E il titolo dipenderà dalla vita.

ramo fiori rosa e passerotti

Posto questo pensiero di Volo in un giorno che, al momento dell’uscita del post, sarà un lontano 21 aprile 2013.

Le prime parole, “Ti dico queste parole nel periodo migliore della mia vita”, spero saranno state di buon auspicio.

Anche se, mi auguro, la data sarà tutt’altra.

Ti dico queste parole nel periodo migliore della mia vita, nel periodo in cui sto bene, in cui ho capito tante cose. Nel periodo in cui mi sono finalmente ricongiunto con la mia gioia. In questo periodo la mia vita è piena, ho tante cose intorno a me che mi piacciono, che mi affascinano.
Sto molto bene da solo, e la mia vita senza di te è meravigliosa. Lo so che detto così suona male, ma non fraintendermi, intendo dire che ti chiedo di stare con me non perché senza di te io sia infelice: sarei egoista, bisognoso e interessato alla mia sola felicità, e così tu saresti la mia salvezza.
Io ti chiedo di stare con me perché la mia vita in questo momento è veramente meravigliosa, ma con te lo sarebbe ancora di più. Se senza di te vivessi una vita squallida, vuota, misera non avrebbe alcun valore rinunciarci per te. Che valore avresti se tu fossi l’alternativa al nulla, al vuoto, alla tristezza? Più una persona sta bene da sola, e più acquista valore la persona con cui decide di stare.
Spero tu possa capire quello che cerco di dirti. Io sto bene da solo ma quando ti ho incontrato è come se in ogni parola che dico nella mia vita ci fosse una lettera del tuo nome, perché alla fine di ogni discorso compari sempre tu. Ho imparato ad amarmi. E visto che stando insieme a te ti donerò me stesso, cercherò di rendere il mio regalo più bello possibile ogni giorno. Mi costringerai ad essere attento. Degno dell’amore che provo per te.
Da questo momento mi tolgo ogni armatura, ogni protezione… non sono solo innamorato di te, io ti amo. Per questo sono sicuro. Nell’amare ci può essere anche una fase di innamoramento, ma non sempre nell’innamoramento c’è vero amore. Io ti amo. Come non ho mai amato nessuno prima.

Fabio Volo, “È una vita che ti aspetto”

Annunci

12 thoughts on “E il titolo dipenderà dalla vita.

    • Però se ci pensi è vero. Uno può amare mille volte, e ognuna con la stessa intensità, ma nessuno viene amato nella stessa maniera. Ogni persona l’amiamo come mai nessuno prima (anche perché il prima è destinato all’oblio 😉 ).

      Mi piace

  1. “Nell’amare ci può essere anche una fase di innamoramento, ma non sempre nell’innamoramento c’è vero amore. Io ti amo. Come non ho mai amato nessuno prima.”
    Questa è una frase che sento molto vera. Si ama veramente quando l’altro o l’altra non è più in grado, per motivi indipendenti dalla sua volontà, di darci tutto l’amore che ci davano…..e ciononostante si continua ad amare.

    Mi piace

    • Come disse quel signore che andava tutti i giorni a trovare sua moglie malata di Alzheimer che neanche lo riconosceva: “Lei non sa chi sono io, ma io so chi è lei”: moltyo commovent ❤

      Liked by 1 persona

  2. Pingback: Dell’amicizia (la mia) | Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

  3. Ahimè non amo tantissimo lo scrittoresso @fabio volo … e confesso che, quando mi capita di incontrarlo in qualche trasmissione TV, prendo il volo ! :mrgreen:

    Mi piace

  4. Ah ah ah ah … questo post era talmente scemo ( eheheh … quando c’è @volo anche Tu prendi il volo ), che l’ hai rimosso !!! :mrgreen:

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...