Attilicidio, potrebbe avere i suoi vantaggi.

disegno donna sformata in cella

Dipinto di Elena Ceccato – Poesia di GiulioDelleStelle

Attila ieri aveva proposto di andare a qualche sagra nei dintorni e, dopo attenta ricerca, la scelta era caduta su Palombara Sabina (incantevole, davvero da vedere!).

Annuncia che arriverà intorno a mezzogiorno e mezzo: di uno che si esprime così, io capisco che ci stia venendo a prendere, voi che ne dite?

Invece no, quando arriva se ne esce che contava di andare con la mia di macchina, visto che è a GPL e consuma meno (non ve l’ho detto? Molto ma molto a malincuore ho dato l’addio al vecchio macinino). Gli faccio presente che intanto io non ne sapevo niente, e che se una persona fa conto sulla mia macchina quantomeno lo dovrei sapere, secondo poi ho il serbatoio GPL vuoto, perché la macchina l’ho appena comprata e volevo calcolare quanti chilometri facevo con un pieno e quindi, fatto il pieno all’acquisto, stavo aspettando di andare di nuovo in riserva per fare i miei calcoli (ma dico, sarò padrona???).

Alla prima mia obiezione ha risposto che “era ovvio” che andassimo con la mia, visto che consumava di meno. Ribatto che comunque saremmo dovuti andare a benzina (ho benzina e Gpl, e la benzina invece c’era) e quindi tanto valeva andarci con la sua, ma lui replica che la sua macchina è a rischio, cade a pezzi, non frena, non accelera, non c’è benzina, non ci sono le portiere, non ha le ruote, non c’è il motore (va beh, esagero, ma avete capito il concetto). A questo punto lui, che uno che evidentemente sa come prendermi (sa come fare di me un’omicida intendo), mi incomincia a insultare per il serbatoio vuoto, che avere il GPL e andare a benzina è da beoti, imbecilli, etc. etc. etc.

Ora, a parte quell’intervista – non ricordo a quale avvocato – in cui l’intervistato sosteneva che uccidere il partner è più vantaggioso che divorziare, perché tra il fatto che uno è incensurato, patteggiamenti, riduzioni delle pene, buona condotta etc. si fa in galera poco e niente, io ho sempre sostenuto che, rispetto alla vita che quest’uomo mi fa fare da oltre vent’anni, un soggiorno a Rebibbia mi sembrerebbe una vacanza alle Maldive.

Tanto per cominciare, avrei una branda interamente per me, che già sarebbe di un lusso incredibile: infatti, abbenché a casa mia ci siano tre letti per due persone, il mio, già ridotto da matrimoniale a singolo, è diventato il centro di raccolta della famiglia (lei dorme sopra a me e lui si siede magari ai piedi del letto), per cui io mi devo accucciare in un angoletto con pratiche a dir poco da contorsionista.

Poi, avrei UN’ORA D’ARIA ogni giorno: ma ci pensate??? Un’ora al giorno tutta per me, e anche questa un’opzione al momento mi appare quasi incredibile.

Poi, mi insegnerebbero qualche lavoro manuale, e io amo il bricolage.

Inoltre, quasi sicuramente capiterei in cella con qualche prostituta che m’insegnerebbe a campa’, visto che questa vita santificata casta e pura non è che m’abbia portato tutti ‘sti gran vantaggi (non dico di cambiare vita, ma sai com’è, “Impara l’arte e mettila da parte”, e qualche tecnica da far perdere la testa nella vita può sempre venir comoda, non vi pare?): voi che ne dite?

Ah, dimenticavo, Sissi erediterebbe l’appartamento del padre e avrebbe finalmente una casa tutta sua da disastrare….  😉

Donna-in-cella-che-gioca-a-solitario-1950-ca-George-Eastman-House-New-York-USA

Annunci

38 thoughts on “Attilicidio, potrebbe avere i suoi vantaggi.

  1. Figurati, non bado a queste cose. Leggo in giro per il web certi strafalcioni che, in confronto, i nostri blog sono opere letterarie. 🙂
    E poi io, in questo periodo, scrivo malissimo perché cerco di essere sintetica per non fare tanta fatica …

    Mi piace

  2. Ricorda che ogni 3-4 pieni di GPL, devi far girare il motore con un pieno di benzina! Sennò ti ritrovi come me, macchina di un anno e mezzo di vita, morta defunta perchè si è bruciata la pompa della benzina…….
    Per quanto riguarda l’omicidio, sai quante volte ci ho pensato pure io, sarebbero solo vantaggi da ogni punto di vista ;D

    Mi piace

    • sì, l’importante è che non tieni la benzina a macerare nel serbatoio troppo a lungo. giri un po’ a benzina, arrivi in riserva, riempi di benzina e vai ancora in giro a GPL. Insomma, un lavoro a tempo pieno. Averlo saputo prima, non so se l’avrei comunque comprata 😦

      Mi piace

  3. Noooooooooooooooooooooooooono !
    Nun m’ ammazzate er sor @Attila ! 😐
    Pijuttosto …. IBERNATELO, ‘n modo che se risveij fra ‘n par de mila anni …. e faccja in tar modo godè, in aggjunta a l’ eroa @Diemme …. ‘n’ antra fancjulla ‘n fijore !!! :mrgreen:

    Mi piace

  4. Meno male che la proposta di andare alla sagra è venuta da lui!
    Ed io che credevo che la galanteria fosse sparita, mentre qui abbiamo un campione!
    Ma perché non ci vai se e quando fa comodo a te e lui lo mandi a quel paese (non Palombara), non so che gusto ci trovi ad uscire con un simile campione di belle maniere!
    Ciao carissima e buona settimana

    Mi piace

    • Il fatto è che io amo mia figlia più di quanto non sopporti lui, e per lei queste giornate tutti insieme, per la verità ormai rare, sono un enorme regalo: se l’avessi vista ieri come era felice! E poi, tutto sommato, siamo stati bene: al ritorno addirittura ci siamo messi a cantare appresso a Mina e Lucio Battisti, e abbiamo fatto una gran cagnara, Sissi splendeva di gioia! ❤

      Liked by 1 persona

    • Diciamo che ho le spalle grosse, riesco a non essere coinvolta. Generalmente, mentre lui impreca, io continuo a fare le mie cose, mi trucco, mi lacco le unghie… A volte invece io e Sissi la buttiamo sul ridere, come quando dice, con voce solenne, “Mentecatta!” e poi, alzando il dito e scuotendolo aggiunge, “mens capta, mente prigioniera!”. Ecco, questo insulto seguito dall’etimologia e la traduzione, declamato con aria solenne e dito brandito in aria, a noi francamente fa più ridere che altro!

      Mi piace

  5. Conta però che sei sempre stata onesta, metti l’impeto, metti l’omicidio passionale, aggiungi che sei incensurata, assumi la Buongiorno come avvocato e non farai manco un giorno di galera!

    Mi piace

    • No, l’omicidio passionale temo proprio che non me lo passino, ma la provocazione sì, posso mettercela, ventuno anni di provocazioni avranno pure il loro peso, non ti pare? 😉

      Mi piace

    • L’influenza mediatica… ah, se mi fossi appuntata tutto come la mia amica magistrata mi consigliava! Davvero, ci avrei scritto un libro che mi avrebbe reso famosa, e poi mi sarei risfruttata il tutto come prova della stalking e delle provocazioni continue, per ottenere l’assoluzione con formula piena!

      Come quella volta che rimise la corrente mentre io stavo trafficando per riparare una presa…

      Liked by 1 persona

    • Gli uomini sono fatti cosi. Siamo in loro possesso o comunque siamo un oggetto a loro piacimento. Mi sembra strano che questo Attila abbia chiesto la tua auto per un semplice pomeriggio da trascorrere insieme. Sono abituata che da me gli uomini fanno tutto. Dal l’offrire una pizza a rifornire di carburante l’auto a fare la ricarica se il telefono non risponde. Mi meraviglio ma allo stesso tempo penso all’indipendenza che abbiamo voluto. Una volta una mia amica si lamentava del suo ragazzo che le chiedeva di pagare alla romana la pizza del sabato sera. Mi meravigliato perché io non ho mai aperto il portafogli per offrire una pizza. Sarà che avrò trovato uno dei pochi che fanno da uomo nel vero senso della parola… Ma magari potrei anche sbagliarmi.

      Mi piace

    • Tu sei abituata che da te gli uomini fanno tutto, io sono abituata che mi faccio tutto da me, il che non significa che io debba trovare tutte persona che si mettono a biolancino. Aveva ragione la ex moglie del mio ex marito: “Ci siamo trovati: io avevo tanta voglia di dare, e lui aveva tanta voglia di prendere”.

      Forse è per questo che mi ritrovo circondata da certa gente: bisogno di niente, voglia di dare tanta, ma quella di essere sfruttata e di non essere mai supportata ti assicuro che proprio non ce l’ho di voglia!

      Liked by 1 persona

    • Facilmente no, ma lui è la goccia che scava la roccia, e ha buon gioco: dignità zero, tempo da perdere tanto, forze impiegate in altre attività più costruttive nessuna.

      Parto in svantaggio, uno svantaggio insostenibile.

      Liked by 1 persona

  6. Stavo per dirti di evitare di incontrarlo, di tenerlo più lontano possibile…ma poi ho capito, da qualche tua risposta che hai un cuore grande e per la gioia di tua figlia sei disposta a tutto. Ti ammiro veramente. ❤

    Mi piace

    • Non è solo per amore di mia figlia, anche perché a lei tante liti non hanno certo fatto bene: il fatto è che lui lo butti fuori dalla porta ti rientra dalla finestra, spaccandola. L’esperienza fatta sulle mie pelle dimostra che è meglio farlo entrare direttamente dalla porta e salvare i vetri della finestra.

      Sempre sperando che un autobus se lo incolli (pensiero poco carino, ma io non ce la faccio più e, ti ripeto, lui non ti permette di ignorarlo e basta, fare la tua vita e non pensarci più).

      Mi piace

  7. Nelle auto nuove a gpl l’avviamento avviene comunque a benzina, quindi non c’è bisogno di “girare” l’alimentazione ogni tanto in favore di questo carburante.
    Per curiosità, noto qualche affinità automobilistica fra me e Attila perché anch’io ho dei mezzi con un’affidabilità dubbia… in compenso, c’è una differenza che invece mi avvicina a te: sono trasformati a gpl… e quando vai a gas la benzina te la dimentichi, come se non fosse mai esistita… 😀

    Mi piace

    • Sì, è vero, ho notato che l’avviamento è a benzina. Quando parte l’indicatore di gpl è su off e comincia a lampeggiare, e solo dopo qualche minuto, ad avviamento e partenza già avvenuti, passa su on.

      Mi piace

  8. Pensa che chi ti legge e commenta, si trova dalla parti dell’uomo che per due volte, due non una, ha pensato che, alla resa dei conti, l’omocidio della moglie o partner che sia gli sarebbe costato di meno, sia in termini economici – che qualcosa contano pure – sia in termini di vita – e lì sono miliardi di euro, una finanziaria.
    C’ho pensato tante volte, ma, per via di un’educazione sballata, non ho avuto il coraggio perché i moventi (vedi, parlo al plurale) li avrei avuti tutti.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...