Chi figli e chi figliastri

strage in Siria

Ho appena letto un articolo che lamenta che per questi bambini, massacrati in Siria, nessuno si muove. Tutte quelle organizzazioni “umanitarie”, le varie Freedom Flotilla, il BDS (movimento che incita a boicottare Israele), tutti tacciono.

Posso fare una previsione? Tra un po’ questa immagine verrà spacciata come un massacro compiuto da Israele, e allora torneranno tutti a scalciare per queste povere creature.

Ma i bambini, non sono tutti uguali? O la loro importanza dipende dal luogo in cui perdono la vita?

Toccante la testimonianza di un bambino siriano di tre anni, che prima di morire ha detto: “Sto andando a raccontare tutto a Dio!”

Lo farà.

PS: sempre sulla linea “Chi figli e chi figliastri” potete leggere un altro articolo qui.

Annunci

28 thoughts on “Chi figli e chi figliastri

  1. Ti confesso che spesso questa idea che tutto alla fine venga fatto ricadere sulle spalle di Israele, invade anche me.
    Sarà anche vero che Tel Aviv non è scevra da colpe per ciò che accade in medio oriente, ma per il mondo arabo è una vera ossessione.
    In fondo se il popolo è eletto sopporterà anche questo secolo…..
    I bambini sono sempre le prime vittime e non possono neppure lasciare una testimonianza scritta, inutile aggiungere che se la Siria fosse un produttore di petrolio la musica sarebbe ben diversa.
    Israele sta insegnando che il petrolio non serve, sarà per questo che gli Arabi….
    Un sorriso.. shalom
    Giancarlo

    Mi piace

    • Tu dici che è per gli enormi giacimenti di gas recentemente trovati in Israele che qualche imam si è ricordato che gli ebrei da quelle parti ci sono sempre stati e che hanno diritto a quella terra? Giuro che non ci avevo pensato!

      Ma chi è che ha detto che è l’amore, o anche il sesso, a mandare avanti il mondo? Sono i soldi, ecco che cos’è, i soldi! Però, proprio avanti avanti non direi… lo fanno girare, ma come una trottola impazzita 🙄

      Mi piace

    • Parole dolorosamente sante!!
      Ma occorre ricordare che senza l’amore non esisterebbe nulla
      Israele, la terra promessa…. L’80% di laureati, Sfornano brevetti come se piovesse, anche senza il gas hanno modo di produrre energia dalle alghe, dal sole, dal vento . Forse proprio perché perseguitati da 2000 anni … di necessità si fa virtù! Però le macchine volanti sono una meraviglia, se gli Ebrei scoprissero come far volare gli asini resterebbero senza confini (questa è cattiva, ma che vuoi l’ha raccontata un Azkenazita con tanto di colbacco e cernecchi (al mese di giugno) orribile.
      Un sorriso
      Giancarlo

      Mi piace

    • Io ho lavorato a lungo in un istituto di ricerca scientifica israeliano: da restare a bocca aperta!

      La gente crede che io ami Israele per le mie origini, io invece amo Israele perché è Israele, e ne conosco tante di persone di altre religioni o atei del tutto che se ne sono innamorati solo per quello che è.

      Mi piace

  2. I bambini devono essere tutti uguali e vanno protetti e salvaguardati ovunque essi siano……come come sono peggio delle bestie chi compie massacri simili, chiunque essi siano!

    Mi piace

  3. Che atrocità tremende…ma che colpa avranno mai i bambini?
    Sapete su chi ricade la colpa per questi massacri? Su tutti noi adulti…tutti quanti…

    Mi piace

    • Il nostro ministro degli esteri, starà progettando qualche intervento in favore della popolazione siriana? E se no, voteremo ancora il suo partito?

      Anche se in un post drammatico, benvenuta!

      Mi piace

  4. Orrendo, ma orrendo forte. Questa immagine, come altre che ho già visto in giro, dovrebbe smuovere qualcuno, qualcosa e soprattutto inculcare un senso di colpa infinitamente infinito. Nervùs…

    Mi piace

  5. Le guerre si fanno solo ed esclusivamente per motivi politico/economici, coperti dalla causa religione; e bambini, donne, inermi,…tutti ne fanno le spese e secondo me, proprio sulle foto dei bambini si fa leva per gridare all’orrore, ma c’è ben altro che andrebbe visto. Un bambino così piccolo che dice una frase come quella che hai riportato….mmmmm…chi l’ha raccolta? Quanti dubbi ho quando leggo di queste cose!

    Mi piace

    • Fulvia, io credo che abbia pure pochissima importanza se il bambino ha pronunciato quella frase oppure no: che la gente lì sta morendo è un dato di fatto. Il non intervento del resto del mondo, pure.

      Mi piace

    • Ribadisco il fattore politico/economico…Lì non c’è niente che possa interessare i “grandi” della terra e allora ne fanno le spese i “piccoli” (non inteso come bambini).

      Mi piace

  6. ecco perchè non approvo le organizzazioni umanitarie alla pari di Amnesty o Unicef. Solo un giro di soldi e una schiaffo morale al resto del mondo. Hanno ottenuto le carte dei diritti sul fanciullo, ma hanno o vogliono procurarsi i mezzi per attuarle? perchè non fanno come la Corte Europea che se non ti adegui ai principi comunitari multa il paese?

    Mi piace

  7. “Ma i bambini, non sono tutti uguali? O la loro importanza dipende dal luogo in cui perdono la vita?”
    No. Non sono tutti uguali per questo -brutto- mondo: dipende da dove nascono, crescono e muoiono. E dei bambini trucidati nel Sud Sudan o in tante altre guerre a chi gliene frega? Più i paesi da cui derivano sono poveri e meno ce ne frega. Purtroppo, è così.

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...