Ferragosto in città

Buon ferragosto

Vi riporto qui due versi scherzosi che mi ha ispirato il post di Marisa sul Ferragosto:

Ferragosto quaggiù in città,
la gente ormai non se ne va,
Le strade sempre senza parcheggi,
i cittadini non mollan gli ormeggi.

E’ vero, i negozi son tutti chiusi,
ma non per ferie, sono delusi:
mancan gli incassi però in compenso
le tasse si pagan, a tutto censo!

Così i negozianti cambian mestiere,
disoccupati, altro che ferie!
dilagan le grandi distribuzioni,
e da padroni diventan garzoni.

Svegliati Italia, che siamo schiavi.
sì, liberato ci avevano gli avi,
ma dissennati gestimmo l’evento
e ora di nuovo siamo allo stento.

Di 15 agosto noi stiamo in città
ma la speranza non se ne va:
riempiamo i panini con della frittata
e andiamoci a fare una scampagnata!

(Diemme, 14 agosto 2014)

Annunci

21 thoughts on “Ferragosto in città

  1. Perchè a me “feragosto” mi mette sempre tanta malinconia? … per me e la fine del estate… il tanto agognato estate, mare sole (che poi questo anno e una cosa … chi la vista il sole? ” volevo il mare? e finito in montagna, da sei settimana solo pioggia, ieri dintorni nevicato, e io sono KO … fra piu mini e maglioni! E freddo! stamattina 9 gradi e la notte 6 gradi per ora! Ma sono matta da legare! Lasciato convincermi da mia figlia, per stare vicina, invece chi lo vede?! la solita cosa … 😦
    Ogni volta che mi sembra di aver preso la giusta direzione ecco che inciampo in qualcosa di imprevisto… perdo l’equilibrio e cado.
    Ecco ho sbagliato
    … di nuovo …
    e non sò più cosa fare …
    scusa per lo sfogo! nvece dovevo solo dirti che mi piace tanto il tuo pensiero!
    Fantastico! Mi hai fatto venire na voglia di un panino con la frittata! invece non ho l’uova! che peccato! Ma quando son sola, mi perdo la cognizione del tempo 😦 e dimenticato che domani e chiuso tutto!
    un abbraccio e buon mezzaestata per te cara diemme e per tutti!
    No non ci sto con la testa, propio no …

    Mi piace

    • Qualcuno disse, con felice intuizione, “Settembre è il lunedì dell’anno”.

      E agosto, diciamocelo pure, è la domenica sera… (affermazione di Sissi, non voglio toglierle la paternità… )

      Liked by 1 persona

    • E’ di quelle che butto giù in tre minuti e prima perdevo nei meandri del web, dimenticandomene, fino a che a un certo punto ho deciso che qualsiasi sciocchezza in rima lasciassi da qualsiasi parte l’avrei riportata sul mio blog, per non perderla… ‘un si sa mai nella vita!

      Mi piace

  2. i più bei ferragosto li ho passati fino a 10 anni fa quando mia madre aveva una casa al mare, aspettavamo la mezzanotte per fare festa e il bagno a mare, adesso mia figlia in vacanza, mio figlio anche, ed io alle 10 ieri sera me ne sono andata a letto…oggi a pranzo io mio marito e il cane che ormai fa numero…ciao amica mia

    Mi piace

    • Grazie, altrettanto! Spero tu abbia trascorso una serena giornata. Io alla fine l’ho fatta davvero una scampagnata, ma siccome siamo simil-vegani, niente frittata bensì una ricca macedonia!

      Mi piace

  3. è cambiato tutto….anche il Ferragosto; emblematico quel film in b/n dove a Ferragosto tantissime famiglie si spostavano da Roma sulla costa laziale e in serata ritornavano a casa, stanchi ma felici di aver trascorso una giornata speciale dati i pochi mezzi economici a disposizione.

    Mi piace

    • Me le ricordo anch’io quelle giornate, sul trenino che portava ad Ostia, e mamma con la borsa col cibo… pochi mezzi, ma tanta tanta gioia!

      Mi piace

  4. Molto belli e purtroppo assai realistici questi versi, carissima Diemme.
    Un piacevole assaggio delle tue capacità di cogliere le rime più appropriate!
    Ed ha pure ragione Sissi nella definizione dell’agosto, per me più precisamente applicabile al ferragosto, che, una volta passato, la prospettiva che si apre è per la fine di quella che dovrebbe essere la bella stagione, con l’inizio di ben altra stagione (canzone di Giuni Russo)!

    Mi piace

  5. E quante vorte te dissi amica ‘n pena
    de salì su ar Gjanicolo d’ agosto
    e, tutta ‘gnjuda, bbuttatte ar funtanone
    de San Pancrazzjo, ch’ è ‘r ppiù mejo posto ???

    Drento a quell’ acqua fresca e nun profonna
    sguazzà, come fà ‘r pesce ‘n mezzo a l’ onna,
    è ‘na delizzzjia, è un fa’ cantà la pelle
    e, quann’ è sera, te rideno le stelle ! 😀

    A Roma nun c’ è callo a cui nun possa
    arimedjà facirmente ‘n bbon cristjano :
    e nun bbisognja manco annà lontano
    pe’ ddà la pace a la ciccja e puro a l’ ossa !

    Er tuffo ignjudi drento ar funtanone
    è ‘n toccasana quanno er callo schjoppa,
    vacce @Diè …. alliscete la groppa
    e …. bbona notte a l’ afa e ar solleone !
    :mrgreen:

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...