La Diemme è sempre più versatile!

versatile-blogger

Ancora un premio, conferitomi dalla cara Dona.

Come post riporterò il commento lasciato da lei, così da mantenerne la spontaneità!

Ti ringrazio per la nomina, e ricambierò commentando le tue curiosità, confrontandole con me. ;)

La Dona non ama i profumi fruttati. La Diemme nemmeno, e di profumi non ne usa. In compenso, ne riceve in regalo moltissimi!
La Dona è di sinistra. La Diemme è libera pensatrice. Nata antifascista, si riserva comunque di votare per quelli in cui crede (quando li fabbricheranno).
La Dona vuole sentirsi libera di vedere il bicchiere mezzo vuoto. La Diemme pure, ma a 53 anni ha capito che vederlo mezzo pieno aiuta ad essere felici, il che proprio schifo non fa.
La Dona si è scoperta selettiva a quarant’anni. La Diemme lo è sempre stata, ora però confida più nell’autoselezione: praticamente, li fa suicidare :lol:
La Dona chiude cassetti con facilità e pochi rimpianti. La Diemme li chiude con difficoltà e tanta amarezza, ma zero rimpianti perché, se è arrivata a chiuderli, vuol dire che le ha provate proprio tutte.
La Dona non ama il turpiloquio. La Diemme nemmeno, usa linguaggio aulico con tanto di congiuntivi, ma “quanno ce vo’ ce vo’!”, il turpiloquio in quei casi è liberatorio.
La Dona non è credente. La Diemme sì (o, quantomeno, speranzosa).

Ancora grazie, e buona serata!

Annunci

23 thoughts on “La Diemme è sempre più versatile!

  1. Ehi, ma quanti premi stai ricevendo? Sono felice per te 🙂
    Bicchiere mezzo pieno forever, altrimenti la vita l’è dura… Vale come autococcola, un piccolo regalo che si fa a noi stessi e a chi ci circonda. Anche se bisogna ammettere che ad alcuni questo atteggiamento dà fastidio e si danno un gran da fare per farti vedere la realtà coi loro occhi 🙄

    Mi piace

    • Come quella disgraziata che sta in ufficio da me, che vede tutto (diciamo “tutti”) con gli occhiali neri, e sobilla gli altri seminando zizzania.

      Il suo “Ma hai visto…?” è un continuo martellamento, e non ci aggiungo altro, come potrei, perché sarei cattiva… (che poi, andrebbe sempre sotto la categoria “quanno ce vo’ ce vo’!”).

      Io ho imparato a vedere il buono, a cercare assolutamente il buono anche nella peggiore delle situazioni, quando ho avuto mia figlia: povera creatura, qualcosa le dovevo pure raccontare!

      Mi piace

  2. Dimenticavo di dirti che approvo anche il “quanno ce vo’ ce vo’!” Una delle cose che mi sono sempre piaciute di te;) Quando i giri di parole non rendono abbastanza l’idea, bisogna andare dritti al sodo!

    Mi piace

    • E perché mai giri di parole? Se la gente sapesse accettare la verità ci sarebbe ampio margine di miglioramento per tutti, e vivremmo molto meglio.

      Noi, invece, siamo il popolo del politically correct, dell’odiosa “diplomazia”, del non vedente, non udente, di colore, e del diversamente abile, edulcoriamo i problemi per non affrontarli (come nei casi citati, in cui si chiamano le cose con un altro nome, ma continuiamo ad essere razzisti e a non abbattere le barriere architettoniche).

      Mi piace

  3. Serve un valido antidoto contro la tua collega menagrama. Che a pensare sempre e solo negativo secondo me s’attira la sfiga in una maniera incredibile. Ne sono capitati anche a me di questi personaggi. Stare con loro era stancante, non ti permettevano di rilassarti nememno un attimo. Mamma mia, una si stancava al solo pensiero di incontrartli!

    Mi piace

    • Scusa, mi sono espressa male: lei non è una menagrama, lei è una grandissima str@@@a. Lei il male lo vede solo negli altri, i cavoli suoi poi se li aggiusta benissimo, è fin troppo ottimista!

      Lei è proprio la riprova che Giove ci ha imposto due bisacce, una con i difetti nostri dietro, e una con quelli altrui davanti: lei non solo vede solo i difetti degli altri, ma quella bisaccia la tiene sempre aperta, ci vive con la testa infilata dentro, e appena può c’infila pure quella degli altri: ce la infilerei io la sua capoccia nel sacchetto, ma di plastica!!!!!

      Mi piace

  4. Bella questa di Giove e le due bisacce, non la conoscevo 🙂

    Ehi, bada che non puoi mettere la frazione umida in un sacchetto di plastica. Dove la butti? nell’indifferenziato? Tu a queste cose ci tieni, quindi mi sa che dovrai tenertela in ufficio 😥

    Devo scappare,

    Mi piace

    • E quale sarebbe la frazione umida? Lei è completamente rinsecchita! Non parlo per invidia, meglio avere qualche chilo in più che essere uno zeppetto incartapecorito!

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...