2014, bilanci

2014 cavalli 10

Cari amici,

io di bilanci non ne faccio mai, soprattutto perché la vita mi sembra sempre scorrere così tremendamente uguale: e invece no, a volte va peggio.

Diciamo che questo 2014 qualche cambiamento l’ha portato, nel bene e nel male.

Nel bene ci metterei che mia figlia ce l’ha fatta a entrare a medicina, e come notizia minore che mi sono decisa a passare a una nuova automobile (magari un giorno mi deciderò pure per il cambio casa).

Ci metterei anche la pubblicazione del mio libro, dai cui lettori ho avuto dei ritorni lusinghieri (invece si è capito benissimo di chi l’ha preso e buttato da una parte, o letto di corsa quasi per dovere, trovandosi a biascicare qualche frase di circostanza quando ho chiesto un’opinione in merito).

Direi che tra i ritorni più positivi c’è stato questo, di una cara amica che mi conosce da sempre e che, forse per questo, è riuscita a recepire di più quegli scorci e quelle testimonianze della mia vita. Queste le sue parole:

Dopo vigilia e pranzo di Natale da me, caos e ore per rigovernare, mi sono piazzata a letto con il tuo libro. Ormai è diventata la mia lettura mantra. Mi calma, nel senso che monopolizza la mente consentendomi di staccare la spina, mi emoziona e mi stupisce, ogni volta c’è un particolare che acquista valore, e mi stupisco di te e di non averlo notato la volta precedente. Sono orgogliosa di te e ti voglio bene *****, ringrazio il destino che mi ha fatto incontrare il gabbiano Diemme.

Nella parte stabile ci metterei invece il lavoro, anche se ci sono all’orizzonte nubi grigie e minacciose, ma per fortuna la vita mi ha insegnato a non fasciarmi la testa prima di essermela rotta.

E veniamo alla parte negativa. Siccome, lo saprete, ritengo la cosa più importante la salute, è proprio lì che il 2014 si è accanito. A mia madre è stato diagnosticato un tumore piuttosto grave e, abbenché il peggio sia superato, credo passeremo il resto della vita – della sua vita o della nostra – ad affrontarne le conseguenze.

Io ho avuto ben due incidenti, e in tutti e due i casi ho trascurato di curarmi, sempre per un supremo e patologico senso del dovere (evidentemente verso gli altri ma non verso me stessa), ma i colpi di coda si sentono, e i postumi sono ancora tutti lì.

Forse c’è stato dell’altro, che in verità ora non mi sovviene, a parte due amicizie, una perduta e l’altra ritrovata, per cui su quel fronte siamo andati pari.

Insomma, cari amici, ho davvero bisogno che il 2015 sia migliore dell’anno trascorso. Dico la verità, avrei bisogno di un qualche cambiamento, di rompere un po’ la routine, di una ventata di nuovo, ma solo se questo nuovo sarà positivo, altrimenti resto così!

Vi abbraccio tutti, tutti gli amici intendo, e buon 2015!

 

Annunci

47 thoughts on “2014, bilanci

    • Con la mamma è stata una tragedia… alla nostra coordinatrice, Crudelia per gli amici, non è parso vero di avere un’arma con cui ferirmi (in genere sono tutte spuntate), e impedirmi di prendere permessi per stare accanto a mia madre: per fortuna sono intervenuti “i grandi capi”, che oltre ad avere infinitamente più capacità di lei (beh, ammetto che non ci voglia molto) hanno anche infinitamente più umanità (anche se, pure qui, ci vuole ben poco!).

      A queste persone, che già amavo da prima a prescindere, va tutta la mia gratitudine e infinita riconoscenza.

      Il libro non te lo sei perso, ti basta passare dalle mie parti… in realtà l’ho pubblicizzato poco, diciamo niente, perché ho optato per una distribuzione diretta e personalizzata 😉

      Liked by 1 persona

  1. Il libro me lo sono persa: come si intitola? Lo trovo anche in ebook?
    Per il resto….siamo tutti un po’ persi dietro faccende, lavori, incombenze, famiglie e quant’altro. Non te ne avere a male, non ti crucciare. E cerca di pensare di più alla tua salute, che ce ne abbiamo solo una, e se -fai le corna- ti ammali tu, poi come si fa???
    Prendilo come impegno per il 2015.
    Un abbraccio! Maria

    Liked by 1 persona

    • L’impegno di stare bene l’ho preso da un po’, ma poi non riesco a mantenerlo… probabilmente, non mi accorgo neanche di quando sto male, dopo l’ultimo incidente, dopo essere rimasta un po’ stesa sull’asfalto, mi sono alzata e sono andata in ufficio. Questa sono, così nacqui, e così temo rimarrò, pagandone sempre il prezzo.

      Mi piace

  2. Ciao carissima, qualcosa mi sono perso pure io, ad esempio il secondo incidente non mi sovviene, ma pure che il libro, del quale mi hai fatto accenni, sia già in circolazione.
    Però devo dire che anche per me quest’anno è stato piuttosto denso di avvenimenti, che forse hanno contribuito ad una certa disattenzione, sebbene il mio affetto per te posso dire che si sia consolidato. Mi paiono ragionevoli gli auspici che fai per il prossimo anno, io non posso che esprimerti il mio augurio che ti capitino solo eventi favorevoli, anche se so che, nel caso contrario, saprai farvi fronte, magari a scapito di te stessa, perchè questa tu sei!
    Ti abbraccio forte, auguroni amica mia!

    Mi piace

    • Sergio, ti ho mandato un msg privato, poi appena posso ti telefono.

      Felice dell’affetto consolidato, lo stesso è per me, e l’affetto degli amici è sempre un unguento dalle qualità portentose di fronte ai dritti e ai rovesci della vita! ❤

      Mi piace

  3. Mah, io non faccio bilanci, non faccio programmi… lascio che la vita scorra, auspicando, semmai, questo o quello, pur non desiderando né avendo, se non in misura ridotta, il dominio necessario per orientare la realizzazione dell’uno o dell’altro.

    Chiunque, credo, “avrebbe bisogno” di un nuovo anno migliore… chi direbbe di no?

    Ma sarà quel che sarà, quel che il destino e, per quanto possibile, la nostra libera scelta, avranno voluto.

    Buon 2015! 😉

    Mi piace

  4. Insomma, ma di ‘sto libro non ne sapevo nulla neppure io!
    Per il 2015 mettiti d’impegno a curarti un po’ di più… la salute è importante come base per tutto il resto :*

    Mi piace

    • Bia, il fatto è che l’Italia è una dittatura fiscale, e non vorrei dovermi sottoporre a chissà quali trafile burocratiche per regolarizzare eventuali vendite oppure passare guai per aver guadagnato tre euro su un libro, né d’altra parte posso regalarlo a tutti per cui, per stavolta, è un cadeau per gli amici più cari, per il prossimo (perché ci sarà un prossimo, per il quale chiederò il vostro aiuto), vedremo di fare un’autopubblicazione e vedere un po’ come va.

      Per il 2015… sì, certo, dovrei ogni mattina guardarmi allo specchio, e chiedere cos’è che posso fare per me… la teoria la so tutta, è la pratica che mi frega! 😉

      Liked by 1 persona

    • Che poi in realtà, non voleva essere pagato. Allora ho mandato 20 euro ad Emergency a nome suo, e gli ho mandato la ricevuta. Ha gradito più che se gli avessi mandato un assegno circolare 🙂

      Mi piace

    • Me lo auguro davvero, la serenità più o meno l’ho raggiunta, ma la salute serve a tutta la famiglia, e perderla farebbe riperdere anche la serenità di cui sopra!

      Un augurone anche a te, buon 2015!

      Mi piace

  5. Felice per Sissi e per l’acquisto dell’automobile nuova.
    Condivido la riflessione della tua amica sul tuo libro: anche per me ha un effetto rilassante e me lo porto dietro sempre … ovviamente per rileggerlo. In particolare, sostituisce la valeriana prima della fisioterapia. 🙂 Sembra impossibile ma in questo periodo qualsiasi cosa mi mette ansia, la fisioterapia, poi, mi spaventa proprio perché fa malissimo. 😦

    La salute è la cosa più importante e non bisogna trascurarla, è sintomo di poco amore verso se stessi. Subito dopo la mia caduta mi sentivo persa senza il lavoro (che poi non ero davvero “senza”, visto che ho dovuto correggere due pacchi di compiti e sbrigare varie formalità burocratiche per e-mail); quando ho dovuto prolungare il periodo di riposo, per sottopormi alla fisioterapia con meno stress, mi sono sentita in colpa, eppure continuavo a dirmi che stavo male e che non ero in partenza per un viaggio alle Maldive; ora che mi sono rassegnata a non rientrare nemmeno il 7 gennaio (devo riprendere la fisioterapia, compresa la idrokinesi in piscina), sono letteralmente in ansia, ho bisogno degli ansiolitici (naturali!) due volte al giorno e non riesco a dormire la notte, a parte il fatto che il braccio mi fa male. Eppure continuo a ripetermi che devo curarmi e per farlo non devo avere altri pensieri, che se devo curarmi significa che non sono guarita e quindi sono più che giustificata se non riprendo il lavoro … niente, continuo a sentirmi se non in colpa, a disagio. Ma non va bene, dovrei prendere le cose con più tranquillità, senza ansia, sensazione di disagio e sensi di colpa.

    Sulle amicizie avrei tante cose da dire ma taccio. Se faccio il conto delle telefonate che ho ricevuto in questi due mesi da inferma, direi di avere pochi amici, pochissimi.

    Cara Diemme, ti auguro che il 2015 ti porti salute, serenità e soddisfazioni su tutti i fronti. Ti meriti tutto il bene perché sei una persona speciale.
    Ti voglio bene.

    Un abbraccio fortissimo.

    Mi piace

    • Beh, io sono tra gli amici che ti hanno telefonato, e anche spesso, anche se a volte non hai potuto rispondere (e purtroppo il mio numero è anonimo, non lascio prove! 😉 ).

      Ti ringrazio per il tuo apprezzamento che come sempre mi onora, sia sul libro (ma “sostituisce la valeriana” non vorrà dire che è soporifero???) che su di me. A volte mi chiedo perché ricevo tanto affetto, ma oggi mi hai ricordato le parole di una mia amica, che un giorno mi disse che ero l’unica a telefonare semplicemente per sentire come stava: ma davvero stiamo messi così male? Ogni tanto vedo qualcuno “mollare la presa” nei confronti di qualcun altro che non può più essergli utile, e questo mi dà una tristezza enorme. Io non mi vanto di essere una persona disinteressata, per me è la cosa più normale del mondo, ma quando vedo che invece il mondo non funziona così, quando vedo lo stupore – e la diffidenza – per il mio comportamento, la cosa mi riempie di dolore: ma ci rendiamo conto che siamo in un mondo in cui la gente si mette sul chi va là se le offri aiuto? Pensa, una volta che offrii aiuto a una persona per far scendere un disabile dall’automobile, quasi quasi mi stava dando l’elemosina, e un’altra volta che offrii a una signora carica di pacchi della spesa di aiutarla a portarli, questa mi rispose seccamente che non aveva bisogno di nulla, afferrò forte le sue buste e affrettò il passo: a questo siamo arrivati!

      Questo credo sia perché, se da una parte c’è gente che non aiuta, dall’altra c’è chi approfitta del buon cuore di chi aiuta per depredarla, a altri che fanno finta di aiutare per depredare: mala tempora currunt!

      Tornando a noi, anche tu Marisa sei una persona speciale, e tengo moltissimo a te! Tanti auguri per un anno nuovo soprattutto in piena salute, tua e dei tuoi cari ❤

      Mi piace

  6. Ho detto che se dovessi paragonarti ad una figura mitologica ti definirei un’Amazzone? Beh, la vita ci mette di fronte a certi ostacoli davvero difficili, ed è compito nostro riuscire nell’impresa di superarli senza alcun problema. Ovviamente, rimane la determinazione di andare avanti, di essere d’esempio per tutti.
    Curati ogni tanto. Essere stesa sull’asfalto non è una bella cosa.
    Buon inizio 2015!

    Mi piace

    • Amazzone? Beh, sì, mi ci sento, direi che mi calza abbastanza, a parte il fatto che le amazzoni avevano, se non erro, una sola poppa e io, grazie al cielo, ne ho ancora due.

      Essere stesa sull’asfalto non è una bella cosa, ma sono quei casi in cui ringrazi gli ammortizzatori naturali di cui il tuo buon appetito ti ha fatto dono 😉

      Buon 2015 anche a te, augurandomi di ritrovarci sempre insieme su questi schermi!

      Mi piace

    • Io non so come fosserole amazzoni, ma le immagino gigantesche, muscolose e forti, tutto qui! Anzi, senza esclusione di poppe!!!!!

      Mi hai colto impreparata sulle amazzoni!

      Mi piace

  7. Insomma, più o meno come a 7 e mezzo: o mi dai la carta buona, oppure sto. Uno la speranza ce l’ha sempre, poi magari sballa 😛
    Un augurio che il 2015 sia foriero di buone nuove e buone novità, così ti diverti un po’!
    Un abbraccio

    Scrutatrice

    Mi piace

    • E infatti è proprio così, come il sette e mezzo, mi piace questo paragone!

      Tanti auguri anche a te per un felice 2015, e sempre con la speranza di incontrarci, oramai è non so quanto che ci giriamo intorno! Magari qualche volta ci saremo pure scontrate e dette “scusi signora!” 😉

      Un abbraccio e a presto!

      Mi piace

  8. Eccomi ad augurarti un anno sicuramente migliore di quello passato e tanta forza e capacità di saper affrontare i momenti difficili…specie la malattia di tua madre.
    Queste feste, tra inviti e visite, non mi hanno permesso di buttarmi spesso nella lettura del tuo libro che gentilmente mi hai donato. Non ho potuto affrontarlo come la lettura di un racconto ameno e leggerlo tutto d’un fiato. Non ti pare? Tu sai che non sono brava a commentare, ma posso dirti, da quello che ho gustato finora, che sei riuscita a regalarmi sorrisi, risate ed anche lacrime. Percepisco una donna a volte forte e aggressiva, a volte fragile e tenera, con la nostalgia per qualcosa che sarebbe potuto essere e non è stato. Un abbraccio. Lucia

    Mi piace

    • Già, qualcosa che sarebbe potuto essere e non è stato.. 😥

      Tu parli di sorrisi, risate e lacrime, e infatti hai letto nella prefazione, quel libro è stato definito un’altalena di personalità, perché la vita è varia, noi siamo diversi a seconda dell’età e delle situazioni, degli stati d’animo, delle speranze e degli incontri, degli scontri e spesso, ahimé, della disperazione, che spero non conoscere mai più.

      Un caro augurio, sperando per l’anno prossimo di riuscire a incontrarci ancora, ormai il più è fatto, il ghiaccio è rotto e poi… hai conosciuto il grande Attila, mi dici niente?

      Mi piace

  9. Non ti sei fatta mancare niente, non c’è che dire. Tutto sommato credo sia stato un anno da dimenticare – lo è stato anche per me .. anzi – per questa ragione ti auguro – e mi auguro – il cambiamento più positivo possibile, aldilà di ogni più ottimistica aspettativa. BUON 2015 A TE!!

    Mi piace

    • Ma chi si rilegge, dov’eri sparito???

      Anno da dimenticare? Oddio, a me ha portato anche cose buone e poi, tanto, bello o brutto, è finito…

      Un buon 2015, per tutti noi, uomini e donne sicuramente di buona volontà! 🙂

      Mi piace

  10. Cara Diemme,

    ho notato che ci sono state delle chiamate da numero privato e ho immaginato fossi tu. Purtroppo non riesco a vivere in simbiosi con il telefonino e spesso lo dimentico in borsa, quindi difficilmente sento se suona. Poi mi accorgo delle chiamate senza risposta ore e ore dopo …
    Quando ho fatto quell’osservazione sugli amici che non telefonano, certamente non mi riferivo a te e ti ringrazio per essere sempre così presente, trovandomi spesso assente. 😦

    La valeriana è un calmante (a me non fa dormire, per dire) e il tuo libro ha questo effetto, mi calma, mi fa passare l’ansia. Se fosse soporifero ti assicuro che lo porterei a letto, così forse riuscirei ad addormentarmi senza rigirarmi nel letto (perlopiù per trovare la posizione migliore per il mio braccio) per ore.

    Hai ragione, ormai un gesto gentile è guardato con diffidenza, un’azione di solidarietà con sospetto … ma capita anche fra colleghi, non so a te ma a me si, che quando sei gentile vieni guardata con quell’aria come a dire “hai bisogno di qualcosa?”. Molto triste.

    Grazie ancora per l’affetto che dimostri nei miei confronti. Ti rinnovo gli auguri per un buon 2015.

    Mi piace

  11. Mi accodo alla tua chiusa con perfetta sintonia.
    Complimenti per il libro, lo avevo captato tra le righe ma ho rispettato la tua decisione di non pubblicizzarlo. E complimenti a Sissi per la carriera degli studi.
    Il negativo lo sorvoliamo, non perchè non incida, specie per la tua mamma che abbraccio, ma per far entrare nel nuovo anno solo input positivi.
    Auguri, buon 2015 !

    Mi piace

  12. L’unione tra resistenza, volontà di cambiamento, fede nella parola e una buona letteratura porta a risultati eccezionali. Ti abbraccio forte, che il 2015 sia pieno di serenità e salute per te e i tuoi cari ❤

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...