi riguardo all’omosessualità, ma non io, quindi le prime argomentazioni mi annoiano, anche perché le ritengo non inerenti la questione matrimoniale e “filiativa”, la seconda mi irrita e mi provoca il distacco e l’alzata di un muro.

      Insomma, mi dici cosa porta alla discussione, specie di questa legge in cui non si sta parlando, tra le altre cose, di adozione, dimostrare che è meglio ricchi e sani che poveri e malati? E la fiera dell’ovvio dovrebbe dimostrare che è giusto l’istituto matrimoniale esteso a persone dello stesso sesso? Che poi davvero, una volta erano così contrari a certi “istituti borghesi”, e adesso che finalmente anche gli etero hanno ottenuto di non essere più costretti a sposarsi, questi si svegliano e vogliono scimmiottare moglie e marito, mamma e papà?

      Hai presente quello che dicono delle donne? Che avevano mille potenzialità, potevano avere la loro sacrosanta emancipazione e dare punti agli uomini, e invece sono diventate la loro brutta copia. Invece di proporre nuovi modelli hanno maldestramente scimmiottando i vecchi. Ecco, secondo me gli omosessuali stanno facendo la stessa cosa, stanno diventando la brutta copia degli etero. Un mio amico mi diceva una volta che c’è una morbosità nei confronti delle coppie omosessuali di sapere “chi fa l’uomo e chi fa la donna”, in un maldestro tentativo di ricondurre la coppia omo alla coppia etero. Lui diceva: due uomini che si mettono insieme continuano a essere due uomini, idem due donne, continuano ad essere due donne. Ok, si è spenta la radio e questo significa che devo iniziare a correre, per cui farò quella cosa che tu giustamente detesti: lascerò il pensiero a metà senza concluderlo, e non sperate che lo concluderò dopo perché avrò perso il filo, tiè!

      Mi piace

  7. Pingback: PERCHE’ IL DDL SULLE UNIONI CIVILI E’ UNA BRUTTA COPIA DEL MATRIMONIO PER FAVORIRE I GAY | Marisa Moles's Weblog

    • Libero amore non significa libero matrimonio: da quello che ho letto finora, da una parte e dall’altra, tutti hanno fatto una grande confusione sugli argomenti e, anche su quelli on topic, hanno ragionato per eccezioni, il che non va bene e non fa testo.

      Il matrimonio è la pietra fondante della costituzione di una nuova famiglia, che si svilupperà e consoliderà attraverso la nascita dei figli che verranno, punto. Poi ci sono quelli che non riescono ad averne, e magari decidono di non adottarne e non ci riescono, o ci sono quelli che proprio non ne vogliono e probabilmente, se si sposano per i diritti reciproci che ne conseguono, se ci fosse un altro istituto potrebbero ricorrere a quello. Ci sono anche quelli, parlo ovviamente del matrimonio religioso, che, figli o non figli, si sposano davanti a Dio per “non vivere nel peccato”, ma questo per le coppie omo ovviamente neanche se ne parla.

      Tutte le altre argomentazioni non fanno altro che far incartare, e portano a discorsi estremi: “Dovunque c’è amore c’è una famiglia”, cosa che nessuno nega, che significa, che anche un nonno e un nipote si possono sposare? C’è stato giusto il caso di un padre e una figlia, sono due adulti consenzienti (ora non trovo l’articolo, ma credo sia uscito ieri): tutte le eccezioni sollevate sull’incesto vengono smontate, ci sono figli malati che nascono da coppie di non consanguinei e figli sani che nascono da consanguinei, è una questione di probabilità. Io sono contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso, semplicemente perché ritengo che il significato del matrimonio sia altro ma, al contrario della maggior parte delle persone, sono meno in disaccordo con l’adozione, ma la stepchild adoption, inutile negarlo, dà la stura a quell’abominio che è l’utero in affitto, e a tutta la fabbrica dei bambini ad esso collegata. I pro-gay argomentano che ci ricorrono più le coppie etero, dando per scontato che per loro uno sia d’accordo, e sembrano voler dire: “Perché loro sì e noi no?”. Io invece sono contraria sempre, sono per il diritto dell’individuo a conoscere la propria origine, ancora più che al diritto ad avere un padre e una madre (che pure, secondo me, hanno, ma lì si possono fare i distinguo di rito).

      Allora, libero amore va bene, a me credimi, proprio non interessa chi va a letto con chi, purché si tratti di adulti consenziente, ma qui si sta parlando di libero matrimonio, libera adozione, libera fabbrica di bambini dall’incerta origine!

      E poi, come già nel matrimonio etero, ci sono matrimoni finti, di pure interesse, che così avrebbero ancora più modi di esistere ed essere “perpetrati”.

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...