Non c’è notte che impedisca al sole di risorgere

Penna per felicità o gomma per tristezza

Oggi ero abbastanza sottoterra, ma era pur sempre una giornata di sole.

Ho telefonato a un mio carissimo amico “Posso passare a trovarti?”, e alla sua risposta affermativa mi sono messa in macchina, con musica di sottofondo, a godermi viaggio, canzoni e sole che splendeva.

Mi dico “Devo farmene una ragione”, ma non è facile.

Il mio amico mi ascolta, inquadra, capisce, lo scambio di idee è fitto fitto, alla conversazione alla fine si associa un’altra persona, finiamo per ridere, rimonto in macchina e sì, domani è un altro giorno, domani DEVE essere un altro giorno.

Già mi sono mossa per il cambio del numero di telefono, dalla rubrica spariranno alcuni numeri.

Dal pc spariranno delle fotografie.

Dalla giornata spariranno delle abitudini.

Dalle ferie spariranno alcuni giorni.

E ti dici che far sparire il passato è un modo per far posto al futuro.

E ancora ti dici:

“Domani è un altro giorno”.

“Domani è un altro giorno”.

“Domani è un altro giorno”.

“Domani è un altro giorno”.

“Domani è un altro giorno”.

“Domani è un altro giorno”.

e continui, continui fino a che non ci credi, perché DEVI crederci.

*** Nutri la follia, lei si nutre di te  (cit.) ***

Andrò avanti così, fino a che questo nuovo giorno non mi verrà incontro col suo sorriso.

Nutri la follia lei si nutre di te

Nutri la follia lei si nutre di te

 

 

Annunci

15 thoughts on “Non c’è notte che impedisca al sole di risorgere

  1. Tacci sua … alla @Follia, ‘mmazza quant’ è brutta !!! 😯
    Ieri sera, (ri)vedendo un vecchio film, YVONNE LA NUIT ( che non avevo visto più da almeno 30 anni ), mi ha sorpreso un dialogo fra la protagonista Yvonne ( @Olga Villi ) ormai invecchiata, poverissima e prostrata da sofferenze incredibili e il personaggio di un avvocato ( qui … @Eduardo De Filippo ) che aveva ricevuto l’ incarico di rintracciarla ( …. essendosene perse le tracce da 50 anni, ) per comunicarle una notizia che la riguardava …. una bellissima notizia, a detta dell’ avvocato .
    Yvonne, vestita come una stracciarola “povera e trasandata” …. si siede nello studio del legale, e prima che costui le spieghi il motivo della sua convocazione, gli dice :
    “Vede … caro avvocato, quando noi nasciamo ci vengono consegnati due sacchi vuoti : uno per riempirlo con le gioie che vivremo, l’ altro per riporci tutte le sofferenze e i dolori patiti ! E, ad un certo punto della nostra esistenza, quando i due sacchi sono ormai ricolmi, non ci interessa più alcun avvenimento che ci riguardi, bello o brutto che sia …. noi, ormai, non abbiamo più spazi da riempire nel nostro cuore, e ci lasciamo semplicemente vivere come viene …. giorno dopo giorno, sopravvivendo, talvolta, a noi stessi” !!!
    Queste riflessioni, mi hanno particolarmente colpito, poichè non v’ è dubbio che la vita sia così, un altalenarci fra strazianti dolori e appassionanti felicità, un giorno vagando fra le stelle …. l’ altro fra le fiamme dell’ inferno !
    Eppure, all’ improvviso, una melodia non più ascoltata, un sapore mai più gustato da tempo immemorabile, un sorriso …. il nome di qualcuno/qualcuna che ritenevamo, erroneamente, di avere per sempre perduto, un certo profumo nell’ aria proveniente da chissà-dove … e, magia del “vivere reale”, ecco che in quel sacco delle gioie che ci sembrava stracolmo, trovano ancora spazio questi istanti di lieta grazia … se non di inusitata felicità, che ci fanno di nuovo vivere l’ oggi “da vivi” …. senza necessità che domani sia un altro giorno !!!
    Un sogno ???
    Forse ….
    Ma così è la vita …. forse essa stessa soltanto un sogno !

    Mi piace

    • Quant’è brutta la follia? Se ti riferisci al personaggio dell’immagine animata, che nella serie televisiva ispirata alle favole fa la parte della Bestia de “La Bella e la Bestia”, in condizioni normali, pur non essendo chiaramente un Adone, è uno degli uomini più gettonati della serie da molte signore, me compresa.
      Per il resto… sì, spero di non essere ancora arrivata a considerare quei due sacchi troppo pieni, soprattutto quelli riservati alla gioia.

      Buona giornata cavaliere! 🙂

      Mi piace

  2. Ciao carissima Diemme, qualche volta trovo anche tempo per entrare in uno dei tanti post che in questi tempi ti vedo produrre. Questo mi è parso un pò differente, almeno io ci ho letto una dose di malinconia che non sono poi abituato a vederti manifestare, da una persona forte e battagliera quale tu sei! Credo che capiti a molti di andare a letto alla sera, senza pensare, o senza voglia, che arrivi il giorno successivo, se non per qualcosa di poco gradevole che è in attesa, solo per non ricominciare un processo quotidiano che in qualche modo si è appena riusciti a concludere.
    Non tutti i giorni sono belli e da aspettare, talvolta sarebbero da cancellare dal calendario.
    Ciò che non si vorrebbe è che si ripetessero giorni come quelli che si vorrebbe rimuovere.
    Io mi dico sempre, particolarmente in queste circostanze, che è sempre la nostra vita che ci stiamo “mangiando”, in definitiva momenti che, visti retrospettivamente più avanti, potremmo pure rimpiangere: magari solo perchè oggi abbiamo un pò più di salute di quanta ne avremo in futuro!
    Ciao amica mia e sursum corda!

    Mi piace

    • Caro Sergio, anche in questo post credo di essere combattiva, non sto qui a dire “Povera me, come farò, non ne uscirò mai”. La botta è dura, è vero che non tocca la salute (che comunque non è quella dei vent’anni), sui rimpianti ti do ragione, ma ti assicuro, reagisco, non sto all’angoletto a piangere, ma non si può neanche pretendere che assorba tutto come una spugna, con la massima indifferenza e nonchalance!

      Passando ad altro, sono giorni e giorni che penso di telefonarti, sono un po’ travolta dagli eventi, ma mi farò viva quanto prima, promesso! ❤

      Mi piace

  3. Travolta dagli eventi? Non dirlo a me, che lo sono in misure e per ragioni differenti quasi quotidianamente, tra l’altro sono appena uscito dalla seconda razione di influenza: ho fatto più malattia in quest’ultimo paio di mesi che negli ultimi dieci anni di lavoro!

    Mi piace

    • Io ancora non me la sono beccata… credo che viaggiare sui mezzi pubblici rafforzi gli anticorpi, non c’è altra spiegazione! O sarà che il fisico ha capito che di questi tempi, con tutte le ristrutturazioni aziendali in corso, non è igienico ammalarsi 😯

      Mi piace

  4. Cara Diemmuccia, aspetta aspetta che uno di questi giorni ci vediamo noi per fare qualcosa di carino, e la tua amica chiacchierona invece di pontificare tanto su questo e su quello ti farà fare due-quattro- sei- cento- mille risate, così i sacchi si riequilibrano un po’…
    Cyt.

    Mi piace

    • Tranquilla, ci liberiamo e ci divertiamo. Io, come sai, ieri sono stata a cena fuori, e di risate ce ne siamo fatte tante, ma tante tante! Tra le altre cose, quanto mi sarebbe piaciuto ci fossi stata anche tu (beh, io l’invito te lo avevo esteso… 😉 ).

      Mi piace

    • Il fatto è che Cytind in genere non riesce mai a commentare perché, essendo utente registrato, col suo solito indirizzo di posta, quello legato all’avatar, le chiede la psw che lei non ricorda mai. Ora, siccome di commenti già scritti (e tu sai quanto siano preziosi gli interventi di Cytind!) se ne sono persi tanti, le ho consigliato, quando non ricorda la psw, di mettere un altro indirizzo e di aggirare l’ostacolo.

      Ora vado a sistemare tutto.

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...