L’azione di terra

Dall’aggiornamento di Angelica (il neretto è mio):

Da questo momento…l’unica cosa che ci rimane e’ solo pregare, sperare e auspicarci che i miracoli continuino. I nostri ragazzi sono dentro a un intrico di trappole, di mine e bombe pronte a saltare al loro passaggio mentre tutta Israele e’ sotto attacco. Tutta una sirena che ulula senza tregua. Tutti i capi di Hamas sono nascosti sotto all’ospedale di Gaza City, in un mega bunker, al sicuro, mentre tutta la popolazione, all’aperto, e’ alla merce’ delle loro bombe che attaccano Israele e scoppiano e danneggiano anche se stessi! Le preghiere delle madri sono miracolo, la determinazione dei nostri ragazzini di 20 anni sono miracolo, gli sforzi sovrumani per evitare di colpire civili palestinesi sono miracolo, la fede, la positivita’, la voglia di vivere nonostante 4 mila anni di persecuzioni sono miracolo!
Ora abbiamo bisogno di restare uniti e combattere il TERRORIISMO!!!!!! IL TERRORISMO E’ L’ANTITESI DEL MIRACOLO, DI OGNI BENE, DELLA VITA STESSA. DELLA VITA DI TUTTI!!! Se qualcuno non ama noi ma vuole aiutare perlomeno i palestinesi CHE CI AIUTI A DEBELLARE IL TERRORISMO!!!!!!!

Che un domani possano vivere serenamente l’uno accanto all’altro due stati liberi, in pace e democrazia.

Annunci

2 thoughts on “L’azione di terra

  1. Allora l’augurio più fervido è che i miracoli possano continuare, soprattutto si avveri il miracolo principale, cioè che tutto ciò finisca e non si debba più sentire un continuo aggiornamento del numero delle vittime! Certo, i miracoli non basta auspicarli ed aspettarli, occorre che le persone che ne hanno facoltà si impegnino concretamente e mettano al bando le ipocrisie emarginando e mettendo in condizione di non nuocere più chi la politica la fa usando il terrorismo!

    Mi piace

    • Contiamo morti ogni giorno, ogni giorno, la prima cosa che vedo al mattino, sono le foto di quei giovani di vent’anni (vent’anni!) costretti a difendere la loro gente da un vicino che li odia, che li bombarda senza tregua da anni, e anni, e anni..

      Giovani che non hanno avuto scelta, giovani appena diplomati che a casa nostra sarebbero stati universitari, o sarebbero andati a ingrossare le fila dei disoccupati, fossero o no “bambaccioni”. Loro no. Loro non sono potuti essere bambaccioni, nessuno della loro età là può esserlo. E non mi vengano a dire del numero dei morti dall’altra parte, c’è una differenza tra chi la guerra l’ha scelta, aggredendo il paese confinante, e chi ha dovuto rispondere per difendere la propria vita, della propria famiglia e della propria gente tutta.

      Centinaia di missili al giorno, ogni giorno, per anni. E quel demente di Attila, che è chiaramente propal (giusto per non farci mancare niente) risponde sogghignando “Ma se vengono tutti intercettati, di che vi lamentate?”. A parte che neutralizzare un solo missile costa circa 50.000 euro (o dollari, non stiamo a guardare il capello!), credo che una nazione da un onere simile venga messa economicamente in ginocchio, non vi pare? A questo poi i cari pacifisti boicottatori aggiungerebbero un altro danno, ma lasciamo stare. Ma insomma, il fatto che Israele sappia neutralizzarli, assolve la controparte dallaa colpa del la lancio?

      I missili che lancia Hamas sono gratis, pagati coi soldi degli aiuti internazionali (anche coi miei, che beffa!), mentre gli Iron Dome Israele se li paga di tasca propria. A questo aggiungiamoci che, anche se si riescono a salvare le persone – che, lo ammetto, è la cosa più importante – spesso razzi e missili distruggono le abitazioni, e bisogna spiegarlo alla gente che non è piacevole ritrovarsi senza casa? Forse i nostri terremotati potranno spiegare agli altri cosa significhi. Spero che si possa arrivare quanto prima allo smantellamento di tutti gli arsenali, allo smantellamento di ogni forza terroristica, e che Israele e la Palestina possano conoscere la pace. E che i mercanti di morte in tutto il mondo abbiano quello che meritano.

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...