Oh Capitano, mio Capitano!

E che vi devo dire, mi emoziona ogni volta!

Annunci

13 thoughts on “Oh Capitano, mio Capitano!

  1. “E che vi devo dire, mi emoziona ogni volta!” ?!?!? 😯
    Io …. invece, PURE !!!
    E se poi associo questo link, col suo testo così splendidamente recitato, alla scena finale del film L’ ATTIMO FUGGENTE … beh mi commuovo fino alle lacrime !!!

    Mi piace

  2. Secondo me, ognuno di noi ha un libro, un film, una poesia, che ci emoziona sempre allo stesso modo anche se la leggiamo, rileggiamo o la vediamo per la millesima volta.
    A me fa questo effetto il De profundis di Oscar Wilde.

    Mi piace

    • Sono andata a cercarlo per leggerlo, ma ancora non l’ho fatto perché mi sono fermata a leggere tutta la storia di Oscar Wilde e del suo amico narciso. Davvero tristissima la storia, pover’uomo! Comunque è assurdo il reato di omosessualità, andare il prigione per sodomia, povero, povero Wilde, tradito e ridotto in rovina dall’uomo che aveva amato, protetto ed, eziandìo, mantenuto alla grande.

      Continuerò quanto prima tutte le letture sull’argomento, e continuerò a difendere gli omosessuali ma a disprezzare chiunque si approfitti di un essere umano, ne leda sentimenti, dignità, averi.

      Mi piace

  3. @Diemme cara …. quanto hai ragione !
    Nel link che hai pubblicato qui ( e che, in questa splendida versione …. io non conoscevo ), sentir recitata questa celeberrima poesia whitmaniana dalla sensibile voce di @Paolo Rossini … che evita ogni retorica roboante, ogni istrionismo e che mette in gioco esclusivamente la sua tonalità più intima, è davvero coinvolgente fino alle lacrime !
    E, penso, dovrebbe esser fatta ascoltare, ogni giorno più volte, all’ altro ‘capitano’ ( si fà per dire … ) e che risponde al nome di @schettino !

    Mi piace

  4. Per @Diemme 10 novembre ore 9.12 :
    mi chiedi quali siano i punti, per me più commoventi ?
    Tutta la poesia …. difficilissimo isolare le emozioni e valutarne singolarmente l’ entità .
    Ma se proprio debbo ( e voglio ) risponderti …. gli stessi tuoi, ed esattamente quando il marinaio sussurra :
    “Ecco Capitano! O amato padre!
    Questo braccio sotto il tuo capo!
    E’ solo un sogno che sul ponte
    sei caduto, gelido, morto.” ….
    Merito anche di @Paolo Rossini, questo attore straordinario ( sconosciuto ai più … ), e della sua voce magica, incantata, del suo autentico e struggente “essere quel marinaio che abbraccia il suo Capitano inerte ormai ma non vinto” … delle sue pause naturali, di straordinaria efficacia, fra le parole “è solo un sogno …. che sul ponte sei – caduto – gelido – morto” ….
    Ecco, amica mia, che la Poesia, esattamente come scrisse il grande @Gregory Corso … ci fà sentire, con un realismo nemico della retorica, “che l’ anima ha un’ ombra” !
    E se percepiamo quest’ ombra, vuol dire che l’ anima NON E’ più una entità astratta … bensì è un qualcosa che esiste e si illumina, lasciando al di là della sua faccia irradiata, come ogni corpo materiale quando inframmezzi la luce, l’ ombra . Resta il dolore, questo sì … ma ci conforta anche la consapevolezza che una parte di noi rimarrà, tenera e immutata …. sogno meraviglioso che muta “anche la morte” in vita … come su quel ponte di nave corroso dal vento e dalle onde violente che su di esso si sono abbattute in mare aperto ….

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.