The versatile blogger award

versatile-blogger

“Donna, donna e donna: altro da dire?”.

Questa la motivazione con cui lastella mi ha conferito questo premio. Mi ha fatto uno strano effetto, perché “donna” è l’ultima cosa che mi sento.

Il mio ex marito mi definiva “Metà uomo e metà bambina”, e la ritengo ancora, a distanza di oltre vent’anni, la definizione più azzeccata.
Ho la femminilità di un carrarmato, la grazia di un panzer, l’attitudine al focolare pari più a quella di Nerone che di Biancaneve (blah!), detesto le quote rosa – essere donna non significa essere disabile, non mi serve il vantaggio d’ufficio –, e detesto le donne che per far carriera usano il loro essere – fisicamente – donne come uno strumento (come direbbe una mia amica, “superano gli orali”).

Mi infastidisce suscitare l’attenzione maschile fine a se stessa, non mi guardo allo specchio e la mattina mi butto addosso le prime cose che capitano (e non è che molta più attenzione io ci ponga quando mi devo recare a qualche cerimonia ufficiale).

Madre sì, l’istinto materno ce l’ho fortissimo, ma il problema è che ce l’ho verso tutti, piccoli e grandi, e questo alla fine può risultare, per usare un eufemismo, inappropriato.

Toh, evidenziando le mie affermazioni, scritte di getto, noto che ho scritto proprio sette cose su di me, persino piuttosto inedite, come richiesto dalle regole del premio.

A proposito, le regole…

  1. Mostrare il logo dell’award sul blog (fatto!)
  2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato (fatto!).
  3. Nominare altri quindici blog (perdonatemi, passo il turno!);
  4. Mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento (legato al punto 3, e quindi…):
  5. Scrivere sette cose su di te (fatto!).

Mi piacciono questi premi perché danno modo di raccontare un po’ di sé e quindi di conoscersi, e in più danno modo di far conoscere agli altri dei blog che seguiamo. Io però è da tanto che sono qui e segnalerei sempre gli stessi perciò… facciamo così, chi si offre di raccontarsi è il benvenuto!

Annunci

14 thoughts on “The versatile blogger award

  1. Mi hai fatto ricordare che anche a me era arrivato, tempo fa, questo premio. Me ne sono scordata, che figuraccia! Rimedio subito e, se dovessi segnalare i 15 blog (cosa su cui preferirei glissare) sappi che te ne arriverà un altro. 🙂

    Complimenti, donna! 😉

    Mi piace

    • @Marisa: grazie cara, l’accetterò volentieri (però facciamo una cosa, perché invece di farmi dire di me sette cose a caso non mi fai sette domande? Potrebbe essere una sfida… 😉 ).

      Mi piace

  2. essere un maschiaccio non significa non essere donna. Abbiamo la femminilità in noi, un potere immenso che solo le menti deviate lo utilizzano per scopi meschini (da te accennati). Per me L’inno a Iside che ho pubblicato qualche giorno fa sintetizza molto bene l’idea del femminile (http://17lastella.wordpress.com/2013/09/28/inno-a-iside/) . Sei una donna perchè così ti percepisco, anche se indossi l’armatura del guerriero 🙂
    un abbraccio

    Mi piace

    • Vado a leggere… (io non indosso l’armatura del guerriero, ma la tuta del camionista, anche se questa sì, ammettiamolo, copre l’armatura del guerriero, la quale a sua volta protegge la viola mammola che, ahimé, con mio sommo imbarazzo, alla fine so di essere).

      Un abbraccio a te! 😀

      Mi piace

  3. Complimenti per il premio cara Diemme 🙂 Mi hai fatto scompisciare dal ridere, e diciamo che questa è una tua dote. Certe tue battute sono fenomenali 😉 La compagnona che non t’aspetti, ma io e te ormai ci si conosce da un bel po’ e quindi… Ma tornando al post, la femminilità di un carrarmato e l’attitudine al focolare di Nerone, sono meravigliose! Sulla prima si può lavorare, basta solo volerlo, se non lo si vuole rimane una propria caratteristica e basta e questo non mi pare ti abbia mai impedito di venire apprezzata… E poi chi l’ha detto che per essere una donna donna donna bisogna avere certe caratteristiche e non altre? Viva l’originalità 🙂

    Mi piace

    • @mujer: anche tu a umorismo non scherzi, tante volte mi hai fatto piegare in due dal ridere, e in momenti in cui ero furiosa! Apprezzata questa caratteristica? Sì, grande arma di conquista, forse per gli uomini è una sfida, peccato che poi la quotidianità diventi un inferno! 😉

      Tu dici che per essere donna-donna non bisogna mettere le tende a fiorellini alle finestre, parlare con il piumino per spolverare e non spostarsi dai fornelli per attendere la cottura dell’arrosto? Tu dici che posso essere donna-donna salendo sulla scala con cacciavite e martello per ripararla la finestra, demanando le faccende a una signora che m’aiuta – e che ama farle! – e tornando a casa dopo il passaggio in rosticceria, unico modo per ritagliarmi un po’ di tempo per stare vicino a mia figlia magari a vedere qualcosa? Lo sai che c’è, mi sa che non sono neanche originale, credo che tante mamme d’oggi siano così, per scelta o per necessità! 🙄

      Mi piace

  4. Eh, i tempi cambiano e bisogna fare di necessità virtù, e mi sorge il sospetto che un certo tipo di donna l’abbia sempre saputo. E sono le donne che io apprezzo di più, quelle che prima di arrendersi al solo pensiero di fare qualcosa non proprio canonicamente femminile almeno ci provano, poi se non va non va. Ad un certo punto se il tempo libero a disposizione è poco, si sceglie l’essenziale e si demanda quello che proprio non si riesce a fare. Tra i soprammobili da spolverare e un pomeriggio con mia figlia sceglierei anch’io di stare con mia figlia.
    Ti ricordi che mi raccontasti di quando ti suggerirono di prendere la baby sitter così TU potevi fare le pulizie? 😯

    Mi piace

    • E già, i bei consigli che dà la gente (ci farò un post in proposito, visto che io evidentemente i consigli li ispiro proprio!), pagare qualcuno per giocare con mia figlia al parco mentre io sgobbavo a casa! Ricordi che le risposi? Semmai pago una domestica per farmi le faccende mentre io vado al parco a godermi mia figlia!

      Oggi tante mamme m’invidiano il bel rapporto che c’è tra me e mia figlia (e invidiano a lei sua madre), ma tutto questo me lo sono guadagnato sul campo!

      Mi piace

  5. Sei davvero ironica e simpaticissima 🙂 leggendo il tuo post mi è venuta in mente una frase che lessi una volta, non ricordo nemmeno dove, (ma non erano i baci perugina 😉 ) che diceva: femmina si nasce….ma donna si diventa! Quindi penso che la motivazione del premio sia del tutto azzeccata! 😉
    Complimenti!

    Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...