Sfinita

Mulino Bianco

Periodo senza tregua, con intorno gente senza pietà.

Lasciamo stare le situazioni di lavoro, che in questo momento vanno in secondo piano, ma Attila è venuto a litigare pure in ospedale, nella stanza in cui la vita di mia madre era lì, appesa a un filo.

E poi c’è mia figlia che, con tutte le sue virtù, innumerevoli virtù, ha un grande difetto che quasi le oscura tutte: è una rompicojoni.

Lei bracca, pretende, critica, “consiglia” come se trattasse sempre coi cerebrolesi, polemizza, si lagna, giudica, invade, colonizza…

Stasera si doveva uscire, il giorno siamo state con mia madre. Mi chiede se possiamo andare via da lì un po’ prima, visto che dobbiamo ripassare per casa e vorrebbe avere un po’ di tempo prima di uscire. Le dico che va bene ma è comunque presto, mi cattura l’attenzione un programma in tv (considerate che sono una ventina d’anni che non guardo tv, sono completamente fuori dal mondo su quel fronte).

Mi si mette vicino a fare la lagna, e per lagna non intendo tono lagnoso, parole lagnose, no, intendo proprio un verso di sottofondo lagnoso direttamente nell’orecchio, tanto per rompere l’anima perché aveva deciso che io la tv non la dovevo vedere.

Le faccio cenno di stare zitta, lei continua. Mi sta venendo il mal di testa, glielo dico a brutto muso, oltretutto il servizio è breve, se perdo il filo non riesco a riprenderlo.

Niente.

Mia figlia, suo padre, mia madre, hanno un sistema nella vita: portare all’esasperazione, tirare la corda per vedere fin dove possono arrivare, non rendendosi conto che poi, quando si è spezzata, non si riaggiusta.

E’ andata a finire a lite furibonda, sono uscita che tremavo come una foglia e per far manovra ho rotto lo specchietto laterale. Le ho fatto una scena che quando è arrivata a casa il mal di testa ce l’aveva, finalmente, pure lei (così impara a rompere l’anima) e, chiaramente, non ne ho voluto sapere di uscire con loro: oggi non era proprio aria da famiglia del Mulino Bianco…

 

 

 

Annunci

20 thoughts on “Sfinita

  1. Eh? Famiglia del mulino bianco!!! Con questa storia hanno illuso una intera generazione, non esiste, non esiste, l’esempio di realtà è la tua. Su, consolati, abbiamo tutti giornate simili alla tua 😉

    Mi piace

  2. Credo che tu abbia fatto proprio bene…..anche Sissi si deve rendere conto che non sei un giocattolo al loro comando, speriamo che giornate così servano anche a questo.
    Buona serata 🙂

    Mi piace

    • E’ da tanto che certo di farle arrivare il messaggio, ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! Che poi, non so neanche quanto le faccia comodo non sentire, una madre eternamente stanca e arrabbiata non è proprio il massimo della vita, e non vale quel pochissimo che, con questo sistema, riesce a ottenere.

      Mi piace

    • Nooooooooo, ma che dici? La realtà è che lo pensiamo tutti, e ci diamo anche un po’ da fare per farle da sensali, ma non ne vuol sapere! Troppo comodo per lei avere lo stuolo di corteggiatori che fanno a gara per servirla e riverirla.

      Mi piace

  3. Ogni tanto bisogna anche sbroccare! Fai bene!
    Per la famiglia del mulino bianco…. 🙂 io ne ho conosciuta una… ma ti assicuro che era solo apparenza! Frequentandoli per qualche anno, ho scoperto che in realtà era la famiglia più triste e patetica che io abbia mai conosciuto.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...