Archivio | 19 aprile 2015

Io la moda la faccio!

Ashley-Tisdale-sciatta

C’è chi segue la moda e chi la crea.

Io decisamente non la seguo, diciamo che con una certa apertura mentale mi si potrebbe classificare tra chi la crea.

Per spiegarvi meglio il mio look di fashion girl, ricorrerò a un articolo che mi rispecchia quasi totalmente:

“20 cose che solo che si veste alla cazzo può capire”.

Per praticità vi riporto qui  i venti punti, direttamente con le mie osservazioni:

#1. Il tuo armadio è più vuoto del tuo frigo.

Questa no, il mio armadio è più pieno del mio frigo, entrambi sono pienissimi di cose ignote: entrambi, quando li apro, mi fanno scuotere la testa sconsolatamente e richiuderli.

#2. I tuoi abbinamenti di colore ricordano un quadro di Jackson Pollock.

Abbinamenti di colore? Perché, i colori si abbinano?

#3. Quando devi scegliere l’outfit giornaliero l’unica cosa a cui presti attenzione è cercare di non indossare un maglione al posto dei jeans, per il resto va bene tutto.

Ma solo perché le cosce non mi passano per le maniche!

#4. Quando hai letto “outfit giornaliero” ti è venuto un attacco di diverticolite.

Outfit? Chi era costui!

#5. Per te non esiste differenza tra vestirsi casual o elegante, l’unica differenza che concepisci è vestirsi con camicia o vestirsi senza camicia, e per camicia intendi anche camicia Hawaiana.

Perché, quella Hawaiana non è una camicia?

#6. Capire perché la gente perde tempo alla ricerca di uno stile di abbigliamento ti risulta più difficile che misurare la costante di Planck.

Beh, non esageriamo, a misurare la costante di Planck posso arrivarci!

#7. Se sei donna i tacchi li usi solo quando devi piantare un chiodo in casa per appendere un quadro.

Esattamente, una vera signora non usa il martello, attrezzo rigorosamente maschile!

#8. Se a natale ti regalano una sciarpa pregiata la usi per impiccarti.

No, per impiccare chi me l’ha regalata  😛

#9. I soldi risparmiati in abbigliamento ti hanno reso ricco.

E’ questo il vero segreto della ricchezza, ora l’hanno svelato anche a voi!

#10. Nelle foto ai matrimoni ti distingui sempre.

Per la mia assenza!

#11. Non butti via una felpa neanche se ha preso fuoco.

Sono la regina del riciclo creativo: una felpa che ha preso fuoco può essere riutilizzata come felpa estiva, con buchi per l’aerazione.

#12. Nessun abbigliamento di classe potrà mai competere con la comodità di uscire in tuta.

Non è vero, anche tutto ciò che è di maglia è comodissimo, e decisamente più elegante.

#13. Hai un paio di scarpe per l’inverno e un paio per l’estate. Cioè lo stesso paio.

No, ho duecento paia di scarpe, di tutti i tipi e di tutti i colori. Che, ovviamente, calzo indipendentemente dall’abbigliamento e dalla stagione.

#14. Se porti gli occhiali non cambi mai montatura, tanto ogni dieci anni tornano di moda.

Ma una volta gli occhiali non servivano per vedere meglio? Hanno cambiato funzione?

#15. Fare shopping per te significa trovare una maglietta superscontata e comprarne dieci esemplari.

No, non è vero, al massimo cinque.

#16. Non cambi il taglio dei capelli dalle medie.

E’ così che i miei vecchi compagni di scuola mi riconoscono ed esclamano “Non sei cambiata per niente!”: e son soddisfazioni!

#17. A volte ti vesti così a caso che le persone per strada pensano tu sia il festeggiato di un addio al celibato.

Quello che pensano le persone per la strada è l’ultima delle mie preoccupazioni!

#18. Quando ti capita di guardare i soggetti delle video-interviste alla settimana della moda ti dai un cinque da solo.

No, due.

#19. Non devi fare alcuno sforzo per tenere lontano da te i coglioni che giudicano gli altri da come si vestono.

Questa è la parte bella…

#20. Per te vestirsi alla cazzo non è pigrizia estetica, è un manifesto di libertà.

Share ButtonEsattamente così!!!!!!!!!!!