Nostalgia canaglia

Cancellata da fb

“Mamma, mi manca tanto X!”.

E che le devo dire? Dall’alto della mia veneranda età ho capito che quando qualcuno se ne va, magari dopo un minimo tentativo di chiarire, se risultato inutile, bisogna lasciarlo andare e basta, non si corre dietro a nessuno, non se lo merita nessuno, perché noi non siamo in nulla inferiori a quel qualcuno che se ne va.

Lei le manda comunque via fb un messaggio di distensione, e quella le risponde a brutto muso.

“Bannala,” le consiglio, “occhio non vede cuore non duole”.

Io l’ho fatto.

Un grande accordo, e poi… boh, ti ritrovi una nemica (o un nemico), e non sai perché. In sette anni di blog ne ho lette tante di storie vostre esattamente così, ferite che sanguinano, persone che non si danno pace.

Non lo meritano. Io credo che l’allontanamento così, senza ritorno, senza spazi di chiarimento, sia sempre una fragilità di chi va via, bisogna fare come i cavalli, paraocchi e andare avanti, senza voltarsi… che a voltarsi si diventa statue di sale, ci insegna la mitologia, e la mitologia prende sempre spunto dalla realtà!.

“Mi manca tanto X”.

“Ti capisco, credimi, ma devi concentrarti sugli altri seimiliardinovecentomilioninovecentonovantanovemilanovecentonovantanove esseri umani, non c’è altra scelta”.

Predico bene, e razzolo male.

A lei manca X, a me manca Y. Mi faccio forza, dico che non merita il tempo che perdo a chiedermi perché.

Mi risponde una persona che la conosce: “E’ una persona strana, con una vita strana, che fa un lavoro strano, e tu ti meravigli di una reazione strana?”.

Stringo le labbra, ingoio le lacrime, e cerco di non pensarci più.

Però l’ho bannata, giuro. Per nostalgia canaglia.

(Magari l’immagine non esprime questo concetto, ma era troppo carina e non ho resistito!).

Annunci

22 thoughts on “Nostalgia canaglia

  1. A volte fa bene darci di machete. Lo si impara col tempo dopo che il rapporto si è sfilacciato insieme alla nostra anima. Zac. Fatto. Reciso. Fa male i primi tempi e pure i secondi, poi ci si pensa sempre meno. Niente passi indietro nemmeno per curiosità.

    Mi piace

    • Io non ci penso meno, ci penso con meno stima, molta, molta di meno. Se mi guardo indietro, vedo una persona cui ho voluto bene, ma non certo una persona preziosa.

      Qui si dice “L’oro di Bologna, che si fa nero dalla vergogna” 😉

      Liked by 1 persona

  2. “A lei manca X, a me manca Y… ?!? 😯
    Beh … niente paura : abbiamo due incognite ( x ed y ), quindi è sufficiente, perchè questo sistema sia “normale” e quindi risolvibile, trovare DUE equazioni lineari contenenti queste due incognite ed applicare uno dei metodi ( il metodo del confronto, o della sostituzione, o della somma algebrica …. o di @Sarrus ) ! :mrgreen:

    Mi piace

  3. Per 5 anni io e mio marito abbiamo goduto dell’amicizia e dell’aiuto di una giovane donna che stimavo tantissimo ed alla quale ci eravamo affezionati come fosse una figlia. Da sei mesi silenzio totale, non una telefonata per sapere come stiamo, nulla di nulla. Siamo ancora senza parole e non riusciamo a darci una spiegazione plausibile. All’inizio ne parlavamo sempre tra noi, adesso non più.
    La nostalgia sta passando pian piano.

    Mi piace

    • Il silenzio totale… senza un perché… mi sa che su questo blog rasenteremo il centinaio di post sull’argomento, o forse persino di più!

      Non lo sopporto, non li sopporto. Vadano.

      Liked by 1 persona

  4. Io non ci riesco a lasciare andare le persone, lo devono fare loro, non ne ho mai avuto la forza , anche se sono stronzi, ancnhe se mi fanno soffrire di bestia per come si comportano, anche se alcune volte vorrei andare la e piantare una accetta in quella cacchio di testa per vedere cosa c’è dentro.
    Invidio le persone che ti sono così amiche da capire quando si è fatto tardi ed è ora di andare.

    Mi piace

    • Io libere non le lascio, ma di questo abbiamo già parlato. Diciamo che l’amica di mia figlia non se ne è andata proprio senza motivo. Sembrava proprio che mia figlia le avesse fatto un torto, cosa che non era, ma il fatto è che pure quando la cosa si è chiarita, nero su bianco, e ha toccato con mano che era vera la nostra versione che non le era stato fatto torto alcuno, ha continuato con la sua campagna calunniosa e le sue arie da principessa offesa.

      Mi piace

  5. ” io con le persone devo stare bene, le devo stimare … ”
    Siììì … virtuale o reale ma e cosi, la stima per una persone, e l’arrichimento della nostra spirito! – come darti torto?
    E propio questo e la nostra “fregatura! Noi donna ragioniamo sia col cuore e col mente! Abbiamo una marcia di piu!
    Buon pomeriggio a tutti, baci diemme ♡

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...