Giorgio Perlasca, un eroe italiano

Il 31 gennaio del 1910 nasceva Giorgio Perlasca, un uomo straordinario che salvò, esponendosi in prima persona, migliaia di ebrei ungheresi.

Nonostante la sua tempra vigorosa e il suo eroismo, alla fine della guerra continuò tranquillamente la sua vita, peraltro in condizioni assai modeste, senza raccontare mai nulla di ciò che era successo.

La sua storia salì agli onori della cronaca casualmente, grazie a delle donne ungheresi che, venute in Italia, lo andarono a cercare per rintracciarlo e, non sapendo da che parte cominciare, si rivolsero a organizzazioni ebraiche, che ne ignoravano totalmente l’esistenza.

Se volete, potete leggere un sommario della sua storia al link indicato. Non ho trovato in rete completo il film realizzato su di lui, ce n’è soltanto una versione spagnola, che qui vi linko:

Se riuscite a trovarne la copia italiana (o se conoscete lo spagnolo…) ve ne consiglio la visione integrale: un uomo che ci renderebbe orgogliosi di essere italiani, se fosse giusto essere orgogliosi conto terzi, ma comunque una vita da prendere ad esempio, un uomo che ha reso il mondo un posto migliore.

Annunci

13 thoughts on “Giorgio Perlasca, un eroe italiano

    • Io credo che ci siano. Il fatto è che certe persone mantengono un profilo basso, sono persone semplici, umili, mite. Il loro coraggio è dovuto solo al fatto di essere dei Giusti. Il giusto sa cosa va fatto, e lo va, senza stare a calcolare il rischio, che tanto non farebbe la differenza.

      Mi piace

  1. Ho visto il film e ammetto che prima non avevo mai sentito parlare di Perlasca. Dobbiamo rendere merito alla televisione (si tratta infatti di un film tv) se veniamo a conoscenza di tante storie che avremmo ignorato probabilmente.
    Un altro “eroe” di cui sono state diffuse notizie grazie ad una fiction è Giovanni Palatucci, allora funzionario di polizia presso la Questura di Fiume. Però, in seguito a delle ricerche fatte, si è recentemente scoperto che in realtà Palatucci non avrebbe salvato nessuno. Se vuoi approfondire, leggi qui: http://news.panorama.it/esteri/primo-levi-olocausto-giovanni-palatucci

    Mi piace

    • Sai che c’è Marisa, io non ci credo tanto a queste scoperte postume di “non ha fatto niente”, “non ha salvato nessuno”: prima o poi lo dicono di tutti, ha ragione mia zia, tolgono l’onore pure alla Madonna. Ma, d’altra parte, le grandi persone vanno distrutte, perché con quel loro essere tremendamente grandi ci fanno sentire tremendamente piccoli e allora, meglio che non esistano, che non siano mai esistite, che non abbiano fatto nulla di diverso da quello che fanno tutti, ché se loro non esistono noi ci sentiamo meno piccoli…

      Mi piace

  2. Hai fatto non bene, @Diemme mia, ma BENISSIMO, a nominare @Giorgio Perlasca ( bellissima la fiction TV puntuale storicamente e affascinante con quell’ eccellente attore che lo incarna … @Luca Zingaretti ), un Giusto fra i Giusti, un Eroe vero, che, per il fatto di essere esistito ed aver fatto ciò che fece, ci fa esser fieri ed orgogliosi di essere “uomini”, costituendo – e finchè il sole risplenderà sulle sventure umane ! – un faro luminoso nella nostra precaria, disperata, fragile esistenza !
    Se possiamo guardare al futuro senza rabbrividire, se possiamo diradare l’ orrore che, talvolta, il vivere ci suscita, se ancora possiamo, non ostante tutto, sorridere con le lacrime agli occhi …. è a @Giorgio Perlasca ( e ad altri Eroi come Lui, o anche ad ‘oscuri eroi’ ), che lo dobbiamo, NON lo dimentichiamo mai : fra la belva orribile che tutti noi alberghiamo nell’ anima, c’ è anche, molto … ma molto più rilevante, la parte ‘migliore e più nobile’ di noi …. ce l’ ha insegnato Lui con il suo esempio indimenticabile !!! 🙂

    Mi piace

    • E poi, certe persone, sono la prova che essere diversi si può, in qualsiasi circostanza: “Non potevo fare altro” non è una scusa che regge. “Obbedivo agli ordini” men che meno.

      Mi piace

    • Peccato che, cara Monique, come non è giusto vergognarsi conto terzi, non è possibile neanche essere orgogliosi conto terzi (però noi lo siamo lo stesso, non ti pare? 😉 ).

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...