I giovani

giovani

Sarà perché mia figlia mi ha riempito d’amore, sarà perché comincio a toccare con mano che la gioventù è passata, ma io amo i giovani, mi danno allegria, e le loro risate, la loro euforia, non mi stancano mai.

Vedo i bambini, e vorrei esserne circondata, vedo le comitive che salgono sugli autobus, giovani spensierati, che ridono di tutto, che a volte persino sono educati, e me li abbraccerei tutti.

Mi dispiace che gli stiamo togliendo tutto, la morale, diseducandoli, viziandoli e impedendo che si assumano le proprie responsabilità, l’aria, inquinandola, per non parlare della salute in genere. Stiamo atrofizzando le loro menti, e la loro capacità di reagire.  Stiamo togliendo loro il futuro, lasciando che una manica di sciagurati continui a depredare la nostra nazione, e tagliando dove più bisognerebbe investire, la sanità, l’istruzione, la ricerca.

Sono belli, perché la natura li ha fatti così, ma mollicci e senza speranze per colpa quasi esclusivamente nostra.

Penso a quel detto, che la Terra non l’abbiamo ricevuta in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli, e siamo responsabili di quello che restituiremo loro.

Vorrei abbracciarli tutti quei giovani. E chiedere loro perdono.

Annunci

19 thoughts on “I giovani

    • Ho avuto un piacevole dialogo in merito, con una nonna che ha la nipote in classe con mia figlia. Lei sostiene che è inconcepibile il modo in cui oggi stiamo addosso ai figli… “ai miei tempi, le mie figlie a scuola ci venivano da sole e tornavano a casa da sole!” sostiene.
      Io, che pure abito a due passi da scuola, inorridisco solo al pensiero. Giammai, a 9 anni a scuola da sola!
      Poi ci penso e dico: vero, anche io a 9 anni andavo da sola.
      E aggiungo “ma erano altri tempi”!!!!
      La domanda è: cosa significa “altri tempi”? Il nostro è un quartiere tranquillo, disgraziati non ce ne sono, e se ce ne sono, sono tanti quanti potevano essercene allora (coi disgraziati, mica ci fai conto).
      Ci sono più macchine, bisogna stare più attenti ad attraversare la strada. Bene, ma se passa una sola macchina e non stai attenta, ci finisci sotto ugualmente.
      Insomma, ‘sta cosa del “ai miei tempi era diverso” non mi convince fino in fondo. Generalmente corretto, non vale nel caso del nostro quartiere e del mandare i figli a scuola da soli a 9 anni…
      …eppure non lo faccio.
      Ma non mi siedo con lei a fare i compiti, le ho spiegato da subito che è una cosa sua e che deve farci i conti da sola. Che se non capisce qualcosa glielo spiego, ma poi fa da sè.
      Insomma, mia figlia crescerà mollacciona, ma meno mollacciona di tanti altri… spero :/

      Mi piace

    • Anche la mia… certo che è figlia unica, certo che ha vissuto – e vive – un certo benessere, però è cresciuta da sola, e se ha voluto un piatto di minestra certo ha fatto prima a prepararselo che aspettare me!

      Direi che ogni periodo ha i suoi pro e i suoi contro: mia figlia ha avuto una vita molto diversa dalla mia, io sempre la mamma a casa, fratelli, ma scarse o nulle possibilità economiche, e scarsi o nulli rispetto e libertà. Io ho fiducia, non ci sono tempi migliori o peggiori, solo diversi…

      Liked by 1 persona

    • Bravissima, ci sono solo tempi diversi. Ma i valori dovrebbero rimanere gli stessi, penso a quei ragazzi che vanno male a scuola e i genitori picchiano i professori… ai miei tempi, se andavo male a scuola le botte le prendevo io, mica i professori!
      Ecco, mi sembra che al giorno d’oggi sia venuto a mancare il buon senso… si tende a scaricare subito la colpa sugli altri senza prima fare le dovute verifiche

      Mi piace

    • Però ce ne sarebbero altre di riflessioni da fare, e che giusto oggi facevo: per esempio, che ogni epoca ha avuto il suo handicap, e quello di oggi non è certo il peggiore.

      Mi piace

  1. Purtroppo hai ragione ma…… ci sono anche ragazzi che, malgrado i cattivi esempi degli adulti, non sono mollicci, sanno impegnarsi e vivere la loro adolescenza in modo sano e costruttivo.
    Ciao D. tutto ok? Tua madre si è ripresa? Lo spero.

    Mi piace

    • Io frequento il mondo del volontariato, e sapessi quanta bella gioventù, quanti ragazzi pronti a rimboccarsi le maniche e impegnare tempo e forze semplicemente per dare! E poi, francamente, i giovanissimi stanno soffrendo la crisi economica, e lavorativa, forse la generazine di quelli viziati ce la siamo già buttata alle spalle!

      Mi piace

  2. Non si può generalizzare:ci sono “mollicci” per educazione ma spesso anche per indole e altri invece autonomi e maturi,qualche volta “nonostante i genitori”.Comunque crescendo, in base alle esperienze che si fanno, spesso si cambia molto, in meglio o in peggio

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...