Oggi il mio cuore canta

Singer

15 cose che le persone felici fanno in maniera diversa (di Danny Baker)

Fonte: http://www.huffingtonpost.it/danny-baker/15-cose-persone-felici-fanno-diversa_b_5919178.html

Alla luce di quello che ho imparato negli anni ho scritto una lista delle 15 cose che credo che le persone felici facciano diversamente da quelle che non lo sono. La buona notizia è che queste qualità non sono innate, ma si possono imparare.

1. Le persone felici sono consapevoli dei propri valori e impostano la propria vita di conseguenza.

Le persone felici sanno esattamente cosa le rende felici e cosa non le rende felici – e strutturano le proprie vite in modo da massimizzare il tempo che impiegano a fare cose che li rende felici e ridurre al minimo il tempo impiegato a fare cose che non li rende felici.

2. Le persone felici imparano dai propri errori e dalle difficoltà.

Tutti commettono degli errori – sul lavoro, in amore, economici, e in ogni altro aspetto della vita. Ma le persone felici si assicurano di imparare dai propri errori e dalle difficoltà così da non ripetere gli stessi sbagli mai più.

3. Le persone felici non badano a quello che gli altri pensano di loro.

Non importa quello che fai, ci sarà sempre qualcuno che non ti apprezza, ti giudica o ti critica. Le persone felici lo capiscono e sanno che preoccuparsene significa sprecare energie preziose che potrebbero essere impiegate altrimenti.

4. Le persone felici sono grate per quello che hanno.

Me ne sono accorto facendo il volontario in una scuola in Perù, in un orfanotrofio in Cambogia e in uno slum in India. La maggior parte delle persone che ho incontrato erano felici, amichevoli – perché si concentravano e sapevano essere grate per quello che avevano invece di sprecare le loro energie a piangersi addosso per quello che non avevano.

5. Le persone felici non provano ad accontentare tutti.

È un obiettivo impossibile, perciò le persone felici non si stressano troppo nel cercare di raggiungerlo.

6. Le persone felici non si preoccupano delle cose che sono al di fuori del proprio controllo.

Preoccuparsi è una cosa naturale, ma una volta che si impara a non stressarsi per le cose che non dipendono da noi si libera un sacco di energia positiva.

7. Le persone felici sanno come liberarsi dalla rabbia.

Come dice un detto, tenersi dentro la rabbia è come bere del veleno e aspettarsi che muoia qualcun altro. Gli unici a farsi del male siamo noi.

8. Le persone felici sanno di non essere il centro dell’universo.

E di conseguenza capiscono che il modo in cui alcune persone si comportano potrebbe anche non dipendere da loro – quindi non se la prendono troppo.

9. Le persone felici non fanno le vittime.

A tutti capitano delle cose brutte, ma le persone felici sanno capire che piangersi addosso non li porta da nessuna parte. Quindi affrontano le brutte cose, le risolvono e ripartono da lì, invece di restare con le mani in mano a fare del vittimismo.

10. Le persone felici si circondano di persone positive.

Siamo tutti in qualche modo influenzati dalle persone che abbiamo intorno. Se ci circondiamo di persone positive e stimolanti, finiamo noi stessi per sentirci più positivi ed ispirati. Al contrario, se ci circondiamo di persone negative e cupe anche noi tenderemo a sentirci così.

11. Le persone felici hanno uno stile di vita sano.

La maggior parte delle persone felici mangiano bene, dormono bene e fanno spesso esercizio fisico. È quasi una legge di natura.

12. Le persone felici non sono così ossessionate dal guadagno da dimenticarsi di vivere.

Guadagnare è importante, ma non si dovrebbe spendere tutte le proprie energie per riempire il conto in banca, dimenticando poi di divertirsi.

13. Le persone felici non rimuginano sul passato.

A tutti capitano delle cose spiacevoli nella vita, ma rimuginare sul passato è un modo di distruggere il futuro. Meglio accettarlo, imparare dalle cose trascorse e ripartire da lì.

14. Le persone felici non perdono tempo a confrontarsi con le altre persone.

La vita non è una competizione. Non ha senso guardare sempre a quello che fanno gli altri, perché non ci riguarda in alcun modo.

15. Le persone felici sono propositive.

Le persone felici non credono che il mondo gli debba qualcosa. Di conseguenza sono propositive e sanno di dovere lavorare per ottenere quello che vogliono dalla vita.

Inclusa la felicità.

Annunci

42 thoughts on “Oggi il mio cuore canta

    • Anch’io, anche se so che non è duraturo (articolo aggiornato, ho aggiunto un articolo sulle persone felici, se ti fa piacere leggilo, può essere utile! 😉 ).

      Mi piace

  1. Carissima, mi fa piacere che oggi sia per te una giornata nella quale provi un simile effetto!
    So che non può essere sempre così, quindi cerca di farti durare il più possibile questo stato d’animo. Se poi dipendesse da qualche cambiamento avvenuto, ti auguro possa stabilizzarsi, così che tu debba ampliare il tuo repertorio canoro….. Un abbraccio grande, ciao!

    Mi piace

    • Ciao Sergio, che piacere! Come ho risposto agli altri commenti, ho aggiunto l’articolo (non mio) dopo aver pubblicato l’immagine.

      Insomma, stavolta prima ho sparato e poi ho chiesto “Chi va là?”! 😉

      Mi piace

  2. Oggi … il tuo cuore, CAAAAANTAAAAAA ?!? 😯
    E Tu … LASCIALO CANTARE !!! 😀

    Cioddetto …. permettimi le seguenti due riflessioni :

    1) Le PERSONE FELICI ??? Francamente, con questa felicità sparsa nell’ aere a quattro mani ci hanno … ehm, come dire ? ah … ROTTO I COGLIONI !
    Siete felici ??? Bene, buon per voi ! Ma tenetevi per voi tutta questa sciabordante felicità …. a noi ci bastano le nostre malinconie … e il sogno che qualcosa cambierà ! 🙂

    2) a @Djiè, ma indove l’ hai presa ‘st’ immagggine de donnone formoso, soridente e bballerino ???
    Te somijia come ‘na goccjia d’ acqua je somijia a ‘n’ antra !!! :mrgreen:

    Mi piace

  3. Ascoltare le canzoni cantate dai cuori felici è sempre un piacere. Dovevi postarci anche la sua registrazione Youtube.
    Quanto al decalogo della felicità esteso alle quindici voci è davvero simpatico anche se un po’ buonista.
    Al mio personale elenco io aggiungerei un sedicesimo punto (che, potendo, scapolerei volentieri, sia bene inteso):

    Per essere felici bisogna faticare davvero tanto. 🙂

    Mi piace

    • Su quest’ultimo punto non sono d’accordo: la felicità è gratis. La fatica consiste solo nell’essere onesti, che senza quello la felicità non esiste.

      PS: ricordami di mostrarti il polpaccio la prossima volta, così puoi testimoniare al Cavaliere che è magro 😉

      Liked by 1 persona

  4. Assì … er tuo è ppjiù magro ?!? 😯
    BBONAZZA !!! :mrgreen:

    Precisescion : guarda che io NON ho mai scritto che LA FELICITA’ E’ IN CONTRASTO CON LA MALINCONIA, semmai ho anteposto ( nel senso che PER ME è di gran lunga più accettabile … ) alla FELICITA’ ESIBITA, con tanto di “regole & regolesse” per spiegarla ai comuni mortali, raggiungerla e conservarla, la MALINCONIA ….. ed il SOGNO !!!

    Mi piace

  5. DU’ CHIIILOGRAAAAAMMMIIIII ?!?
    EVVAI …. caccjia fora da l’ armadjio MINIGONNE, CANOTTE & SCARPINE CON TACCO A PUNTA, oramai ecchitte ferma pjiù !!! 😀

    Mi piace

  6. Un vademecum da stampare e attaccare al frigo! Ma la lista non ti dice come fare su alcuni punti essenziali: come liberarsi dalla rabbia senza nuocere o nuocersi, come evitare le persone negative che comunque incontri, come dimenticare il passato. Restano le buone intenzioni a farcela e noi cerchiamo di mettercela tutta per cantare al mattino 🙂
    Notte, ciao

    Mi piace

    • Sul come liberarsi della rabbia sono l’ultima che può darti un consiglio, io che ho passato la vita a farmene avvelenare. Posso dirti solo che sono molto pentita, e che se tornassi indietro non lo farei, non perché gli altri meritino il perdono, ma perché io Chmeritavo la felicità, e non avrei dovuto lasciarmi sfuggire tante occasioni fantastiche perché ero troppo occupata a nutrire la rabbia per poterle cogliere.

      Evitare le persone negative invece si può, ed è facile. Si evitano. Punto. Possono essere pure l’odiosa cognata con cui saresti chiamata a passare il capodanno, o la collega d’ufficio: nel primo caso declini l’invito, s’offendano finché vogliono, nel secondo l’ignori. Vedrai, è più facile di quanto pensi. Dimentica il politically correct, la facciata, il pensiero di come ti giudicheranno: ignora, ignora, evita e ignora, ignora e evita.

      E al mattino, cantiamo, in cucina o sotto la doccia, ma va bene anche in macchina. Sull’autobus, invece, eviterei. 😉

      Mi piace

  7. Sì … troppa strada ma er deppjiù l’ hai fatto,
    @Djiemme mjia … e nun te piji pena,
    cjài ‘r còre ‘n pace e l’ anima serena
    der savjio che s’ ammaschera da matto !

    E, si quarcosa te urta – e Tu eri ljieta –
    come a esempjio … continuà la djieta,
    fregatene ! E statte puro ciccjiottella
    restanno bbona : quella è la tua stella !!!! 😀
    (by @Cavaliereerrante + @Trilussa)

    Mi piace

    • Ce proverò, o cavaliere mio,
      esse felice è l’interesse mio,
      e poi pe’ resta’ tonna ‘n c’è problema,
      raddoppierò le dosi a pranzo e a cena! 😉

      Mi piace

    • Io ogni tanto lo sono. Anche per periodi prolungati. Poi arriva la mazzata, ma è solo per non farmi annoiare e per rincominciare la ricerca della felicità 😉

      Mi piace

  8. Beh … questa bbonazza vestita di rosso che si dimena e sculetta, roteando gli occhioni verde-blu ( una specie di @Jessica Rabbit all’ ingrasso … ) e cantando ‘a sette donzille’, sembrerebbe di sì, caro @Valentino … ma in fondo quien sabe ???

    Il Poeta romanesco @Trilussa … definì così la felicità :

    “C’ è un’ Ape che se posa
    su un bbottone de rosa :
    lo succhia e se ne va ….
    Tutto sommato la felicità
    è una piccola cosa !”
    😀

    Mi piace

    • C’è un’Ape che se posa
      – cioè investe – Bocca de Rosa.
      La mette sotto le rote e se ne va…
      Tutto sommato la felicità
      è una piccola cosa

      (brevissima rivisitazione 😈 )

      Mi piace

  9. Ahò … macchè quella bbonazza de @Djiemme è sparitaaaaaaa ???
    E, magara, sta ancora a cantà su quarche scojiaccjio de mare ?!? 😯
    E annamjio bbelli ….. succorete sirene, derfini & tritoni : aridatecela subbbito !!! 👿

    Liked by 1 persona

    • Caro Cavaliere, ammetto che sto battendo la fiacca: che te devo di’, sarà il caldo, sarà fb che me le sono date di santa ragione con un po’ di omofili per la storia del Family Day, sarà che leggi le notizie sull’Italia e ti deprimi, poi leggi quelle sulla Grecia e ti spari…

      Ecco, vorrei un mondo migliore, in cui stesse male solo Pelodifiga.

      Liked by 1 persona

  10. Ennò … anche la rapinosa @Rosa di Magg … ehm …. la miseranda @Piddieffe DEVE STARE BENE, altrimenti che “mondo migliore” sarebbe ???
    Sì lo so, @brunetta ci vivrebbe anche lui ( e povere donne in cinta, ove se lo vedessero capitare improvvisamente davanti di notte …. ), ma pazienza : tutti , chi con la propria nanitudine … chi con la propria altitudine, devono contribuire a rendere migliore questo mondo che, francamente, oggi come oggi fa veramente schifo !

    Mi piace

    • Io invece, pensa Marisa, ho il problema contrario: proprio non riesce a importarmi nulla dell’opinione altrui, ma non m’importa in maniera patologica, e questo nella mia vita ha spesso rappresentato un autogol; ciononostante, non imparo nulla dall’esperienza, proprio non mi viene neanche in mente di pormi il problema di “cosa pensa” o “cosa potrebbe pensare” la gente.

      Io lavoro molto su me stessa per essere una persona migliore, e lo faccio con molta umiltà, ma do per scontato che, essendo io in un certo modo, l’impressione che faccio sugli altri sia quella: non è così, ed è una vita che ne pago il fio, però sai che ti dico? In fondo sto in piedi, libera e serena, quindi forse non ho sbagliato poi tanto. Con un comportamento diverso avrei fatto sicuramente più carriera, ma mi sarebbe servito? Magari a quest’ora sarei stata a incrociarmi gli occhi sui fogli excel, a sorbettarmi riunioni a oltranza, invece di acquisire l’occasione di accumulare un patrimonio umano enorme e inestimabile. ❤

      Liked by 1 persona

  11. Solo per chiarire: quando agisco, non mi pongo il problema di essere criticata o giudicata, faccio quello che mi pare giusto fare. Solo a cose fatte, resto male se una mia azione ha destato critiche o giudizi negativi e vado in crisi perché fondamentalmente sono un’insicura e una critica, ovviamente negativa, riesce a mettere in discussione non solo ciò che ho detto o fatto in quella data situazione ma quello che sono stata, sono e probabilmente sarò. 😦

    Ecco, forse avrai capito perché mi riesce difficile considerarmi una persona felice se non in particolari circostanze. Insomma, per me, come ho già avuto modo di dire qui, la felicità non è una condizione permanente ma molto transitoria.

    Liked by 1 persona

    • Hai fatto bene a chiarire magari per gli altri, ma per me era già chiarissimo, so che ti comporti sempre secondo coscienza e segui ciò che ritieni giusto. Io ho una zia che pure si comporta solo ed esclusivamente secondo coscienza, ma mi è parsa sempre ossessionata da “quello che pensa la gente”, del tipo “se mi viene fame non lo dico perché la gente potrebbe pensare che non posso permettermi da mangiare”, “se sto alla fermata dell’autobus e c’è un signore, io mi metto distante perché se passa qualcuno che mi conosce potrebbe pensare che stiamo insieme” etc: ho fatto degli esempi per assurdo, magari queste cose in questa forma non le ha mai dette o pensate, ma insomma, l’andazzo è questo, sempre un’attenzione alta su quello che la gente potrebbe pensare, sempre un imboccare una spiegazione non richiesta per indirizzare il pensiero e il giudizio altrui: mamma mia che stress! A me invece sai che scoccia? Non quando un’azione viene condannata, ma quando viene distorta. Proprio pochi giorni fa mi sono trovata a scrivere che mi prendo le responsabilita di quello che dico, penso, faccio, scrivo, non del significato che la gente attribuisce a tutto questo. Ecco, la calunnia mi manda il sangue alla testa. Metti per esempio, se io ti fossi stata vicina e in questo momento in cui hai avuto difficoltà con il braccio fossi venuta, a titolo di amicizia, ad aiutarti a casa, non mi sarebbe importato che qualcuno avesse detto “guarda com’è ridotta a fare la sguattera”, neanche considerando la gratuità del gesto, o “perché invece di pulire la casa dell’amica non pulisce la sua”, ma mi avrebbe fatto ribollire il sangue che avessero detto, che so io, che venivo perché avevo messo gli occhi su tuo marito o cose di questo genere. Non m’importa dell’opinione o del giudizio della gente, ma quelli che sporcano con la loro boccaccia tutto quello che toccano mi ispirano veramente i raptus omicidi. Cioè, non i raptus, mi ispirano omicidi scientificamente studiati e programmati 😉

      Liked by 3 people

  12. Mi sono alzato, mi son vestito e sono uscito .. ho camminato a lungo senza meta, finchè ho sentito cantare in un bar …. Felicità, t’ ho persa ieri …. e ti ritrovo già !
    Dedicata a @MarisaMoles & @Diemme
    🙂

    Liked by 1 persona

  13. @ Diemme
    Condivido ciò che hai scritto nell’ultimo commento. Scusa se sembro laconica ma il mio pc è nuovamente rotto e scrivere con il tablet mi fa venire i nervi. Infatti, stavo scrivendo questo commento e mi è sparito tutto … insomma, non so se è arrivato qualcosa o meno. Ora sto usando il portatile di mio marito ma non ho molto tempo. 😦

    Un abbraccio.

    Mi piace

  14. Sveglia ?!?!?
    Bene !
    Ecco per te …. un fiore, un buon caffè ‘caldo caldo’ e una canzone : cantala, @Diemme, cantala sempre …. e chissà ???

    😀

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...