Quanto a subliminale…

Ecco, questo video mi ha urtato.

Quando è rosso, pericolo, non possiamo fare l’amore.

Perché è chiaro, è escluso che l’amore si faccia per avere figli. La possibilità di gravidanza è un pericolo, segnato con il rosso.

Verde, via libera.

Non potevano fare, che so io, arancione=fertile, blu=non fertile? Persona, per il modo in cui funziona, non potrebbe essere definito, anziché “metodo contraccettivo”, un metodo per il monitoraggio della fertilità? Raddoppierebbero le vendite, verrebbe comprato anche da chi i figli li vuole e la gravidanza la cerca!

Troppo neutrale?

 

 

Annunci

23 thoughts on “Quanto a subliminale…

  1. Cara, tu proponi una bellissima idea (e mi pare che, a livello di prodotto, qualcosa fosse già stato fatto in quella direzione), ma bisogna capire il linguaggio della pubblicità.
    In una pubblicità televisiva, normalmente nello spazio di 30 secondi, si deve proporre un prodotto e si deve essere sicuri che il messaggio arrivi forte e chiaro.
    Lo spettatore (solitamente bue), non deve pensare, non deve fare congetture, non deve fare confronti se non quello immediato proposto dallo spot: “Questo è il meglio di tutti, lascia stare gli altri”.

    Su questo argomento, il messaggio che la gente vuole sentire è: contraccezione.
    Non “monitoraggo della fertilità”.
    Non puoi proporre un mezzo per il monitoraggio che indica due tipi di utilizzo, perché metti in confusione lo spettatore che dovrebbe fare lo sforzo di pensare, mentre il pensiero comune é: “se voglio fare un figlio, non ho bisogno di mezzi particolari, ci mettiamo lì e ci si prova e prima o poi arriva, mentre se non lo voglio mi rivolgo a loro”.

    Semplice, diretto, pubblicitario.

    Mi piace

    • Esserci o non esserci, nessun problema, recitava uno spot che pubblicizzava la segreteria telefonica.

      “Volere un figlio o non volerlo: tu decidi!”, non mi sembra arrivi neanche a occuparli 30 secondi. Fai quello che vuoi, con un unico strumento, certo che è il meglio di tutti, che vuoi di più?

      No caro Warp, il problema non è il marketing, è un certo tipo di cultura materialista che calpesta il senso della vita.

      Mi piace

    • “Tu decidi”.
      Libero arbitrio nella pubblicità ?!?
      Eresia, non esiste la possibilità di scelta in uno spot pubblicitario !!!

      Guarda che sono d’accordo con te, ti ho solo illustrato il punto di vista della pubblicità. 🙂

      Mi piace

  2. A me pare una emerita cazzata. Da quel che so da anni or sono documentandomi fra programmi televisivi e orientamenti religiosi, non esiste un efficace contraccettivo al di fuori del non fare sesso. Addirittura anche il profilattico ha una probabilità di essere non funzionante. Immaginati qualcosa che non copra ma semplicemente presume la fertilità o la temporanea infertilità, sapendo per scienza che lo sperma rimane attivo anche fino a tre giorni dall’ultimo rapporto non protetto. Come può darsi che in un periodo la fertilità coincida con un giorno diverso da quello precedente…. Credo che se qualcuno lo compra, e poi rimane incinta, voglio vedere se chiama in causa la ditta produttrice per falso ideologico. Cmq anche a me ha urtato sto spot, più che altro per quella faccia da cacchio che ha il fidanzato che simula l’allarme concepimento. Come se un figlio fosse un ostacolo, un allarme al soddisfacimento del sesso, del piacere. Si può esserlo per qualcuno, in fondo l’accoppiamento ha come fine la procreazione, ma anche il piacere, se fatto con responsabilità, che significa non considerare il concepimento come allarme, ma come un’eventualità da tener conto, anche in futuro.

    Mi piace

    • Ma poi, l’hai sentito: “Se è verde possiamo fare l’amore”! Se è rosso un preservativo niente? Tu mi parli della faccia del tizio che simula il rischio, io l’ho visto in uno spot, ma quando sono andata a ricercarlo ho trovato solo questo, ma insomma, è davvero fastidiosa quell’espressione da “Oddio, bambini, vade retro Satana!”. E poi, in quello che ho visto io, passava pure la scritta in sovrimpressione “Indicato per le coppie stabili”: insomma, sicuro il piffero!

      Mi piace

    • fin dall’inizio ho creduto fosse una presa per il ciul per una serie di motivi. anzi, secondo me è un vero e proprio deterrente contro i rapporti non protetti, se vuoi coglierne la sottigliezza! A quanto pare il periodo infertile della donna è così breve che si riduce a poco più di una settimana. tant’è che i sessuologi affermano che i rapporti con il ciclo mestruale sono comunque a rischio gravidanza. Per il fatto che in quei giorni si rigenera l’ovulazione su quella che il corpo sta espellendo. La mestruazione dura all’incirca dai 5 i 7 giorni, per cui in questo periodo è difficile intrattenere rapporti, soprattutto per una questione di igiene. trascorsa la settimana rossa nei successivi 5 giorni si perfeziona l’ovulazione che avvia un periodo di elevata fertilità proprio quando è trascorsa, dall’ultimo giorno di mestruo, circa una settimana. Onde evitare gravidanze in questo periodo sono sconsigliati i rapporti non protetti. la fertilità dura all’incirca un 4 o 5 giorni, per poi ridursi man mano che ci si avvicina alla successiva mestruazione, che di solito, avviene entro circa 28 giorni dal primo mestruo mensile. Tra mestruazioni (7 giorni), fertilità (7 + 4 giorni) siamo a circa 20 giorni in cui c’è il rischio gravidanza. nei restanti 8 giorni è possibile che il rischio sia minimo o addirittura nullo. Contando che lo sperma sopravvive nel corpo della donna per circa 3 giorni uno, quando sa che la fertilità si avvicina, nei precedenti tre giorni evita il sesso. per cui 20 più 3 uguale a 23. Dai 28 giorni totali del ciclo rimangono 5 fottutissimi giorni per fare sesso senza protezione e in quei 5 fottutissimi giorni dovrebbe concentrarsi l’attività sessuale di una coppia? preparate le carte per il divorzio.

      Liked by 1 persona

    • Eppure pare che il metodo Billings abbia un’efficacia elevatissima, se correttamente applicato. Insegna alla donna a riconoscere i segnali che manda il suo corpo, ed è utile in tutte le fasi della sua vita, anche a prescindere dal desiderio di avere o di evitare una gravidanza (per esempio, fa riconoscere anche i segnali della menopausa, di eventuali squilibri ormonali anche in età fertile).

      E poi senti, checché ne dicano, in una coppia stabile, santo profilattico! Insomma, funziona, e se proprio si dovesse rompere, non è detto che “ogni botta ‘na tacchia”, ma pure se si rimanesse incinte, e pace, in qualche modo si fa!

      Invece, mi dicono che non sia così sicuro per proteggere dalle malattie veneree, non solo perché può sfilarsi o rompersi, ma perché, tanto per fare un esempio, pare proprio che il diametro del virus che provoca l’AIDS sia minore di quello delle porosità del profilattico, e quindi potenzialmente può passare.

      Insomma, rimango della mia idea che il sesso non sia proprio una sciocchezzuola con cui giocare a destra e a manca: non esistono azioni senza conseguenze, e uno un’azione la può compiere solo nel caso queste conseguenze sia disposto ad assumersele, e in prima persona.

      Liked by 1 persona

    • Potenzialmente a meno che un homo eviti di eiaculare dentro. Esistono precauzioni su precauzioni ma sono d’accordo sul fatto che il sesso non sia uno scherzo. È un atto di elevata responsabilità non solo di piacere. Basta già sapere che donarsi non è atto di coraggio o un traguardo da raggiungere il prima possibile, ma un qualcosa di subliminale che completa una coppia, che sia essa fidanzata, convivente o sposata. Ecco perché sono contraria al sesso al di sotto dei diciotto anni. Se fossi un legislatore lo proibire i perché prima di questa età è necessario avere esperienze sentimentali, che ci facciano capire quando una persona sia giusta per noi. E sono contrarissima alle avventure, perché è una mancanza di rispetto per se stessi.

      Mi piace

  3. @ Aida

    Mio papà, quando avevo l’età in cui potevo capire, mi disse: “Tu hai tre papà: uno sono io gli altri sono Ogino e Knaus”. 😦

    Io ho concepito il mio secondogenito al 26° giorno del ciclo … nessun metodo naturale è infallibile.

    @ Diemme

    “Persona” può essere utilizzato sia per evitare sia per cercare una gravidanza. A me la pubblicità non disturba, sempre meglio la contraccezione, in qualsiasi forma, che l’aborto. E poi non c’è nulla di male se una coppia programma una gravidanza invece di subirla quando indesiderata.

    Mi piace

  4. Molto tempo fa scrissi un post contro “i pubblicitari” accusandoli dello stesso principio che accusi tu in questo post…
    non credo sia troppo neutrale la tua proposta ma troppo ambiziosa, richiede un minimo di attenzione, una breve riflessione, la capacità di elaborare un minimo pensiero ma soprtauttto (problema insormontabile) richiede la presa di responsabilità di una scelta, cosa che solitamente lasciamo totalmente in mano alla tv o alla pubblicità di turno….

    Mi piace

  5. Mmmmm… penso che ti fissi troppo sui dettagli. Così facendo ,in questa società, rischi di diventare matta. 🙂
    Io conosco una coppia che ,appunto, l’ha comprato proprio per aumentare le possibilità di avere figli: non essendo più giovanissimi e avendo molti impegni professionali, hanno ottimizzato i tempi “dandoci dentro” alla grande proprio quando segnava rosso.
    Che poi… mi permetto di dire che anche questo metodo è un pelino triste da un certo punto di vista….
    Ma il punto è che alla fine ognuno può comprarlo e farci quello che vuole.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...