Quelli che se la cercano

imperizia-imprudenza-negligenza

Non è che mi piaccia essere impopolare, ma faccio parte di quella categoria che, con mille distinguo e una chiara visione di colpe e responsabilità, non ritiene totalmente errata l’affermazione che viene fatta in certi casi “Se l’è andata cercando”.

Tanto per cominciare, bisogna fare una distinzione di base tra colpa e responsabilità. Mettiamo un ladro che svaligia una banca in cui porte e cassaforte siano state lasciate aperte: la colpa del furto è chiaramente del ladro, ma la responsabilità è di chi ha lasciato tutto incustodito.

Veniamo a noi: non viviamo in un mondo perfetto. Mi dispiace ma è così, non l’ho creato io. Possiamo scandalizzarci di ladri, assassini, pedofili, prostitute e magnaccia, di tutto quello che volete, resta il fatto è che questa gente esiste, e il fatto che sia più o meno giusto sono chiacchiere che lasciano il tempo che trovano.

Ora, fermo restando che gli stupratori violentano pure la rospa intabarrata che imbocca il portone di casa rientrando dalla messa, fermo restando che i ladri, per l’appunto, rubano pure nei protettissimi caveau delle banche, io direi che è sempre il caso di agire cum grano salis e almeno tentare di risparmiarsela qualche brutta esperienza.

Che poi, cerchiamo di capire bene cosa significa  – o almeno dovrebbe significare – “se l’è andata cercando”: perché è chiaro che una persona è padrona di vestirsi come vuole, che una donna che alle due di notte passeggia per un vicoletto con la minigonna all’inguine e i tacchi a spillo non sta dando a nessuno l’autorizzazione a violentarla e dovrebbe essere libera di farlo, e che se vuole salire in camera del primo che passa, magari rimorchiato in discoteca tra un impasticcamento e un altro non dovrebbe rischiare la vita, ma permettete che questi comportamenti sono quantomeno imprudenti? Certo che il colpevole, l’unico colpevole, è l’assassino/stupratore di turno, ma un minimo di autotutela no?

C’è un mio amico che, rampognando la madre che attraversa sulle strisce pedonali senza guardare, alle rimostranze della donna che sostiene che sono gli automobilisti che devono stare attenti visto che lei è sulle strisce, è solito rispondere: “Tu vuoi avere ragione zoppa!”.

Ecco, vogliamo avere ragione zoppi?

Annunci

25 thoughts on “Quelli che se la cercano

  1. Hai perfettamente ragione. Essere dalla parte della ragione non implica automaticamente la salvezza… ciò che dice il tuo amico alla madre è l’esempio più perfetto per il tuo post.
    Nessun dubbio che la colpa va a chi commette il reato. Assolutamente.
    Però, prestare un minimo di attenzione, salvaguarda un pochino di più dall’essere vittime del reato stesso.

    Liked by 1 persona

  2. Va anzitutto premesso che la tutela personale, secondo me, è il primo bene a cui dobbiamo tendere… successivamente possiamo anche essere consapevoli dell’ingiustizia del fatto che dobbiamo limitare le nostre legittime libertà per avere un sufficiente margine di sicurezza.
    C’è allora un’unica domanda da porsi:
    vale per noi di più il principio teorico che ci consentirebbe massima libertà di comportamento oppure una ragionevole autotutela in base allo stato reale delle cose così come lo percepiamo… perché ognuno avrà comunque la sua particolare percezione della realtà e dei suoi pericoli..
    Quindi, all’interno della propria consapevolezza, quello che dobbiamo chiederci è ciò a cui teniamo di più.. se ne facciamo una questione di principio o piuttosto di integrità personale.
    Sta ad altri, allo Stato, fare sì che il nostro utilizzo, senza particolari rischi, delle libertà che abbiamo o avremmo, sia il più ampio possibile, questo anche perché la possibilità di un’autodifesa attiva è fortemente limitata dallo stesso ordinamento.. vedi porto e uso legittimo delle armi.

    Mi piace

  3. Giusta visione … su prevenir l’ attacco presentandosi in modo che, quell’ attacco violento, non abbiasi a compiere “per eccesso d’ esposizione di sè al naturale” !
    Racconta Ser @De Andrè ( in NON AL DENARO, NON ALL’ AMORE NE’ AL CIELO ) che un @nano deforme ( parente forse di messer @brunetta … ) che, passando di raccomandazione in raccomandazione, di curia in curia, si fece finalmente giudice, arbitro in terra del bene e del male . Ebbene costui, quando gli si portava un colpevole alla sbarra, prima ancora di sentirne le colpe, esaminava attentamente la sua statura, e se quel reo era alto anche di poco oltre la media …. lo consegnava immediatamente al boia !
    Passaron gli anni, e venne anche per quel giudice nano il tempo di morire … e di doversi presentarsi al Signore per la remissione dei suoi peccati .
    Ebbene, giunto egli alla sbarra celeste, e non conoscendo affatto la statura di Dio, si mise in ginocchio pensando che Dio fosse almeno un poco più alto di un nanetto ginocchioni ! :mrgreen:

    Liked by 1 persona

  4. Giusta visione … su prevenir l’ attacco presentandosi in modo che, quell’ attacco violento, non abbiasi a compiere “per eccesso d’ esposizione di sè al naturale” !
    Racconta Ser @De Andrè ( in NON AL DENARO, NON ALL’ AMORE NE’ AL CIELO ) che un @nano deforme ( parente forse di messer @brunetta … ) che, passando di raccomandazione in raccomandazione, di curia in curia, si fece finalmente giudice, arbitro in terra del bene e del male . Ebbene costui, quando gli si portava un colpevole alla sbarra, prima ancora di sentirne le colpe, esaminava attentamente la sua statura, e se quel reo era alto anche di poco oltre la media …. lo consegnava immediatamente al boia !
    Passaron gli anni, e venne anche per quel giudice nano il tempo di morire … e di doversi presentare al Signore per la remissione dei suoi peccati .
    Ebbene, giunto egli alla sbarra celeste, e non conoscendo affatto la statura di Dio, si mise in ginocchio pensando che Dio fosse almeno un poco più alto di un nanetto ginocchioni ! :mrgreen:

    Mi piace

  5. Più che altro ritengo che si tratta di intelligenza, non ho ancora capito perché per andare in discoteca devono essere mezze nude…..che c’entra???? Inoltre, visto i tempi che corrono usare anche attenzione non fa sicuramente male.

    Liked by 1 persona

  6. certamente accortezze ce ne vogliono…ma sempre ladro, stupratore, assassino…e chi più ne ha più ne metta, restano. E mi dispiace, ma a stò punto ci si deve andar giù pesanti…basta con scuse scusine e scusette, buonismio del cavolo e comprensione. Basta. veder pestare un anziano a sngue per 400euro, veder strappare i lobi a un’ottantenne per un paio d’orecchini, violentare perchè ti rifiutano…ma basta!!!!

    Mi piace

    • Ma infatti, io sono per il pugno di ferro, la legge deve essere dura e applicata: dopo che l’hai fatto una volta, io Stato non ti do l’opportunità di farlo una seconda. Però ecco, se noi riuscissimo a scamparci anche la prima, e considerando che in Italia questo pugno di ferro non c’è e che i delinquenti ce li ritroviamo ovunque (rimisero in circolazione pure Angelo Izzo, uno dei mostri del Circeo, che approfittò della buona uscita per ammazzare una donna e la sua figlia quattordicenne!), non sarebbe una cattiva idea.

      Poi certo, tu hai portato due casi che come ci si difende, che non possiamo più portare un orecchino, un anellino, andare a prendere la pensione? Va beh, noi per la pensione non avremo problemi, non ce la daranno… 🙄

      Liked by 1 persona

  7. Non sono bigotta e finché me lo potevo permettere la minigonna la mettevo anche io. Ma non inguinale. E finché son stata single, mi capitava di uscire spesso con uomini che non conoscevo da 20anni, ma non da due minuti e portandomeli a letto senza sapere quasi il nome.
    Il vecchio buon senso ….

    Mi piace

  8. Condivido totalmente ciò che hai scritto! Non capisco se a volte sia una sfida o solo la poca prudenza a spingere certi comportamenti… anche se resta il fatto che la colpa è di chi commette il crimine, quale esso sia… 😉

    Liked by 1 persona

  9. E’ una delle cose che io sostengo sempre. Non viviamo nella condizione di poter esprimere liberamente la nostra personalità per cui dobbiamo stare in allerta in ogni dove. Insomma, prevenire è meglio che curare, e anche se ho il diritto di truccarmi e vestirmi come voglio, sono anche consapevole che lì fuori è pieno di maniaci e gente male intenzionata.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...