I ripensamenti

Così una volta sono stata descritta:

A volte ti ho letta comportarti come un’onda. Inizi con una bella e robusta “sciabordata” tesa a spazzare via tutto, istintiva, anche violenta. E qui non ce n’è per nessuno.

Segue un momento di calma e di riflessione. E’ questo il momento in cui a me sembra emergano i tuoi aspetti auto-colpevolizzanti. Per chi ti ha causato dolore è il momento della nostalgia e della riabilitazione.

Bisogna dire che questo tuo atteggiamento, se reale, è comunque riservato a chi ti ha veramente occupato il cuore per poi lasciarti senza fiato.

Per gli altri nessun ripensamento.

E ieri, all’improvviso, il ripensamento, improvviso e violento, come violenti erano stati il distacco e l’attacco.

E ora, mi trovo col cuore gonfio anche di tenerezza, e non so che fare, non so che farne, l’istinto invero è di ricacciarla indietro…

Ma mi si è rotto un tubo del bagno, e anche a questo giro non posso fermarmi a pensare!

Annunci

15 thoughts on “I ripensamenti

  1. Sì …. le parole scritte ‘in corsivo’ ( da “a volte” fino a “per poi lasciarti senza fiato” ) scolpiscono il tuo più autentico ritratto …. e nutro dubbi sulla conclusione “per gli altri nessun ripensamento” !
    Quanto al tubo rotto del bagno, questo ‘deus ex machina’ mi ricorda un poco il vaso di fiori traballante sul davanzale di una sgangherata palazzina nel grande film LUCI DELLA CITTA’ dell’ ineguagliabile @Charlie Chaplin : @Charlot ( che nel film ama teneramente una ragazza cieca che, non vedendone la povertà, l’ ha scambiato per un ricco signore ), dopo aver dato luogo ad una delle scene più tenere e commoventi del film, uscendo da quella miserabile casa inizia a camminare sul marciapiedi …. e proprio in quel momento un gattaccio randagio, muovendosi sul soprastante davanzale, fa oscillare il vaso di fiori …. che finisce col cadere in testa al povero vagabondo innamorato, spezzando così l’ irresistibile commozione della scena precedente !

    Liked by 2 people

    • Io trovo davvero inquietante che, girovagando il sistema automaticamente a casaccio tra i video di youtube e caricandone a caso – me ignara, data l’assenza di audio, e impegnata su altre finestre -, mi abbia fatto ritrovare, nel momento in cui mi sono liberata e ho potuto prestarvi attenzione, proprio quello dell’ingenua fanciulla che, prigioniera nella sua casa e intenta ai suoi uffici, si ritrova caduto dal cielo il principe azzurro, che canta per lei, non ha occhi che per lei, e lei fugge emozionata, incredula e confusa: quanto prepotentemente tutto questo comunica che è un momento soltanto loro, non fosse altro per lo stupore e l’incredulità di fronte all’accaduto!

      Mi piace

  2. Non ci trovo nulla di strano nel susseguirsi delle tue reazioni, anzi. All’inizio prevale sempre la rabbia e il disappunto, poi con il tempo si ripensa, si valuta meglio, diciamo che si esamina l’accaduto e il relativo dolore in maniera diversa e più calma e la rabbia lascia il posto alla nostalgia, alla tenerezza e alla sensazione ancora più grande di solitudine….

    Mi piace

    • Sicuramente la rabbia ha lasciato il posto alla nostalgia e alla tenerezza, ma grazie al cielo di solitudine proprio non soffro, anzi, spesso e volentieri la bramo…

      Mi piace

    • Sì lo so, ma non intendevo esattamente la solitudine fisica…..ma quella che si sente quando si prede una presenza importante….

      Mi piace

    • Quella è nostalgia. Di lui sì che ho nostalgia, mi manca proprio un pezzo, mi sento come se avessi perso un arto, senza contare il dolore, quel maledetto punteruolo che sento conficcato nel cuore. Di lei no. Non provo più rabbia, ma la nostra amicizia, se mai c’è stata, era da tempo che puzzava di bruciato. Probabilmente mentalità e vita troppo diverse e poca dimestichezza, da parte sua, con la nuova situazione.

      Mi piace

  3. Forse vuoi dire che l’imprevedibile, inaspettato e insperato verificarsi del loro incontro, li rende non colpevoli o meno colpevoli verso di te, perché questo evento ha sconvolto le loro menti e li ha trasportati, anche loro malgrado, in uno spazio nuovo, nuovo e accecante, nuovo e loro, da cui ciò che sta fuori, resta offuscato, sfocato, lontano… estraneo ??

    Liked by 1 persona

    • Non è proprio così, o almeno può esserlo solo parzialmente. Intanto parliamo solo di lei, perché lui tutto sommato si è comportato correttamente, fino al momento della rottura cui (e su questo punto mi pare che tutto sommato siate tutti più o meno d’accordo), è stato praticamente – e forse dolorosamente – trascinato dagli eventi.

      Lei, se si è comportata male a caldo, per tutte le ragioni che tu hai detto, non è che poi a freddo abbia fatto niente per aggiustare il tiro. Sicuramente la mia rabbia si è pressoché spenta, ma questo non significa che lei non abbia sbagliato, che non sia stata scorretta, che non mi abbia ferito, e che a catastrofe procurata abbia dato il minimo cenno di ripensamento!

      Mi piace

  4. Rabbia, tenerezza e comprensione. Impulso e riflessione. Critica feroce e riabilitazione. Silenzio immoto e frasi scomposte. Sono tutte le infinite strade che, in certe persone, l’Affetto Sincero non smette mai di sondare per ritrovare l’equilibrio.
    Non ci possiamo fare niente.

    Liked by 2 people

  5. A tua chiamata … rispondo, a tuo ordine … ehm …. ESEGUO !!!
    E vualà …. eccoti la ripetiscion ov mai comment !!! 😀

    “Bimba, non ho che un canto”, questa canzone tratta dall’ immortale cartone animato BIANCANEVE E I SETTE NANI, di @Walt Disney, è di una bellezza e di un romanticismo che commuove !
    Fin da quando l’ ascoltai da bambino per la prima volta, e tuttora quando mi capita di riascoltarla, mi emoziona, mi fà desiderare di esser migliore … e fà rinascere in me una struggente nostalgia di un tempo lontano, oserei dire “remoto” …. eppure così presente, e vero, e sognante …. in noi !

    E ti ci aggiungo un abbraccione … mentre mi inerpico, piacevolmente, sui tuoi annessi e connessi !

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...