Non era saggia…

Io, lo sapete, sono una che sugli autobus intrattiene lunghe conversazioni telefoniche, per cui mi aspetto che almeno tre o quattro quartieri di Roma, se non vogliamo contare anche i paesi limitrofi grazie ai pendolari, siano perfettamente informati sui fatti di casa mia.

Ogni tanto però qualche anima generosa ricambia, e mi fa sapere quelli di casa sua  😛

Dunque giorni fa sedeva accanto a me una ragazza che stava raccontando a un’amica un incontro – credo casuale – con un suo ex: incontro, cena, poi si finisce sotto le lenzuola. Bello, inaspettato, meraviglioso ma… sarà una cosa seria o una parentesi?

Lei esamina la situazione devo dire con molta lucidità, si chiede se la gentilezza di lui sia stata sincera o finalizzata al dopocena, cerca di analizzare certe frasi scanzonate, e cerca molto razionalmente di classificarle come battute o messaggi. Stabilisce delle strategie, ci va coi piedi di piombo.

Mi stupisco di tanta, come dire, equilibrata cautela nella gestione dell’affair: insomma, se ritorna un ex che t’intriga un minimo di coinvolgimento te lo crea, va bene la lucidità, ma ne stava parlando neanche si trattasse di un acquisto di un appartamento o di un automobile! Va bene pure che a una certa età (io ho detto ragazza, ma era una donna) una di fregature ne ha prese un tot e non s’illude più, sebbene sembrasse aver creduto a certe frasi standard (tipo “una donna come te io non l’ho mai conosciuta, sei diversa da tutte le altre”, frase che viene propinata assolutamente a tutte, pure alle bambole di gomma prodotte in serie), però c’era qualcosa che non mi convinceva.

A un certo punto si svela l’arcano: “Meno male che ho Tizio e non devo stare ad aspettare lui! Se torna, bene, altrimenti mi tengo Tizio”.

Ah, ecco, mi pareva, non era ponderata, aveva semplicemente i piedi al caldo. Per dirla meglio, non era saggia, era zoccola!

Annunci

37 thoughts on “Non era saggia…

    • Ma magari è solo un’immatura, una che a 30 o 40 anni ha ancora la cameretta con Hello Kitty, e le basta un minimo complimento per salire su una nuvoletta e ricambiare graziosamente con una superficiale sveltina, senza farsi troppi problemi dell’eventuale presenza di un più legittimo fruitore.

      Liked by 1 persona

    • Dice un vecchio e saggio proverbio: chi non è maturato a venti anni non lo fa più, chi non si è sposato a 30 non lo fa più e chi non ha fatto i soldi a 40 non mi fa più. Aggiungiamo pure cinque anni o dieci per i cambiamenti sociali che hanno procrastinato tutto, ma ti assicuro che quella ne aveva sicuramente più di venti e anche più di trenta, quindi la catalogherei tra le senza speranza 😉

      Mi piace

  1. Oculata conclusione la tua, @Diemme cara, moooolto oculata !
    Mi spiace dirlo ( eh … da inguaribile e romantico ammiratore delle ‘Donne Donne’ qual sono ), ma ci sono femmine veramente mignott … ehm … meretrici, le quali si accoppierebbero, ove potessero, pure con l’ aria fessurata … che le possino benedille !!! 😯

    Mi piace

    • Non è che gli uomini siano da meno, il “basta che respira, ma anche se è morta da poco” l’hanno coniata per i maschi! Comunque, questo davvero è un campo in cui c’è la par condicio. C’era un mio amico che diceva sempre “Ne ho conosciute di zoccola, ma come le donne!”, che mi faceva proprio ridere! 😆

      Liked by 1 persona

  2. Mi sento di dover spezzare una lancia controcorrente in favore della zoccola. Credo che tutto dipenda dal fatto che il mondo maschile si divide in due grandi categorie: gli stronzi e i ripieghi. Sono certo che di suo la donna non sarebbe così, ma là in mezzo viene facile imparare a usare gli zoccoli.
    Da tutta questo racconto mi viene dunque una di quelle domande tipo “viene prima l’uovo o la gallina?” , qualche interrogativo del tipo: “Esiste prima lo Stronzo che l’ha lasciata la prima volta o la Zoccola?”
    E giova a poco sapere che nemmeno il Ripiego è granché sveglio e intelligente.

    Mi piace

    • Mi dispiace Pj, non sono d’accordo, quanto dici è riduttivo sia per gli uomini che per le donne. Ci sono persone stronze, uomini e donne, ci sono persone che magari meritano pure di essere ripieghi, ma ci sono persone corrette, solide, perbene, che non appartengono a nessuna delle due categorie: e poi basta con quest’alibi che uno fa lo stronzo perché ha incontrato la zoccola o fa la zoccola perché ha incontrato lo stronzo! Ci sono persone che di fronte agli inganni, la sofferenza, prendono le distanze, o semplicemente se la cuccano, senza diventare per questo persone peggiori. Io per esempio non ho mai pensato neanche nell’angolo più remoto della mia testa di vendicarmi con qualcuno per quello che mi aveva fatto qualcun altro, e sì che di motivi ne avrei! Poi, certo, magari uno diventa più duro, diffidente, scettico, meno disponibile al sacrificio per l’altro, con l’entusiasmo ridotto al lumicino, questo sì, non è che la sofferenza sia mai gratis, ma far pagare il conto della nostra vita a un innocente – o presunto tale -, questo no!

      Liked by 2 people

    • Mi piaceva l’idea di andare controcorrente e scatenare l’indignazione della platea.
      E’ vero, in questo mondo, le sfumature si sprecano e le categorizzazioni vacillano appena si cercano di imbastire.:-)

      Mi piace

    • Non si tratta di sfumature, uno stronzo non è una sfumatura di una persona perbene, come non lo è la zoccola. Semmai sono sfumature di immaturità, narcisismo e, nel caso di vendetta nei confronti di qualcuno, incapacità di giudicare e discernere, quasi una sorta di razzismo sessuale (“una donna/un uomo mi ha fatto soffrire, mi vendico con tutte le donne/gli uomini”): so che c’è chi lo fa, e quel qualcuno non ha in nessun modo la mia comprensione.

      Liked by 2 people

  3. @Pjpery ?!?!? 😯
    HOMOCLASTA !!! :mrgreen:

    Postescritto : per la serie “Vabbè che noyo uomini NON siamo perfetti, ma da qui a darci addosso senza ritegno … ce ne corre” !!!

    Liked by 1 persona

  4. Eh eh eh … hi hi hi …. mio buon @Pj : non una qualsivoglia indignazione mi hai ispirato, bensì una tenera, umile, ma salutare risata ! 😆

    Mi piace

  5. A parte che non darei in modo gratuito della zoccola solo perchè ad avere due piedi in due scarpe è una donna, se fosse stato un uomo che raccontava l’aneddoto sarebbe diventato un semplice stronzo. Insomma, la solita pantomima, se lo fa la donna è zoccola, se lo fa l’uomo è stronzo. A parte ciò, direi che in tali occasioni, quando uno o una oltre al partner si cercano il ripiego, mi piacerebbe che alla fine rimangano soli e perdano il palo stabile e il ripiego passionale. Insomma, chi troppo vuole nulla stringe!

    Mi piace

    • Guarda che io considero uomini e donne che tradiscono esattamente alla stessa stregua. Personalmente, anzi, mi dà più fastidio l’uomo, visto che la cosa potrebbe riguardarmi: l’osservazione che tu hai fatto, rivolta a me, è davvero un infondato processo alle intenzioni.

      Liked by 2 people

    • No, non è il fatto di offendermi, è che è capitato anche con un’altra mia amica che, facendo un’osservazione del genere, lei replicasse “Invece se lo fa un uomo va tutto bene!”: e chi l’ha mai detto? Se è la mentalità del luogo (lei abitava in paese), non è comunque una mentalita che può dare per scontato abbia anch’io. Per me il tradimento è una cosa gravissima, e non è un giudizio sui costumi sessuali: per me una può essere la paladina del libero amore, stare in coppia aperta, dedicarsi pure allo scambio di coppia; a me personalmente il solo pensiero ripugna, ma capisco che sono fatti loro, e a nessuno deve interessare, liberi e consenzienti, chi va a letto con chi. Diverso è quando si tradisce un partner ignaro: diversa è l’omissione, la bugia, il barcamenarsi col piede in due staffe. Ho detto “zoccola”, è vero, e per un uomo non l’avrei detto, ma solo perché il termine zoccolo non esiste. Il termine corretto è “fedifrago”, che infrange la fiducia, che per me è molto ma molto più grave dell’essere zoccol*, però non suona abbastanza dispregiativo. Qui zoccola è stato detto a mo’ di battuta e hai ragione, è improprio: la persona che tradisce è un pezzo di merda, uomo o donna che sia.

      Liked by 1 persona

    • Si un pezzo di merda che ribadiscono il miglior finale rimane quello di rimanere da soli. Solo che per quanto se!bra assurdo, queste persone sono quelle che pur mollate troveranno sempre qualcun@ pronto a riprendersele fra le lenzuola. A discapito di chi magari ha mollato un partner per problemi più seri ed è costretto a rimanere da solo per parecchio tempo….
      C’è un altro termine, sempre meno dispregiativo dello zoccola. È satiriatico.

      Mi piace

    • Non è l’Aida che mi deve chiedere perdono, ma quel pezzo di … della PDC!

      Chiaro però che non avverrà mai, è troppo spocchiosa per chiedere scusa, e soprattutto troppo scema per capire quello che ha fatto. E anche un po’ troppo paragnosta, se vogliamo proprio dirla tutta.

      Liked by 1 persona

  6. Evvabbè, frattanto @Aida … per non saper nè leggere nè scrivere, ti ha porto le sue scuse, come d’ uopo calmando la belva che è in te ! :mrgreen:
    E, per seconda nel mazzo, ora che sei stata pacata … rifletti meglio : @Rosa di Magg … ehm … @PdF, NON è paragnosta, ma è PARACULA !!! 😆

    Mi piace

    • Quello intendevo, ho voluto contenermi…

      Avrei voluto ancora chiederti se secondo te è più colpevole lui e lei (io no ovviamente :mrgreen: ), ma forse ti mancano elementi.

      Mi piace

    • Ma guarda che io mica ero arrabbiata con Aida. Ho voluto solo precisare il mio pensiero perché, come Aquila pure ebbe a sottolineare in un suo splendido post (che non saprei al momento rintracciare), le persone spesso ti attribuiscono opinioni che non hai.

      Lui parlava di quella concatenazione logica che fa la gente “penso questi e quindi pensi anche quest’altro” oppure “sei di questa idea e quindi sei di questo partito”, “credi in questo e quindi sei incoerente perché invece non approvi quest’altro”.

      Ecco, quando mi capita, chiarisco.

      Mi piace

  7. io non sono un modello ma ho sempre creduto che il sesso non possa essere disgiunto da un feeling che non sia quello d’una sera , sono ormai estraneo ad un mondo che si vende per nulla, che trova tutto normale e lecito, che non si “scandalizza” di nulla . Motivo per il quale evito i mezzi pubblici (onde non sentire minkiate…) e rarisssssimamente socializzo con estranei: se qualcuno non ha nulla da “dirmi” ( non con parole..) è fuori. La saggezza della vecchiaia !!!! 🙂

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...