Diemme’s blog, dietro le quinte

Diemme's blog, dietro le quinte

E va beh, è un po’ che non scrivo, un po’ il caos esistenziale, un po’ poca ispirazione. Vado a dare un’occhiata alle bozze, se per caso ci fosse qualcosa che m’ispira e… sono 149! Qualcosa da recuperare? Ma non mi va di rileggerle, non mi va, prese e lasciate, ma chi se lo ricorda più che cos’è che m’ispirava e che avrei voluto scrivere!

Notare i 100 commenti da moderare.. sono democratica io!

Scherzi a parte, non credo che ce ne siano censurati, mi sa che sono quasi tutti doppioni o richieste di correzione errori di digitazione, ma siccome io non butto mai niente…

Do un’occhiatina anche agli altri numeri, accidenti quanto ho scritto! 1536 articoli, di cui 1331 pubblici, 47 resi privati (non chiedetemene il motivo, “non so, non ricordo”, 9 programmati e, per l’appunto, 149 bozze!

Che dite, mi dovrei dare una calmatina?

Annunci

35 thoughts on “Diemme’s blog, dietro le quinte

    • Credimi Marisa sono in apnea, corro, corro, corro, e anche stanotte mia figlia mi ha tenuto sveglia, sono uno straccio! Ho convocato anche il padre e ho detto a entrambi che la prossima volta che mi sveglia si fa la valigia e se ne rivà da sua padre, come già successo in analoga circostanza.: donna avvisata, mezza salvata!

      Mi piace

    • Cara Diemme, capisco bene la tua situazione e ti sono vicina. I bimbi crescono in fretta e il grosso impegno che ora ti viene richiesto, presto diventerà più lieve. Un abbraccio,. Marisa

      Mi piace

    • Vedi, non conoscendoti, non posso confortarti! Se vuoi mi puoi parlare liberamente e comunque non ti scoraggiare. Nella mia vita ne ho viste tante e io stessa ho attraversato molte tempeste. Reagisci, non ti abbattere, condividi le responsabilità nell’ ambito familiare. Ti abbraccio. Marisa

      Mi piace

  1. oh, ma sai che le bozze a volte si creano in automatico? Ho controllato le mie e sono una decina. Sono tutti, meno uno,articoli doppioni di post già pubblicati, iniziati e poi interrotti o modificati o lasciati perdere perchè ad es la foto che avevo scelto non andava bene. E poi rifatti di sana pianta (spesso scrivo in diretta e non per copia-incolla da word) Pensavo che un articolo a metà non si perdesse e invece è rimasto in bozza. Magari tra i tuoi, parecchi sono già stati pubblicati. E comunque ha ragione Silvia: se ti prende la voglia di scrivere, fallo, poi si vedrà.
    1500 e passa articoli: ammazza!! Io mi sono un attimo frastornata quando sono arrivata al post numero 400 (in 7 anni).
    ma dai, che è bello essere così attive 🙂

    Mi piace

    • Sì, conosco i salvataggi automatici di wordpress (sono la mia salvezza!), e sono sotto controllo: i 149 post sono proprio 149 post creati da me, senza ridondanze. Magari contengono solo un’immagine o un video su cui mi riproponevo di scrivere qualcosa, ma sono stati creati scientemente tutti e 149!

      Mi piace

  2. Si scrive per tanti motivi, spinti da diversi sentimenti… e non va giudicato a posteriori quello che abbiamo fatto, perché ciò che ci ha spinti a farlo appartiene a una condizione nostra che non è più quella di oggi, quella di adesso… quindi tutto va bene, non esiste un giusto criterio, esistiamo noi nel tempo, e ciò che facciamo in un dato momento è corretto perché in quel momento era ciò che avevamo voluto fare..;)

    Mi piace

  3. Bè 1536 articoli sono davvero un numero esorbitante. Io non ci arriverò mai te lo garantisco., quindi tutti i miei complimenti. Se ti devi dare una calmatina? Se le mani non hanno artrosi vai pure avanti tranquilla, vorrebbe dire oltretutto che stai benone anche di testa, che ne dici? A parte gli scherzi, brava. Dolce notte. Isabella

    Mi piace

    • Beh, oramai credo di avere scritto davvero tutto di me, ora tutto quello che posso aggiungere è un po’ di cronaca quotidiana! Vero pure è che i lettori nel tempo sono cambiati, e difficile che qualcuno vada a riesumare il passato!

      Liked by 1 persona

  4. Mi pare che una certa calmata te la sia già data, visto che, come premetti pure tu, è da un pò che non scrivi e questo, pur intendendo normale l’altalenanza di voglia e bisogno di comunicare, da te sembra un pò straordinario.
    Però è giusto scrivere se si sente l’impulso di farlo e questo può dipendere da più fattori, non solo da una predisposizione comunicativa, come quella che si può indubbiamente riconoscere a te. Perciò non posso che concludere che fa piacere rileggerti, così da cogliere lo spunto per sapere come ti va e, come faccio io ora, mandarti un affettuoso saluto ed incoraggiamento. Ciao amica mia!

    Mi piace

    • Ciao caro Sergio, sono sempre un piacere le tue visite! Sì, scrivo meno, e corro, corro, corro, corro… sono davvero sfinita, e per un po’ di giorni liberi dovrò aspettare dicembre, o qualche ponte… a proposito, di che giorno capita il primo novembre? 😉

      Mi piace

  5. Credo che dai precedenti post hai necessità, a mio parere, di far un pò d’ordine fra te e te, a partire da ciò che più ti sta a cuore. riordinando le idee riusciresti davvero a dare un senso e u obiettivo… in tal caso saprai anche scrivere qualcosa che ti motiva davvero!

    Mi piace

    • Non verrò mai a capo della mia vita fino a che sarò circondata di persone che distruggono quello che faccio! Sono furibonda, ma questo aggrava la mia situazione anziché servire a risolverla. Mia figlia ha appena fatto una macedonia e l’ha messa in una fruttiera appena comprata, SENZA LAVARLA. Questo chiaramente per me significa buttare tutta la frutta. Oltretutto di fruttiere ne avevamo una uguale e una di porcellana, in questa casa non si entra più e lei tranquillamente, invece di cercare o capire che cosa abbiamo in casa – casa in cui abita da vent”anni, e la roba è sempre nello stesso posto – semplicemente ricompra. Dovrò stringere i cordoni della borsa, sia per farle apprezzare il valore delle cose, sia per non farmi seppellire dalla casa.

      Prima non era così, è da dopo il liceo che questa figlia è cambiata, e io ancora non ho capito come e perché!

      Mi piace

    • Dovresti prendere le distanze da chi vuole distruggerti.
      Per tua figlia credo che potremmo scrivere un pezzo a quattro mani sul legame madre-figlia, dato che spesso ciò che voi ci aspettate è ben lontano da quello che noi vogliamo.

      Mi piace

    • Eh eh, non è colpa mia, a volte sono presa dal fuoco sacro della scrittura, ma richiamata al dovere prima di portare a termine il post, e la volta appresso inizio con un’altra idea, rivengo interrotta, e così i post incompleti si moltiplicano. La voglia di andare a rileggerli francamente non ce l’ho…

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...