Propositi per la nuova stagione.

A volte non mi sento sola… siamo tutti sotto uno stesso cielo!  😉

Silvia Ziche - propositi per la prossima stagione

Annunci

37 thoughts on “Propositi per la nuova stagione.

    • No no, basta con l’atteggiamento di “non è colpa mia”! Sai come si dice? Il vincente trova sempre una strada, il perdente sempre una scusa (o un colpevole, o un capro espiatorio).

      Basta, la vita è mia e me la gestisco io!

      Mi piace

  1. Non è un po’ prematuro far programmi e propositi per il prossimo anno?
    A meno che non valgano per l’autunno, anche se obiettivi e proponimenti è importante non manchino mai, a prescindere dalla stagione che stiamo o ci apprestiamo a trascorrere!
    Ma poi è vero ciò che dici, il mondo è piccolo, è facile sentirci accomunati su tante cose.
    Un abbraccio fortissimo e buon fine settimana a te!

    Mi piace

    • No no, non sono per il prossimo anno, sono per la prossima stagione, da intendersi come si vuole, anche stagione di vita!

      Le cose piano piano stanno cambiando, sto solo aspettando che mia figlia si renda un po’ più autonoma, ma intanto io sto iniziando a riprendermi pezzetti della mia vita.

      Ricambio l’abbraccio, a risentirci presto! 🙂

      Mi piace

    • Caro Enrico, diciamo che hai scoperchiato il vaso di Pandora. C’è una specie di discorso aperto tra me e una mia amica proprio a proposito della fiducia.

      Lei (e pare non solo lei) mi rimproverano di essere molto, troppo diffidente. Io non sono diffidente, sono prudente. Non è che io agisca in un certo modo perché non mi fido del mio interlocutore, agisco con prudenza da protocollo. Lei, con la fiducia, con l’empatia, bisogna dire che si è aperta molte strade, io forse con la chiusura a istrice me le sono chiuse, ma so pure che non ho alcuna voglia di mazzate e, come dici tu, “la fiducia mal riposta, come l’ottimismo imprevidente hanno fatto già molte vittime”. Quello che vorrei far capire alla mia amica è che il mascalzone non ce l’ha scritto in faccia, anzi, a volte si presenta come la persona più affidabile di questo mondo. Il fatto è che però, da quando ci conosciamo, lei con la sua fiducia ha fatto tanti passi avanti e io, con la mia diffidenza, sono rimasta un po’ ferma.

      Vero è che, se fossi stata ancora più diffidente, mi sarei data una serie di salvate e avrei fatto ancora più passi di lei… 😉

      Mi piace

    • Ma sai, io quando scrivo queste cose penso a quelle vittime, magari ragazze, fidanzate o spose infelici che vengono ferite e spesso uccise dagli uomini in cui esse avevano avuto, perlomeno inizialmente, fiducia: e mi viene in mente, adesso, il volto di quella ragazza che, probabilmente, è stata trascinata dall’ex fidanzato fuori da un poggiolo del settimo piano.
      Penso anche a quella buonistica cultura della composizione, per cui riattaccare cocci rotti costituisce sempre un’operazione lodevole e da tentare.
      Penso ancora a quei malati mal curati che l’ottimismo dei familiari porta a non seguire il migliore itinerario possibile per fronteggiare le loro malattie.
      Occhi che non vedono, in tutti i casi, cecità della mente offuscata da una nebbiolina rosa… che uccide.

      Mi piace

    • Ma certo!

      Comunque io devo aggiungere un altro proposito, quello di incontrarci! Abbi fiducia, sto solo aspettando che mi consegnino una cosa che mi sta assorbendo un po’ di energie. Poi penserò all’automobile, e poi spero che potrò riprendere un po’ a respirare 🙂

      Mi piace

  2. L’esperienza mi insegna che è meglio non proporsi nulla così si evitano le delusioni. Per l’estate ormai quasi conclusa, per esempio, mi ero prefissata di fare delle cose (molte!) che poi non ho fatto. Il giorno prima di riprendere le lezioni, mi sono sentita al pari dei miei studenti che non hanno fatto i compiti per le vacanze. 😦

    Mi piace

    • Infatti, è un modo per mettersi nei loro panni. Li ho capiti benissimo anche quando nelle pagelle che ci hanno consegnato a fine anno (ne ho parlato in un post, non so se l’hai letto, comunque non hai lasciato commenti) mi sono ritrovata due 6 in “correttezza” e “spiegazione”: ho capito quanto si possa star male quando si ricevono voti ingiusti, che non tengono conto dell’impegno profuso.

      Mi piace

  3. 🙂
    L’unico proposito che ho fatto da qualche giorno e che dvo assolutamente mantenere è fare la ginnastica che mi hanno insegnato in ospedale per tenere i muscoli attivi e il cuore ok, ma per fare questo devo eliminare almeno 5 propositi che ho in lista…

    Mi piace

  4. Va bene fare dei proponimenti,ma bisogna sapersi perdonare se si riesce a mantenerli solo in parte.Circa la fiducia, essere troppo diffidenti fa male alla salute, ma fidarsi troppo è pericoloso. Dice un proverbio della mia regione:”Chi si guardò, si salvò”.Buon autunno

    Liked by 1 persona

  5. Parecchi propositi dell’estate sono andati…a farsi un tuffo. Ora, a lavoro ripreso…sì, tanti propositi e tra questi ci sono anche quelli che indichi tu. Qualche proposito che è sempre stato presente nelle stagioni della mia vita, ho iniziato a cancellarlo o comunque a renderlo più leggero perchè, pur applicato, non ha sempre prodotto buoni effetti. Tolleranza e pazienza, ad es.scendono di quota.

    Buon pomeriggio, D. Siamo tutti sotto lo stesso cielo. Differenza fanno le nuvole (quelle meteo) che se ce ne mandate un pugno quaggiù, ringraziamo di cuore (un’altra domenica caldissima e soffocante e devo anche ascoltare in tv che è arrivato l’autunno! )

    Liked by 1 persona

    • Anche da noi il caldo è soffocante, l’afa insopportabile. Tolleranza e pazienza scendono di quota? Posso capirti, ma credo che molto significa che cosa s’intende con questi termini. Io, per esempio, non ho mai creduto al “quieto vivere”, all’ingoiare rospi per amor di pace: fa male e, soprattutto, non serve a niente. Credo piuttosto al “patti chiari, amicizia lunga”, se una cosa non mi va te lo dico, così possiamo tutti aggiustare il tiro e regolarci di conseguenza. Poi, certo, ti capitano i tipi come Attila, con cui tutto è assolutamente inutile…

      Invece credo nella tolleranza come empatia, accettazione dell’altro, mettersi nei suoi panni e capire il suo punto di vista. Credo nella pazienza come comprensione dei momenti no, dei momenti in cui l’altro sclera, in cui non è più lui, perché l’animo umano è fragile, e qualche volta proprio non ce la facciamo più-

      Mi piace

  6. l’unico mio proposito è cercare di buttare giù qualche chilo ,cosa che prima della menopausa mi riusciva molto facilmente .
    Da 6 anni tento tutto ma un grammo che sia un grammo non lo perdo!
    Mangio meno di mio marito che pesa 60 kg per 1,65 altezza ,non mette un etto da 6 anni ,mi fa una rabbia!;)
    Ciao Diemme
    liù

    Mi piace

    • Sì, gli uomini hanno un metabolismo vergognoso, ma noi siamo state progettate per provvedere alla prole, e quindi accumulare riserve anche per le carestie… in fondo accumuliamo più riserve semplicemente perché siamo più importante, indispensabili a mandare avanti il mondo!

      Mi piace

    • Lo potrei capire se fossi ancora in età da puerpera ,ma a 60 anni ,in menopausa da 5 ,cosa cavolo dovrei mettere al mondo?’
      Perchè Madre Natura non mi aiuta a dimagrire dato che per ripopolare la Terra io non servo più ?! 😉 😀

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...