Non ce la posso fare…

Vi ricordo che questa gente vota.  😯

Annunci

30 thoughts on “Non ce la posso fare…

    • E i vecchi non avranno studiato, ma santo Iddio, dov’erano quando venivano promulgate e, soprattutto, applicate? E nel dopoguerra?

      E i giovani? Mettetela come vi pare, per me la colpa è degli insegnanti, questa gente NON DEVE andare avanti, NON DEVE!!! La mamma di una compagna di classe di mia figlia, e sottolineo che stiamo parlando di un liceo classico, difendeva la somaraggine della figlia, pretendendo il sei politico, se non di più, sostenendo “Ma se una il latino proprio non gli entra in testa, ma che deve fare?”: UN’ALTRA SCUOLA DEVE FARE, ECCO CHE DEVE FARE! Oggi la fanciulla fa lettere, e domani forse l’insegnerà… e sarà molto pietosa nei confronti di chi non sa leggere, non sa scrivere, non sa storia e geografia, etc., etc., etc.

      Ha ragione Monique, tra un po’ “Avremo un governo di dislessici (che già attualmente….), ragionieri discalculici, maleducati e prepotenti disseminati in ogni tipo di arti e mestieri, truffatori ad ogni angolo, code interminabili alle selezioni del “grande fratello” dove le nuove generazioni potranno finalmente far valere il loro talento di analfabeti scaccolatori e plotoni di fornicatori incapaci di governare gli istinti e, purtroppo, fertili sfornafigli a loro immagine!!!

      Parliamo seriamente: affidereste davvero questo mondo a una generazione di falliti, perchè questo è ciò che diventeranno le forme di vita che oggi spiaggiano sui banchi di scuola.”

      No, non l’affiderei. Ma probabilmente l’affiderò giocoforza, perché il convento non passerà altro.

      Mi piace

    • E oltre a inorridire, che cosa possiamo fare? Io sono stata una persona diversa che ha messo al mondo una figlia diversa, ma non basta. Persone di valore ne vedo tante, ce ne sono tante, ma il fatto è che gli altri non solo vanno avanti lo stesso, ma in questa società vanno pure più avanti e, per esempio, sul comportamento che tengono in aula i nostri “onorevoli” (quando ci vanno in Aula, s’intende) e i tunnel della Gelmini c’è poco da ridere.

      Eppure, non siamo sempre stati così…. ( http://ilblogdibarbara.wordpress.com/2014/01/19/trova-la-differenza-5/ ).

      Mi piace

  1. Non c’ è, forse, una male maggiore, fra quanti affliggono l’ umanità, dell’ IGNORANZA, contro cui è inutile …. emettere giudizi o assumere atteggiamenti inorriditi, poichè non serve a nulla !
    E’ un male che, invece, DOBBIAMO COMBATTERE, senza stancarci mai, allargando agli altri le nostre conoscenze già acquisite, insegnando “alla pari”, e non ex cathedra, che di ogni cosa bisogna risalire alla radice, “poichè fatti non fummo a viver come bruti – ma per seguir virtute e conoscenza”, ed infine DANDO AGLI ALTRI L’ ESEMPIO, CONCRETO E TANGIBILE con il nostro stesso vivere “a prescindere”, cercando cioè noi per primi di migliorarci il più possibile, non ostanti i cialtroni infestanti ed i tantissimi, e irriducibili, mali del mondo !
    Si dirà : è una lotta vana, poichè il male, a leggere la storia, NON è mai stato sconfitto !
    Bene …. ma nemmeno la virtù è mai scomparsa, e sono miriadi ormai coloro che, per farla rifulgere, si batterono con ogni mezzo o che per essa diedero la vita senza pensarci due volte !
    E allora ???
    Vogliamo noi, per pigrizia, per assuefazione, per pessimismo, per peppegrillismo, per egoismo, per cinismo … contribuire a far dimenticare quei virtuosi ???
    Quindi, calma e gesso …. e lottiamo con convinzione “anche” contro l’ ignoranza altrui, senza aspettarci risultati immediati, così come non se li aspetta il contadino che abbia seminato un albero “cuius fructos nepoti sui carpent” !

    Mi piace

    • Mi auguro che tu abbia ragione, caro Bruno, ma qui mi pare che andiamo sempre peggio, e gli ignoranti stanno formando un’enorme e possente casta che si autoreferenzia!

      Mi piace

  2. Si comincia così …e si finisce … Potrebbe essere una idea deportare tutti per una settimana in qualche campo, forse aguzzerebbero il cervello.
    Leggi razziali, ma anche senza gli Ebrei non hanno avuto vita facilissima.
    Non mi pronuncio su quelle leggi, perché sarebbe un ulteriore parere, nulla più, una storia passata????
    Invece calco la mano sul razzismo attuale, sulla miseria intellettuale che sale dal basso e che dall’alto viene fomentata, una sorta di eterno “dividi et impera”.
    La cultura? Pare non avanzi di un millimetro, almeno oggigiorno.
    Un abbraccio
    Giancarlo

    Mi piace

    • Infatti secondo me la Giornata della Memoria viene gestita malissimo, una storia passata che non sembra riguardare la nostra quotidianità, e invece il razzismo è una spada di Damocle che pende sul nostro capo. Se penso a quello che sento dire sugli stranieri! Ma la gente non è proprio capace di ragionare in termini di “persone”? Il cervello piccino picciò della maggior parte delle persone intervistate dimostra il perché del razzismo, che ragionare per categorie è più facile, più alla portata dei poveri di spirito…

      Mi piace

  3. Si capisce perché ci sono certi risultati elettorali! Si dovrebbe tornare ad insegnare meglio la storia nelle scuole di ogni ordine e grado,concentrandosi su elementi essenziali.E si dovrebbe stabilire una netta differenza tra scuola dell’obbligo,ORIENTATIVA E FORMATIVA, e scuola superiore SELETTIVA. Solo così si può evitare di avere una classe dirigente IGNORANTE!

    Mi piace

    • Tra un po’ non ci sarà neanche più chi sarà in grado di insegnarla la storia… anzi, se continua così tra un po’ non ci sarà neanche più la storia, visto lo spazio che si dà ai negazionisti! 😦

      Mi piace

  4. L’ultima s’è pure incazzata! 😛
    Io penso che questa gente non sia lì per caso. Ce l’hanno portata.
    C’era un vecchio modo di dire che spesso ripetevano i miei genitori: “Gli imbecilli sono il pascolo dei furbi”.
    Facciamoci forza… 😥

    Mi piace

  5. Una volta (ma parlo come mio nonno..!) l’ignoranza di massa era, bene o male, controbilanciata da una classe dirigente “decente” ed istruita. Il progresso della società ha ridotto quella distanza ma verso il basso. Oramai, e da tempo, la classe dirigente (politici, insegnati, amministratori, imprenditori…) è un coacervo di ignoranza e miseria di idee. Tale da non sapere cosa vuol dire coacervo. 😉

    Mi piace

  6. Non ho finito di vederlo e mi sono schiaffata la mano in faccia un paio di volte…-.- In “Boston Legal” -serie televisiva chiusa cinque anni fa – una ragazza barava sull’età per poter votare, e le contestavano che, oltre al reato penale, non poteva perché era troppo giovane e non ne sapeva abbastanza. Be’… 😯

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...