Più grande dell’amore

collezione armi

Non illudetevi, niente di buono, parlo del rancore.

Ricordo una volta che litigavo con Attila e mia figlia, era piccola all’epoca, era spaventata. Io guardavo questa creaturella piangere spaventata e tremare, e continuavo a urlare e litigare, mentre mi dicevo: possibile che la rabbia nei confronti di quest’uomo sia più forte dell’amore per mia figlia?

Quando apparve un uomo nella mia vita, del quale sicuramente mi sarei innamorata (quello che era nell’aria era così forte!) ho subito realizzato che, in caso di sua incompatibilità col mio amico del cuore, avrei rinunciato all’amore, senza pensarci due volte, e mi sarei tenuta l’amico.

In questo caso, era l’amicizia ad essere più grande dell’amore.

Ora un nuovo caso: odio e disprezzo la sua compagna, mi fa proprio venire l’orticaria e, anche in questo caso, è il disprezzo a essere più grande dell’amore, dell’amicizia, di tutto, perché sarei disposta anche a perderlo, se questo fosse il prezzo da pagare per continuare a schifarla con tutte le mie forze, con tutto il mio cuore, con tutte la mia anima, e pure con tutta la mia collezione di armi bianche e armi da fuoco, qualora le avessi. E perdere il mio amico alimenterebbe ancora di più il disprezzo che provo, e che so benissimo neanche vale la pena di provare, tanto ne è indegno l’oggetto.

 PS: non sono particolarmente buonista, vero? Manco ci provo!

Annunci

31 thoughts on “Più grande dell’amore

  1. Non è scritto da nessuna parte che bisogna essere particolarmente buonisti. Anzi, credo sia preferibile la sincerità. E in ogni caso dalle tue parole quel che appare più limpidamente è il bene sconfinato che vuoi al tuo amico. La prima frase del post, che va comunque benissimo, avrebbe potuto essere un “Non illudetevi, parlo del rancore, ma c’è del buono.”, e non avrebbe stonato per niente con il resto.

    Liked by 1 persona

    • Sì, il bene per il mio amico è sconfinato, anzi, l’unico confine è lui: se mi diventa un altro, io non posso far altro che prendere i miei giocattoletti e andare via. Vero è che tira più un pelo di figa in salita che una coppia di buoi in discesa, ma è pure vero che a me non tira proprio, abbiate pazienza! Ieri lui mi diceva che con una certa cosa ci si trovava male e allora a me, ricordandomi che lei possedeva la stessa identica cosa, è venuto spontaneo chiedergli come ci si trovasse lei: mi ha aggredito, tipo “Non nominare il nome di lei invano”!

      Io, a mandarli al diavolo in coppia non ci metto niente, e vissero felici e contenti. Se l’ostacolo sono io, non ho nessun problema a lasciarli a godersi la loro enorme felicità. Magari sarà il momento buono per godermi la mia.

      Liked by 1 persona

  2. Cara Diemme,
    ti risparmio le mie convinzioni sulla ineluttabile contiguità tra amicizia profonda ed amore e sulla inadeguatezza media di noi uomini nel vivere la sostanza. La tua frase sulle capacità trainanti del pelo di figa in salita ne è l’estrema sintesi, non l’avevo mai sentita e mi hai fatto ridere.
    Ti racconterò solo che la tua frase “Sì, il bene per il mio amico è sconfinato, anzi, l’unico confine è lui: se mi diventa un altro …” mi ricorda, con le sicure differenze del caso, ancora una volta, molto da vicino passaggi recenti della mia vita. Purtroppo, la verità è che quel detto ottimista del “mal comune mezzo gaudio” è più che altro una bufala, che non aiuta veramente nessuno.
    Condivido quindi la tua ultima frase, dobbiamo puntare tutto sull’arrivo di tempi migliori.

    Liked by 2 people

    • Pjper, l’amicizia profonda E’ amore, non hai bisogno di convincermi, solo che l’amore c’è di tanti tipi, e l’uno non esclude l’altro: mi fa piacere averti fatto ridere e mi stupisce tu non abbia mai sentito prima questo detto, è addirittura abusato, anche se la “signora” ha dimostrato la par condicio, e che il principio è applicabile anche alle donzelle (quando è il pelo del donzello a trainare intendo).

      Non mi stupisce invece il fatto che ti ricordi passaggi della tua vita: le dinamiche umane quelle sono, sempre, e siamo tutti sotto uno stesso cielo.

      Liked by 2 people

  3. O quante belle pistole Madama @Diè
    o quante belle pistoleeeeeeeeeeeeeeeeeeeee !
    Son belle e te le tieni ?!? 😯
    Mah …
    Dubito che Tu abbia “il porto d’ armi” …. e forse non hai nemmeno quelle pistole … e chissà ? …. forse non erano vere neppure quelle “amicizie” lì ! 😦

    Mi piace

    • Non ho il porto d’armi, sarò costretta a utilizzare armi improprie… e no, certo che non erano vere “quelle amicizie lì”, ma penso che ci sia capitato un po’ a tutti di fare da tappabuchi dei vuoti di qualcuno, fino a che il qualcuno non trova di meglio da fare.

      Meno male che, francamente, pure io ho di meglio da fare, e la rottura dell’ “amicizia” farlocca mi ha restituito tanto tempo, che mi serviva per scopi più piacevoli e degni.

      Solo un dubbio mi assale: stiamo parlando delle stessa amicizia?

      E poi, c’è anche un’altra triste realtà: gli uomini, ex grandi amici, hanno finito sempre per litigare per loro per colpa delle donne, e le donne, ex grandi amiche, per colpa degli uomini. Quando l’amicizia è tra uomo e donna, la musica non cambia, e spesso si finisce per litigare per il partner dell’altro che in tutti i casi, chiaramente, per ingiusto che sia, ha la meglio.

      Diceva un mio amico, un po’ pesantemente ma mi faceva tanto ridere:

      “La figa è figa, mica so’ copertoni, sennò da mo’ che facevo il gommista!”

      Mi piace

  4. Dubiti ?!? 😯
    Ergo sei ! 😀 …. asseriva @Cartesio .
    Ed @Hobbes, pur ammettendo questa esistenza dovuta al dubitare, scrisse :
    FOEMINA FOEMINAE LUPA !!! :mrgreen:

    Postescritto : ahahahahah …. stamattina, mi son svegliato FILOSOFO ! 😆

    Mi piace

    • Stamattina ti sei svegliato filosofo? Io mi sono svegliata e basta, per ora è sufficiente. Caffè sul fuoco, giri da fare e blocco delle auto… per quanto la mia è a GPL, credo non sia toccata dal blocco, ma insomma, vediamo, non mi va neanche di essere fermata per i controlli, oggi non sono in fase “amo l’umanità”….

      Mi piace

    • Letta l’ultima frase del commento in tua risposta? L’ho aggiunto dopo, quindi se hai letto solo la notifica forse ti è sfuggito: l’adagio citato dal mio amico merita, mi fece piegare in due dal ridere quando lo declamò!

      Mi piace

  5. Vado ad legendum …. ma prima fammi prendere una tazzina di questo caffè mattiniero che hai appena tolto dal fuoco !
    Mmmmmmh …. che bbono ( quasi … ehm … come te ) : ci voleva !!! 😀

    Mi piace

    • Per un periodo ho evitato il caffè, e anche adesso sto tentando di limitarlo, ma quando ci vuole ci vuole! Al bar e in ufficio sono passata al ginseng 😉

      Mi piace

  6. “possibile che la rabbia nei confronti di quest’uomo sia più forte dell’amore per mia figlia?”

    Non è più forte. Sono due sentimenti che sono verso due persone distinte. Ne so qualcosa, ho vissuto anche io la tua situazione. Anzi, l’amore per mia figlia mi ha dato la forza di fare qualcosa di buono pur nella disgrazia della separazione: non ho usato pistole. 🙂

    Mi piace

    • E allora la situazione è proprio identica, io pure non l’ho accoppato per amore di mia figlia. Ripeto, io trent’anni pur di liberarmene me li sarei presa volentieri, ti assicuro che, rispetto al tormento che mi ha dato, sarebbe stato il male minore, ma pensare alla ragazzina, a quell’anima innocente, con padre defunto e madre carcerata, praticamente rovinata, ha fermato la mia mano giustiziera 😉

      Liked by 1 persona

  7. Pingback: L’e-mail che non c’è | Diemme

  8. Nonostante sia giovane spesso mi rinviene in mente quell’amicizia sconfinata con un ragazzo di cui, ahimè, ne ero innamorata. O meglio. Se dovessi paragonare l’amore che provo oggi per il mio ragazzo con quello che provavo allora per l’amico, credo che ci sia una differenza abissale. Attualmente l’amore è un sentimento pieno. Non solo momenti di felicità e spensieratezza ma anche i soliti attimi di noia e nervoso. Ma è anche un sentimento fatto di ricerca, sicurezza, fiducia, voglia di sperimentare ogni cosa sicuri di non essere derisi.
    All’epoca dicevo di essere innamorata del mio amico, ma forse era quell’amore che tu hai accennato nei commenti. Un amore platonico, fatto di confidenze tra amici, paura di spezzare un legame che sembra essere di fratellanza, condivisione di segreti che, francamente, ad un fidanzato non confidi. Purtroppo questo amico è stato attirato dal pelo di una buoia. Si, ad un certo punto non solo ho dovuto fare un passo indietro e rinunciare a quegli anni di adolescenza che avevamo condiviso, ma mi son sentita anche minacciare del fatto che io, secondo la buoia, “ci stavo a provà col suo omo”….. Sinceramente non rimpiango nulla, è stato quel che è stato. Mi sarebbe solo piaciuto dirgli un bel vaffanbuoi, magari per avere la conferma che l’amicizia fra uomo e donna non esiste.

    Liked by 1 persona

    • Cara Aida, anche se io sono ragionevolmente certa di non essere innamorata del mio amico e non ho motivo di pensare che mai lo sia stato lui – quindi continuo a credere una volta in più che l’amicizia tra uomo e donna esiste eccome – per il resto le mia storia è assolutamente simile, per non dire uguale, alla tua.

      Non ho capito a chi avresti detto il vaffanbuoi, se ti riferisci a lei io almeno questa soddisfazione me la sono tolta. L’osservazione che ha fatto la compagna del tuo ex amico è degna della pochezza di certe Miss Pelodifiga, ce l’aspettavamo e non ci stupisce.

      Per il resto, abbenché io possa comprendere tante dinamiche, sentimenti, situazioni in cui si sente incastrato, diamo a Cesare quel che è di Cesare e assolviamo le Pelodifiga da colpe che non hanno: chi rompe il rapporto con noi, di amicizia, affetto, complicità, etc. etc. è lui, non la sua donna, quindi se ne prenda tutte le responsabilità.

      Io non dirò mai che lei me lo ha allontanato (non ne avrebbe avuto il potere), al massimo può essersi spremuta qualche lacrimuccia del tipo “Io non ho fatto niente e guarda come mi sta trattando!”, ma non più di questo. Come chi tradisce è il coniuge, e non la terza parte, pure per il rapporto di amicizia chi lo interrompe è l’amico, e non qualche insignificante satellite.

      Liked by 1 persona

    • Posso dirti di esserne stata innamorata perchè ero una ragazzina di 18 anni, alla ricerca del principe azzurro e un’attenzione in più, a quell’età, è un colpo al cuore, un sussulto… Gli ormoni sono a 1000 e si riproducono con la costanza di 1 a 1000 al secondo.

      Certo, te sei matura e con più esperienza e sai distinguere un sentimento da un altro. Certo è che la colpa secondo me è di entrambi, amico e Pelodifica. Nel senso che, va bene il rapporto di coppia, le cose cambiano ecc ecc. Il tempo per gli amici si dimezza mentre aumenta esponenzialmente quello per le sedute di pseudo kamasutra. Però che diamine, siete persone grandi e grosse, allargare il cerchio delle amicizie non si poteva fare?

      Liked by 1 persona

    • Nel nostro caso il giro di amicizie si è ristretto, perché io ero amica anche di lei, e le ho voluto bene sul serio, ma ora il rapporto è chiuso, senza alcuna possibilità di recupero. Veramente aveva, entrambi avevano, trovato una sorella.

      Qualcuno sostiene che sia lei ad essere gelosa, che sotto sotto sapeva/temeva di non reggere il confronto. Ora, io non so cosa si agiti nella testa né dell’uno né dell’altro, so solo che tra tutti e due si potevano risparmiare di trasformare un’occasione di gioia in una di dolore. Poi, ovviamente, sopravviveremo tutti, ma il dolore non è mai gratis, né piacevole, e nessuno dei tre ne aveva bisogno.

      Certo, si dice “Chi ha più prudenza la usi” e io non è che sia stata più brava di loro ad usarla, ma certe cose ti mandano proprio il sangue alla testa e io, purtroppo, ho pure tante belle qualità, ma sono un’iraconda, e ho un’allergia feroce a balle e voltafaccia.

      Liked by 1 persona

    • Secondo me credo che, una volta formatasi una coppia, la vita cambi. Ci sono esigenze differenti e il tempo trascorso per un caffè tra amici diventa necessariamente un momento insostituibile da trascorrere con il partner. Ovviamente con le giuste dosi. Poi vedi DM, ci sono uomini, e ne ho visti tanti, che non appena trovano l’amore, si isolano, rinunciano a tutto pur di condividere e rendere felice l’altra metà. Non so cosa nasca nel loro cervello. C’è un tempo da dedicare all’amore e un ritaglio da trascorrere con le persone di una vita, ma sarà perchè sono presi dalla folata di passione, sarà che sarà….

      Nella mia vita il tempo libero si dedica al partner, ma non tutto. C’è il tempo per se stessi, c’è stato il tempo per lo studio (non si è mai visto che abbia rinunciato ad un esame per trascorrere il tempo dedicato allo studio per star con il moroso) e il tempo per familiari, amici, e quant’altro. Ovviamente prima il partner, ma non in modo morboso e appiccicoso!

      Mi piace

    • Non credo sia quello, non in questo caso. Sto rileggendo tutte le sue e-mail, e me ne sto facendo un quadro diverso. Cose che, nelle e-mail diluite nei giorni, si notava di meno, ma facendone indigestione, leggendone 30, 40 al giorno affiorano in tanti particolari.

      Un po’ come quando mi ritrovai a fare un excursus storico, dalla preistoria ai nostri giorni, in quattro ore, e fu chiaro quello che, studiando le singole vicende, si notava poco: le lotte per l’unificazione quando si era divisi, per l’indipendenza o almeno l’autonomia quando invece si era uniti.

      Io credo che abbia pesato molto la sua donna, e il mio conflitto con lei: arriva un punto nella vita in cui non si regge di stare tra due fuochi.

      Io credo che arrivi un’età, che poi è anche la mia, in cui si desideri soprattutto starsene tranquilli, e io ammetto che il non riuscire a transigere sull’allergia che ho per lei è un mio limite.

      Mi piace

    • non posso sindacare la vicenda, non ne ho proprio il diritto, ma credo che, se è destino che bisognava dividersi, sicuramente qualcun altro farà capolino nella tua vita… te lo auguro a questo punto!

      Mi piace

    • Qualcun altro farà capolino nella tua vita… ma ciascuno è unico, e un amico che hai perso è un amico che hai perso, per quanti altri ne possano entrare nella tua vita. Mica sono “lei” che, entrato “l’omo” nella sua vita, dell’amica non ha più bisogno e la butta nel secchio della spazzatura (quando si dice “misurare col proprio metro”… 😈 )

      Liked by 1 persona

  9. Più esploro l’ animo femminile e più mi si aprono, in quel viaggio fantastico che iniziai non appena fui in grado di inseguire la conoscenza, spazi inimmaginabili …. bellissimi a mio modo di vedere, tessere di uno sfavillante mosaico che, sembrerebbe, non finire mai !!!
    Dedico questo pezzo ad @Aida … e a te : è in francese, ma le parole sono semplici e comprensibili anche per chi non conosca ( come me … ) la lingua di @Proust … e così romanticamente tenere che val la pena di leggerle col cuore .
    Quanto all’ Amicizia …. lei, come l’ Amore, o le pulsioni sessuali, ha le sue stagioni, nè appassirà mai … se il seme che generò la sua meravigliosa pianta era ‘sano e vigoroso’ !
    🙂

    Liked by 1 persona

    • Bruno, non lo so guarda, io non so some andrà a finire, anche se secondo me è già finita. Per me lui non era solo l’amico forse più caro che io abbia avuto nella mia vita, ma oramai era una persona di famiglia, un parente stretto intendo, uno di casa. E come non può essere che un giorno tua madre smetta di essere tua madre, o tua figlia smetta di essere tua figlia, così per me era con lui.

      D’altra parte, come ho già detto a lui, io non posso far altro che prendere atto. In questo momento, l’unico atteggiamento che mi posso permettere è andare avanti, chi si ferma è perduto.

      Liked by 1 persona

  10. Verrà la sera … e tornerà il mattino
    l’ aurora occuperà il dorato trono …
    atto avrai preso , ma resterà il suono
    dello stormir del resinoso pino !

    Andrai avanti … o memore @Diemme
    percorrerai ancor altri sentieri,
    raccoglierai in cammino altre gemme
    ma sempre dolce resterà il tuo ieri !,

    La storia – Tu ci dici – fu importante
    e l’ amicizia fra voi rassicurante,
    ma immagino che soffri, e ti stupisci,
    io t’ auguro col cuor : “Vivi … guarisci” !!!

    🙂

    Mi piace

  11. Pingback: Fatti, non parole, anche se… | Diemme

  12. Pingback: Ei fu. | Diemme - Ogni cosa è illuminata

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...