Ancora Taaf

taaf-terra-aria-aria-fuoco

La settimana scorsa sono andata a pranzo al Taaf. Non mi è sembrato neanche strano, lo stesso mare, che a marzo è abbandonato, ma io ero felice, finalmente mare, aria e luce, dopo un lunghissimo inverno.

Ero con uno di loro, con uno dei vecchi amici del Taaf. Nuova gestione, non conosciamo nessuno. Non diciamo una parola, non ci presentiamo, siamo lì come nuovi clienti, che vogliono sperimentare un luogo nuovo.

Siamo trattati in guanti bianchi, sono gentili, il cibo è buono, il prezzo è onesto.

Fuori da lì, sulla spiaggia, una ragazza sta andando a cavallo. Gira intorno al ristorante, a un certo punto s’intravede dalla finestra sul lato opposto, ha una distesa verde  per sfondo, sembra un quadro.

Mentre l’osservo ripiombo nel passato… i vecchi amici, e amiche… sembro un’adulta coi ricordi d’infanzia, magari di adolescenza, che dico, di gioventù, e invece è così poco tempo che eravamo tutti lì…

Beh, sapete che vi dico? Grazie a chi è rimasto, a chi ancora condivide con me il suo tempo, a quelli con cui ancora rido, cui ancora racconto e mi raccontano.

Grazie a chi mi ha riportato sul “luogo del delitto”, alla splendida giornata, al pranzo insieme e alle chiacchiere.

Grazie al mare e alla spiaggia per essere sempre lì, testimoni di quel grande amore che ci aveva legato tutti.

Annunci

26 thoughts on “Ancora Taaf

  1. Che invidia, il mare, io lo adoro, soprattutto d’inverno e a inizio primavera, quando non c’è nessuno. Sono così lontana dal mare, solo montagne intorno a me, belle, ma sempre e solo montagne, ogni tanto mi sento oppressa.
    Ciao cara, dobbiamo sentirci un giorno o l’altro, cosa dici?
    Un abbraccio
    Marta

    Mi piace

  2. Che meraviglia questo sole dopo tanta pioggia! Siamo a metà marzo e già viene voglia di mare. Brava! Hai fatto bene a passare una giornata pre-estiva. I ricordi? Chissà perché quelli legati al mare sono particolari, hanno un alone di magia attorno. Sembra quasi impossibile essere stati così felici. Ma in fondo è il mare stesso che rende felici. Io già mi vedo in spiaggia, la prossima estate, anzi, se possibile in primavera quando il mare è limpido e i luoghi solitari. I mesi che detesto sono proprio quelli estivi, d’estate piena, intendo. Il massimo per me sarebbe poter passare un periodo di vacanza al mare quando qui è inverno. Un’amica è appena tornata da un mese passato in Messico e sembra che sia stata in qualche beauty farm o dal chirurgo estetico.

    Mi piace

    • Beata! Che dici, un giorno o l’altro la facciamo una follia e ce ne scappiamo un mesi in Messico pure noi? Senza uomini, una volta là ci facciamo corteggiare dai Messicani! 😉

      Mi piace

    • Temo di dover attender la pensione, sempre che me la diano, e allora ho come il sospetto che non avrei più tanta voglia di andare dall’altra parte del mondo e ho pure il presentimento che i messicani non avrebbero tanta voglia di corteggiarmi. 😦

      Mi piace

    • Se clicchi sul link spiego tutto… è un ristorante sul mare, a Torvaianica, dove eravamo soliti organizzare i diemmeraduni, ovvero gli incontri con alcuni dei lettori del mio blog. Il locale all’epoca era gestito dal compagno di un’amica blogger, ed era diventato il nostro quartier generale 🙄

      Mi piace

    • Ho guardato il link, e poi ho guardato il sito del locale… e mi sono reso conto di esserci stato anche io, in qualcuna delle mie trasferte a Pomezia… Magari ero lì durante un Diemmeraduno, e manco lo sapevo! I casi della vita… 😀

      Mi piace

    • Beh, quando frequentavo la ridente Pomezia, era abbastanza frequente andare a cena in uno dei ristoranti della costa, e in particolare a Torvaianica. E ricordo di essere stato anche lì.

      Mi piace

  3. Beh devo confessare che quando ho lettto il tuo post , ti ho invidiato un po’ . Queste splendide giornate di sole , mi mettono addosso una forte nostaglia del mare !! Ho voglia di sentirne il profumo e di stare al sole a guardare le onde e sentire la brezza ..salata :))
    però Il mare da dove abito è distante :((
    Anche a me è capitato di andare sul lago ( garda) e di trovare la sorpresa di un cambio di gestione nel ristorante dove andiamo da anni ( 30 circa) . I proprieatri in pensione hanno lasciato il posto ad altri e mi sono sentita fuori posto l’ultima volta che sono andata, per loro ero un’estranea, io, che quando arrivavo andavo addirittura in cucina a salutare tutti !!! Vabbè ma tutto cambia … Buona serata Ti abbraccio 🙂

    Liked by 1 persona

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...