Imparare dagli errori

Lucy - imparare dagli errori

 

Va beh, dai, sarà pure vero, ma non sono la sola, io credo nell’intima recidività dell’uomo e, d’altra parte, la frase

L’esperienza è una cosa meravigliosa, ti permette di riconoscere un errore non appena lo rifai

mica l’ho inventata io!

E voi, quali sono gli errori che continuate a ripetere?

PS: non cominciate a cavillare che io i miei non li ho detti…  😛

Annunci

31 thoughts on “Imparare dagli errori

  1. In genere sono molto selettiva nelle amicizie, soprattutto nel confidarmi, ma quando credo di aver trovato la persona giusta allora mi fido e mi confido nella più totale sincerità, ma ho potuto notare che questo non è sempre giusto ed è meglio non farlo.

    Mi piace

    • “L’effetto mostro”, con amici e partner, è sempre in agguato, anche quando meno te lo aspetti, da chi meno te lo aspetti. Un mio amico mi raccontò di aver letto un proverbio cinese che diceva: “Nessuno in tribunale testimonierà contro di lui: non ebbe amici”, e di aver pensato che fosse un errore, che forse volevano scrivere “non ebbe nemici”… ma poi capì.

      In ogni caso, io personalmente, ritengo le confidenze che mi hanno fatto gli amici sacre e inviolabili. Per esempio, per quanto riguarda Miss PdF, siamo state amiche per anni e di cose me ne ha dette: ora, che la detesto dal più profondo dell’anima, è più probabile che la strangoli che non che violi una sua confidenza o un suo segreto. Ora, finché si scherza si scherza, ma se qualcuno ci affida il suo cuore questo va rispettato, sempre e comunque, ci mancherebbe!

      Liked by 1 persona

    • Giusto, la penso allo stesso modo anch’io, anche se gli altri non sono più amici, le regole dell’amicizia rimangono sempre, almeno per me!

      Mi piace

    • Chi spiattella i fatti altrui perché non è più amico/a di chi glieli ha confidati, è solo una servaccia (anche quando trattasi di un uomo ma, in tutta sincerità, un uomo è più difficile che lo faccia).

      Mi piace

  2. Il mio errore è quello di non riuscire a parlare. Ho paura della gente, delle loro possibili reazioni, della possibilità che loro si offendano o mi offendano trovandomi impreparata. Ho paura che se dico ciò che penso verrei tacciata di brutto. Ecco allora che il mio sfogo si tramuta in post idioti come quello che tu ieri hai commentato sui supermercati….. L’odio per le persone nasce dalla timidezza…

    Mi piace

    • Mi sono resa conto da più “indizi” che il tuo problema è quello, ed è un peccato che una persona con le tue potenzialità si sia costruita questa gabbia. Io forse ho il difetto opposto al tuo, ma più vado avanti più mi rendo conto di essere una persona libera, per cui il prezzo che ho pagato può avere avuto un suo perché.

      Quando non si parla, quello che l’altro fa magari inconsapevolmente e che ci urta (senza che l’altro lo sappia), viene vissuta come una prepotenza subita, ma non è così. Io sono una fan della verità, anche quando sgradevole, perché la verità, obbligandoti ad affrontare la realtà, ti costringe a crescere, e crescere è un’esperienza esaltante e, soprattutto, liberatoria.

      Il fatto che tu abbia affrontato così lucidamente il tuo problema, fino ad arrivare alla confessione finale “L’odio per le persone nasce dalla timidezza…”significa che hai tutti gli strumenti per uscirne: provaci! Ne uscirai un po’ ammaccata, questo è da mettere in conto, ma decisamente più libera, e direi anche più leggera e meno avvelenata dall’insofferenza nei confronti altrui.

      Mi piace

    • Sai cosa? Mi sono accorta ultimamente che non sopporto neanche chi non mi fa nulla. Non è cinismo, ma proprio indifferenza negli affetti. Come se mi mancasse quell’istinto verso gli altri.

      Diciamo che di recente sono riuscita a superare alcune questioni che mi bloccavano, magari per finte paure o, che ne so, fissazioni che sono in realtà delle reminescienze del passato, situazioni in cui avrei voluto rispondere e mi è stato impedito per buona condotta.

      Le occasioni si offrono quotidianamente. Sta a me trovare le parole giuste.
      Ma vai a trovare il coraggio!

      Mi piace

    • E poi, quando tutto quello che hai confidato viene usato contro di te, il disorientamento, il dolore per la persona che compie l’azione, è ancora più grande del danno in sé: non è il coltello quello che fa più male, ma la mano di chi lo impugna, è così?

      Mi piace

  3. L’ errore più grande ?!?
    IL MIO PIU’ GRANDE ERROOOREEEE ??? 😯
    E chi lo sa ? …. Ne faccio talmente tanti …. 😐
    In fondo …. sono o non sono un Cavaliere ERRANTE ??? :mrgreen:

    Postescritto 1 : che meraviglia i @Peanuts …. con le loro battute fulminanti, e così vere ! 😀
    Postescritto 2 : l’ ultima volta che m’ ero messo al PC, mi era apparso un tuo post ( ehm …. risalente addirittura al 2008 ) che parlava dei tuoi parenti e avi … quando, a te che avevi già fatto le carte per sposarti, avevano trovato un “eccellente” @aspirante marito . Mi ha fatto … scompisciare !

    Mi piace

    • Ce ne sono tanti di “pezzi” così in questo blog… sugli uomini che mi hanno presentato poi, potrei scrivere un libro: anzi, sai che ti dico, mi mancava l’idea per un nuovo libro, farò proprio questo, le sai le risate???

      Meno male che da un po’ di tempo gli amici (e soprattutto le amiche) desiderose di sistemarmi hanno smesso di presentarmi aspiranti principi azzurri!

      Mi piace

  4. Io sono bravissima… a ripetere gli errori 🙂
    Ultimamente quello che più mi infastidisce e che sto cercando di correggere, a volte riuscendoci, è la tendenza a rimandare. Rimando le cose più sgradevoli, ovviamente, ma in generale tendo sempre ad arrivare al punto di dover fare le cose “sotto pressione”, “in emergenza”, senza riuscire a tenermi il tempo e la tranquillità necessaria. So di non essere la sola, ma sono fermamente decisa a togliermi ‘sto vizio e sono convinta che si possa! 🙂

    Mi piace

    • Siamo due stupide allora, ma credo sia abbastanza normale misurare gli altri col proprio metro… e trovarli sempre troppo larghi o troppo stretti o troppo lunghi o troppo corti 😉

      Mi piace

    • siamo anche in 3… un mio amico a questo proposito mi ha inviato una frase “pensare che gli altri ti tratteranno bene perchè tu tratti bene loro, è come pensare che uno squalo non ti mangerà perchè tu non mangi lui”. Però io continuerò a fare sempre lo stesso errore, cercando di tenermi comunque lontana dagli squali

      Liked by 1 persona

    • O che un leone non ti sbrani perché sei vegetariano…

      Anch’io la penso come te, in fondo rinunciare alla fiducia significherebbe rinunciare a vivere: diciamo fiducia con cautela, lancio anche dalle alte vette, ma rigorosamente con paracadute! 😉

      Mi piace

  5. L’aforisma, o come lo si vuol chiamare, rispecchia la verità o, almeno, una verità molto diffusa.

    MI chiedo se ricommetterei gli stessi errori… forse un filino meno facilmente e in modo meno inconsapevole, ma credo che li rifarei.

    Tuttavia è anche un errore attribuirsi ogni responsabilità, dimenticando il comportamento di chi ci portò a fare qualcosa o a prendere una posizione o decisione di cui poi ci siamo pentiti.

    Il fatto è che la reversibilità delle situazioni è scarsa e, il più delle volte, quel che è stato è stato.. 😉

    Mi piace

  6. E qui non si può non tirare in ballo Oscar Wilde
    “Esperienza è il nome che l’uomo dà ai propri errori”

    Comunque, nonostante creda di aver superato una volta per tutte questo mio difetto, non posso fare a meno di vedere sempre il lato negativo delle cose…

    Mi piace

    • Io ho imparato con mia figlia (per mia figlia) a cercare il positivo in ogni cosa però, con un interlocutore adulto, tendo più a sottolineae quello che non va, non tanto perché vedo nero, quanto perché le cose belle e che vanno bene le do per scontate.

      Insomma, se a primavera vedo un prato in fiore, non mi metto a dire “Uh, guarda che bello, un prato in fiore!”, ma se qualcuno ci è passato sopra e c’è un viottolo di fuori calpestati, eccomi gridare all’incivile deturpatore!

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...