Sogno tribolato

Dicono che i sogni vadano raccontati solo al proprio psicanalista, evitando di ammorbare il prossimo per cui i nostri sogni sono la cosa meno interessante al mondo ma, siccome io uno psicanalista non ce l’ho, vengo a sfogarmi qui, contando sul fatto che non vi sto parlando di persona e che, se non v’interessa, potrete saltare la lettura a piè pari senza colpo ferire.

Dunque, dovevo rifarmi il passaporto e consegnavo all’ufficio preposto una bella foto scansionata. Quando lo ritiravo, sul passaporto c’era il mio nome ma non la mia foto. Al suo posto, quella di un uomo, per di più in divisa militare.

Vado a riportarlo indietro, ma mentre sono in fila mi cade in terra, e quando lo vado a raccogliere è scomparso.

Riesco comunque ad ottenere che mi rifacciano il passaporto, ma devo portare un’altra foto in quanto la precedente, già utilizzzata, è “bruciata”, non utilizzabile ulteriormente.

La macchinetta per le foto è lontana, devo prendere la macchina per raggiungere il luogo dove è ubicata. Mi guardo allo specchio e sono in condizioni indecenti, per cui cerco uno specchio per riaggiustarmi un pochino.

Mi vado a mettere il rossetto, ma mentre lo metto mi accorgo che è un correttore per occhiaie che mi cancella le labbra. Mi dico “Poco male, poi ci ripasso il rosso e le ridisegno”.

Intanto una signora si lamenta che sto occupando lo specchio per troppo tempo e che certe cose le avrei dovute fare a casa mia. Rispondo che le avevo fatte a casa mia e avevo portato la foto bella e pronta, ma che questa era andata smarrita, non per colpa mia, e dovevo rifarla.

Quando mi vado a pettinare poi mi scopro praticamente calva, e non so come fare in modo che quei pochi capelli rimasti mi conferiscano un aspetto accettabile.

Quando finalmente mi sono aggiustata ed entro nella cabina, mentre regolo lo sgabello per portarlo all’altezza giusta, mi si mette seduta accanto una signora grassissima, in fila per la foto, che vuole attendere in quella posizione. La invito a togliersi da lì, visto che oltretutto sarebbe venuta nella mia foto, ma lei niente. La scaccio con le cattive, ma è troppo pesante e non ce la faccio. Le conficco le unghie nella carne, ma lei niente. Alla fine le faccio presente che io non mi sarei tolta da lì fino a che non avessi fatto la foto, e che non l’avrei fatta con lei lì quindi la invito nuovamente, anche nel suo interesse, ad alzarsi e farmi procedere.

Mi sveglio angosciata, ancora con la cicciona lì che mi preme e non se ne va (beh, quest’ultima parte del sogno è persino di facilissima interpretazione).

Qualcuno si vuole cimentare nell’interpretazione di questo bizzarro sogno?

Advertisements

19 thoughts on “Sogno tribolato

  1. Ho letto ma non riesco ad interpretare il tuo sogno. Forse nella realtà sei in una situazione in cui non riesci a realizzare in generale i tuoi desideri, le tue decisioni nel senso che c’è sempre qualcuno o qualcosa che te lo impedisce, che si mette in mezzo, che ti contrasta…..per cui nel sogno si presentano situazioni analoghe. Mah, scusa se sono una con poca fantasia ed immaginazione.

    Mi piace

    • Sicuramente c’è la componente che tu hai ben individuato, e l’essere sempre ostacolata, la sproporzione dello sforzo rispetto ai risultati, a volte l’inutilità dello sforzo stesso, sono temi ricorrenti nella mia vita.

      C’è anche il fatto, ci ho ripensato poi a freddo, che mia figlia dice non solo che io ho il piglio di un uomo, ma di un generale, e lei viene educata con una rigidità militare (l’immagine sul mio passaporto…).

      Poi c’è il passaporto, cioè il documento che certifica l’identità, sparisce nel nulla, senza spiegazione logica, potrebbe indicare il fatto di perdere me stessa, di non riuscire comunque a trovarmi.

      La donna grassa che non si toglie dalla foto chiaramente sono io, la fotocamera mi restituisce un’immagine in cui non mi riconosco, la donna grassa che non capisco cosa ci faccia là e non se ne vuole andare.

      Invece non mi spiego le labbra che spariscono e la calvizie… Oddio, la prima potrebbe significare la rinuncia a spiegarmi, la seconda la perdita dell’avvenenza.

      Liked by 1 persona

  2. Ben volentieri mi cimento io, pur non essendo uno psicanalista ! 😐
    Penso che il tuo sogno angosciante voglia significare …. ehm …. che Tu …
    HAI UNA FAME DA LUPA …. E VOI MAGGNJA’ ! :mrgreen:

    Liked by 1 persona

  3. Difficile interpretare i sogni, ma penso che molto sia dovuto allo stress, che ti prospetta un problema dopo l’altro senza sosta e senza soluzione….. segno che è proprio un brutto periodo, mi spiace.

    Mi piace

  4. Difficile decifrare questo sogno.
    Secondo me significa soprattutto che devi stare più attenta: non devi farti cadere di mano il passaporto altrimenti guarda che casino potrebbe succedere. 😀
    Comunque sia sognare è da sempre una figata. Anche quando è un mezzo incubo, ti porta in un mondo che lascia il segno.

    Mi piace

  5. Ahi lazzarona … lazzarona mia : prima chiedi a noi di psicoanalizzare il tuo sogno, e poi che fai ??? 😯
    Te la canti, te la suoni …. e te la balli da sola ! :mrgreen:

    Mi piace

  6. Finalmente ti ritrovo e vedo pure che hai scritto tanto. Ora avrò da leggere per aggiornarmi. Sono mesi che cliccando tra i preferiti o su qualche tuo commento mi appariva sempre la richiesta di password, di quella password che non ho. Non conoscendo il motivo di tale improvviso silenzio un po’, confesso, mi sono preoccupata.
    Ora ti posso seguire di nuovo da amica, da amica silente. Ne sono felice.

    Liked by 1 persona

    • Cara Emma, mi spiace essere scomparsa così, improvvisamente; quando ho chiuso, in realtà, ho avvisato tutte le persone che avevano commentato negli ultimi tempi, con altre c’era più o meno un contatto diretto, avevano e-mail o telefono, ma voi “silenti” siete impossibili da raggiungere!

      Comunque ora sono tornata (o meglio come hai visto, sono tornata visibile, perché in realtà non sono mai andata via): ho passato la fase acuta del dispiacere che ho avuto, e che ho voluto vivere solo con una cerchia ristretta di persone. Ora sono nella fase cronica, che temo non mi abbandonerà mai, ma con cui sto imparando a convivere. La serpe in seno che ho allevato ha affondato bene i denti, ma insomma, sono viva, sono in piedi, sono qui. Ho altri amici e altre amiche, la vita va avanti, cerchiamo di ritagliarci momenti lieti e devo dire che spesso ci riusciamo!

      E poi, siccome la vita da una parte toglie e dall’altra dà, ho anche recuperato due vecchi amici, uno per volontà di entrambi di ritrovarsi, un’altra perché il destino l’ha voluta un giorno far sedere alla stessa mia tavola, e il resto è venuto da sé.

      Nel frattempo, siccome faccio tesoro dell’esperienza, sono riuscita anche a far ritrovare tra di loro due miei amici che avevano avuto uno screzio che pareva insanabile, e vissero tutti felici e contenti. ❤

      Comunque bentrovata! 🙂

      Liked by 1 persona

  7. Ho l’impressione che tu ti trova in una situazione che non riesci a sbrogliare e per quanto ne trovi la soluzione, alla fine pare non venirne a capo. Il passaporto potrebbe rappresentare una via di fuga, che non puoi raggiungere in quanto impossibilitata da qualcosa. Il militare lo reputo come un ostacolo maschile che negli ultimi tempi ti ha ossessionata. Solitamente l’uomo in divisa rappresenta la forza, cosa che vedevi in qualcuno ma si è dileguato. Il fatto di non essere in ordine può delineare la poca autostima che hai negli ultimi tempi, magari per via del tempo o per altri motivi. Come se non ti piacessi e pur facendo di tutto, finisci per non essere soddisfatta. La donna ciccioona mi fa pensare ad un ostacolo che non riesci a superare. Deve essere un problema grosso o comunque qualcosa che tu vedi enorme ma magari non lo è…. Forse la foto di te stessa potrebbe rappresentare la voglia di vedere una nuova te, ma non ci riesci….
    Beh, non sono brava ad interpretare i sogni, ma vorrei sapere se c’ho azzeccato!!! Notte!

    Mi piace

    • Cara Aida, la foto dell’uomo in divisa era sul mio documento, ero io! Ero io e ovviamente non lo ero, volevo la mia foto, volevo essere me stessa!

      Comunque sia, il fatto è che ho ripreso a sognare, o quantomeno a ricordare i sogni, cosa che non mi accadeva più da una vita. Stanotte ho sognato che regalavo un cuscino imbottito, e la persona cui lo donavo mi chiedeva di cosa era fatta l’imbottitura. Io l’aprivo per verificare, e uscivano altri cuscini, tanti, anche più belli, e una coperta di lana matrimoniale. Forse anche questo si può spiegare con le pulizie che sto facendo a casa, che più butto via più, inspiegabilmente, lo spazio occupato aumenta: ah, i misteri della mente umana e del subconscio! 😉

      Liked by 1 persona

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...